Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum

Calvera

Cowboy
  • Contatore Interventi Texiani

    138
  • Iscritto

  • Ultima attività

Reputazione nella comunità

0 Neutra

Info su Calvera

  • Rango
    Quasi scrittore

Visitatori recenti sul profilo

L'opzione per mostrare i visitatori recenti del profilo attualmente è disabilitata.

  1. Calvera

    [Texone N.33] I Rangers Di Finnegan

    Beh grazie a Tex da bambino mi ero appassionato alla storia del West e quindi la realtà storica di ambienti e personaggi mi interessa molto. Quindi se Boselli avesse scritto Chiricahua gli avrei fatto notare che in quella zona del Texas c’erano i Lipan Apache !!! Stesso discorso sulle cittadine … il buon GLB tramite mappe antiche indicava luoghi e cittadine realmente esistiti (che probabilmente non trovi su mappe recenti) … per la cronaca su una mappa del 1895 sono riuscito a trovare i famigerati monti TE-EN-TA !!!
  2. Calvera

    Le storie del Tex giovane

    Beh se come guerra di secessione viene considerata “Tra due bandiere” e tralasciata quella narrata in precedenza, è difficile dire se è avvenuta prima o dopo la morte del padre…cioè: 1) se il padre non era morto allora Tex nel bel mezzo del conflitto non si preoccupa del padre, del fratello e del ranch; 2) se il padre era morto allora Tex era già un bandito ma nessuno lo riconosce … Fa niente! Altro fatto sospetto sul passato: la storia in cui Tex dice alla vedova Delaney che lui e Carson avevano servito sotto Custer può essere un trucco inventato sul momento visto che Tex si era presentato sotto falso nome …
  3. Calvera

    Quanto Sono Veloci I Disegnatori Di Tex ?

    Ormai è impensabile avere velocisti come Ortiz, Galep, Ticci e Fusco. Letteri (intervista baci e spari) diceva che per non rimanere indietro col lavoro faceva una pagina al giorno, le matite al mattino e le chine al pomeriggio. Ottimo esempio di lavoro duro. Quindi escludendo le vacanze direi almeno 20 pagine mensili. Tre giornate effettivamente potrebbero essere eccessive (poi vabbé ognuno fa i propri conti se riesce a campare ma probabilmente i nuovi disegnatori fanno anche altro). Due giornate per fare una tavola dovrebbero essere giuste…leggere la sceneggiatura (chiaramente più di quella singola pagina), fare degli schizzi preparatori di personaggi-animali-ambienti, fare le matite, ripasso a china, eventuali correzioni, … quindi 12 tavole probabilmente è il giusto per i nuovi…
  4. Calvera

    [Maxi Tex N.21] Nueces Valley

    Anche a me è piaciuto, pur non essendo un boselliano... Certo vedere Tex bambino è molto insolito ... l'unica cosa che non mi è piaciuta è sapere Tex è vivo grazie a Jim Bridger...cioè avrei preferito che a salvare Mae fosse Ken !!!
  5. Calvera

    [684/685] Wolfman

    Un fatto curioso è che Tex e Carson non dicono perché si trovano da quelle parti.
  6. Calvera

    Guglielmo Letteri

    Ho comperato come regalo di natale il libro di Antonio Carboni “Storie di fumetto e di amicizia” (I grandi Maestri a Lugano nei racconti dell’autore). Non ho resistito e aprendo a caso una pagina mi sono imbattuto in questa intervista a Letteri. Intervistatore: “Senta Letteri, parliamo un po’ di lei. Mi tolga innanzitutto una piccola curiosità. Come si pronuncia esattamente il suo cognome? Con l’accento sulla prima “e” o sulla seconda?” Letteri: “Sulla seconda. Ma le confesso che, se potessi scegliere, mi piacerebbe di più l’accento sulla prima “e”. Ma la dizione corretta è l’accento sulla seconda “e”.” Io l’ho sempre pronunciato nel modo “sbagliato”. Comunque piccola curiosità di Letteri che parla del suo cognome. Ciao.
  7. Calvera

    Rio Quemado

    Io sto proprio nei dintorni di Lugano, quindi una capatina alla fiera era d'obbligo, soprattutto per l'albo fuori serie, che ho letto. Mi è piaciuto! Boselli riesce a condensare in 32 pagine un racconto non banale mentre Dotti ha disegnato proprio un bel western. Ho incontrato Villa, Civitelli e Ticci. Ciao!!!
  8. Calvera

    [Romanzi A Fumetti 01] L'eroe E La Leggenda

    Ciao ragazzi, nelle 15 pagine precedenti si è già accennato all’errore, forse dovuto alla memoria sbiadita di Carson, che non è stato il generale Sherman ma Sheridan a rendere popolare la (seppur antica) frase “L’unico indiano buono è un indiano morto?”. Interessante anche il fatto che i vari errori di cronologia texiana alla fine possano essere riconducibili alla scarsa memoria di un vecchio Carson, e di conseguenza leggere la storia senza troppe idiosincrasie (termine stra abusato quando si parla di Tex, eheh). Almeno per me e per alcuni di voi! Ottima la dedica finale a Bonelli.
  9. Calvera

