Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

Diablero

Ranchero
  • Posts

    2,968
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    360

Diablero last won the day on February 21

Diablero had the most liked content!

5 Followers

Profile Information

  • Gender
    Maschile

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    70
  • Favorite Pard
    Tex
  • Favorite character
    Mitla

Recent Profile Visitors

16,059 profile views

Diablero's Achievements

Grand Master

Grand Master (14/14)

  • Dedicated
  • First Post
  • Collaborator
  • Posting Machine Rare
  • Conversation Starter

Recent Badges

2.3k

Reputation

  1. OK, ragioniamoci un po'... Ruju ha il grave difetto di stra-telefonare i suoi "colpi" di scena, ma lo fa di poche pagine (un classico sono le vittime che attendono un colpo di pistola da parte di qualche malvivente: se la scena della pistola si allunga a 1-2 pagine intere, allora puoi stare sicuro che arriva Tex o qualcun altro a fermarlo), non è molto utile a prevedere eventi con un intero albo di anticipo. Poi, ha due difetti in diretta opposizione: trame molto banali e stereotipate, con "colpi di scena" insensati alla "WTF" (il buon colpo di scena è uno in cui dopo il lettore dice "ma certo! Spiega tutto!" o qualcosa di simile, deve sembrare "giusto", e non importa se il lettore lo indovina prima, se non è proprio banale e stereotipato non gli importa. Mentre invece i colpi di scena che per essere sorprendenti non hanno senso o logica distruggono la storia e basta. E quelli di Ruju spesso sono di questo tipo) Tutti aspetti che rendono difficile fare previsioni: paradossalmente, era molto più facile prevedere il finale della "Tigre Nera", perchè c'era praticamente una sola fine sensata, e mi sono potuto fidare che Boselli avrebbe scelto quella, con Ruju non sarei stato tanto sicuro che non avrebbe scelto una fine insensata. Per fortuna ho un buon "gruzzoletto" di fiches, e direi quindi di dividere le puntate per minimizzare il rischio di perderle tutte (e per lo stesso motivo alcune le tengo di riserva. La puntata più "solida" anche a me come a tanti altri pare la "d) Big Frank tradisce la fiducia di Tex e Carson", che "paga" anche bene. [1 a 5]. Se Big Frank arriva vivo alla fine è ovvio che Ruju gli farà fare la cosa più "standard" e tenterà di tradire i pards. Il dubbio riguarda il fatto che potrebbe essere ammazzato prima dai suoi stessi complici. Ma con un rate di 1 a 5 si può rischiare, ci punto 12 Fishes La seconda puntata è su c) "La distilleria di Pierre Boucher va a fuoco". Ancora più probabile della precedente, ma "paga" meno [1 a 4]. ci punto 8 Fishes La "a" è molto probabili ma paga pochissimo, ci metto qualcosina per recuperare in parte le perdite se mi sbaglio con le altre: 5 Fishes su a) La testimonianza di Nadie mette in qualche modo i Blackfoot dalla parte dei nostri [1 a 2] (praticamente sicuro, ma appunto paga poco) mentre invece non credo molto a questa e non ci gioco nulla: 0 Fishes su b) Alla fine della storia il tenente Lagarde lascia il corpo delle Giubbe Rosse per consolarsi con la bella Nadie [1 a 3] Infine, una puntata contraddittoria su quello che avevo detto nel commento all'albo, secondo cui per me Angelica era morta. È il classico tipico "colpo di scena" alla Ruju: è estremamente improbabile che la cosa non venga mai "pensata" da Lagarde per tutto l'albo, ed è chiarissimo che ci aspetta una "sorpresa finale" (sigh...). Ma non è detto che sia proprio quella, e ho abbastanza fiches da poterne gettare qualcuna... 5 Fishes su e) Angelica è ancora viva [1 a 6] Quindi, alla fine mi gioco le fiches che ho vinto il mese scorso, e mi tengo il gruzzoletto iniziale di 10 Fishes, che non si sa mai...
