Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

Diablorojo82

Allevatore
  • Posts

    658
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    5

Everything posted by Diablorojo82

  1. Riletta dopo due anni...Storia che trasuda umanità. I personaggi bucano la pagina. Partendo da Tex (molto umano) passando per Larrimer con il solito tocco di Bonelli junior quando sceneggia. I disegni efficaci e precisi.
  2. Allora...In primis ribadisco che a livello di contenuti il caro vecchio almanacco del West mi piaceva di più rispetto al magazine attuale. Quello attuale è probabilmente più dinamico ed economico da stampare, il vecchio almanacco più prolisso e costoso. Parlando delle due storie invece... Quella di Rauch e Mastantuono mi è piaciuta molto. Atmosfera, mistero, qualche colpo di scena, sparatorie, personaggi ben tratteggiato, un ritmo incalzante, un po' di "guerra civile". Complimenti a Rauch per avere in poche pagine architettato una storia così gustosa (mi aveva convinto meno la sua ultima fatica su Tex Willer). Un applauso a Mastantuono che mi garba molto in storie del genere. Quella del Bos è un antipasto con qualche spiegazione sulla "carriera " di Steve/Mefisto. Naturalmente sembra il preludio di quello che leggeremo su Tex Willer. I Cestaro mi piacciono come disegnatori e il Boss li sfrutta a dovere come ha già fatto nella tripla su Mefisto in quel di San Francisco. Con disegnatori così noi texiani siamo ben calzati per anni.😄
  3. Eh...Io inizierei a farmele anche su quelli.😜 Comunque ora seguendo un tuo consiglio sto leggendo Una ballata del mare salato e poi rileggerò (o leggerò) alcune storie di GLB...La tua utilità è innegabile.😁😁
  4. Io però vedo circa 80/90 % di utenti del forum soddisfatti. Attualmente la tua mi sembra una posizione e una disamina interessante ma fai parte di una minoranza su questa storia. Poi qualcuno ha gradito la storia nonostante le sbavature (attraverso il tuo modo di leggere, che per logica non è universale, ci sono voragini), e molti la ritengono ottima. Però se molti non si lamentano, se Borden non ha trovato le tue voragini, due o tre domande me le farei.😅 Concordo. Il suo modo è interessante (per me sarebbe impossibile) e ti permette delle riflessioni. E sicuramente con questo metro ne stronchi di storie del passato (e non solo di Nizzi).
  5. Quindi il Bos come curatore avalla il Tex alieno? O non se ne accorge?
  6. Chissà il Bos cosa ne pensa...Secondo me ci sono molti lettori a cui è piaciuta (basta leggere i commenti), ad altri è sembrata valida (al netto di alcune sbavature). Poi a parte la questione gusti dipende anche da che lettore sei e che background hai. Vivisezione della storia e continui paragoni con GLB non sono da tutti e non tutti possono (o vogliono).
  7. Per me è che ci sono troppi duelli in tre albi. Passi per l'ultimo di Carson, gli altri potevano essere evitati. Però questo elemento per me non affossa la storia sicuramente valida.
  8. Concordo su questa storia dei duelli...Poi secondo me non affossa la storia che per me, e sembra per molti lettori, è stata comunque valida.
  9. Concordo sulla questione delle "carte"...Però probabilmente dimostravano acquisizioni di proprietà a poco prezzo post ricostruzione a causa dell'incendio. Diciamo che poteva spiegarlo meglio però qualcuno lo avrebbe accusato di spiegazionismo.😅
