Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum

harlan1982

Cowboy
  • Contatore Interventi Texiani

    88
  • Iscritto

  • Ultima attività

Reputazione nella comunità

0 Neutra

1 seguace

Info su harlan1982

  • Rango
    Timido pubblicatore

Visitatori recenti sul profilo

L'opzione per mostrare i visitatori recenti del profilo attualmente è disabilitata.

  1. harlan1982

    [651/653] Luna Insanguinata

    Stupenda. Una storia superba. Appassionante, mai verbosa. Sapientemente equilibrata nei momenti di azione e in quelli, diciamo di calma. Anche la gestione dei due albi e mezzo è stata eccellente. Con il primo mezzo albo dedicato al flashback, un lungo prologo alla saga vera e propria dei due albi. Una saga piena di momenti forti, adulti. All'estero si pavoneggiano per certe linee di albi come vertigo, max, marvel knights, marvel icon, image. Ma nella maturità di certi temi e il tatto con cui vengono trattati, l'Italia non è inferiore a nessuno. Solo che lo facciamo a fari spenti. Senza troppi riflettori puntati addosso. Questa è una grande storia di Tex, non quel sonnifero che l'ha preceduta. Un storia che meriterebbe una bella ristampa in volume cartonato. Questo è il Boselli che mi piace. I disegni sono il giusto contraltare all'ispirazione di Borden. Mastantuono è un grande ed è nato per disegnare il genere western. Il mio voto è 8 (ottimo) mentre come miglior personaggio ho votato Rick Simmons per la sua determinazione nel salvare Daniel... perché al di là dei legami di sangue, i figli sono di chi li cresce.
  2. harlan1982

    [649/651] La Stirpe Dell'abisso

    Niente. Tra me e questa storia non c'è stato mai feeling. Voto 5, mediocre. Sarebbe stato anche più basso ma i disegni di Piccinelli sono bellissimi ed alzano la media. La storia del sommo invece è pedante e senza guizzi. Anche i grandi calciatori sbagliano qualche partita quando la forma fisica non li accompagna. La storia che segue, in coppia con Mastantuono già sembra partita con un piglio diverso.
  3. harlan1982

    [Romanzi A Fumetti 01] L'eroe E La Leggenda

    Disegni stupefacenti, nulla da dire. Forse non pienamente valorizzati dal tipo di carta usato. Ma la storia, pur vantando delle ottime intuizioni SPOILER Tex che scalpa Luna Nera per delegittimarne la leadership dinnanzi ai suoi guerrieri e l'identità dell'interlocutore del Carson anziano che da un senso a questa sorta di versione Ultimate del personaggio FINE SPOILER soffre di una certa pedanteria nei dialoghi e di un caratterizzazione del protagonista decisamente sbagliata. Pur avendo messo in preventivo di leggere una storia apocrifa e fuori continuity, non mi è piaciuto vedere un Tex esageratamente sicuro di se e completamente privo di ironia . Mi si potrà obiettare che il contesto della storia era altamente drammatico ma certi atteggiamenti che sono propri del personaggio, se non tenuti sotto controllo possono sfociare in arroganza e farlo risultare antipatico. Voto 5. Mediocre.
  4. harlan1982

    [Color Tex N. 6] Stelle Di Latta E Altre Storie

    Aggiunti i miei voti al sondaggio voti che vanno ad integrare il mio commento scritto in precedenza Stella di latta: buona Incontro a Tularosa: mediocre Nel buio: sufficiente Randy il fortunato: ottima
  5. harlan1982

    [649/651] La Stirpe Dell'abisso

    Letti i primi due albi Il primo, pur caratterizzato da un'eccessiva lentezza, mi ha saputo intrigare al punto giusto ma con il secondo albo ho cominciato ad avvertire un certo disagio e un principio di noia con spiegoni petulanti, intreccio banale e una sensazione di brodo allungato sempre più crescente al momento quindi un Boselli poco ispirato spero in un riscatto nella porzione finale Su Piccinelli invece nulla da ridire, ottima prova. Sufficiente la copertina de "La stirpe dell'abisso", bellissima (anche se dal sapore di già visto) quella de "I misteri di villa Diago"
  6. harlan1982