  2. L'ispirazione a "The Wild Bunch" è palese, basta vedere anche la copertina del primo albo... Di solito apprezzo poco queste "citazioni", ma qui Boselli lo fa "alla vecchia maniera", come già avvenuto in storie come Il Tranello in passato: senza fastidiose "strizzatine d'occhio", senza piegare i personaggi alla voglia di "citare" (come ha fatto Recchioni trasformando il fratello di Tex in un pistolero per citare "Cane di Paglia"): questa è una storia di Tex che cita The Wild Bunch, ma rimane prima di tutto una storia di Tex. E che è perfettamente godibile anche se non vedi nessuna delle cuitazioni, perchè non ti lascia l'impressione che stia facendo riferimento a qualcosa che non hai visto...
  3. A questo proposito: nella versione originale a quanto pare Zhenda avrebbe dovuto morire e con lei tutti i suoi indiani,ma siccome Civitelli aveva reso " troppo teneri" i personaggi,si decise,non so se la redazione o l' autore,per il finale alternativo( più bello e originale a parer mio.Vero che forse Zhenda se la cava troppo a buon mercato,e infatti lo dice perfino Carson stesso,ma tutto sommato nel contesto non é così stonato). Nel contesto delle storie di Nizzi (che quando non erano proprio comiche erano comunque grottesche) magari sì, è un "teatrino" dove nulla ha senso, nulla ha sostanza, tutti mangiano bistecche e patatine e si fanno tante battute... Ma nella storia originale (che Nizzi avrà letto distrattamente fregandosene come al solito), Zhenda ha "solamente" ucciso un vecchio amico di Tex, che era pure il sacerdote che l'ha sposato con Lilith ed è stato il suo stregone, del suo villaggio, per anni (al funerale di Freccia Rossa era ancora lui lo stregone, quindi è stato lo stregone di Tex per più di 15 anni prima di essere sostituito da Nuvola Rossa). Non solo: si è alleata con i bianchi per uccidere altri Navajo, ha cercato di uccidere il figlio di Tex in un sacrificio umano, e solo l'intervento di Big Elk, che ha sacrificato la sua vita per ucciderla salvando kit, ha impedito che il figlio di Tex venisse ucciso. Macchissenefrega? Nizzi se l'era scordato, quindi se n'è scordato pure Tex. E pure Kit. Se nell'ultimo almanacco invece di Ta-Hu-Nah incontrava Big Elk, un cazzotto sul naso non glielo levava nessuno, e si sarebbe meritato anche un "e la prossima volta tuo figlio te lo salvi da solo, stronxxx!"
  4. Thread come questo saltano fuori abbastanza regolarmente, ecco come ho risposto le ultime volte: https://texwiller.ch/index.php?/topic/5252-quanti-tex-avete/&do=findComment&comment=171349 https://texwiller.ch/index.php?/topic/1328-quante-ne-seguite-e-quanti-ne-avete/&do=findComment&comment=181258 Rispetto a quelle risposte, Ho tagliato le nuove uscite eliminando gran parte di Maxi, Color e Cartonati e bis (e mi sa che taglio anche gli almanacchi) ma in compenso sto comprando 156 anastatiche all'anno, quindi in pochi anni dovrei raggiungere i 4000 Tex. Sulla composizione esatta, ho di tutto, ho strisce originali e anastatiche, albi d'oro originali e anastatici, raccoltine serie bianca e rossa originali 9ovviamente non tutte ma un buon numero) e prima serie anastatiche, serie 1/29, originali spillati e spillati non originali, censurati e non censurati, etc. Quando ho iniziato l'idea era di fare la collezione completa di tutto, ma erano 40 anni fa e i prezzi erano molto più bassi. Dopo pochi anni con il boom di Dylan Dog i prezzi sono andati alle stelle e mi sono reso conto ben presto che erano ormai al di là delle mie possibilità, quindi mi godo quello che ho, ecchissenefrega se non è completa! (ho la striscia numero 5, del 1948, originale: meglio disperarsi perchè mi mancano le altre 59 della prima serie - che non è manco vero, ne ho altre due - o essere contento di quella e ammirarla? Ammiro il collezionismo, ma il "completismo" è una malattia degenere della speculazione, si collezionano cose belle perchè sono belle, non perchè "devo averli tutti" come un album di figurine o i pokemon. Quindi: in una forma o in altra ho tutti i Tex in edizione non censurata, di completo solo in originale ho una decina di serie a striscia (le ultime), la mia Tex Gigante è completa ma molti dei primi sono censurati o addirittura non spillati.
