Jump to content
TWF MAGAZINE N°18 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum
Sign in to follow this  
ymalpas

Angel Lito Fernandez

Recommended Posts

Angel Lito Fernandez

Fernandez nasce a Buenos Aires in Argentina nel 1941.

Studia alla Escuela panamericana de arte sotto tutori quali Alberto Breccia e Angel Borisoff.

Nel 1958 pubblica il suo primo fumetto su Dia D passando poi a collaborare con Hora Cero e Frontera.

Nel 1963 riprende la serie di Misterix.

Lavora molto anche con l'estero, in particolare con gli Stati Uniti (Comix) e con il quotidiano britannico Daily Mirror.

A metà degli anni Settanta inizia una proficua collaborazione con la Ediciones Record, per la quale riprende nel 1963 la serie Precinto 56 trasformando il precedente protagonista Zero Galvan nell'aitante tenente Larry Mannino, scatenando una curiosa rivalit? con il disegnatore precedente Josè Mu?oz.

Sempre per le Ediciones Record realizza anche la serie avventurosa di sapore marinaro intitolata Oceania ed effettua il restyling di Bull Rocket, un personaggio di Paul Campani (l'autore italiano creatore anche di Misterix).

Più tardi crea Kevin, su testi di Robin Wood.

Nei primi anni novanta crea su testi di Robin Wood le avventure del personaggio di Martin Hel.

Attualmente è al lavoro su un maxi di Tex sceneggiato da Mauro Boselli e ambientato in Alaska.


(Biografia tratta dal sito FFF e adattata )



Una tavola tratta da MARTIN HEL

Immagine postata


Una tavola tratta da IL CAVALIERE SOLITARIO

Immagine postata

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che dire?Non male!La prima tavola in particolare è molto bella, e il segno mi ricorda vagamente quello di Gomez, che ho avuto modo di apprezzare su "Dago", altra serie di Robin Wood. Anche la seconda non mi dispiace, anche se mi piace molto di meno della prima;in questa il segno di Fernandez sembra alquanto diverso, molto pulito e vicino alla linea chiara di marca franco-belga. Queste due tavole sembrano disegnate da due disegnatori diversi. Comunque ripeto:non male!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Immagine postata


Una vecchia foto di Angel Lito Fern°ndez



Angel Lito Fern°ndez ( con l'accento sulla "a" ) ha recentemente confessato in un'intervista di essere stato un appassionato lettore di Tex quando aveva sette / otto anni. Tex veniva allora pubblicato con straordinario successo anche in Argentina! Stesso destino sembra insomma accomunarlo a Jordi Bernet che ha detto sempre in un' intervista che anche lui, da bambino, non mancava mai all'appuntamento in edicola ( questa volta in Spagna ) ogni mercoledì della settimana per la striscia del Tex, che leggeva poi avidamente a casa sua.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il tratto mi ricorda molto(soprattutto nella prima tavola) quello di Suarez: evidentemente la scuola è simile fra Cuba e l'Argentina.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da un intervista recente tratta da:

http://lucalorenzon. blogspot.com/2011/03/i...-fernandez. html


Come sono avvenuti i contatti con Sergio Bonelli? Anche Lei da bambino leggeva Tex/Colt Miller su Rayo Rojo?

Non lo leggevo, "lo divoravo", chi l'avrebbe detto che un giorno l'avrei disegnato. E' un po 'strano oggi essere immerso nella mia fantasia infantile. Sapevo che conosceva il mio lavoro e ad un certo punto abbiamo preso contatto per realizzare Demian, un personaggio che è disegnato da altri colleghi più anziani.

No lo le?a, ?lo devoraba?, qui?n hubiese dicho que alg?n d'a lo dibujar?a. Es un poco raro estar hoy dentro de mi propia fantasèa infantil. Sab?a que ellos conoc?an mi trabajo y en alg?n momento nos contactamos para la realizaciòn de Demi?n, personaje que sigue dibujado por otros destacados colegas.



Come sta procedendo la realizzazione del Texone? Pu? anticiparci qualcosa?

Potrebbe essere considerata una grande produzione, Mauro Boselli mostra un argomento spettacolare, ho dovuto documentarmi molto per catturare tutta la complessit? dei personaggi e la ricchezza dei suoi paesaggi. Penso che il lettore trover? quello che ha sempre trovato nel Texone: azione avventura, intrighi, suspense.

Podr?a calificarlo como una gran producciòn, Mauro Boselli despliega un argumento espectacular, he debido documentarme grandemente para plasmar toda la complejidad de esos personajes y la riqueza de sus escenarios. Pienso que los lectores encontrar?n lo que siempre brind' el Texone: aventura, intriga, suspenso, acciòn.

Edited by ymalpas

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.