Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

Angelo1961

Allevatore
  • Posts

    400
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Angelo1961

  1. Suggerirei Boselli, Boselli, Boselli, Boselli Rauch, Rauch, Rauch,Rauch. O, al limite, GLB, D'Antonio, Lavezzolo (a piccole dosi), Nolitta (senza esagerare), EsseGesse...
  2. Ah sì, dimenticavo il magazine. Almeno due magazine annuali, ma con 2 storie di almeno 110 pagine l'una dedicate ai comprimari. E anche il vecchio Almanacco del west con una storia di almeno 110 pagine. Poi vorrei una serie, diciamo quindicinale, parallela, con le avventure del giovane Kit Carson, ambientate prima del 1958. E una ulteriore serie, pure quindicinale alternata a Kit Carson, con Kit Willer maturo a cavallo del 1900. Vedi, gli anni trenta-quaranta.cinquanta del 1800 sono interessatissimi, ma poco sfruttai. C'è il nostro Kerry, c'è Lance di Tufts, c'è qualcosa nella BD (Buddy Longway), un po' si Storia del West di D'Antonio, ma poi? Ecco che il giovane Kit Carson potrebbe muoversi lì... Un KitCarsonone Un Ktwillerone
  3. Ma no! Ti pare che Rauch avrebbe fatto fare a Tex quelle cose se avesse avuto il minimo dubbio che potesse mettere in pericolo qualcuno? NO! Rauch sapeva benissimo che Tex non avrebbe sbagliato, per cui gli ha lasciato mano libera...
  4. Io comprerei: Tex principale settimanale Maxitex quindicinale Tex color (lungo) mensile Tex cartonato, ma di 100 pagine mensile Tex Willer ma di 110 pagine settimanale Tex Willer speciale mensile Texone mensile Texwillerone mensile
  5. Se è il generale è Mc Lellan, non muore, ma gli viene solo un infarto. Nella realtà, per vera o presunta imperizia, viene sollevato dall'incarico nel novembre del 1862. Nel 1864 concorrerà alle presidenziali. Concordo con te: Kit nella gola della morte può avere tranquillamente 12-13 anni. Per cui siamo nel 1880-81. Sono quindi passati 18-19 anni dalla storia del Magazine. Boselli ha di che sbizzarrirsi a tappare i buchi se lo riterrà necessario. Grazie. Solo una cosa su Kit... E' abbastanza istruito, ogni tanto tira fuori chicche di sapienza. Ma se già a 12 anni cavalcava con gli altri tre, quando si è formato culturalmente? Forse continua a studiare al villaggio tra una (sua) avventura e l'altra... Sono quesiti piuttosto inquietanti e direi anche fondamentali per la saga.
  6. Scusa Diablero, ma non sono uno "studioso" di Tex, sono solo un suo lettore, per cui mi sfuggono alcune cose anche perchè la memoria ormai vacilla. Quindi ti chiedo aiuto. I capelli non crescono così tanto in pochi mesi. In teoria ci vogliono anni. Forse sono passati anni? Il generale citato, non ricordo, è Mc Lellan? In questo caso siamo alla fine del 1862. Ovviamente questa storia è un salto di anni in avanti rispetto a "Fuorilegge" (e la guerra con il Messico che però è un'invenzione di GLB) dove Mefisto ha i capelli neri e dove Mefisto e Lily vengono imprigionati. Siamo sicuramente prima del 1861. La storia con gli Hualpai ci mostra un Kit (classe 1868) già nato e quasi adulto, per cui sono passati almeno 25 anni nei quali Steve può essere invecchiato, aver perso denti e raggrinzito la pelle.
  7. Diablero... Un autore americano che conosciamo bene (indovina chi? Ti aiuto, scriveva, anche, storie di fantasmi, è scomparso durante una rivoluzione messicana e ci hanno fatto un film con Gregory Peck) diceva che un matrimonio è una comunità di due persone con un padrone, una padrona e due schiavi. Sempre suo, ma non ne sono sicuro, è un aforisma secondo cui avere rapporti intimi con il proprio coniuge dopo un anno di matrimonio equivale a un incesto. Non ricordo chi, forse Giacomo Belli, diceva che che per fare un buon matrimonio bisogna aprire bene gli occhi prima e chiuderli definitivamente dopo. Penso di averti risposto...
  8. Sì... ma... Chissenefrega del fucile, di Zachary... E' una gran bella storia. Il resto (me compreso) è onanismo puro!
  9. Diablero, ho letto con interesse il tuo post. Ma mi soffermo solo in un punto: "... gli spettri sono rimasti per anni, a terrorizzare chi li vedeva, anche senza la loro presenza. Non sono Jack e Hogan ad averli "risvegliati", la palude è considerata "maledetta" da vent'anni" Cioè, non è vero che terrorizzavano, erano solo voci messe in giro da Zachary per giustificare gli omicidi che commetteva. Ora invece, essendo arrivati gli ex stragisti, si manifestano (solo agli ex stragisti). E Zachary paga non per responsabilità sui Mc Cullen, ma per e sue nefandezze successive.