  5. Vero.Boselli ha in un certo senso rimediato con l ultima storia sul magazine No, in quella storia (che a me non è piaciuta per nulla, melensa e "celebrativa" nel senso più deteriore, pomposo e retorico possibile) Boselli sana una DIVERSA falla della storia, la stessa che ha cercato di "sanare" con il suo ritorno di Mefisto: il fatto che alla fine della storia Zhenda se ne vada tranquilla. (Povera vecchietta, che male può fare? Proprio come Mefisto: segno che quei finali alla tarallucci e vino con Tex che lascia andare pluriomicidi pericolosissimi dotati di poteri magici che hanno giurato di ucciderlo sono proprio una mania di Nizzi) Ma la storia originale di Zhenda era una storia speciale, tutta costruita su presagi e profezie, una storia in cui sia Zhenda che Nuvola Rossa e Tah-hu-nah (che "vede" in anticipo la propria morte) sono intrappolati in una serie di profezie che indicano che Tex morirà. Serve il sacrificio di un Navajo per sciogliere la situazione, far compiere la profezia, e fermare la gurrta, al solo costo di "due vite" Poi arriva Nizzi che se ne sbatte, che roba da selvaggi ignoranti le profezie, chissenefrega, gli serve Zhenda per questa storiellina, ha fatto un volo di decine di metri ma che sarà mai... Sergio Bonelli ha avuto tanti meriti, come autore e come editore, ma come CURATORE di Tex è stato pessimo: non ha mai difeso il personaggio, ha fatto stravolgere a Nizzi tutto quello che voleva (al massimo l'ha fermato quando si azzardava a fare una scena un minimo texiana come nei Fucili di Shannon, e Nizzi ha impiegato poco a capire cosa faceva contento il suo editore: bastava far figure di ##rda a Tex ogni albo e l'editore era contento...) (Notare che, intanto, su Zagor appunto per evitare il massacro di ogni magia dei vecchi personaggi, i ritorni li aveva PROIBITI: più chiaro di così che una delle due serie la proteggeva e l'altra no...)
  6. Male! Se non hai letto l'originale non sai della profezia, e quindi non vedi come questo "seguito" sia la solita opera distruttrice di Nizzi sulle storie classiche.. (a parte che mi scandalizza già il fatto che con tutte le ristampe che hanno fatto tu ancora non abbia una delle storie più iconiche precedenti al periodo d'oro...) Ogni volta, ogni avventura, per anni e anni... mai vista una cosa simile in nessun "prosecutore" dell'opera di altri autori.
  7. Delle anatre arrosto che gli cucina Nonna Papera... Ebbene sì, Cannibal Horror l'hanno girato a Paperopoli...
  8. Beh, no, all'epoca non lo si vedeva MAI lavorare. Si vede che nel passaggio dalla lira all'euro ci ha rimesso anche lui, ora gli tocca lavorare...
  9. Beh, ha lavorato per un certo tempo in un Rodeo, e prima ha venduto metà del ranch al fratello, qualche soldo da parte ce l'aveva... Sì (anche barando), si vede sia in "Pinkerton Lady" che nell'avventura fra i Seminole Beh, diverse volte si è visto alloggiato e rifocillato da generose fanciulle, ma non credo si faccia anche pagare (se non in natura) Oltre a questo, si è visto finora fare il buttafuori, il soldato, il muratore, insomma lavoretti vari. Di spese non ne ha molte (non paga tasse o bollette, per il cibo può andare a caccia, dorme se necessario all'aperto... lo vediamo spendere praticamente solo quando va al Saloon...
