Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

Burningbullet

Allevatore
  • Posts

    369
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    14

Everything posted by Burningbullet

  1. Un'altra vignetta del giovane Tex, questa volta al bancone di un saloon. La clientela del locale pare non avere intenzioni molto amichevoli nei confronti del nostro futuro ranger.
  2. Scusate se continuo l'OT ma vedo con piacere che qui nel TWF c'è una bella frangia di chitarristi... io amo questo tipo di chitarre...
  3. È uscito un piccolo articolo sul periodico Coop Cultura ( www.coop.ch/pb/site/sponsoring/node/67851086/Lit/index.html ) con una breve intervista rivolta a Maurizio Dotti, pubblicata in occasione dell'imminente fiera del fumetto di Lugano che avrà come protagonista il nostro ranger dal 9 all' 11 ottobre 2015 presso il palazzo dei congressi. Aneddoto interessante quello sulla velocità di produzione delle tavole: Dotti impiegherebbe meno di 5 mesi per realizzare un albo (110 pagine). Considerando anche l'alta qualità delle sue tavole mi sembra sia un dato degno di nota.
  4. Grazie Sam per questo bel disegno. Un viso di Tex convincente. Quello che mi convince meno, se posso esprimere una mia impressione, sono il collo leggermente fine e la mano un pò piccola ed esile che non mi danno l'idea del corpo prestante di Tex. Ad ogni modo credo che la disegnatrice abbia delle buone pontenzialità.
  5. Vi ringrazio tutti molto! Come già anticipato da NK sì, si tratta di un mio schizzo, altrimenti non l'avrei potuto postare. Grazie Nk per la puntale accuratezza con cui descrivi i disegni che condivido con voi. Fa davvero molto piacere. Dato che mi trovo vi anticipo che non appena avrò un pò più di tempo libero finirò di disegnare una brevissima storia di una tavola, che spero possa essere altrettanto simpatica. Qui sotto una piccola anteprima delle matite appena iniziate, l'avevo già messa in "tutto su di noi", ma se a qualcuno interessa e non l'avesse ancora vista, eccola. alla prossima!
  6. Ti ringrazio Wasted sicuramente anche a nome di Sam
  7. Ecco un veloce schizzetto fatto qualche mese fa, nato da un'idea di Sam Stone per proporre una cover alternativa del primo storico numero della serie. Subito dopo però, ci siamo resi conto che già un altro pard del forum, sempre in questo thread, aveva sviluppato un'idea simile in precedenza, così l'idea si è fermata a questa immagine... Spero vi possa far sorridere... ugualmente
  8. Vignetta postata direttamente dall'artista su fb
  9. Dato lo sviluppo della discussione scrivo le mie personali sensazioni a riguardo di questo disegnatore, con la speranza di non dare adito ad ulteriori diatribe, ma semplicemente per un amichevole scambio di pareri tra appassionati del nostro ranger. Font per me è un paesaggista abbastanza piacevole, ma non amo il suo stile in fatto di personaggi. Non riesco ad apprezzare le proporzioni e i movimenti che da ai corpi e trovo il suo campionario delle sue espressioni facciali limitato. Mi piace molto quando un disegnatore infonde personalità nel tratteggiare un personaggio popolare, ma nel suo caso mi sembra un pò troppo personalizzato. Mettendo su un piano le varie silhouette (qui sotto) di diversi disegnatori odierni personalmente noto un distacco tra il Tex di Font e quello di tutti gli altri. Mi pare di intuire dal tratto che ogni disegnatore pur mettendo la sua personalità, comunque ci tenga a richiamare degli elementi classici del personaggio, invece nel Tex di Font fatico di più a ritrovarne soprattutto nelle caratteristiche fisiche. Ps. nella carrellata avrei voluto includere anche Garcia Seijas e Civitelli e Andreucci ma non ho no trovato silhouette adatte per il collage.
  10. Condivido il pensiero di Paco sulla tematica della colorazione che per il mio personale punto di vista in una collana di questo tipo rappresenta l'essenza della stessa ossia il punto su cui porre l'accento. Comunque dopo il suo discorso, mi è venuta voglia di "ricolorare" un'altra vignetta presa dall'anteprima che ci ha postato NK. Purtroppo di più non sono riuscito a fare, il tempo è un po' tiranno, spero vi possa piacere. (Se è OT mi scuso)
  11. Boselli Le storia più attesa è quella di Villa non solo per i disegni della maestro ma anche per il tema classico della trama che è uno dei filoni tra i miei favoriti e sarebbe davvero un bel regalo se uscisse almeno per il settantennale. Il "magnifico fuorilegge" segue quasi a parimerito di "Eagle pass" sia per il disegnatore che per la curiosità che mi suscita di vedere Tex di nuovo in azione col vecchio "costume". Sono comunque molto interessato alla storia di Piccinelli e a quella di Majo due disegnatori molto bravi. Ruju Questa scelta è più facile voto per la storia di Filippucci il disegnatore che preferisco tra quelli in "gara" nelle sceneggiature di Pasquale, trovo comunque anche il soggetto interessante. Faraci Voto per la storia di Dotti anche in questo caso perchè è il mio preferito tra quelli nella lista Faraci. Le trame mi sembrano tutte di stampo classico.
