Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

PapeSatan

Ranchero
  • Posts

    1,056
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    12

PapeSatan last won the day on November 9 2023

PapeSatan had the most liked content!

Profile Information

  • Gender
    Maschile
  • Real Name
    Angelo

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    248
  • Favorite Pard
    Tex
  • Favorite character
    Mitla

Recent Profile Visitors

2,937 profile views

PapeSatan's Achievements

Mentor

Mentor (12/14)

  • Posting Machine Rare
  • One Year In
  • Very Popular Rare
  • One Month Later
  • Conversation Starter

Recent Badges

292

Reputation

  1. Mi sento in sintonia con @Mister P (non solo nella circostanza specifica) e siccome non ho gli "occhi foderati di prosciutto" (autocit.) nè le dita salde e sotto controllo sull'orlo del baratro come Tex, do immediatamente il mio contributo al rasserenamento. Siccome taluni non accettano che si evidenzino magagne (le "dita di Tex", la "scena del ristorante") là dove quegli stessi sentano sacro e intoccabile il loro giudizio di gusto (CHE NON E' MINIMAMENTE MESSO IN DISCUSSIONE) e, anzi, ritengano che si vuol strumentalizzare una singola sequenza per distruggere una storia (a che pro?) che per il loro sacro e indiscutibile giudizio di gusto è da 10, e che pretendono che si usi un tono consono a loro ma loro non si degnano di rileggere i propri testi che potrebbero essere altrettanto disturbanti per altri, faccio come Boselli: abbandono il forum, perchè di scrivere e leggere solo di giudizi di gusto e non anche di "pensiero critico", per giunta con il tono altrui e non mio, non mi appassiona affatto, perchè si arriverebbe a una noiosa sequenza di "mi piace" - "non mi piace" in stile facebook (che difatti non uso). La famosa distesa di "uomini" senza più "scagnozzi". Leggerò gli interventi di Boselli, se un giorno decidesse di tornare, ma per il resto vi auguro buon proseguimento e grazie per il tempo speso insieme.
  2. Trovo sempre insopportabilmente demagogico che si faccia di tutta un'erba un fascio. La defezione ha un'origine ben precisa e circoscritta.
  3. Mi scuso e sostituisco "scagnozzi" con "uomini": "... ben vengano le zoomate di <omissis> sulle vignette per chi ha gli occhi foderati di prosciutto coloro a cui dovesse essere involontariamente sfuggito un particolare pur evidente". Fuori di ironia, permettimi di concludere placidamente (e senza protervia) con: "Qui si offendono tutti. Davvero non capisco.... In questo modo il forum chiuderà." Non è una risposta mia, ma la citazione testuale del più autorevole e stimato membro di questo forum, tratta da questo stesso thread poche pagine prima. Per fare una battuta, il forum chiuderà quando non sarà rimasto più alcuno scagnozzo e ci saremo tutti trasformati in uomini. Compreso Angelo Duro.
  4. La soglia di sensibilità e tolleranza non è uguale per tutti, c'è chi ce l'ha bassa e chi alta. Faccio un esempio: Angelo Duro per alcuni è fortemente comunicativo, per altri un volgare maleducato. Ma senza estremizzare, a teatro ho visto gente ridere alle espressioni colorite di Giacomo (del trio Aldo, Giovanni e Giacomo) e madamine storcere la bocca...
  5. Mi associo a @Letizia. Si continua a far confusione tra analisi filologica di una sceneggiatura (pensiero critico) ed espressione di gradimento della stessa sceneggiatura (pensiero emotivo). Giudicare sbagliata una scena o una sceneggiatura, oppure "pollo" Tex in una certa situazione, motivando e circostanziando secondo il proprio metodo di analisi critica, non implica che chi quella scena o sceneggiatura l'ha apprezzata sia anch'egli un "pollo". Però la psicologia ci insegna che chi magari ha dato voto 10 a quella scena o sceneggiatura possa temere di essere giudicato un superficiale, un facilone, un incompetente, un incapace di giudicare. E quindi il contraddittorio "tecnico" tra il "6" e il "9" dell'esempio di @Condor senza meta si trasferisce sul piano emotivo personale e si conclude nel solito modo: con l'insofferenza del "6" verso il "9".
  6. Perchè "IN OGNI DISCUSSIONE"? A me pare di riscontrarlo solo in quelle dove ci sono i presupposti. Per esempio, se prendo a campione le discussioni sulle storie dal nr. 1 al 100 in nessuna trovo scritto che Tex è un imbecille o lo sceneggiatore un inetto.