  10. I Texoni non alterano in alcuna maniera il "linguaggio" di Tex, sono semplicemente in un formato più grande che valorizza i disegni, ma il numero di pagine è quello tipico di una storia di Tex, la struttura della pagina idem... (infatti è capitato che storie pensate per un texone siano finite sulla serie regolare e viceversa) invece sui cartonati devi intervenire su due aspetti: la lunghezza (in pagine) e la costruzione della pagina. Significa che, o cambi il linguaggio rendendolo meno "cinematografico" (nel senso delle classiche scene degli albi bonelli dove in una vignetta vedi il fucile che fa pum, nella successiva il tipo che fa ahhh, poi lo vedi che cade, etc, come a voler simulare un montaggio cinematografico. O, se vogliamo essere cattivi, per macinare più pagine con meno eventi...), e limitando i tempi (cosa che implica anche fa parlare diversamente i pards, rendere i testi più asciutti), rendendo insomma questo Tex poco riconoscibile, o devi fare storie semplici semplici. (di solito finora, con poche eccezioni, sono state fatte entrambe le cose, e come conseguenza sono in generale "generiche storie western" dove che ci sia Tex o un altro ranger non cambia nulla,. con un intreccio da "libero" da 14 pagine su Lanciostory...) A suo favore c'è il prezzo (possibile solo grazie alle vendite altissime di Tex), e il fatto che anche se una storia "non è di Tex" può essere comunque una bella storia. Ma in generale finora mi hanno deluso. I western in formato francese.... li fanno meglio i francesi (d'altronde anche i francesi non sarebbero bravi nel formato Bonelli, ciascuno ha le sue specializzazioni...)
  11. No. Non è la maggioranza che zittisce la minoranza. Sono pochissime persone che spingono la maggioranza, per "quieto vivere", a non criticarne i santini (non con dettagli e precisi esempi, almeno) Non serve molta gente, la maggior parte delle persone evita di massima di perdere troppo tempo a discutere, "per un fumetto" poi... E ammetto che quando sono arrivato era peggio, molto peggio. I peggiori elementi non ci sono più. Forse se fossi arrivato adesso non avrei questa percezione. E ammetto che la mia reazione a Grande Tex è stata forse esagerata per quello che ha scritto in questo thread, ma anche lì c'è uno "storico" di discussioni lunghissime, eterne, infinite, che ti confesso che sì, un po' mi fa paura... Sui toni, guarda i miei primi QUATTRO post (che già, scrivere quattro post su questa storia... "chi me lo fa fare...") in questo thread, e dimmi se ci trovi qualunque atteggiamento strafottente. Poi, al quinto, sesto, settimo, etc scatta un po' l'esasperazione... Proprio per la "tranquillità" di questa discussione è un buon esempio del livello di "normale" dissuasione dal parlare di Nizzi. Quando parlavo di "insulti a volte" parlavo di altre discussioni molto più accese nel passato, perchè parlavo di quando ero arrivato. Se parlo solo di questa discussione, finora è abbastanza tranquilla, niente insulti, niente flames, etc, Eppure, sono già pentito di essere intervenuto. La perdita di tempo in questo momento (che sono pure nervoso per scadenze incombenti) è stata mostruosa. E ogni singolo post avevo (come ho adesso) la vocina "ma lascia perdere e torna al lavoro, che non hai il tempo adesso di rispondere a tutto". Ma interrompere la discussione A METÀ significa non rispondere ad osservazioni dirette su quello che ho scritto (non solo negazioni, ma anche stravolgimenti, come il post a cui sto rispondendo ora dove dici che considero il forum un covo di nizziani) È ovvio che, oggettivamente, era meglio se stavo zitto e non scrivevo nemmeno il primo post. [edit: crosspost con Mister P, abbiamo postato praticamente in contemporanea]