  12. I padiglioni di Piccinelli sono spesso così, in effetti un pochino grossi, sono d'accordo con te NK, la posizione dell'orecchio invece mi pare corretta. Fra i due disegni che hai messo a confronto il viso che mi colpisce di più è però quello ritratto da Piccinelli.
  13. Postato su facebook da Andreucci il bozzetto dettagliato per la tavola n. 136 (disegnato con tavoletta grafica).
  14. Sono d'accordo con Pecos anche secondo me il 2016 potrebbe essere l'anno del raddoppio: Breccia / Andreucci anche perché mi è sembrato di capire che siano i due Texoni con lo stato di lavorazione più avanzato.. a questo punto si spera vivamente nel Texone di Villa per il settantennale..
  15. Nk bellissimo il tuo intervento "dal barbiere" se avessi più tempo ci farei un fumetto . Oltre ad essere interessante è stato molto simpatico, e si è capito benissimo che le tue intenzioni non erano atte a sminuire i lettori forumisti, ma semplicemente per dare un'altra curiosa prospettiva del popolo texiano. La cosa fantastica è trovare ben sette texiani in un unico luogo senza mettersi d'accordo.. dalle mie parti non so come sarebbe possibile..
  16. Come sarebbe potuto essere il ColorTex estivo con qualche piccola modifica nella colorazione.
  17. Mi associo! anche a me piace la versione rossa. Mi farebbe piacere se ogni tanto potesse ritornare.
  18. Illustrazione di Laura Zuccheri tratta direttamente dal suo profilo Fb. Come recita il post è stata realizzata in occasione della mostra a Città del Castello il prossimo settembre.
  19. Grazie Ym per aver posta questo bel disegno! Da tutti i lavori a colori del maestro aretino che ho avuto l'occasione di vedere fino ad oggi mi è sembrato che Civitelli si trovi comunque sempre molto più a suo agio sul bianco/nero (con mezzetinte annesse) piuttosto che sul colore. Domanda: ma se il capotribù in primo piano si togliesse il copricapo indiano non scopriremmo che in realtà e Tex (colore della pelle a parte)?
  20. Pubblicata sulla pagina facebook ufficiale di Tex: https://www.facebook.com/TexSergioBonelliEditore?fref=nf Illustrazione di Alessandro Bocci. Bellissima, inquadratura! Impressionante la sua tecnica nelle mezzetinte! il volto di Tex un pochino diverso rispetto alle altre sue rappresentazioni visti finora, ma comunque una bellissima illustrazione! Sono molto curioso di leggere la sua futura storia sul color brevi, ma ancor di più per l'altra breve (in bianco/nero) di cui si è parlato nelle anteprime che andrà sul TEXmag.
  21. Epica illustrazione di Giacomo Danubio realizzato in occasione dell'edizione 2015 di Torino Comics. Davvero molto bella!
  22. Ad un certo punto della discussione Borden diceva che andavano aggiunti i colori: "It remains anyway to discuss the question of payment and we'll talk about that by phone after the holidays. IF you work on this project, you'll have to do pencils, inks AND colours for a much lesser sum than that you receive from Marvel. Think it over. Maybe you are not going to agree , in the end!" quindi suppongo si riferisse al modello di cartonati.. Ha fatto riferimento alle 110 pagine dell'uscita mensile per spiegare probabilmente la differenza tra pubblicazioni bonelli e pubblicazioni Marvel (32 pagine a colori) che non potevano essere comparate.
  23. Se non si era capito prima (anche se a me sembrava abbastanza chiaro) nel mio precedente intervento ho appoggiato la causa di Borden, e ho menzionato quel punto solo perché secondo me era un qualcosa che poteva essere smussato nella discussione per raggiungere forse un risultato migliore, e comunque ribadisco che chi ha sbagliato in pieno è stato proprio Deodato per gli insulti e per le questioni che hai appena sollevato tu Ymalpas. Senza dubbio un tono perentorio, tosto, brusco in nessuna maniera giustificano una risposta fatta di insulti e parolacce. Perentorio = autoritario = "tosto" se poi vogliamo farne una questioni di termini specifici per dare voce a nuove polemiche, visti i trascorsi, io mi fermo qui. saludos e buona vita!
  24. È vero Borden è stato tosto, brusco e forse poco colloquiale, ma adesso il disegnatore sta passando il segno tutti questi insulti sotto forma di troll/flame sui vari blog e fb a mio avviso non sono giustificabili e non credo che rappresentino neanche una buona vetrina per lui.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.