Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

gilas2

Allevatore
  • Posts

    713
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    5

gilas2 last won the day on September 6 2021

gilas2 had the most liked content!

Profile Information

  • Gender
    Maschile

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    1
  • Favorite Pard
    Tiger Jack
  • Favorite character
    Pat Mac Ryan

Recent Profile Visitors

5,917 profile views

gilas2's Achievements

Experienced

Experienced (11/14)

  • Very Popular Rare
  • Dedicated
  • First Post
  • Collaborator
  • Posting Machine Rare

Recent Badges

69

Reputation

1

Community Answers

  1. Io suggerisco sempre come prima lettura "Vendetta indiana", n. 91 della serie 'regolare' e poi ristampato in vari altri formati.
  2. L'argomento l'ho già esposto Lo espongo di nuovo Preferisco più scelta perchè sono IO lettore a scegliere poi cosa prendere e cosa no, e più scelta c'è e meglio è. E io prendo solo Tex inediti (qualcuno ha capito cosa intendevo col discorso dei Magazine, qualcun altro no). Poi si può essere d'accordo o meno, il che è assolutamente legittimo. Ma il tutto è stato esposto in italiano comprensibile, non in turcomanno o sudcoreano.
  3. Eppure ho scritto in un italiano comprensibile: "degli albi col logo Tex ma che non presentano inediti di Tex (ad esempio di altri personaggi, o ristampe di episodi già editi) me ne interessa così poco che non guardo nemmeno il titolo " PER ESEMPIO: https://shop.sergiobonelli.it/tex/2022/08/24/albo/avventura-magazine-2022-tex-presenta-i-grandi-eroi-di-g-l-bonelli-i-3-bill-1022053/
  4. https://shop.sergiobonelli.it/tex/2021/12/22/albo/tex-magazine-2022-1021192/ Per esempio Tex Magazine 2022, due storie inedite (una con Montales) Sarei io che non conosco le uscite? Aggiungo un PS, degli albi col logo Tex ma che non presentano inediti di Tex (ad esempio di altri personaggi, o ristampe di episodi già editi) me ne interessa così poco che non guardo nemmeno il titolo Estiqaatsi (che era un capo Cherokee tra l'altro) degli Avventura Magazine
  5. Sono uno di quelli che ha votato 'sì' alla prima domanda Questo perchè non mi fa nè caldo nè freddo quanti 'vari' Tex ci siano in edicola per me potrebbero essere anche cinquanta titoli diversi Alla fine è il mercato stesso che decide quali campano e quali scompaiono, non la nostra (a dir poco varia) opinione di un gruppo ristrettissimo (e quindi di fatto ininfluente sui numeri totali del venduto) di componenti di un forum (che già lo strumento del forum è a dir poco ormai obsoleto tranne in rarissimissimi casi, come questo). Quindi, per me più ce ne sono e meglio è perchè (io lettore) ho più scelta, poi sono io (sempre come lettore) a decidere se e cosa acquisto in edicola (ad esempio prendo il Magazine solo se ci sono episodi inediti e solo di Tex, non di altri personaggi).
  6. E non la vogliono capire ehhhhhh A spaccare il capello non in quattro ma in duecentocinquantaseiesimi.... OO
  7. Ah be se siete tu e Diablero a pensarlo... la stragrande maggioranza qui pensa il contrario
  8. Ed era anche abbastanza ovvio quale fosse l'importanza dei documenti, alla fin della vicenda. Dipende dai punti di vista. Per me è una delle storie più sopravvalutate di tutta la serie (riletta un mesetto fa e conferma l'impressione avuta all'epoca della prima lettura e delle successive) e non l'ho mai annoverato tra i capolavori (Patagonia e Oklahoma su tutti). La storia poi la rileggerò con calma Intanto promosso a pienissimi voti (ancora una volta) Mastantuono, qualitativamente ed espressivamente non una ma due spanne sopra i (sottotono) Cestaro della prima parte della Mefistoleide.
  9. Mah, vedendo come sta proseguendo questa discussione, direi che nemmeno Magritte o Dalì in persona avrebbero mai potuto immaginare qualcosa di così surreale
  10. Ma non credo proprio, se non in senso positivo. "Purchè se ne parli", come diceva qualcuno
  11. Per quello che si vede dalle anteprime, idem con patate, e per di più nutro forti dubbi sulla possibilità di ricredermi.
  12. In realtà, se non ricordo male, il massacro di Santa Rita del Cobre è già comparso in passato nella serie regolare una e forse anche due volte Sicuramente in n. 259 "Segnali di fumo" e seguenti disegnata da Ticci Ma mi pare ci fossero dei riferimenti in una storia più recente con flashback su Montales
  13. Au contraire, è chiaramente identificabile come un'orca e se ad 'orca' si abbina spesso l'aggettivo 'assassina' ci sarà un perchè (anche se le prede abituali sono foche o delfini) Assolutamente si Diciamo un superwolfman come versione rujana di un supersayan Nulla è casuale.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.