  12. Credi che venire continuamente attaccati e accusati di tutto non sia un deterrente sufficiente per una persona normale? Facendo un conto sommario del tempo che perdo a rispondere a critiche e attacchi personali, e dando un valore monetario al tempo perso, il semplice fatto che sia ancora in questo forum indica che non sto facendo una scelta razionale (="normale") Una persona normale all'idea di venire attaccato (e a volte insultato) solo per dire che Nizzi in una storia dove fa fallire Tex, ha fatto fallire Tex, anche dopo che ha postato la pagina (cosa che costa anch'essa tempo) dice "ma chi me lo fa fare?" e non lo fa. E sono in tanti a scegliere semplicemente di evitare di rovinarsi il fegato. E stanno zitti e non dicono quello che pensano delle storie. E NO, LA COSA NON È SIMMETRICA. Questo thread stesso è la prova: 5 anni a riempire di lodi questa storia con me nel forum (non vuol dire "senza gente a cui non è piaciuta", ce n'erano anche prima nel thread, ma per vivere tranquillo qui non potevi andare oltre a "a me non è piaciuta" o al massimo "soglia troppo al Cavaliere Pallido"), zero polemiche. Ti invito a guardare quante ORE sono passate dal mio post prima dell'arrivo della polemica... ANNI contro ORE: non c'è simmetria. E anche adesso, sto pensando che era meglio se stavo zitto, chi me lo fa fare di perdere tanto tempo? La lezione è sempre la stessa: "stai zitto, ti conviene". E si insegna in questo forum da anni prima del mio arrivo.
  13. Ora, non vorrei alimentare il loop, ma il fatto che allontanino le donne da un luogo che sta per essere attaccato, magari subendo un assedio che potrebbe finire sanguinosamente, non mi sembra quell'idea ridicola che tu cerchi di far passare. Per te è sempre tutto ridicolo, da scompisciarsi dalle risate. Mah! È Nizzi stesso a CERTIFICARE, in maniera inequivocabile, che è stata una boiata. Questa è una storia. E in una storia IL CASO NON ESISTE. Ogni conseguenza di ogni azione è voluta dallo sceneggiatore per dire qualcosa al lettore. Nessuno sceneggia tirando i dadi per decidere se una cosa riesce o no (alcuni ci hanno provato, con scarsi risultati). Se un personaggio fa una scelta strategica in una battaglia, e quella scelta porta al disastro e alla sconfitta in una battaglia che altrimenti aveva già vinto, allora è lo sceneggiatore stesso che ti sta dicendo "visto? Ha fatto una boiata e te l'ho appena dimostrato" Nella realtà Tex poteva fare questa boiata e avere fortuna che non se ne accorgeva nessuno (questo accade nelle storie di Nizzi quando lui stesso non si rende conto che è una boiata o quando non vuole che se accorga il lettore: quindi quando vuole cercare di far vedere La Tigre Nera come una mente geniale, i suoi sicari indiani vestiti da indiano girano tranquillamente con i pugnali sguainati in città senza che nessuno li veda e la vittima in mezzo ad una città intera di gente che lo aiuterebbe non chiede aiuto. Se fosse stata di Tex l'idea di mandare i due indiani invece li beccavano subito). Non è un discorso di "probabilità", non esiste dubbio, non esiste caso: è lo sceneggiatore, nella storia, che ti dice "questo personaggio ha avuto un idea geniale" e "questo personaggio ha fatto un errore colossale che gli farà perdere lo scontro". POI, il lettore può dire "un momento, ma è un idea stupida" (come faccio io con i piani della Tigre Nera), o "Ma sai che invece l'idea di Tex non era mica tanto stupida come appare in questa storia, ha solo avuto sfortuna che la prima persona che passava ha trovato le donne lasciate sole e indifese sulla strada per aggirarli" come dici tu, ma sono considerazioni in cui SIAMO IN DISACCORDO CON LA STORIA, che nel primo caso ci vuole dire "La Tigre Nera è una mente acutissima" e nel secondo "Tex è un idiota e le sue idee idiote hanno portato i minatori alla sconfitta" Se per te quella non era una boiata, sei in disaccordo con quello che dice Nizzi nella storia che hai letto. E se non ti convince il fatto che nulla in una storia accade per caso, chiediti PERCHÉ l'errore decisivo che fa