Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

Doudou Marechal

Ranchero
  • Content Count

    175
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutra

About Doudou Marechal

  • Rank
    Quasi scrittore
  • Birthday 09/14/1993

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Che cosa posso dire di fronte a tanta magnificenza? Certo, cercher? di non fare commenti giudicati spam come ero solito fare moooooooolto tempo fa, e spero che il qua presente nuovo commento possa risultarvi gradito. Innanzitutto, storia che si sviluppa in tre albi e che personalmente è piaciuta veramente molto. Riletta da poco, e l'azione è sostenuta. La storia fa soprattutto capire quanto labile sia il confine fra indiani buoni e cattivi, che ci saranno sempre dei sobillatori pronti a mettere in atto le peggiori cose pur di accaparrarsi cose materiali, che non danno mai la felicit?. Quindi,
  2. Volevo commentare questa storia, che ho riletto di recente. Di cosa parla, fondamentalmente? La risposta sta nella relazione fra padre e figlio. Tex e Kit Willer combaciano alla perfezione. L'esperienza e la sicurezza di Tex contro la giovent? e l'imprevedibilit? di Kit Willer. In più, due comprimari che, personalmente, hanno toccato a fondo il mio cuore. . L'azione si fa intrigante e Faraci, secondo me, esprime al meglio un Tex che rischia di essere "sorpassato" da suo figlio e da Hodson. . Passando al secondo comprimario, del quale ho già accennato, ovvero lo sceriffo Cameron, volevo dire
  3. Ritorno a dare un giudizio sulla storia del mio cattivo preferito... la Tigre Nera... e poi forse anche di altre... innanzitutto comincio col dire che... alla suddetta storia do un complessivo 5... perchè non mi è piaciuta... soprattutto per la lunghezza... solo due albi... disdetta... comunque comincio dal dire cosa mi è piaciuto... Come ho detto in complessivo do 5 con mia grande delusione... anche se i disegni non sono niente male... ma è stata la sceneggiatura a togliere il gusto della lettura...
  4. Come sconfitta per Montalesè Cos'è che te lo fa pensare? Spiegati meglio. Se è mediocre io non me lo sono accorto, anzi da quello che ho visto finora mi pare sopra la media. Ma questa è solo una mia modesta opinione, sia chiaro.
  5. E' vero, Nizzi non è più quello di un tempo, basta pensare a storie come "La Tigre Nera", che non ringrazier? mai abbastanza per aver creato il mio cattivo preferito, basta pensare a "Furia rossa", chi di voi ditemi ha trovato questa storia non essere un capolavoro? Poi il ribasso, basta pensare a "Moctezuma!". Nizzi con quella storia ha voluto far intendere che, secondo me, il suo Tex è superato, che ci sono altri sceneggiatori come lui, adesso, molto più bravi, ma che se lo avessero incontrato nel suo periodo d'oro non ce n'era per nessuno. Secondo me è questo il punto: lasciare spazio ai nu
  6. Inizio spumeggiante per una storia non molto impressa, secondo me, nella memoria di molti. Come ho detto prima inizio scoppiettante, anche se ricorda vagamente ?Desperadosè per la scena iniziale. La crudeltà e la spietatezza dei cattivi comincia a manifestarsi immediatamente all'inizio della storia, anche se poco dopo verr? a galla ancora di più. Piccola nota negativa (almeno secondo me): difficile non abbattere due persone che stanno a non molti metri da loro ma ancora molto più difficile è inseguirli per tanto tempo, precisamente non lo si dice, e uccidere una persona solo quando è arrivata
  7. In effetti, come ha detto Pedro, la scena iniziale di questa storia riprende quasi fedelmente quella de "Il totem misterioso" dove c'era l'indiana Tesah inseguita dalla banda di Coffin, qui invece c'è un'aggiunta di un altro indiano. La storia inizia in questo modo, Piccola parentesi: ma dico io, essere sicuri della propria mira è un gesto di autostima, ma non voler nemmeno controllare se fosse morto veramente è una pecca di presunzione. Almeno un p? di rispetto per una donna, che diamine, se lo avessero fatto davanti ai miei occhi sarei impazzito dalla rabbia e li avrei uccisi uno per uno,
