Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

gilas2

Ranchero
  • Posts

    815
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    8

Everything posted by gilas2

  1. La versione 'ufficiale' tradizionale americana è sempre stata, ed è tuttora 'bounty hunter' (ovvero coloro che lavorano per un 'bondsman' a caccia di fuggitivi che se la sono squagliata dopo che il 'bondsman' ha pagato per loro conto la famosa 'cauzione' (bail), quindi oggi vanno a caccia di 'debitori', in cambio di una 'taglia' (bounty): per chi segue ad esempio "The Rookie", il bizzarro personaggio di Randy è stato per un periodo, appunto, un 'bounty hunter'), mentre 'bounty killer' è l'eccezione, più che altro a scopi 'sensazionalistici'. In italiano sarebbe 'cacciatori di taglie' senza distinzione equivalente tra 'hunter' e 'killer'; chi poi abbia all'epoca introdotto l'espressione 'bounty killer' nella narrativa (romanzesca, cinematrografica, televisiva) nostrana non ho idea, ma non penso sia stata una idea brillante, dato che 'cacciatori di taglie' era già più che idonea allo scopo e omnicomprensiva.
  2. Nella versione statunitense de "Il buono il brutto il cattivo" (e quindi non si venga a dire che non è prodotto italiano, trattandosi del più noto film western italiano DEL MONDO ed uno dei più famosi film in assoluto di tutti i tempi insieme al Padrino, Shawshank Redemption e Guerre Stellari) tutto quello che nella versione italiana è stato definito 'cacciatori di taglie', nella versione americana è stato sempre 'bounty hunters' (a partire dalla scena in cui Tuco ne fa fuori tre dalla vasca da bagno). Volevate un esempio, più famoso di così... https://en.wikipedia.org/wiki/The_Good,_the_Bad_and_the_Ugly
  3. Parlo solo dei disegni in anteprima Se non avessi letto il post di apertura avrei quasi detto che era lo stesso disegnatore, a metà tra Ticci e Mastantuono
  4. Nel gergo americano è Bounty Hunter https://en.wikipedia.org/wiki/Bounty_hunter Bounty killer non 'esiste', se non in alcuni casi rari e per dare 'enfasi' al titolo (insomma, un clickbait ante litteram) Qualsiasi serie televisiva americana che parli di cacciatori di taglie, in originale è Bounty Hunter e non Bounty Killer Per esempio la celebre "Renegade" con Llorenzo Lamas https://en.wikipedia.org/wiki/Renegade_(TV_series) dove Bobby come professione fa il 'bounty hunter'.
  5. Nel gergo americano la dicitura corrente è "bounty hunter" (non "bounty killer"), e che si traduce proprio, letteralmente, in "Cacciatori di taglie". L'oggetto della 'caccia' (hunt) è il premio/taglia (bounty, o negli avvisi anche 'reward'), per chi riporti o consegni all'autorità il fuggitivo (wanted), preferibilmente vivo ma in casi estremi anche morto (dead or alive).
  6. Gli SMS sono morti da vent'anni e anche le mail non se la passano molto bene...
  7. Appena finito di leggere il primo albo, sento echi sia dei Lupi Rossi che di Colorado Belle... due delle storie boselliane di maggior livello (e questo è riconosciuto da tutti) e non a caso disegnate entrambe proprio da Font. Il bello è che questo ultimo non pare proprio risentire più di tanto del passare del tempo, disegni che magari non sono sempre 'tecnicamente impeccabili' ma sempre di grandissima atmosfera. Come era anche del resto nell'altrettanto acclamato "Nei territori del Nord Ovest". Se il secondo albo sarà all'altezza di questo primo, avremo tra le mani una storia che rimarrà nella Storia della saga 75ennale.
  8. Pensa alla famosa frase in Amici Miei degli schiaffi alla stazione.
  9. Dipende cosa guardi. Ad esempio tutte le serie poliziesche televisive sono basata su coppie di poliziotti che, non a caso, sono comunemente chiamati 'partners'.
  10. Non mi serve, mi arrampico come SpiderPork, il soffitto tu mi sporc
