Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

Grande Tex

Ranchero
  • Posts

    1,723
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    16

Everything posted by Grande Tex

  1. Non sono sicuro che il paragone sia molto sensato... @Diablero l' esempio che hai fatto tu calza a pennello. A me quella sequenza piace moltissimo perché si vede un Tex " forte". Non sto a giudicare quanto é possibile la sequenza o no. La accetto e basta,e mi ci diverto pure. Anzi per me é un pregio.
  2. @Letizia a me personalmente sono piaciute tutte le storie( non molto la terza) e non credo di dovermi giustificare per questo.Tu dici" eh ma a Nizzi c è gente che perdona tutto" ,ma se fosse un autore che non mi piace,perché dovrei perdonarlo di qualcosa? Mi basterebbe dire" Questo autore non mi piace, non leggo le sue storie".Ma purtroppo invece a me piacciono.Che ce vuoi fare?
  3. Tex avanza prudentemente,pronto a qualsiasi evenienza,senza sapere se lo stanno spiando o no.Questo non é essere imprudenti,é qualcosa che semplicemente non puoi controllare Lo é? Ho già detto secondo me no.Tra l altro,notare le differenze: con Morel Tex capisce subito che qualcosa non va,con la Tigre,pur non essendo sicuro,sembra più propenso a credergli( e qui semmai si esalta la bravura del cattivo). Non é vero:entra prudentemente senza sapere cosa puo' succedere. Cito testualmente: "Con i fucili in pugno e pronti a scatenare l inferno al minimo segno di pericolo." Che viene ucciso sotto i suoi occhi: non mi pare proprio una trappola semplice da capire( io l ho capito solo dopo che era una trappola,quando lo dicono esplicitamente.Io non sono Tex,ma se ti uccidono un testimone nella tua stanza é ovvio che poi ci credi a quello che diceva).
  4. Anche se sarei meno severo, io concordo con @Magic Wind.Escludendo magari esempi eclattanti tipo quello fatto da Diablero,anche io non ci vedo nessun " dolo intenzionale".Se ad alcune delle cose che ha citato dopo 30 riletture non ci ho fatto caso io o non ci ho badato,e non solo io,perché doveva farlo Nizzi?( mentre invece dell esempio che hai citato dell altra storia me ne ero accorto eccome e anche a me diede fastidio all epoca,pur vedendoci amche qui più una semplice sciatteria che chissà quale dolo). E soprattutto,anche se ci avesse badato,magari avrà pensato: " Beh i lettori non se ne accorgono" ( e mica aveva torto). Come ho detto @Diablero non so se tu abbia mai letto Nick Raider,ma se lo fai vedrai che davvero,scrive così anche lì.
  5. Vero che Nizzi si lasciasse andare all ironia spesso,vero che le sue storie sono più semplici, ma da qui a dire che ridicolizzasse il personaggio apposta ce ne corre. E d altronde non l hai detto tu stesso,che tutti i personaggi ti sembrano così? Era proprio il modo di scrivere di Nizzi, più semplice destinato a lettori semplici,quindi senza stare troppo a pensare a quanto ingenua potesse essere la situazione.Da qui a dire che nelle storie di Nizzi sono tutti scemi ce ne corre: proprio perché bisogna considerare il mondo che uno scrittore crea.Uno scrittore crea un mistero che magari per te puo" essere facilissimo ma per i personaggi non lo é. Questo non significa che i personaggi siano scemi,significa che nel patto fatto dall autore all inizio c é: le cose saranno fatte così il rapporto che in questo mondo c é col mistero é questo. In una scena tipo quella dell ubriaco a teatro,io non penso " Sono tutti scemi ed é ovvio che Tex se ne accorga" ma penso" In questo mondo dello scrittore,la cosa non é ovvia, perché lui ha voluto così,e quindi se il protagonista lo sa allora vuol dire che é intelligente". Ed ecco che ia miei occhi c é un Tex tosto ed intelligente.Non sto a domandarmi se nella vita vera sia logica o no come cosa.Quindi sì,é il trucco che hai descritto tu...ma é un trucco che funziona,almeno con me.Per questo dico che Tex e Carson sono tosti im questa storia.Perché capiscono,agiscono bene,svettano rispetto agli altri.Non me ne importa se poi nella vita la cosa era così ovvia che uno ci arrivava in 5 minuti.Qui non é così,e io accetto che lo sia. Ci andrei piano a vederci un odio per Tex o una sua chissà quale derisione.Come ho già detto tante volte,basta leggere un qualsiasi