  8. Beh, Sam allora non tornerebbe, perchè se la sua famiglia è stata massacrata prima di conoscere Tex, cosa c'entra la vendetta dopo che è passato tutto questo tempo. Nel flashback ci può stare, ma mi sembra strano che tutta questa storia si incentri sul passato. L'unica soluzione possibile è quella, secondo me, che ha detto Pedro, ovvero
  9. Premessa: non ho l'originale di Tex, vito che Tesah ha i pantaloni e la data di pubblicazione è il 1964 e faccio i complimenti a Ymalpas per aver aperto questa interessantissima e approfondita discussione su queste prime storie. Inizio subito con "Il totem misterioso" e già dal titolo si capisce che sarà una storia molto intrigante, ma si può capire solo leggendola. Bene si comincia col dire che: cosa veramente da sciocchi e che mi riuscirebbe anche a me che non l'ho mai usata. Da notare che Tex chiama il suo cavallo Dinamite nella quinta(sesta se contiamo anche il titolo) vignetta. Picco
  10. Fantastiche queste tre copertine per i sessant'anni di Tex, grande Zeca. Io avrei preferito quella nel mezzo, per me è quella che poteva dare maggiore espressivit? alla copertina e poteva far capire il momento di felicit? di Tex e di sua moglie. Forse, e questa è una mia opinione, non l'hanno scelta perchè volevano far diventare loro protagonisti assoluti della copertina e in quella nel mezzo non potevano esserlo perchè c'era la roccia altissima che prende la maggior parte dello sfondo ed era più imponente e difatti toglieva il l'atmosfera magica che si stava creando per un traguardo difficile
  11. Da parte mia Piccinelli ha guadagnato molti punti, l'incontro fra Tex e Montales, da queste immagini, mi fanno presagire che sarà emozionante e la lotta con il pelato mi sa che sia un piccolo riempitivo di una storia che sarà ricordata, spero, da tutti. Se avete il numero di Zagor disegnato da lui, ovvero "Mississippi", non vi sembra che il Tex giovane sia rassomigliante con il principe David' Dopotutto è lo stesso disegnatore...
  12. Tiger Jack appare per la pima volta nella storia "La banda dei Dalton" dell'albo "Due contro cento", ovvero il numero 8.
  13. Questi tre albi sono stati fantastici. Con il giallo rischiava di non esserci azione, ma sia lo sceneggiatore che i disegnatori sono stati capaci di fare una storia che non stanca per un attimo e tiene incolllati i lettori in attesa dell'albo successivo. Sono riusciti a fare dei colpi di scena fenomenali, chi si aspettava infatti che La storia può e credo debba essere letta da tutti gli appasionati texiani ma anche da chi lo acquista con irregolarit?. Una storia da 10 che merita di essere considerata nell'olimpo di quelle che sono stati dei capolavori nel passato. Una storia affascinante so
  14. Apro questa discussione con una domanda: "Quante sono in tutto le storie di Tex nella serie regolare?"Non voglio sapere quanti sono in tutto gli albi di Tex ma quante sono in tutto le storie della serie regolare. In tutto gli albi della serie regolare sono 578 e sono ancora lungi dal finire. Vorrei sapere quindi quante sono dalla prima all'ultima e credo che voi lo sappiate e vi chiedo per favore di dirmelo, ritenendolo, credo, un argomento interessante per molti di voi. Grazie mille per la risposta.
  15. Magari, rivederlo come nei primi numeri sarebbe una cosa spettacolare col fatto che vi possono essere dei flashback. Quoto anche quello che ha detto Wasted, cioè che non bisogna farsi troppe aspettative perchè potremmo rimanere delusi, non si sa mai nella vita e nemmeno nelle storie a fumetti.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.