Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

ymalpas

Collaboratori
  • Content Count

    7,976
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    97

Everything posted by ymalpas

  1. Come già detto da Grande Tex, Il mistero della montagna, è il seguito della storia sul Monte Rainer. Quella vecchia storia di Nicolò nacque su proposta di Giorgio Bonelli che ne elaborò un soggetto. GLB che stava cedendo ormai Tex a Nizzi ne tirò fuori una storia in cui il soggetto originale risultò alquanto sforbiciato, il numero di pagine infatti non copre i due albi. Anche il giovanissimo Boselli aveva elaborato un suo soggetto sul tema che non fu preso in considerazione (era il tempo in cui i due, Giorgio e Mauro, proponevano soggetti a GLB). Di questo vecchio soggetto Boselli ci raccontò
  2. Innanzitutto grazie per le risposte Mi soffermo sulla seconda parte: se mano a mano che le scrivi le storie potrebbero richiedere un'albo in più come è capitato alla storia di Mefisto non ti tiri indietro mi sembra un'ottima notizia (c'era chi come Faraci non riusciva a ultimare i due albi e inseriva quelle scenette "tanto per"). Si, indubbiamente nel tuo elenco c'è la storia di Villa (ma è solo un albo). Della storia di Seijas ho già detto, ma non so assolutamente niente, ne trama ne lunghezza. Poi per la serie regolare mi sa che di tuo non c'è altro in pent
  3. Una buona storia autoconclusiva, di quelle che una volta si usavano nella collana per i numeri a colori che inauguravano il nuovo centinaio. Il pregio migliore è che come storia riesce benissimo a rievocare le atmosfere degli albi dei primi cento numeri, come se la nuova serie Tex Willer avesse voluto dare questa volta una mano d'aiuto alla serie regolare. Alla serie Tex Willer ruberei anche il linguaggio che Mauro Boselli usa felicemente, sciolto e diretto, molte tavole sono qui troppo parlate, consiglierei modestamente di sforbiciare i dialoghi. Bah, è solo un'appunto, potrei dir
  4. Nei prossimi cinque anni leggeremo grandi storie con grandi pretese: EREBUS (4 albi) MEFISTO (7 albi) IL MISTERO DELLA MONTAGNA (3 o 4 albi) LA TIGRE (4 albi) BARBANERA (3 o 4 albi) DRY TORTUGAS ( 3 o 4 albi) Siamo parlando di almeno due grandi storie all'anno firmate da Boselli. Inframezzate da altre storie che saranno belle o brutte. Ci saranno Mastantuono e Seijas con storie corpose. Direi che la qualità della serie regolare sarà garantita su livelli medio alti. Può capitare che qualche anno di vacche magre ci sia, bisogna avere s
  5. Vado controcorrente. Recupera nei mercatini o su ebay la serie regolare mensile.
  6. La figlia di Satania / L'ombra del Maestro / Jethro / Il segno di Yama e I Rangers di Lost Valley. Tutte grandi storie.
  7. Si, esatto, un willerino con il pistolino 😂 Borden pensaci, invece di lanciare una collana Tex as a young man Airoldi ti chiederà forse una serie fantascientifica ambientata ai primi del novecento con Tex e Carson vecchi filibustieri che scappano dall'ospizio, Kit Willer capo dei navajos collegato con il telegrafo 'a distanza' da Nogales, e Willerino che tira la treccia alla sorellina e ruba le uova dal pollaio, come un Tom Sawyer qualsiasi. Da Joyce a Twain il passo sarebbe breve!
  8. Tex viene spesso tacciato di sbirro, per l'appunto non lo è e il linciaggio ne è la riprova. GL Bonelli avrebbe approvato questa scelta nei confronti di un furfante che voleva divertirsi con Manuela e si sarebbe divertito con lei se solo ne avesse avuto il tempo. Con i paesani aveva un conto in sospeso, altro che scelta indegna, la scelta più giusta e la scelta più popolare. Non so se la conclusione sia di Monni anche se penso che sia di Borden, in ogni caso complimenti a chi dei due ha avuto questa brillante idea che da sola risolleva il voto di una storia fino a lì non troppo convincente.