Nick Raider per rendersi conto che Nizzi scrive così DAPPERTUTTO,che la caratterizzazione che dà di Tex é la stessa di Nick Raider( odiava anche lui? non credo).Perché scrivesse così era ovvio: 1) Perché da questo punto di vista era uno scrittore semplice non a caso veniva dalle storie per ragazzi( e magari a te giustamente questo dà fastidio ci sta) 2) Perché riteneva i lettori della gente" semplice"( e considerando che quasi tutte le cose che tu hai dette io non le ho notate dopo tipo 30 riletture mi viene da dire che secondo me AVEVA RAGIONE IN PIENO) Inoltre se posso dire,mi sembra che tu a volte legga davvero TROPPO( ma mica solo con Nizzi) nelle intenzioni dell autore.Là dove tu ci vedi chissà quale complotto di un autore che vuole far sfigurare un personaggio,io ci vedo solo uno che scrive una scena( o uma battuta) semplicemente perché gli viene in mente di scriverla così e non la ritiene un brutto risultato( magari sbagliando). Evidenti forse,ma...quanti se ne somo accorti? Molte delle critiche che hai fatto tu mica le avevano fatte prima nel Topic Ecco su questo tu ci vedi delle sottolineature.Io no. Secondo me più che leggere col lanternino tu leggi con troppo Froid.Davanti a una frase come quella che hai citato io non penso che ci sia la volontà di " far ridere" o " rovinare il personaggio". Penso " l autore ha scritto la prima frase che gli passava per la testa e che gli sembrava adatta". Mi sa che alla fine, pur standoti Nizzi sulle scatole,gli dai paradossalmente molto più credito di quello che in realtà ha.
  6. A me sinceramente non me ne é mai importato molto di analizzare le storie.Guardo solo se mi divertono o no.E non vale solo per i fumetti ma anche per libri, film, serie( se dicessi a Diablero quali sono le mie serie preferite sono sicuro che le farebbe a pezzi nel giro di un minuto😅)!
  7. Che la storia sia rappresentata in maniera molto umoristica é vero, ma non mi sembra affatto che la cosa sia un male( anzi) ,anche perché secondo me,la cosa non avvieme a soese di Tex e Carson che anzi si dimostrano belli tosti e determinati,tutt altro che stupidi( certo,incontrano delle difficoltà,ma mai per stupidità o disattenzione,anzi...)
  8. C é del vero in quello che dici se non fosse che...la cosa funziona! Almeno per me e immagino per tanti altri lettori,questo trucco in effetti fa davvero effetto.Raggiunge il suo scopo. E rende la storia appassionante a chi,come me appunto,non analizza troppo questi trucchi( che magari a un lettore scafato come te balzano agli occhi,ma alla maggior parte della gente fanno effetto.) Rinunciavano,mi pare ovvio
  9. Vero.Questa poteva essere l occasione per fare qualcosa di diverso
  10. Quindi a) Lo aveva capito subito,e ha deciso di interrogarlo dopo b) Lo sceneggiatore voleva scrivere quella sequenza e l ha scritta Io propendo per l opzione b.Sinceramente non mi faccio tanti attorcigliamenti menfali
  11. Dopo l omicidio sono impegnati a cercare l assassino nascosto nel teatro se ben ricordi.Non sanno che l ubriaco é in pericolo di morte,lo ritengono al sicuro dallo sceriffo,quindi ovviamente prima si occupano di cercare l assassino( inoltre non é neanche detto che nella confusione,realizzino subito il suo coinvolgimento.Potrebbero esserci arrivati dopo,una volta calmate le acque).
  12. Forse sì forse no.La trappola era ben organizzata e non c era ragione di sospettare
  13. che infatti lo capiscono era svenuto
  14. 🤣 e io che pensavo servisse a fare una scena d azione Pensa che ingenuo🤣 Secondo me stai proiettando un pochino troppo E in ogni caso...perché mai Tex avrebbe dovuto sapere dell agguato? Insomma quante volte é successo che cadesse in un agguato in varie storie? Innumerevoli
  15. Ci sono un sacco di scene che non servono a niente.L' agguato nella città abbandonata a cosa serve? Tex poteva scoprire subito la miniera in un altro modo,andarci e la storia finiva lì.Il motivo,come ho già detto prima,é semplicemente di creare un risvolto,di far succedere qualcosa in modo particolare. Anzi in realtà c é anche un altro motivo: far commettere un errore a Morel( non uccidere subito il testimone) in modo da creare la reazione della Tigre ed evidenziare la sua rabbia e la paura di Morel.
