Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

Valter Favaro

Cowboy
  • Posts

    51
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Posts posted by Valter Favaro

  1. <span style="color:red">1 ora fa</span>, frank_one dice:

    Comprate le ristampe di albi che già possedete per poter leggere i nuovi editoriali o non ve ne frega nulla?

    Quando gli editoriali erano di Sergio Bonelli li leggevo sempre con molto piacere.

    Adesso devo dire che spesso do una rapida occhiata e raramente mi sento "coinvolto" nel leggerli.

  2. Per quanto mi riguarda:

     -  Le mie collezioni sono omogenee e distinte (II gigante, Tutto, NR, Classic)

     -  Strisce purtroppo ho solo l'anastatica (più un paio di Serie Rossa)

     -  Albi d'Oro e 1-29 solo nei miei sogni

     -  Della gigante II serie: dal 70 in poi tutti prima edizione; dentro i primi 70

         ci sono prezzature varie e quando mi si presenta qualche (rara)            occasione procedo alla sostituzione.

     -  Spillati dovrei avere solo il n.2 Uno contro venti anche se non in prima edizione.

     

    Ugh, ho detto!

  3. <span style="color:red">20 minuti fa</span>, Grande Tex dice:

    A quanto lessi, il finale originale era diverso,e Zhenda avrebbe dovuto morire.

    Vado a memoria, ma mi sembra che a morire tutti dovevano essere i Sinagua in seguito al crollo del loro rifugio/pueblo. Nelle intenzioni originali i Sinagua avrebbero dovuto essere dei rozzi selvaggi "simil-hualpai", ma Civitelli li fece troppo poco rozzi e feroci, così la fine della storia fu cambiata e venne inserita la fuga tra i varani per risparmiare agli indiani una brutta fine.

    Onestamente non ricordo se anche Zhenda sia stata risparmiata per lo stesso motivo o se fin da subito fosse stato previsto di farla uscire di scena così a buon mercato.

  4. Personalmente è da parecchio che non ho il tempo di rileggere albi di Tex, ma almeno li ho letti.

    Il problema è che delle altre serie che seguo sono moooooooooooooolto indietro, causa poco tempo e tanta stanchezza fisica.

    Ultimamente ho ripreso con Dylan Dog, al ritmo di 4-5 albi a settimana.

     

    "E' un mondo dificile ... che vita intensa. Felicità a momenti e futuro incerto"

    (cit. Tonino Carotone)

  5. <span style="color:red">6 ore fa</span>, Carlo Monni dice:

    tutte le copertine originali degli albi Bonelli di settembre contengono la citazione di una vecchia copertina di Tex.

    E' per questo che la copertina di Nathan Never mi ha ricordato subito "Fantasmi nel deserto" (Tex 177).

    Adesso mi è chiaro ...

  6. <span style="color:red">3 ore fa</span>, Diablero dice:

    Qualcuno sa la storia dietro? Mollò Nicolò o fu una decisione redazionale?

    Stando a quanto riportato nel volume Allagalla dedicato a Nicolò, il motivo per cui l'autore non proseguì subito a lavorare per Tex fu dovuto al fatto che non era ancora scaduto il suo contratto con la casa editrice Universo e lui, correttamente, chiese a Bonelli di poter concludere dall'altra parte e poi sarebbe tornato.

     

    Mi scuso se ne sto parlando in maniera approssimativa, ma non ho il libro sottomano e sto andando a memoria.

    • +1 1
  7. Dico la mia anche senza votare.

     

    Premessa: parlando in generale io non sono particolarmente entusiasta dei gadget, se fosse per me non li metterei proprio.

    Però non sono io a decidere e i gadget ci sono, e lo scopo del sondaggio è anche quello di capire come ci poniamo di fronte a questa situazione.

     

    Bene, per quanto mi riguarda io prenderò una sola copia di ogni uscita, di TUTTE le uscite, come ho sempre fatto, di conseguenza nel mio caso non ci saranno acquisti in più rispetto agli altri mesi.

     

    Il fatto che ogni uscita preveda due card diverse mi pone nella situazione di dover scegliere e in questi casi io ho il mio criterio, e cioè prenderò la copertina cronologicamente più vecchia, quindi ad es. tra Tex 500 e Tex 600 sceglierò la prima.

    Siccome alcune uscite arrivano in copia unica (tipo Storia del West) vorrà dire che mi terrò quella che c'è.

     

    Se dovesse capitare che qualche altro cliente lasciasse lì il gadget, allora me lo farei dare, ma in ogni caso non ho intenzione di acquistare doppioni.

     

    Non escludo in futuro di cercare di recuperare le copertine mancanti sulla baia, ma questa non è una priorità. E pazienza se qualcuno mi da del gonzo.

     

    Avrei ancora qualche sassolino da togliermi dalla scarpa riguardo ai gadget del recente passato, ma credo che andrei OT.

     

    Ho detto

  8. Il 20/12/2022 at 17:38, Diablero dice:

    Ma questo è un errore dell'intera tiratura. Quindi bisogna scrivere tutti alla RCS per farsi mandare una striscia sostitutiva? Non fanno una cosa più generale?

    In questi giorni ho contattato il servizio clienti per segnalare l'errore di stampa.