  10. Allora...Di cose buone in questi tre albi ce ne sono. Ruju lavora bene con i personaggi partendo da Angela, il poliziotto Stewart, il cattivo Kircher, gli Squamish, il vecchio minatore, il sarto francese. Cioè te li tratteggia bene e li inserisce nella storia in modo efficace. Poi c'è l'incendio e il rapporto Squamish/abitanti di Vancouver. Poteva "caricare" meglio l'evento storico. Detto questo a me ha dato fastidio la parte finale. SPOILER SPOILER SPOILER La messa in scena per far confessare Warberg il trippone con Stewart travestito da Kircher. Trama telefonata che speravo Ruju non scrivesse. Ho sempre l'idea che lui abbia gli ingredienti per fare meglio (come in Guatemala) poi si incarta. Globalmente una storia godibile e secondo me superiore a Guatemala ma che cade in alcune sbavature. Un ottimo Carson, Tiger e soprattutto Kit protagonisti, Tex che come al solito deve chiudere la faccenda (certe volte mi irrita che lui debba sempre essere il goleador). Capitolo disegni...Mastantuono non lo gradisco molto però non è stato male. In Luna insanguinata l'ho visto meglio però il suo tratto sporco e spigoloso per Kircher e per la location sono stati efficaci. Concordo su alcuni punti( irritante il teatrino finale, abuso delle sfide duello one to one, incendio forse poco sfruttato). Però sei molto severo perché questa storia ha qualcosa di buono(caratterizzazione dei personaggi ad esempio). Certe volte (quasi sempre) fai a pezzi gli autori con il paragone con GLB. Quasi sempre fai a pezzi gli autori perché scrivono cose senza senso, tratteggiando un Tex pessimo. È interessante leggere le tue dettagliate recensioni e le tue impressioni (e anche i tuoi clichè).😅 Pensato anche io la questione delle navi...Scena di impatto emotivo (pro Indiani, pro fratellanza) però su Ruju concordo.
  11. Allora riletto dopo più di due anni...Bel Texone. Avventuroso, i pards calati in una situazione atipica, un killer mentalmente instabile, la natura sia atmosferica che animale (l'orso ad esempio) protagonista in molte scene. Qualche battuta a condire la buonissima pietanza di Manfredi e le splendide vignette di Gomez.
  12. Allora...Riletta oggi con il balenottero de Le Grandi Storie. Confermo la bontà della sceneggiatura del Boss, la tensione, il dinamismo, le scene crude, i personaggi ben delineati. In questa seconda lettura ho rivalutato i disegni di Mastantuono. Non sono di mio gusto ma hanno reso benissimo l'atmosfera della storia. Gran bella galoppata. Concordo su molte cose ma il duo Bos/Marcello non si batte.😃
  13. Naturalmente l'aggettivo "Speciale " è pubblicitario però qualcosa di "diverso" nelle uscite precedenti c'era ma non in questa. Assodato questo aspetto la storia può piacere e non piacere (ed è questo secondo me l'aspetto più importante). Mi piace avere in edicola "Tex diversi" però concordo con te che si viaggia verso la saturazione con il rischio della qualità (a tratti già si nota). Però questo è il mercato. Io adoro il calcio (ma si gioca veramente troppo), adoro i fumetti di un certo tipo(Tex, Ken Parker, Storia del West, Magico Vento), le serie tv e i film però le uscite sono troppe. Forse dovrei boicottare tutto, disdire le piattaforme, selezionare gli albi da comprare. Però non ci riesco... Fortunatamente per soldi e spazio me le posso permettere (ancora) queste passioni. Perché rinunciarci allora vista la caducità della vita? Ovviamente spero sempre in prodotti validi e soddisfacenti. Naturalmente i "rischi " che tu evidenzi sono innegabili.
  14. Non ho letto ancora Vancouver ma, per i miei gusti, devo ammettere che mi è piaciuta più quella dello Speciale rispetto alle ultime prove sulla regolare. Poi sicuramente è più rodato con il Tex maturo ma il giovane non gli viene affatto male.
  15. Se tre indizi fanno una prova...A Ruju stanno riuscendo ultimamente meglio le storie del giovane Tex? Concordo a grandi linee.
  16. Allora...Di "speciale" questa storia ha un Tex tra due affascinanti figure femminili entrambe a capo dei rispettivi ranch. Poi è una storia "normale" che scorre bene, con un Dinamite pimpante, un Tex sparatorie contorsionista e, dopo varie peripezie, beato tra le donne (ultima vignetta docet). La storia di Ruju non annoia, ha un buon ritmo, i personaggi sono credibili. Tutto è abbastanza lineare e i disegni del buon Giardo sono precisi ed efficaci.