  16. Su questo sono d accordo.La cosa si poteva facilmente evitare se Tex non si fosse accorto che l attentatore era un cinese
  17. Visto che si sa già che la setta nom é segreta allora vuol dire che intendeva degli adepti, di quello che concerne la setta.Grammaticalmente parlando é ineccepibile "Sicurezza per la scuola"= " Sicurezza per gli alunni" Non é un piano strategico.Sta descrivendo quello che faranno fra dieci minuti.Se non sa che il cameriere é implicato,non puo' avere paura di dirlo,se mai fosse un semplice pettegolo che lo dice a qualcun altro il giorno dopo...che importanza ha? Tanto ormai ci saranno già andati
  18. Loro volevano interrogare l ubriaco quella sera stessa.Quindi non é che se ne preoccupavano,potevano preoccuparsene solo se avessero saputo che c' era qualcosa sotto. Serve a creare un intreccio.A creare un ,diciamo,risvolto nella trama, a far capire quanto la setta sia diffusa.Non c é un motivo specifico certo,ma quante cose nelle storie sono messe lì senza motivo e solo per creare risvolti nella trama? Secondo me,più che i personaggi a essere scemi,sei tu che li ritieni più intelligenti di quello che dovrebbero essere.C' é stato un ubriaco al teatro e questo ha creato una distrazione per cui il sindaco é morto.Tex,che é sveglio,fa due più due.Non necessariamente devono farlo anche gli altri personaggi( é vero che McParland avrebbe dovuto dimostrarsi più astuto,questo sì,ma Morel non ha motivo di credere che il suo uomo dovesse venire scoperto per forza.) Si vede che qui c' é un sacco di gente silenziosa.Io di fronte ai camerieri ho sempre parlato un sacco( vabbé che al ristoramte facciamo sempre tavolate grandi e magari si nota meno). In ogni caso credo che considerare questo comportamento " classista" da parte di Tex sia una bella forzatura.Eravamo nel West,credo che la gente ci si scaccolasse anche davanti ai camerieri Solo che cosi la storia finiva subito...😝
  19. Non necessariamente. L hai detto tu stesso.Non é logico.É intelligente,ma é anche un fanatico,vuole creare terrore. La Tigre Nera é quasi un terrorista.La sua é una sorta di guerra santa.I terroristi ci tengono alla segretezza,e ammazzano chi fallisce o tradisce...ma quando commettono crimini ci tengono a firmarsi. Per questo secondo me é un personaggio così affascinante e astuto. Perché non é detto che lo siano.Chi indaga non conosce le dinamiche,i firmatari possono essere stati semplicemente truffati e poi messi a tacere prima che se ne accorgessero( tipo atti di vendita capestro e cose del genere) Segretezza nel senso che non vuole che si sappia chi fa parte della setta. Ma é ovvio che la Tigre voglia che si sappia che la setta c' é. La Tigre é uno psicopatico,gli piace creare paura.
  20. Per creare terrore,per creare una leggenda.La setta non é segreta,tutti in città sanno che esiste,ma nessuno sa chi sia a farne parte o che tipo di setta sia. Tex non puo' certo sapere che il cameriere é coinvolto Più basso del mio di sicuro.Io non ci ho fatto caso.Forse perché sono un appassionato di film d azione,per me conta molto( ma MOLTO) di più l adrenalina del realismo. Per quanto riguarda il finale,sì,Tex e i pard sono appiedi e hanno lasciato i cavalli distanti,era notte,ma potevano comunque seguire le tracce il mattino dopo.In realtà sarebbe bastata una semplice frase tipo" In questo terreno non si lasciano tracce" e il problema si risolveva( per carità,magari é implicito,ma specificarlo sarebbe stato meglio).Diciamo che comunque,se in una storia Tex non insegue qualcuno,io automaticamemte penso che sappia che non si puo' fare,stringo le spalle e mi godo la storia
  21. A me sembra che in questa storia Tex e Carson siano decisamente im forma: capiscono subito del coinvolgimento di Morel e dei suoi soci,nonostante venga loro detto il contrario, capiscono il trucco del teatro,riescono a portarsi sulla strada giusta per la Tigre( e lì sì,lui riesce quasi a fregarli,cosa che però semmai esalta il cattivo più che sminuire Tex),certo non sanno che lui sia il vero capo della setta,ma certo non POTEVANO saperlo,visto che loro non sono il lettore( che indizi avevano loro per capire la sua identità? Magari il lettore poteva averne,ma loro no.É ovvio che il lettore ne sappia più di Tex). Riescono poi a intuire la sua nuova identità di ingegnere minerario e poi,una volta catturati,riescono a sconfiggerlo solo contro tutti,costringendolo a ritirarsi. A me sembrano tutt' altro che scadenti o comici,ma piuttosto tostissimi e in piena forma( vero é che c ' é dell' ironia su una certa loro ignoranza davanti a una cultura alta,ma mi sembra una cosa fatta in modo rispettoso, senza nessun intento denigratorio,anche perché non credo che ai lettori di Tex importi molto se il protagonista conosce Amleto.A mio giudizio questo tono umoristico é un di più alla storia).