sconfiggere Tex e pards lo fa PROPRIO TEX, e non siano invece le donne stesse a voler andar via, o i minatori ad aver paura per loro. Non è una domanda difficile: quando nel soggetto ti viene l'idea di usare lo spostamento delle donne come "decisione catastrofica" che porterà alla sconfitta totale di Tex e pards, perchè non torni indietro a cambiare quella vignetta per far prendere la decisione a qualcun altro? Forse perchè quando l'hai scritta già pregustavi con soddisfazione l'ennesima figura di merda per un personaggio che disprezzi? No. Mi devo autocontrollare per NON DIRE COME LA PENSO. Siamo in un forum di discussione. Dove tutti dovrebbero poter dire la loro su ogni storia. Per lodarle o criticarle. Ma con Nizzi non funziona così. Finché sono lodi, va bene, il tread va avanti per pagine e pagine. Appena arriva la critica, inizia la bufera, gli attacchi, gli strilli di lesa maestà Finisce che Nizzi non si critica più. Perché ogni volta sono sempre le solite polemiche, e allora pensi "ma chi me lo fa fare di dire come la penso? È meglio che stia zitto" Sai quante persone, in privato qui nel forum o di persona, mi hanno detto che su Nizzi non intervengono per questa ragione? Più del triplo dei fan di Nizzi che fanno quelle polemiche. E sono solo quelli che me lo dicono, molti non me lo diranno nemmeno.. I "fan sfegatati" di Nizzi, povere vittimelle che piangono sempre atteggiandosi a povere vittime indifese, in realtà hanno creato un clima in cui SI HA PAURA di criticare Nizzi. Che è quello che volevano.
  14. Direi... Stavolta avevo cercato di evitarlo il loop... Noterai che dal 2018, quando sono arrivato nel forum sono stati postati 13 commenti più o meno entusiastici, a più riprese, su una storia di cui non avevo certo bei ricordi (ed essendo stata disegnata da Milazzo, è uno dei pochissimi Texoni di Nizzi che ho riletto... avendo conferma che era come lo ricordavo, anzi peggio, visto che nel frattempo avevo visto "Pale Rider" Solo che, appunto come dici, siamo alle solite... storia di Nizzi ultra-stralodata, tipo "Fuga da Anderville" o "La Tigre Nera", che trovo, eufemisticamente, "molto carente" e piena di magagne, oltre ad essere il solito plagio... ma che faccio? Riparto in loop di nuovo? Devo finire a litigare per ciascuna delle decine e decine di storie di Nizzi? Ho durato quasi sei anni senza intervenire su questa storia, finché non è arrivato Leo a fare il paragone con Ken Parker. E anche lì era finita subito, ho solo commentato quella frase, ed è finita in una risata generale, pericolo scampato. Poi, dopo sei anni, un attimo di debolezza, mi cede l'autocontrollo e posto le immagini che fanno vedere come non sia vero che Tex non sia stato salvato dal vecchio: come in TUTTE le storie di Nizzi di quel (lunghissimo) periodo, anche lì qualcun altro salva Tex, che era stato sconfitto (ed e un punto che mi tocca abbastanza: visto che ho detto più volte che per ANNI E ANNI ho controllato ogni singola storia di Nizzi e capitava SEMPRE, dire che in una storia non capita è come darmi del bugiardo) Ma anche lì, volevo dire quello e basta, senza intervenire oltre. La goccia che ha fatto traboccare l'oceano è stata Grande Tex che ha iniziato a contestare ogni riga. A quel punto, scazzato per scazzato, è scoppiata la diga... Tu parli di "loop" come se puntassi ogni thread cercando avidamente occasione occasioni per far polemiche... ma qui c'è un forum intero di lodi SPERTICATE a storie come questa o peggio... non avete idea del LIVELLO DI AUTOCONTROLLO che ci vuole per passare sei anni a leggerle senza intervenire. (e del fatto che non conoscete questo autocontrollo, si vede dal fatto che non resistete cinque minuti dopo aver letto una critica a Nizzi, altro che sei anni... )
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.