  17. Allora...La forza di questa storia sono i dialoghi e le frasi ad effetto. GLB tra frasi, pestaggi, sparatorie ed azione ti cucina una buona pietanza. I disegni di Nicolò sono efficaci e precisi. La storia prometteva altro ma alla fine si è rivelata un action contro i comancheros. Storia diretta con una mezza morale nel finale.
  18. Allora...Un Tex molto diretto in stile GLB sia a livello dialettico che a livello pratico(tanta dinamite). Alla fine libera le ragazze ma non salva una delle squaw e quindi "fallisce" in parte. Infatti è così arrabbiato che brucia il villaggio e scaccia gli hualpai senza pietà. Disegni di Fusco con il suo primo stile, precisi ed efficaci. Una storia semplice e concreta. La parte iniziale delle cascate mostra un Tiger particolarmente poco fiducioso in Tex. Strano.
  19. Stavolta non ci sono sceneggiatori ma disegnatori "nuovi". Cioè in questo caso se non erro c'è uno preso da Dampyr ad esempio. Come in passato scrisse forse la prima storia Giusfredi. Io la faccio più semplice...La casa editrice una volta l'anno (e per me è una distanza temporale perfetta) pubblica queste storie brevi. Per "riempire" l'albo o usa sceneggiatori e disegnatori di scuderia o usa sceneggiatori e disegnatori che potrebbero essere sviluppati. Poi naturalmente il mercato ne darà il responso. Da quello che ho capito il color Storie Brevi ha poca vita ancora. Boselli se non erro in un post faceva il punto proprio su questo formato, sulla difficoltà a trovare i collaboratori tra sceneggiatori e disegnatori. Ti dirò...Il questo verbo "testare" non lo intendo con connotazione negativa e credo che già ci sia un filtro (Boselli) su quello che giungerà in edicola. Poi io non mi aspetto poco dal Color storie brevi...Cioè spero di trovare storie sfiziose ed è capitato. Naturalmente le devi prendere per quello che sono. Detto questo e non faccio nomi...Ho trovato più interessanti alcune storie brevi su qualche Color che alcune della regolare di un albo o due.
  20. Concordo. Quella del Boss un gradino sopra. Allora...Personalmente una volta l'anno gradisco questo formato di storie brevi. Serve alla casa editrice per testare disegnatori e sceneggiatori ed inoltre noi vediamo sia loro che Tex in un modo diverso. Scrivere storie brevi secondo me è molto difficile perché devi essere conciso, accattivante e convincente cercando sempre di mantenerti nei limiti di Tex. Quella di Majo mi è piaciuta a livello grafico, tranne qualche vignetta, e come colori(quelle del bivacco ad esempio). La storia è stata carina. La seconda, quella di Burattini, mi ha convinto meno (un po' forzato il modo in cui hanno beccato il professionista) mentre i disegni di Volante mi sono piaciuti. Quella di Nizzi mi ha convinto poco. Il finale mi è sembrato addirittura allungato per poter concludere le pagine commissionate. Disegni di Gualandris discreti. La storia di Zamberletti ha un bel tocco di malinconia non male. I disegni di Barison un po' meno convincenti degli altri disegnatori. L'ultima storia, quella del Boss, è accattivante con personaggi come al solito ben delineati anche in poche pagine. Con un finale per me sorprendente (spoiler spoiler spoiler) perché non mi aspettavo il suicidio del possidente/bisnonno. Disegni di Gomez non male ma il cartonato, con la sua grandezza e i suoi colori, gli hanno reso un miglior servizio. Sul color non male ma Gomez "merita" di più. Letture gradevoli comunque una volta l'anno queste storie brevi.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.