    [Color Tex N. 6] Stelle Di Latta E Altre Storie

    Confesso di essere tra i pregiudizievoli che non ritengono Tex un personaggio, anzi sarebbe meglio dire una serie, adatta per le storie brevi infatti l'anno scorso non comprai il primo color autunnale ma stavolta, grazie alla persuasione del mio edicolante e ad alcuni nomi coinvolti, non ho resistito al richiamo dell'acquisto Stella di latta Michele Benevento è (insieme a Gigi Cavenago di Orfani) l'astro nascente dei disegnatori Bonelli. Dampyr, Lukas, ora Tex, la sua matita possente e di impatto non conosce limiti. Tra le quattro la ritengo la migliore sotto il profilo dei disegni. La storia di Medda è solida ma soffre di quello che era il mio timore, troppo compressa in poche pagine e quindi si regge su sviluppi narrativi un po' semplicistici. Incontro a Tularosa a mio parere, la più debole del lotto. Burattini mi è simpatico, lo seguo su facebook con interesse ma, pur essendo un buon soggettista, ispirato da ottimi spunti, come sceneggiatore si affida spesso a soluzioni telefonate e a dialoghi troppo "spiegonistici" Camuncoli come disegnatore non mi piace. Però, al di là dei miei gusti personali, è abissale il disegnatore visto all'opera su questo color Tex, rispetto a quello orribile di Spider Man e gli X Men. Ulteriore dimostrazione dell'abisso dei modi e dei tempi di produzione tra Bonelli e Marvel. La prima tutela sempre i suoi autori, la seconda ha solo fretta di rincorrere l'hype di turno. Nel buio La storia di Boselli ha gli stessi pregi e difetti di quella di Medda. Solida ma dimenticabile appena letta la parola fine. Ai disegni invece Luca Rossi offre una versione di Tex, Carson e Tiger Jack che farà storcere il naso agli appassionati di Aquila della Notte. Però, riflettendoci lo scopo del color autunnale è proprio quello di esplorare lati inediti, anche e soprattutto sotto il versante grafico del personaggio. Dando ad alcuni artisti la possibilità di cimentarsi con egli, pur non avendo un tratto adatto agli stilemi classici della serie regolare. Randy il fortunato La migliore delle quattro. Recchioni, a differenza degli altri autori del color, cresciuti a pane e Bonelli, ha fatto la gavetta nell'underground, quindi ha più dimestichezza col racconto breve rispetto al classico formato da 94 tavole. E si vede. La storia è un gioiello di atmosfera e suggestione. E il tocco di classe è l'ultima tavola che rimane il lettore nel dubbio. L'intesa con Accardi fa il resto.
  7. harlan1982

    [609/610] Sei Divise Nella Polvere

    Avevo già letto questa storia per... diciamo... vie traverse avendola apprezzata (ma con Manfredi non avevo dubbi) ho acquistato la prima parte nella recente versione tre stelle, e la seconda in un negozio di fumetti usati, per rileggerla oggi come allora l'ho trovata eccellente (quasi ottima), riconoscendole tanti pregi e un piccolo difetto innanzitutto le dinamiche tra Tex e Carson sono perfette, i tempi di "recitazione" sono impeccabili senza che i due personaggi risultino stereotipati la vicenda è un continuo aggiungersi di elementi e personaggi che Manfredi riesce a gestire con equilibrio, con l'unica pecca (secondo il mio modesto parere) di perdere di vista una sottotrama che pareva promettere sviluppi interessanti, cioè le motivazioni di Bigelow e dei suoi uomini che li hanno portati a disertare e trasformarsi in banditi la prova del maestro Ticci è perfetta, così come le due copertine di Villa che ritengo tra le più accattivanti da lui disegnate
  8. harlan1982

    I Vip Che Leggono Tex

    Non e' Piero Pelu' il fan e lettore di Tex ma il suo socio Ghigo Renzulli, grande appassionato di fumetti Bonelli, che ha fornito gli spunti per i testi di Tex e Cangaceiro (da una storia di Mister No), due cavalli di battaglia del repertorio Litfiba. Drupi invece e' stato citato anche nel redazionale di qualche numero fa (non ricordo se inedito o ristampa). In uno dei suoi ultimi pezzi ha citato G. L. Bonelli. Confermo anche il recente scomparso Giorgio Faletti, che scrisse un bellissimo articolo su repubblica qualche anno fa.
  9. harlan1982

