Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

valerio

Ranchero
  • Posts

    1,067
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    16

valerio last won the day on October 13

valerio had the most liked content!

1 Follower

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    1
  • Favorite Pard
    Tex
  • Favorite character
    Mefisto

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

valerio's Achievements

Mentor

Mentor (12/14)

  • Dedicated
  • First Post
  • Collaborator
  • Posting Machine Rare
  • Conversation Starter

Recent Badges

147

Reputation

  1. Storia davvero molto bella. Si, ci sono dubbi, incertezze, fragilità dei nostri eroi, ma chi se ne frega, c'è anche un lato umano non sempre così presente in altri autori e soprattutto soggetto e sceneggiatura sono magistrali e le scene epiche si sprecano, fino a un finale bellissimo e melodrammatico, con Tex che si presenta con il corpo del militare in braccio. Storia, dunque, che seguendo le troppe brutte storie di GLB che la precedono, fa davvero un figurone. Uno dei migliori Nolitta Texiani senza alcun dubbio. I disegni di Galep sono discreti, certo, c'è ancora il segno dell'antico splendore, ma il declino si sente, soprattutto sui volti. Nelle riprese da sotto Tex (e non solo) sembra un tricheco. Tuttavia l'allure dei disegni di Galep è conservato e vederli dà sempre una sensazione di Texianità che fa un gran piacere. Nolitta 8.50 Galep 6/7
  2. Mi dispiace molto.
  3. Storia molto classica, del tutto Bonelliana, con la guerriglia, Geronimo e i bandoleros. Tutti ottimi ingredienti, sostanzialmente sprecati però, perchè alle buone idee e ai personaggi non segue una sceneggiatura fresca, ma una sceneggiatura sufficiente ma anche piuttosto pesante e macchinosa. Il finale, poi, è davvero tirato via alla meno peggio, come se GLB avesse avuto fretta di chiudere una storia che stava girando piuttosto a vuoto. Ticci spettacolare, dà un contributo importante a rendere comunque l'episodio sufficiente. GLB 6 Ticci 8
  4. Il mistero non è certo una nobità su Tex e lo stesso GLB lo ha trattato varie volte, anche con successo. Qui l'idea di partenza è anche intrigante, ma poi tutto si svolge in modo troppo stringato, con uno scarsissimo approfondimento dei personaggi. Che il capo fosse il padre era telefonatissimo, tra l'altro. Anche la presenza di Gross Jean appare sprecata, per il poco che conta all'interno della storia. Poco da ricordare, insomma. Testi 6 Disegni 6.50
  5. Lascio. 6 storie brevissime non incontrano il mio interesse. Certo, sono utili per saggiare nuovi sceneggiatori e disegnatori, ma non mi interessa.
  6. No, questa non è affatto la peggiore. Il peggio è i fratelli Donegan e quella di Cane Giallo con l'urlo che uccide. Anzi, direi che quest'ultima è imbattibile. Anche il Maxi Fort Sahara è più o meno su questi livelli. Concordo sul fatto che si è visto anche di peggio, forse, recentemente, senza suscitare scandali. E mi riferisco in particolare a Pistolero Voodoo, davvero una cosa Topolinesca, per mio conto del tutto impubblicabile, ma anche quella di Ruju con i cinesi di un paio di anni fa sta su questi livelli. Quelle di Boselli tipo Nethade o la recente Montoya non meritano la medesima damnatio memoriae, perchè sono si, pesanti come un macigno, noiose, farraginose. Però almeno Tex non viene trattato come un inetto. Il punto più basso di Borden, semmai, è Alaska. Mai riuscito ad arrivare nemmeno a metà albo, e ci ho provato 3 volte.
  7. Mamma mia che noia e che storia inutile. A parte la mancanza di originalità del soggetto, che sarebbe il meno, non funziona quasi nulla. I dialoghi sono pesantissimi, lunghi e non sempre necessari. I nemici sono dei piccioni fatti e finiti. L'ultimo albo è una palla pazzesca, dove non succede quasi nulla e si fanno solo chiacchiese su chiacchiere. Il finale, poi, è disarmante. I pard funzionano, ma solo perchè GLB li maneggia, ovviamente, ad occhi chiusi, ma insomma... I veri protagonisti della storia sono, per lunghi tratti, le bistecche, le patatine e la birra, continuamente invocati dai nostri, che non si capisce come facciano ad essere ancora vivi con un simile regime alimentare. Il buon Letteri è invece al suo meglio, con disegni fose apparentemente linearissimi ma molto efficaci. GLB 4.50 Letteri 7+