    [643/644] L'indomabile

    Mah, sinceramente mi sembra un'occasione mancata.1) Se Nantan si fosse schierato con i ribelli indiani (come si poteva predire a fine primo albo) la storia si sarebbe fatta molto più interessante. Invece risulta una storia basata sulla sola vendetta dell'Apache.2) Si poteva giocare di più sui vari intrighi. Invece già nel primo albo abbiamo la cattura del ?mandante? Marton. 3) Vista la presenza costante di Webster, credo bastassero i soli Tex e Carson in questa storia. Giusto per non appesantire. Ortiz mi è sempre piaciuto, e qui sono riuscito comunque ad apprezzarlo. Ha fatto tanto per Tex. Un gran lavoratore. Una cosa non l'ho capita: vorreste il ritorno a breve di chi??? Ma chi tra questi merita sinceramente? Forse sono/siamo un un po' saturi di Boselli, quindi vediamo un po' se le prossime pubblicazioni di altri autori ci daranno qualche soddisfazione o meno. Su Faraci ormai non nutro più speranze visto che scrive Tex da più di 7 anni, però sono curioso delle prossime avventure di Pasquale Ruju, che finora sulla regolare mi è piaciuto. Vediamo!Ah, do la sufficienza (testi + disegni)
  10. Calvera

    Collezione Storica A Colori Di Tex

    Ho preso i primi 4 numeri di Tex Gold. Vado in edicola per prendere il 5 ma avevano solo copie "prenotate". Bene, mi dico, è un buon momento per smettere di acquistarli. Vi dir? che non sono stato per nulla soddisfatto. Capisco la loro logica editoriale, ma spezzare le storie che sono le uniche in Tex che sono in origine pubblicate per intero (Maxi e Almanacchi) mi pare una cosa fuori di testa. A parte lo scempio di Oklahoma, la storia "Il cacciatore di fossili" inizia nel numero 3, copre tutto il 4, e finisce nel 5. Dai!!!Fortunatamente ho tutti i Maxi e gli Almanacchi originali quindi mi va bene così. La mia idea era prendere almeno le storie di Segura a colori fino a "Il treno blindato" (capolavoro). Aveva un senso per me prendere tutti gli albi di repubblica contenenti la "regolare" (giusto per avere le storie in buono stato visto che a molti miei albi cadono fuori le pagine eheh) e meno senso prendere le ristampe dei Texoni a colori anche se alla fine li ho presi (pur avendo recuperato quelli mancanti con Tex Stella d'Oro). Per il nostro fumetto preferito si spendono un bel po' di soldi anche volentieri, ma credo che Tex Gold (e forse anche la continuazione della "regolare" su Repubblica se ci sarà) sia una buona occasione per mettere un freno al portafoglio!!!
  11. Calvera

    Osare O No? E, Se S?, Fino A Che Punto?

    Nizzi, soltanto, ci riusci', egregiamente, nel primo periodo post GLB. Poi, tra alti e bassi ( soprattutto bassi ) calo' il buio ( o quasi ) su Tex ( personaggio ) e non solo, qualunque fossero gli autori. :_sigh :malediz... Altro che "rinnovamento". Se qualche rinnovamento c'è stato o c'è lo giudico soltanto negativamente. Prendiamo, ad es., l'uso inflazionatissimo che fa Boselli della non piu' netta distinzione fra Bene e Male: è vero che nella realtà non è così ma il grande GLB ci faceva "sognare" facendocelo credere e Tex non dava, ad es., del "tu" a qualsiasi "villain" dopo due minuti.... Caro Capelli, dicasi bosellata. Se noti, nei primi episodi di Tex i personaggi lo chiamavano per nome proprio ma gli davano del "voi", come segno di rispetto. Dare banalmente del "tu" è una cosa che stona parecchio, essendo abituati a un certo tipo di dialogo.
  12. Calvera

    Ragazzo Che Sfida A Duello Tex

    Mi ricorda vagamente il duo Boselli/Font è forse la storia con Durango?
  13. Calvera

    [304/307] I Cospiratori

    Figurati, Ram?n, non c'è proprio alcun problema. Ad ogni modo, I cospiratori è al 100% di Nizzi. Cosa successe quando GLB cominciò a scrivere meno e venne affiancato da altri autori (specialmente Guido Nolitta, pseudonimo sotto cui si celava Sergio Bonelli, e Claudio Nizzi)? Che lo stesso Sergio, in veste di editore, temendo che i lettori avrebbero reagito all'abbandono del creatore di Tex disertando le edicole, nascose la vera paternit? delle storie spacciandole per opera di GLB. Dopo un certo periodo (potrei controllare con precisione se fossi a casa) fu infine permesso a Nizzi - che aveva fino a quel momento agito come ghost writer, non senza malumore, come dichiarer? in seguito - di firmare le storie col proprio nome. In seguito, fu rivelata la reale paternit? anche delle storie di Nolitta e Nizzi in precedenza ritenute (dal lettore ignaro) di GLB. La prima firmata da Nizzi ufficialmente è il Texone del 1988 dove Sergio dice che da qualche anno Nizzi aveva iniziato a collaborare a Tex. Cavolo dal 1981 con Il ritorno del Carnicero (poi uscita nel 1983)! Ha avuto pazienza il buon Claudio!
  14. Calvera

    [Maxi 2013] Alaska!

    Concordo con Jack65 ... Meglio i disegni (seppur siano fatti da dilettanti, i suoi studenti) che la storia. Un mattone con un Tex molto defilato. I comprimari migliori di lui e tutti a voler morire al fianco di aquila della notte. Molto buonismo. Il peggior maxi.
  15. Calvera

    Personaggi Dormienti

    Voto Marshall. Non direi che è scomparso totalmente, nella storia La città senza legge si dice che Marshall è diventato governatore. Propongo che venga rapito e i pards devono liberarlo, magari affrontando un noto nemico.
×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.