  10. Jacopo, perdonami, ma non si può condividere la tua tesi su Zachary. Almeno se ho capito bene quello che sostieni. Puntualizzando ancora una volta che è l'UNICO PUNTO della tua OTTIMA STORIA che mi lascia perplesso. Se è come ho capito dalle tue parole, allora dovremmo dire che Tex è responsabile della morte di Lilyth e degli atri navajos morti con lei e i loro fantasmi dovrebbero nutrire rancore nei suoi confronti. Perchè Brennan e Teller hanno fatto scoppiare l'epidemia di vaiolo per vendicarsi di Tex. Se Tex non li avesse spediti in galera nel passato, Lilyth non sarebbe morta. E taccio su Zagor e sugli amici uccisi da Mortimer per vendicarsi e, soprattutto, su Jenny ...
  11. Visto che non sei stato l'unico a chiederti se fosse finalizzato ad arrivare dove pensate, mi corre l'obbligo di chiudere l'OT e tranquillizzare tutti, precisando che "la" ci sono arrivato. Con un'altra ho dovuto invece guardare (a casa sua) Frankestein Junior che era già meglio. Cyclò, Frankestein Junuir o anche Film Blue di Kieslowski , possono essere splendidi, ma io sono di quelli che guardano 10 volte Ritorno al futuro.
  12. Due ottime (quello è il mio voto) storie. Su Rauch sto con Laramie, nel senso che non si capisce perchè SPOILER Zachary spari al comandante nordista, ma se lo ha fatto perchè era un nemico, allora non ha colpe. Neanche sull'eccidio perchè allora dovremmo dire che le colpe delle fosse Ardeatine sono i partigiani il che è assurdo. Peraltro il bandito superstite dice chiaramente che non hanno ucciso per vendetta, ma perchè assetati di sangue. Insomma, la "colpa" di Zachary è l'unico punto debole. FINE SPOILER Su Mefisto, storia he riempie dei buchi, ma che non è certo una storia tappabuchi. Capiamo anche che Yama ha almeno 12, forse 15 anni (Steve ha abbandonato la famiglia da PIU' di 10 anni e il bambino era già nato, per cui può avere 5-6 anni meno di Tex il che ci stà, quindi ha una quarantina d'anni. Torno un attimo sui "fantasmi". Che siano reali o immaginati non ha importanza. Ho molto apprezzato che Rauch mi abbia riportato alla mente un classicone di GLB come Massacro, in cui Frazer vede i fantasmi degli abitanti di Goldeena. Dico "classicone", ma dovrei dire il "classico dei classici", visto che, come tutti sappiamo, il romanzo, prima della trasposizione a fumetti, è stato scritto 72 anni fa. Per cu aggiungo un complimento a Rauch. Ps. Non ho capito se muoiono o sono solo feriti, SPOILER il passeggero con la derringer e lo stalliere. Hoppsss... Leggendo i messaggi di questa pagina, mi sono ora accorto che condivido UNA tesi (quella su Zachary) anche con Diablero... Anche un orologio fermo, due volte al giorno, segna l'ora esatta...
  13. Ahahahah... Non so se hai mai visto Cyclò, un film vietnamita che ha vinto il festival di Venezia del 1995.. Io all'epoca, per captatio benevolentiae di una tizia intelettualoide, l'ho visto... Brrrrr
  14. Non credo facciano programmazioni stile uliveto. Il bacino ormai è quello, circoscritto, estinti noi, si estinguerà il fumetto. O questo fumetto. Per cui, credo, la casa editrice raccoglie con reti a strascico. Ma non lo fa solo nelle pubblicazioni. Vengono proposte variant cover con le copertine di prova scartate, cofanetti con la stella di ranger, vecchie storie già pubblicate decine di volte in un nuovo formato, la ristampa delle prime strisce in fora originale non censurata, cross-over con personaggi improbabili di altre case editrici, iniziative, secondo me, inutili per un fruitore di fumetti, eppure molti restano impigliati in queste reti. Perchè si cerca di incassare il più possibile. PapeSatan. Gli esempi che tu citi sono frutto di intuizioni geniali. Non mi riferivo a cose così. Non a caso ho citato a titolo di esempio una mostra di manifesti pubblicitari o di scatole di latta. Per esempio, il Tex Willer wanted box... All'interno di una scatola di metallo con dettagli in rilievo, delle dimensioni di 18 x 25 x 9 cm, i fan del ranger bonelliano possono trovare quattro edizioni diverse di "Vivo o morto", il numero uno di Tex Willer: quella regolare, una variant con copertina di Claudio Villa, una variant che riporta in copertina un avviso di taglia per Tex e una variant con in copertina un effetto a sorpresa tutto da... scoprire! Inoltre, la confezione include la ristampa anastatica della prima raccoltina a striscia di Tex e il manifesto dell'avviso di taglia. Ma, sinceramente, di questa chincaglieria, cosa può fregare a un lettore di Tex? Guardarsela ogni tanto e goderne? Questi sono soldi, secondo me, più mal spesi che non per aver acquistato un color che poi non mi è piaciuto. Quattro edizioni diverse di Vivo o morto? Quattro? E che me ne faccio?