  8. Storiella breve che non lascia il segno. La banda di cattivi sarebbe anche interessante, spietata e cattivissima, ma Tex e Carson sono quasi inoperanti in questa storia. La cosa migliore che fa Tex in tutta la storia è vincere a braccio di ferro con un pezzo di indiano. Per il resto un lungo inseguimento e un arrivo a giochi quasi fatti. Poi, GLB è sempre solido, e ci mancherebbe, ma la noia dilaga. Fusco sempre molto bene. GLB 6 di stima Fusco 7
  9. Si, ma deve essere una eccezione, non è che puoi scrivere SEMPRE storie eccentriche e dialoghi strambi. Le storie che citi sono delle gloriose eccezioni. Berardi non ha scritto altro, Nizzi ha fatto un fuori programma e Nolitta scriveva invece sempre così, ma infatti può essere considerato un autore storico di Tex solo parzialmente. Molto parzialmente. Non è che sono scettico, anzi sono certo che sarà una serie bellissima, sono proprio io che non sono in alcun modo interessato al Tex giovane. Il Tex giovane l'ho letto 50 anni fa e sto a posto.
  10. Ora ti risponderà lui, ma io credo che Nizzi conosca Tex e Manfredi NI, non c'è da intervenire sui dialoghi di Nizzi, anche quando dà il minimo...è uno che ha scritto centinaia di storie Nizzi. Manfredi ci infila filosofia, politica, dialoghi strambi...è diverso.
  11. Lungi da me insegnarti il mestiere, lo fai egregiamente tra l'altro, sono solo riflessioni da lettore. Riflessioni portate anche da quello che hai detto prima, riguardo al grande lavoro di pulitura delle sue storie, che, francamente, mi fanno sospettare ancor di più che sia poco adatto. Che fatica scrivere Tex!
  12. Ma magari prendere coscienza che Manfredi non è adatto a Tex?
  13. Bos, quella è una cosa mia, a me nel 2021 non interessa leggere le storie del Tex giovane, mi interessa il Tex maturo. Comunque non è che la Tex Willer possa prendere il posto della regolare (magari di altre serie si), le storie belle devono andare nella regolare e nei Texoni, poi eventualmente sulle altre serie. Sui Texoni sono sempre molto soddisfatto, ma, a parer mio, negli ultimi due anni abbiamo avuto storie "che fanno testo" solo sui Texoni e solo tue (ripeto, non posso parlare della Tex Willer). Sul Maxi, a dire il vero, raramente abbiamo avuto storie eccelse, e questa se vogliamo è anche un pò meglio di tante altre della stessa collana, ma insomma...Manfredi su Tex c'entra come i cavoli a merenda. Che poi il Maxi è una uscita che aspetto con ansia, sempre, perchè mi piace tantissimo il malloppone. Quindi spero sempre di trovarvi storie che fanno testo.
  14. Io, che non compro e non leggo la Tex Willer (di cui si dicono belle cose), comincio ad essere sconfortato dall'andazzo generale. Non vorrei deporre ancora le armi.
  15. Condivido solo in parte l'entusiasmo. E' una buona trama e una discreta sceneggiatura. Ma il modo di scrivere di Manfredi continua a non sembrarmi del tutto texiano. Ci sono tutte le caratteristiche dei personaggi, il frasario eccetera, ma paiono sempre poco spontanei. In pratica i pard dicono quello che devono dire e fanno quello che devono fare, ma in modo automatico, cosa che non accade con i migliori autori di Tex. In alcuni punti, poi, si rischia di perdersi un pò. I cambi di scena sono forse troppo repentini e reiterati, rischiando di confondere il lettore. Comunque apprezzabile lo sforzo di Manfredi di mettere su una storia avvincente e non di routine. Rotundo io direi molto bene. Più ancora nei paesaggi o negli oggetti di quanto non sia sui volti. Manfredi 6.50 Rotundo 7.50
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.