  11. E si ricade in un'altra credenza dura a morire, ovvero che siccome 'non si accorge' della differenza di stile il lettore medio di Tex è un 'sempliciotto' (per non dire 'è un cretino'). La ragione del passaggio di testimone da Nolitta a Nizzi, come ormai sviscerato innumerevoli volte su questo forum, non era nel calo delle vendite (pensare e credere che si smettesse di comprare o leggere Tex solo perchè lo scriveva Tizio invece di Caio è pura presunzione) ma nella poca voglia di Nolitta di sobbarcarsi la gestione di Tex - in anni in cui vendeva ancora cifre stratosferiche - vita natural durante. Non solo proprio di scrivere le singole storie ma proprio di gestire tutto l'ambaradan, tanto che una volta 'mollata' la scrittura della serie ammiraglia si è messo a fare quasi esclusivamente il manager, e tutt'oggi la casa editrice porta infatti il suo nome.
  12. La sequenza dell'incubo di Eusebio come l'ha disegnata Civitelli vale l'intero albo. Altro che chiacchiere.
  13. "Ugo ma tu mi ami?" "Pina, io... ti stimo moltissimo!" (cit) ps Letì, esiste pure l'amore fraterno, l'amore filiale, e pure gli amici possono volersi bene... mica sempre l'amore è a scopo 'libbbbbidinoso' (a-ri-cit.)
  14. Ma se mi inserisco e dico (nell'ordine) Oklahoma e Nueces Valley li porto entrambi sul primo gradino del podio a pari merito con NTDNO?
  15. E' una convinzione dura a morire questa, che folle di lettori di Tex ('in buona parte', testuale) mollassero Tex perchè lo scriveva Nolitta. Il 99,9% dei lettori di Tex, ovvero quelli che andavano o vanno in edicola a prenderlo, e non la minimerrima percentuale che frequenta questo forum, non leggevano nemmeno chi la scrivesse, la storia, e/o non davano la minima importanza se la scrivesse GLB, Nolitta o Nizzi.
  16. E ciononostante, gli utenti di questo forum (vedi recentissimo sondaggio) han ritenuto le migliori storie di Tex quelle di fine anni 60 inizio anni 70... la finalissima, 1972 contro 1973... https://texwiller.ch/index.php?/topic/5564-migliore-annata-di-tex-finale/
  17. Vabbè non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.
  18. Un po' poco, per arrivare a certe conclusioni, direi.
  19. Che poi non si capisce perchè dovete vedere cose che non esistono... se due uomini si stimano e fanno amicizia devono essere gay per forza?
  20. Se vi azzardate a dare del white savior a Tex, vi scaraventa fuori dalla finestra del saloon.
  21. Una proposta ai moderatori: si potrebbe chiudere questa discussione e riaprirla nel 2030? Poi non vi domandate perchè la definisco "La Storia Che Non Si Può Nominare"...
  22. Avendo bloccato Diablero da tempo immemorabile, non leggo niente di quello che scrive e non lo penso proprio (e sto bene così)
  23. No, per la precisione sono 61 su 63 che hanno votato che han dato almeno la sufficienza. 40 l'hanno trovata da ottima (voto 8) ad eccellente (voto 9) e persino capolavoro (voto 10). Solo due l'hanno 'bocciata'. Fatti, non pareri e nemmeno opinioni.
  24. Una cosa sono le opinioni, a cui ognuno ha diritto, ed un'altra cosa sono i fatti. La storia è stata votata da 63 utenti del forum 15 hanno votato 10 15 hanno votato 9 10 hanno votato 8 Quindi 40 votanti su 63 (due su tre, in pratica) l'hanno considerata ottima se non eccellente Probabilmente ha una media tra le più alte di tutti i 75 anni di Tex Dei restanti 23, solo 2 (due) han dato meno di 6 Poi uno si può pure attaccare ad una singola scena, ma farà probabilmente parte di quei suddetti sopra quattro (ma anche tre) scassaminchia cercapelinelluovo a cui non va mai bene niente. I fatti dicono ben altro.
  25. non c'era nulla da criticare in quellla scena, saranno stati i soliti quattro scassaminchia a cui non va mai bene niente
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.