    All'inizio mi era stato risposto di attendere perchè stavano valutando la situazione, e oggi mi hanno risposto:

     

    Gentile cliente,

    ringraziandola per la sua segnalazione, le confermiamo che stiamo provvedendo alla ristampa corretta della striscia n. 4 della serie 4 (distribuita all'uscita 60 della collana), che verrà allegata all'uscita 72.

    • Thanks (+1) 1
    • +1 1
  9. Ho letto l'albo e devo dire che per me non è un problema il fatto che Tex non sia protagonista fino a questo momento della storia, storia che fin da subito mi sta appassionando e che non vedo l'ora di proseguire.

     

    Un paio di riflessioni.

     

    - Durante il racconto si parla dei tradimenti dei messicani e delle successive rappresaglie degli apaches, una delle quali viene effettuata contro il villaggio di Santa Rita del Cobre. La vicenda che ha coinvolto il paese in questione è già stata narrata nei nn. 259-261 della serie principale, con dinamiche diverse rispetto alla storia in TW.

    Se volessi farmi del male ora dovrei lambiccarmi il cervello per giustificare il fatto che ci sono due storie che riguardano lo stesso episodio storico ma sono in contraddizione fra loro, ma a me questa situazione non preoccupa minimamente perché ho un approccio strettamente fumettistico verso Tex e non mi sono mai sentito coinvolto dal desiderio di dare una coerenza cronologica alle sue storie o il fare un confronto con la Storia.

     

    - Uno dei giovani che affronta il battesimo del fuoco e diventa guerriero insieme a Cochise è Delkay, colui che sarà presente nel maxi Tex coi tre fratelli Bill.

     

    Adesso aspetto di leggere il seguito e mi spiace per Longobucco e la sua scelta di fermarsi in base a un criterio così effimero.

    • +1 1
  10. Nella storia della casa editrice i numeri 100 erano considerati importanti perché costituivano un traguardo: significava che quel personaggio si era creato un pubblico affezionato al punto da permettergli di essere pubblicato per oltre otto anni. Cosa non scontata all'epoca, tant'è che per una serie "centenaria" ce n'erano svariate altre (Bonelli e non) che avevano una vita editoriale breve se non brevissima.

     

    Il colore (senza aumento di prezzo) era un modo con cui l'editore ringraziava i lettori per la fedeltà dimostrata.

    Ci sono state delle eccezioni alla regola: eccezioni positive ("Indian Circus" di Zagor) ed eccezioni negative (Piccolo Ranger 200 e Comandante Mark 200, usciti in b/n).

    Un'apparente eccezione è rappresentata dal n.44 di Storia del West, uscito a colori, ma questo si spiega col fatto che quell'episodio corrispondeva al n.100 della Collana Rodeo, collana contenitore di cui SdW era la pubblicazione principale.

     

    Col passare degli anni gli albi colorati all'interno di collane in b/n sono aumentati: non più solo i multipli di 100, ma anche numeri corrispondenti ad anniversari o altre ricorrenze che esulano dalla numerazione a doppio zero.

     

    Al giorno d'oggi, col colore presente in maniera sempre più consistente, e con le stesse storie nate in b/n che vengono riproposte a colori (non entro nel merito della qualità del risultato), succede che si sia persa la percezione del significato dei numeri 100 (e della relativa colorazione).

     

    Tutto questo per dire che, secondo me, se guardiamo l'iniziativa che sottolinea il raggiungimento del 50° numero di Tex Willer tenendo conto di quanto detto prima, la cosa ha un suo senso.

     

    Certo, mi direte che il marchio Tex vende sempre, ma questo non dava per scontato che la serie Tex Willer avrebbe avuto successo, anche perché mi sembra di aver capito che non tutti i lettori di Tex comprano anche TW (e viceversa).

     

    Non entro nel merito della bontà dell'iniziativa, ne' esprimo giudizi sull'opportunità di fare lo strillo in quella maniera invece che in un'altra, dico solo che oggi come allora non è scontato arrivare a 100 numeri (e neanche a 50, se è vero che il color Tex è destinato a interrompersi ...)

  11. <span style="color:red">4 ore fa</span>, ggaaco dice:

    Questa è veramente una novità, sarebbe veramente bello se finisse sulla regolare, vorrei proprio vedere cosa si inventano per dirottare una storia scritta per TexWiller sulla regolare.

    Penso tu abbia frainteso.

    Stanno parlando della "regolare" riferendosi alla serie Tex Willer, in contrapposizione agli "speciali", sempre riguardanti la serie Tex Willer.

  12. <span style="color:red">17 ore fa</span>, Rudasco dice:

    Buongiorno a tutti, ho aspettato di ricevere l’arretrato dell’uscita nr.31 delle strisce di Tex che ho ricevuto pochi giorni fa e adesso posso chiedere se qualcun altro ha avuto la mia stessa vicissitudine di trovare nella prima uscita l’albo 25 “l’ultima carta dei fratelli Benton” con all’interno le pagine dell’albo 27 “il guado dei Piute”. 

    Ho già avuto modo di dire che a me è capitato un problema simile con l'uscita n.35 e risolto tramite il servizio clienti.

    Comunque non siamo stati gli unici ad essere incappati in strisce fallate, altri hanno avuto gli stessi inconvenienti, magari su uscite diverse dalle nostre.

×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.