  9. Era il Tex di GLB, altro che embrionale, il più genuino. Nel numero quattro fa a fette i cinesi con lo spadone. Nella storia ''Tucson'' ammazza un tizio facendolo volare dalla finestra. Per una volta che Borden fa una scelta puramente glbonelliana, lasciare un verme nelle mani della povera gente, me lo contestate pure ?
  10. Più o meno la mia idea, prima parte mortalmente soporifera, finale scoppiettante. Complessivamente una delle peggiori storie di Boselli degli ultimi anni. Soggetto di Carlo Monni che pecca purtroppo della trasformazione di Manuela, personaggio alla fine contraffatto, per il resto come storia texiana direi che ci sia poco da obiettare. Non con il banchiere Dunlop, nella versione non censurata, impiccato a una quercia poco fuori dal paese con un complice dalla folla inferocita. Tex se ne esce con una battuta e una frecciata alle banche.
  11. Storia che procede molto bene. Nuova serie che prende di più rispetto alla serie regolare.
  12. intanto, prese due copie dell'inedito di giugno solo per il "gadget". Striscia ristampata tutto sommato bene (ma si poteva fare anche meglio per la copertina). In edicola le vecchie strisce anastatiche invece delle nuove ristampe raffazzonate ? Io le comprerei (le strisce) anche possedendo già le singole storie: vale per Tex e vale per Zagor. Mentre non compro assolutamente le nuove ristampe che non so a che pubblico mirino: vecchi lettori o improbabili nuovi lettori in erba ? C'è un serbatoio di vecchi lettori che una collezione di strisce anastatiche nuova da edicola da acquistare ogni mese
  13. E' un numero che apparterrà alla serie regolare oppure possiamo ritenerlo un numero speciale? Numerazione e impostazione non solo grafica fanno propendere per la Serie regolare, ma andrebbe a sballare la numerazione canonica. Per me resta un'uscita "speciale".
  14. Beh la copertina è questa, è l'immagine che sarà sostituita non appena sarà resa disponibile dalla SBE quella ufficiale. A me piace, non capisco dove stia il problema.
  15. copertina provvisoria Uscita: Luglio 2021 Soggetto: Mauro Boselli Sceneggiatura: Mauro Boselli Disegni: Maurizio Dotti Copertina: Claudio Villa Un lontano ricordo riaffiora dal passato di Tex… Nel quadro di iniziative per gli ottant'anni della Casa editrice, come per gli altri personaggi bonelliani, anche Tex vedere raddoppiare l'uscita mensile di luglio con una uscita bis, un numero speciale di 114 pagine inedito in cui Mauro Boselli e Maurizio Do
  16. Forse è da molto che non ti è capitato di leggere "I due rivali" ma è scritto chiaramente che il senor Carlos Montoya ragiona solo in termini di "vecchia nobiltà". Leggi Jean Giono "Un de Baumugnes", è solo un esempio tra decine ed è un bel romanzo. In quanto al mio spunto, cioè la prima cosa che il mio cervello ha partorito, i difetti non mancano: il figlio di Manuela frutto di stupro --> vedi la tua "Luna insanguinata". Poi sul tema rapimento vedi --> la stessa "I due rivali"in cui non un bambino ma la stessa Manuela è rapita, o se preferisci una storia di Nizzi --> vedi "Scorta arm
  17. Il fatto che il personaggio sia stato un po' stravolto rispetto a quello inizialmente presentato da GLB? Tutto il resto, compreso l'atteggiamento della ragazza, l'avrei accettato a occhi chiusi se non si fosse trattato di QUESTO personaggio. Mi sembra che per il giovane Tex della nuova serie nella sua avventura in Florida non abbia sbraitato contro il malcostume: non me ne può fregare di meno, anzi tutto sommato mi diverte. Ma sui personaggi ripresi dal passato o li lasci come li hai trovati o li fai evolvere, è quello che ha fatto Boselli con Manuela, però rischi di es