    [640/642] Giovani Assassini

    A me la storia e' piaciuta perche' la vicenda si e' sviluppata in crescendo, rispetto alle ultime storie di Boselli dove incipit grandiosi si perdevano per la strada. Come gia' detto in passato, il non protagonismo di Tex per me non e' un problema se la storia funziona. Mi "applico" di piu' quando leggo dialoghi ridondanti e innaturali che minano il ritmo della lettura, com'e' accaduto in questi tre albi.voto al sondaggio: 7
  10. harlan1982

    [640/642] Giovani Assassini

    di solito Borden è un maestro negli incipit delle storie ma, sarà il poco numero di pagine a disposizione, al momento la storia non mi ha presoper quanto riguarda Font, mi iscrivo al partito dei suoi sostenitoriha uno stile sintetico che mi ricorda John Romita Jr, mi piace
  11. harlan1982

    [637/640] El Supremo

    Se devo valutare la saga nel complesso è stata una grande storia ma, valutando il singolo albo confesso che mi aspettavo un finale miglioreNon sono state le situazioni a farmi storcere il naso, ma il ritmo. Ho avuto la sensazione di leggere una corsa forsennata che non mi ha dato l'emozione di una tensione in crescendo ma un senso di voler chiudere in fretta la questione. Non sono il tipo che vuole essere spiegato tutto per filo e per segno (anzi sono il primo detrattore di un certo modo di scrivere bonelliano, inteso come casa editrice) però in certe sequenze ho avuto l'impressione come se fossero state tagliate delle scene. Ovviamente non ci sono solo note negative, altrimenti il giudizio complessivo non sarebbe positivo. Aspettavo al varco il modo in cui Tex & co. sarebbero riusciti a sbarcare sull'isola. E il sommo Borden non si è smentito facendo compiere all'eroe un'impresa epica non mettendo a dura prova il patto di sospensione dell'incredulità col lettore. clap Il confronto con El Supremo poi è magnifico. Sulla magnificenza di Dotti non aggiungo altro. Per me non è stato affatto una sorpresa, essendo un lettore di Dampyr dalla prima ora. Anzi, come ho già scritto nel commento al primo albo, il passaggio dalla testata dell'ammazzavampiri all'ammiraglia Bonelli gli ha ridato quegli stimoli che sembrava aver perso nelle sue ultime prove dampyriane. Leggermente deludente la copertina del maestro Villa con quella manona sinistra di Tex appoggiata allo scoglio. Infine (mi dispiace chiudere con una critica) pollice verso per la sequenza finale. Voto 7 (Storia Buona)
  12. harlan1982

    [637/640] El Supremo

    All'inizio avevo chiesto a Dotti di mettergli i PANTALONI militari, ma poi neppure si vedevano. Li abbiamo tolti. I personaggi del fumetto tradizionale devono avere il più possibile sempre LO STESSO ABBIGLIAMENTO. Perchè mai dei disertori dovrebbero essere in divisa? Dato che tanto Castle e il Supremo non hanno mai visto Kit Willer, ritengo questa obiezione una sciocchezza. Con tutto il rispetto. :generaleS: :generaleN: infatti nel mio commento avevo sottolineato che si trattava di una sottigliezza :generaleN:
  13. harlan1982

    [637/640] El Supremo

    terza parte buonanon ottima per un piccolo particolare di cui parler? dopoprima di passare alla storia devo rinnovare i complimenti a Dotti per i suoi disegniabbiamo avuto tre albi con ambientazioni molto diverse da loro, tutte perfettamente centrate dal disegnatoreapplausie rinnovo i complimenti a Boselli tranne che, come dicevo sopra per un piccolo particolareuna sciocchezza da nerd
  14. harlan1982

    [637/640] El Supremo

    Se l'antipasto (el supremo) era stato stuzzicante, il primo piatto (Tiratori scelti) si è rivelato gustoso ed ha fatto crescere ancora di più la voglia di proseguire nel menu offertoci dalla premiata ditta dampyriana Boselli/Dotti. Per continuare la metafora culinaria, la carne al fuoco è tanta e l'hype è a mille per sapere come il nostro eroe riuscir? a sventare una simile minaccia. Per quanto visto finora, applausi a scena aperta.
  15. harlan1982

    [Maxi 2013] Alaska!

    credo che i motivi per i quali Boselli abbia abbandonato il forum siano altrie comunque questa storia è stata approvata, correggetemi se sbaglio, in un periodo precedente alla nomina di Boselli come curatore di Texcasomai è stato lui a programmarne l'uscitama a quel punto non penso si potesse fare diversamente visto che l'albo era stato prodotto e bisognava rientrare dell'investimento
×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.