  15. Le minoranze di esperti, d'arte (ma non solo d'arte) spesso, sono composte di gente con la puzza sotto il naso. Che magari vuole vedere solo musei con capolavori e schifa la maggioranza di visitatori che frequenta volentieri la mostra dei manifesti della pubblicità anni '50, o quella delle scatole di latta per biscotti e caramelle. E' bene che ci siano anche queste mostre, non solo il Reina Sofia per mostrarci la Guernica. Io leggo fumetti dal 1968, Tex da sempre e, con continuità, dal 1973, ho ovviamente letto tutti i suoi albi salvo qualche color di mini e un paio di cartonati (e ho tutto nella mia libreria assieme a migliaia di altri fumetti). Ma non mi reputerei mai un esperto di Tex, o, peggio ancora, un suo studioso. Sono semplicemente un lettore di Tex che lo legge per divertimento. Se ho capito bene gli esempi di Exit, non fanno che confermare la tesi di noi "allarghisti". Sarà sempre il mercato a decidere. Se le cose non funzionano, l'editore chiude, ma finché ci sono utili va avanti.
  16. Le parole sono pietre. Diatriba ha due significati: o è una conversazione di contenuto filosofico oppure è un discorso di tono aspramente polemico. Siccome tu stesso precisi che non è il secondo caso, è evidente che hai inteso uno scambio pacifico di vedute, come una discussione di tono aspramente polemico. Gilas la pensa come me sulle uscite. Compreso il peso che ha la nostra diatrib.... pardon, discussione. La percentuale REALE di chi gradisce un'uscita piuttosto che un'altra sarebbe facilmente deducibile dal rapporto tra le vendite di Tex serie e chi acquista le uscite extra. Quello che accade tra 4 gatti nel forum non ha peso. E' altrettanto logico però, che, finchè ci saranno percentuali accettabili, giustamente la Bonelli continuerà a proporre le uscite extra.
  17. Oltre il fiume è del 2010, La città nascosta del 2017... Stiamo quindi dicendo che in 13 anni ci sono state poche storie mediocri o brutte... Su oltre 150 numeri. Se è solo così, stiamo implicitamente confermando che non ci sono cali di qualità. Tenuto pure presente che il 2010 soprattutto, ma anche il 2017, è precedente alla cosiddetta "inflazione" di albi in edicola. . Cioè, da qualunque lato io (IO) la guardi, non vedo cali do qualità, ma solo conferme di scarse qualità laddove già c'era. Magari ci fosse su Zagor (dove non c'è altrettanta proliferazione di proposte) la stessa qualità... Tenendo conto che, nello stesso arco di tempo (2010-2022) sono usciti Deadwood, I demoni del nord, I giustizieri di Vegas, Sei divise nella polvere, I trapper dello Yellowstone, Espectro, Tombstone Epitaph, El supremo, La stirpe del'abisso, Luna insanguinata, Winnipeg, Mano cattiva, Il segno di Yama, Jethro, Lupe, Wolfman, Proteus, Il Maestro, L'oro dei pawnee, La figlia di Satania, Belle Star (che a me è piaciuto), Netdahe, Guatemala (che a me è piaciuto), Il pistolero Vudu (che mi è piaciuto al netto di alcune ingenuità), Il mostro del lago salato (che a me è piaciuto), La navi perdute, la saga di Mefisto e Yama, Vancouver (che devo ancora leggere, quindi lo metto in fiducia)...
  18. Dici bene! Albi "mediocri" in, ti cito, maxi, color, bis e chi più ne ha, più ne metta. La serie principale non ne ha risentito e neppure le altre iniziative di pregio ormai storicizzate. Quindi, di cosa dobbiamo avere paura? Le cose non si mescolano come l'acqua e il vino. L'acqua resta acqua e il vino resta vino e, per non stare male, basta non berlo.
  19. Ma Tex Willer extra è (purtroppo) solo una ristampa. Per cui non rientra in questo sondaggio. Se invece intendi un extra annuale nuovo di zecca, io sarei favorevolissimo.
  20. Ho votato l'aumento di tutto. manca quello delle pagine di Tex Willer, ma lo aggiungo a titolo personale.
  21. In una delle prime storie c'è sicuramente un telefono, mentre l'automobile è nella storia di Pat. Ma il telefono c'è anche nella storia di Rick Masters che presto incontrerà Tex, per cui...
  22. Vuole forse dire che la prima rapina di Pearl è datata 1899, quindi che Tex ha 61 anni... E Carson 75. Questo è quello che un pignolo delle date come me, potrebbe rilevare! Ma la prima rapina di Pearl non è un fatto storico universalmente conosciuto come per esempio la Guerra Civile, per cui... quando Tex incontra la Storia.. Tanto peggio per la Storia...
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.