  22. Si sarebbe allora potuto fare come ha detto prima @PapeSatan: una seconda storia,concatenata alla prima,ambientata sempre in Asia.
  23. Come passacarte Nel senso che ha fatto il lavoro per loro,ma,al momento,non sembra abbia un margine di guadagno( e infatti Tex e i pards sospettano degli altri). Facciamo un paragone: mettiamo che ci sia una banda di rapinatori di banche che ha noleggiato un automobile per un colpo. Uno che investiga( quindi non tu,lettore) penseresti mai che il capo della banda sia il concessionario che l ha noleggiata? Per il resto @Diablero mi sembra tu stia confondendo quello che sa il lettore con quello che sa Tex Anche ammesso che ci fosse una freccia disegnata sul personaggio con su scritto: il cattivo é lui,lo saprebbe il lettore non i perso naggi.I personaggi sono in condizione di inferiorità rispetto al lettore Ecco,qui secondo me fai una cosa che fai spesso: pretendere dai personaggi di una storia,e non solo da Tex, un livello di ommiscienza davvero esagerato.Capisco che magari tu nella vita sia una specie di Sherlock Holmes che capisce tutto😁 ma pretendere davvero che in una storia i personaggi riescano ad intuire le cose basandosi su una frass " sospetta" ( che poi " sospetta"...) secondo me é esagerato Che Tex abbia spesso( non sempre) dimostrato una certa abilità e intuizione per capire chi sta da una parte e chi dall altra mi pare assodato Io ho apprezzato anche il mistero.E i colpi di scena.Non me li aspettavo.Diablero magari sì,ma é un" problema suo"😆 mi viene da dire. E stando alle altre critiche alla storia,mi viene da dire che é un problema quasi solo suo.Personalmente credo che un lettore atipico come lui generalmente farà attenzione a cose a cui gli altri non badano o se ne fregano,compreso lo sceneggiatore( che a mio giudizio fa più che bene).
  24. Ma non eri tu quello che si lamentava che Tex nelle storie di Nizzi non aveva il sesto senso di quello di Bonelli? Ma sei incontentabile😆 Non so,tu l avevi capito già prima della rivelazione? Io no Ma in ogni caso il lettore,come osservatore esterno,sa necessariamente più dei personaggi.Nel caso nessuno di loro aveva elementi per capire che un personaggio così apparentememte marginale,potesse essere quello a capo di tutto( in un' associazione a delinquere,di solito,il capo é il passacarte a cui affidano gli atti? )
  25. Tre cose 1) Intanto Tex e Carson non sanno che il notaio é coinvolto.Sanno che tutte le persone uccise si erano rivolte a lui( unico notaio in città, niente di sospetto in lui.) e quindi sono andate a chiedergli informazioni,ma non possono sapere del suo vero coimvolgimento( proprio perché ci sono degli atti ereditari,dei falsi,per depistare le indagini).Gli atti di vendita erano in favore degli altri complici,poi uccisi,non suoi. 2) Morel era stato ucciso in un' altra stanza.Dunque se il sangue era stato ripulito in quell' altra stanza ha senso che il fazzoletto sia ancora lì. 3) Abbiamo già visto che in città ci sono vari orientali,quindi non c é niente di strano che due malesi della Tigre Nera girino per le strade.É chiaro che in città a gente così ci sono abituati.Riguardo alla setta...nessuno sa che c' entrino gli Orientali.Nessuno sa niente sulla Tigre nessuno sa se siano coinvolti degli orientali,degli inglesi o degli alieni. PS: Mi sembra più che comprensibile che Rickers non chiami aiuto: é colto dal panico,e spesso in queste situazioni si perde la testa e non si ragioma logicamente( se guardi la scena dove viene intercettato era su un carretto pronto a fuggire,eppure quando vede i due sicari,si allontana a piedi in un magazzino vicino.Perché? Colpa del panico).
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.