  18. E invece la dimostrazione che la prossima volta dovrai rispolverare i grandi classici della letteratura romantica invece che consultare i romanzetti della collezione Harmony Sceneggiata da Ruju, non sarei rimasto sorpreso nel vedere gli zombi del senor Cortez e della senora Cortez uscire dalle loro tombe, scuri in volto, sguardo tombale, per sculacciare la discola figlia: è questa l'educazione che ti abbiamo dato, svergognata ? Davvero, a leggere prima la storia di GLB e poi la tua prima parte di questo ritorno, è meglio che torni a occuparmi dei miei cavalli
  19. Ecco un'altra cosa che mi ha spiazzato. Nella storia glboelliana i due giovani erano innamoratissimi e nelle pagine finali in Kit c'era tanta rassegnazione, delle parole sagge e meditate ma anche amare. In questa storia hai (avete) voluto mostrare una diversa Manuela Montoya e in parte anche un Kit diverso. In diversi momenti di questo primo albo c'è l'insinuazione che lei non è più la stessa. Dall'introduzione spoilerante di Frediani ai commenti dei servitori, dalle punzecchiature razzistiche della ragazza al suo tentativo di seduzione ai limiti dello spudorato nell'invito a cena. Non è quest
  20. Inizio dalla copertina omaggio a ''Il figlio di Tex'' che strizza l'occhio a ''Il ritorno di Lupe''. Se non si è capito vale l'equazione Tex=Lupe : Kit=Manuela. Copertina che è tutto un programma, anche a vedere il ruolo di primissimo piano avuto dal giovane Willer in questa prima parte. Le citazioni non si esauriscono qui. È l'occasione giusta per rivedere Tom Rupert, Paco e la new entry, la figlia Lucinda. Qualcosa mi dice che Boselli la ripresenterà prima o poi. Veniamo ai Montoya. Tolti di mezzo i genitori, ingombranti, ecco Manuela padrona del ranch. Per un attimo
  21. Bellissima storia Bos, leggendola non posso non ripensare al Tex che leggevo quando ero giovanissimo, avventure fresche, un bel Tex, veramente, spumeggiante, ti sei liberato anche di quei passaggi pesanti che nuocevano a certe storie, poche, scritte in passato. Complimenti. Nel mese di giugno rivediamo Manuela Montoya e Lena Parker, in un modo o in un altro le hai fatte ritornare! C'è solo una cosa che rompe le palle, le 60 pagine. Portale a 114 e liberaci dei maxi e dei color Tex!
  22. Presa da "New Orleans". L'idea del medaglione è presa da "I quattro amuleti". Il potere degli amuleti è di proteggere chi li possiede. Magia indiana. Proteggere da cosa ? Dalla cattiva magia, non dalle armi convenzionali. Yama scatena gli elementi, Morisco risponde con le sue polveri magiche. Yama è capace di colpire a distanza anche con oggetti materiali, innovazione discutibile di Boselli, ma accettabile, Magia Nera, poi parliamo di Yama e non un pinco pallino come questa strega. Questa interpretazione è tramandata da GLB. Se ora il medaglione amuleto lo sp
  23. Non paragonare I ribelli di Cuba con questa ciofeca. E soprattutto non credere che come lettori noi si sia disposti ad accettare qualsiasi cosa pubblichiate. C'è un patto tra l'autore e il lettore di Tex, implica il rispetto di certi paletti, patto che Ruju ha violato e il come ti è spiegato bene sopra da Diablero. Non sono fatti soggettivi ma oggettivi. La storia sarà anche divertente e qualche lettore avrà sorvolato anche su determinate sequenze, ma se gli altri autori (non parlo di te) continueranno a mandare in edicola storie come questa o la precedente, finiremo per rimpiangere amaramente
  24. La strada per l'inferno è lastricata di buone intenzioni. Per me il forzare le cose, cioè dare poteri oltre l'accettabile alla strega, è inversamente proporzionale alla qualità delle idee su cui una storia dovrebbe reggersi: se le idee sono buone non hai bisogno di scadere in trovate circensi. Carson posseduto da una vecchia, una Mitla no ? Invece Slash dei Guns e una vecchia megera decrepita, con poteri che Zhenda si sogna la notte. E c'è chi la trova divertente
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.