Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum

Classifica


Contenuto popolare

Mostrando i contenuti con la più alta reputazione il 09/10/2018 in tutte le sezioni

  1. 1 point
    Pubblicità alle strisce di Tex che figuravano nella quarta di copertina degli albi d'oro negli anni 50...
  2. 1 point
    Non ho ancora letto la storia di Faraci, ma spero abbia fatto meglio di Manfredi, la cui storia è a mio modo di vedere molto inverosimile: - i banditi evasi si attestano nei pressi del campo Mohaves e, invece di cercare la pace con loro (visto che vogliono stabilirsi là), rapiscono due ragazze: non hanno timore di ritorsioni perché loro sono I Mostri, incutono paura ai pavidi e imbelli Mohaves. Tanto per capire (faccio la domanda a Mauro che, in qualità di curatore, avrà visionato la storia prima che uscisse): ma da quante persone era composta la tribù Mohaves? Come può un'intera tribù farsi soggiogare da sette uomini sette, per quanto meglio armati e con strani disegnini sulla fronte? E' verosimile una loro totale mancanza di reazione, a fronte del rapimento di due delle loro ragazze? E' verosimile la reazione da parte di soli quattro ragazzotti (peraltro di un'idiozia assurda: la scena della lucertola non si può leggere...) - i banditi pensano di essere irraggiungibili, lì dove si sono rifugiati. Infatti, poco dopo, il Direttore del Carcere li scova, immaginando che si fossero nascosti nei pressi della miniera! E meno male che Maelstrom era un furbone... - Quando riescono a liberarsi, Tex e Carson trovano le loro pistole. Che significa, chiede il Vecchio Cammello? E Tex: è arrivato il direttore del carcere (ma come fa a saperlo? Tuma, il ragazzino Mohaves, dice che sono arrivati degli uomini, ma non sa chi siano. Tex qui è al limite della chiaroveggenza), e Maelstrom vorrà che gli diamo una mano. Maelstrom vorrà che gli diamo una mano? E perché mai Tex dovrebbe affiancare un bandito evaso (nonché "crocifissore" di uomini) contro il direttore del carcere e i suoi secondini? Ah già, perché il direttore è un bastardo che vuole solo l'oro, vuoi che Tex, in qualche modo, non lo sappia o non lo immagini? Quindi Maelstrom è assurdamente convinto che Tex lo aiuterà perché "è stato mandato dal destino", e la cosa più incredibile e assurda è che Tex, immaginando - non si sa come - che i bianchi arrivati sono il Direttore e i suoi uomini, sa anche che "Wallace sta arrivando, deciso a fare piazza pulita. E siccome gioca sporco, non vorrà lasciare testimoni". Cosa??? Ma dove lo si dice? Da quali elementi Tex trae queste certezze? Nelle situazioni come quelle descritte sopra, io ho sempre la sensazione che i personaggi (Tex e Maelstrom, in tal caso) siano in combutta con l'autore. Gli consentono di andare avanti con una chiaroveggenza inverosimile, che permette all'autore di infischiarsi della credibilità della storia. I personaggi non sono persone calate in un contesto, sono marionette manovrate dall'autore, i cui fili sono talmente evidenti da mortificare il mio povero Tex fino a farlo diventare un burattino qualsiasi. Non ho letto i vostri commenti per evitare spoiler sulla storia di Faraci, quindi non so cosa pensiate della storia di Manfredi. Per me, è l'ennesima delusione. -
  3. 1 point
    Terra promessa In nome della legge Sulle piste del nord La congiura Una stella per Tex Il passato di Carson L' uomo con la frusta Morte sul fiume Fuga da Anderville Odio senza fine Ma ce ne sono tante...perdinci...
×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.