  7. Hai frainteso. Qui "amico" è usato in modo sbagliato perchè, come ho detto, si usa tipicamente per entrare in empatia con uno sconosciuto. Tu mi hai contraddetto e io ti ho chiarito che tu lo hai riferito a tutt'altra accezione nei due esempi che hai citato, cioè per deridere l'avversario (anche se continuo a preferire il buon vecchio e crudo "scarto di verme" oppure "testa di vitello"). Ma qui non siamo nè nell'uno nè nell'altro caso: unitamente al tono e alle parole da educanda che ho ricordato sopra, la parola "amico" rafforza la percezione che Tex voglia fare di tutto per tenere calme le acque. Non è solo "UNA parola, UNA frase, UNA vignetta", è tutto il costrutto che è sbagliato: Tex vuole tenere calme le acque, ha interesse a tenere basso il profilo e cosa fa? Va a mangiare con un negro là dove dovrebbe sapere che questo solo fatto scatenerà un putiferio. Tex è un imbecille oppure è inetto chi lo ha tratteggiato così? Le due cose evidentemente coincidono.
  8. Ma lì è per deriderli, non per entrare in empatia. E comunque, molto meglio i classici di GLB, come "Getta la pistola, scarto di verme!"
  9. Ovvio, ma sbagliato in questo contesto, perchè "amico" è sempre usato da Tex con un estraneo con cui vuole entrare in empatia. Qua no. Infatti si è visto il risultato che Tex ha ottenuto... Ancora una volta devo ripetere: ovvio, ma sbagliato. Per gli stessi motivi di cui sopra.
  10. Il dialogo di Tex al ristorante è per me totalmente sbagliato. Anzichè stroncare sul nascere i bollori dell'oste, cosa fa Tex come una educanda? "No, un momento, amico..." ("amico" dopo che quello ha dato dell'animale a Tom???) "Stavo giusto spiegandovi che lui è con me..." (e chi sei, il presidente dello stato???) Infine, dopo essersi fatto ripetutamente zittire dall'oste e aver tergiversato fino al punto di dare il tempo all'oste di scalciare Tom, cosa dice Tex? Che è infastidito perchè gli stanno disturbando il pranzo, mica che è indignato per come stanno trattando il suo amico (che invece così appare come un suo accessorio)!!! E, infine, come se non bastasse, nonostante la precedente rassicurazione di Tex ("Chi vuoi che abbia lo stomaco di farci smettere (ndr: di mangiare)?" il povero Tom si prende pure un cazzottone. Sono d'accordo con @Mister P: per evitare questo scempio bisognava che la scena del ristorante non ci fosse, per evitare a Tex di palesarsi e agitare le acque (e risparmiare a noi lettori una sequenza totalmente sbagliata).
  11. Resto della mia opinione. Il forum offre tutti gli strumenti per ignorare o bannare (temporaneamente o permanentemente) gli utenti che eccedono o perseverano in certi atteggiamenti, ma a mia memoria negli ultimi anni ciò è avvenuto solo due volte: permanentemente per Geralt di Rivia (poi rinato come James Bond ma infine pure lui stroncato come il famoso agente nell'ultimo film ) e per due settimane Diablero per aver esagerato con qualche appellativo a qualcuno che non ricordo. Il primo era un inutile troll, il secondo è tuttora uno dei più autorevoli ed apprezzati membri della comunità. Perciò questo clima "tossico" io non lo vedo: pepe sì, in certi thread, ma arsenico no. Il bilancio del forum e il bilancio delle storie sono su due piani differenti e nel secondo la fuoriuscita (spero temporanea) di Boselli dal forum non ha incidenza.
  12. Così come esistono i Razzie Awards in antitesi agli Academy Awards, sarebbe interessante lanciare un sondaggio tra le 10 peggiori scene viste su Tex, con tanto di vignetta, e votare la peggiore. Non sono ferrato con la grafica e le immagini, ma lancio l'idea se qualche volenteroso volesse farsi avanti. Le mie nominations: Il bastone con il silenziatore di Ukasi Tex in mutande disarmato sorpreso dai sabotatori "Fuori le ballerine!" Tex che si slaccia e lascia cadere il cinturone Tex che invita i pards a bere, tanto Mefisto prima o poi si rifarà vivo lui Tiger di guardia in tenda nel cuore della notte: "Tex, sei tu?" THUD! (botta in testa) Avrei serie difficoltà a votarne solo una.
  13. Esattamente: non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace. Però non tutto quello che piace a uno è bello per un altro.
  14. Nessun odio, nessun accanimento contro Nizzi, almeno da parte mia: faccio notare che alla prima storia della Tigre, pur legittimamente stroncata da alcuni, io ho dato 7,5, alle due scopiazzature successive 4 e 3 rispettivamente. Quindi, quando ci vuole ci vuole... e non per partito preso. Nizzi sarà pure quel che è, ma ricordo che fino al tardo Quattrocento Guido Guinizelli era considerato accademicamente superiore a Dante Alighieri, poi è arrivato qualcuno che ha spiegato che la lonza non è quella che si cucina arrosto e oggi Guinizelli non se lo fila più nessuno.
  15. Se uno mi dice che la scena con Tex che regge con tre dita nel vuoto se stesso e Carson gli piace non ho obiezioni da fargli (e mi pare che nessun altro gliene faccia): d'altronde c'è a chi piace vedere la propria moglie trombata da sconosciuti. Ma se uno mi dice che la scena è ben congegnata, è bella, funziona, lo sceneggiatore è bravo, ha mestiere da vendere, allora ben vengano le zoomate di @Diablero sulle vignette per chi ha gli occhi foderati di prosciutto.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.