Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

Jeff_Weber

Cittadino
  • Posts

    256
  • Joined

  • Last visited

Profile Information

  • Gender
    Maschile
  • Interests
    Fumetti - Storia - Cinema - Letteratura

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    400
  • Favorite Pard
    Tex
  • Favorite character
    Jeff Weber

Recent Profile Visitors

713 profile views

Jeff_Weber's Achievements

Community Regular

Community Regular (8/14)

  • One Month Later
  • Week One Done
  • Dedicated
  • Collaborator
  • Reacting Well

Recent Badges

45

Reputation

  1. Concordo anche sugli altri titoli @Testa di Vitello, in particolare I Due Disertori degno di un romanzo picaresco, al primissimo posto sempre e comunque Seminoles, dove @borden ha dato il massimo assoluto di sé. Leggermente più in basso Pinkerton Lady perché forse un pò artificioso. Anche Ruju ha fatto un buon lavoro su Tex Willer, a mio avviso superiore la media dei suoi albi della regolare. Ma anche sui cartonati alla francese rende molto, molto bene.
  2. Se ambienti la storia nella Terra 999 dove Tex partecipa alla Guerra di Secessione insieme con il figlio Kit, forse @borden te la fa pubblicare. Non è detto però che la leggano tutti, essendo fuori ... Canone.
  3. La bellezza di queste avventure sta anche nel trattare fatti storici dalle retrovie, utilizzando con l'abilità unica di @borden in quest'ambito, personaggi veri, verosimili e fittizi al meglio. Se fosse tutto un insieme di date, scontri o vicende tratte pedissequamente da Wikipedia allora in cosa consisterebbe l'Arte? Un sussidiario con bei disegni di Brindisi? Anche lui, ben indirizzato dalla sceneggiatura, ha fatto miracoli. Una saga migliore di questa? Ovviamente, sempre e soltanto quel capolavoro fuori classifica della saga dei Seminoles.
  4. Evviva 🙌 🙌 🙌 Non sono contrario in generale, ma lasciamo questo genere di storie a Batman, Superman o Spiderman. Per Tex ... no !
  5. Tratto molto moderno nella sua classicità. Bello davvero, lo vedrei bene in un cartonato a colori di Dragonero o altro fantasy più che in ambito western.
  6. Vero, non ci avevo fatto caso. Peró Yellow Bird in b/n ha uno sguardo languido, mentre a colori incute terrore ! A parte questo, soltanto basandoci sul confronto di una sola tavola e sulla conoscenza profonda del tratto di Gomez, in questo Tex a colori è proprio difficile decidere cosa preferire. Anche il colore, tendenzialmente coprente, qui sembra esaltare alcuni aspetti del disegno che in b/n forse passano inosservati. Guardate come sembra bella la neve, avendo il confronto con il cielo colorato ... uno spettacolo !
  7. Bene ... dopo aver io valutato l'album per i disegni e parlato e straparlato di aspetti complementari mi permetto un giudizio sulla storia. L'ho letto davvero in un lampo come diceva @Angelo1961 e mi è piaciuto tanto. La storia è davvero esile, ma basta per mostrarci tutte le qualità di Gomez impegnato in ogni sorta di situazione e tipologia di personaggio, pur nelle poche pagine dell'album. Su tutto aleggia una certa atmosfera epica che piace molto e le scene ricordano molto il Tex sborone dei primi mitici anni di G.L. Bonelli. Se non ci fossero state quelle scene lì, l'albo sarebbe stato meno epico e poetico e più in linea con quanto leggiamo ormai da molto, troppo tempo. Alcune scene poco credibili? Pazienza, meglio così, ma più divertenti e in linea con il primo Tex. Quindi sicuro credito a Giusfredi per la sceneggiatura semplice, ma efficace, anche se devo sottolineare il sicuro intervento di @borden ai dialoghi, trovando il suo solito marchio di fabbrica Quale? Anche se presente una volta soltanto questa volta, appare la parola "sinché" di cui il nostro beneamato fa ampio utilizzo sempre. Non mi dica @borden che non l'ha messa lui quella parola, perché in tal caso potrei pensare che Giusfredi non sia soltanto il suo pupillo, ma proprio suo figlio ! E mi permetto di tirare le orecchie a @borden che mi fatto andare quasi fuori topic nei post precedenti quando cercavo di difendere gli album alla francese ... italiani. Mi chiedeva dei racconti densi francesi, ho inserito i link di storie dense disegnate anche da Gomez e poi cosa succede? Nello stesso albo, a fine storia troviamo le biografie di Giusfredi e Gomez e cosa vi trovo? Proprio gli album da me citati che @borden non conosceva. Li avevi lì ... scritti nero su bianco e non te n'eri accorto Giudizio finale: 9/10
  8. Infatti, non mi sono mai lamentato dei cartonati alla francese di Tex. A loro lunga vita ... Quelle francesi cui si faceva riferimento sono tutte storie in più album, poi @borden anche Mondadori nella serie Historica li riuniva a gruppi di 4, poi 3, infine 2. Poi smise, come smise Panini di pubblicare BD. https://m.bedetheque.com/serie-32908-BD-Reines-de-sang-Alienor-la-Legende-noire.html https://m.bedetheque.com/serie-35651-BD-Reines-de-sang-Isabelle-la-Louve-de-France.html https://m.bedetheque.com/serie-55120-BD-Medicis.html
  9. Fra cose recenti, la saga delle regine nere, in parte pubblicata da Historica Mondadori e disegnata anche da Gomez conta certamente storie intense. Se invece prendi le serie Soleil, molte le leggi molto velocemente. Io avevo iniziato con Panini, Elfi e Nani ... adesso mi trovo anche con Orchi e Maghi, pubblicati da Cosmo e sono tutte storie Soleil, belle quanto si vuole, ma poco intense. Comunque ero io a dire a @Angelo1961 che anche i cartonati di Tex hanno molto "succo" benché si leggano velocemente. Ovviamente i tuoi @borden sono più intensi, quello disegnato da Breccia il più veloce da leggere, quest'ultimo ancora non l'ho letto, ma i disegni sono uno spettacolo e per i dialoghi non ci saranno stati problemi come è già stato detto, in questo caso ti potevi permettere di modificare senza rincrescimento di nessuno.
  10. Più che un'intervista, una bella discussione a ruota libera sul passato, presente e futuro della Bonelli, appena un anno prima della scomparsa di Sergio. Divertente il suo rapporto con Giuseppe Verdi, suo vicino di casa.
  11. Già chiarissimo @Angelo1961. Ribadisco che in Francia, avendo a disposizione più tempo per far uscire gli album, le storie sono più meditate e hanno più cambi di scena, sono più articolate e si leggono in più tempo di quelle italiane "alla francese". A mio parere però i soggetti italiano sono in genere di pari peso o più robusti. Poi @bordendiceva che oggi molti album francesi si leggono molto velocemente e @KitWiller segnalava il ruolo di Glenat che ancora produce ottimi fumetti. E infatti i fumetti francesi che si leggono oggi in pochi minuti non sono editi da Glenat
  12. Riassunto 1) In Francia producono album in 6/12 mesi, così vi sono più cambi di scena e la storia appare ad Angelo più articolata di quelle italiane. 2) In termini di soggetto fra un album francese e un Tex cartonato io vedo poche differenze, non credo che quest'ultimo sia più scarno, ma essenziale. 3) Erano essenziali i fumetti anteguerra e post-bellici fino agli anni Cinquanta, de Gli Albi dell Intrepido. Volevo consigliare molti giovani sceneggiatori e gli irriducibili autori della perdita di tempo (ho fatto altre volte i loro nomi), di avere l'umiltà di leggere gli Albi dell'Intrepido per trarne ottimi insegnamenti per evitare sbrodolamenti e annoiare il lettore. 4) Mi chiedevo @borden se la tua esperienza di sceneggiatore che tendenzialmente non sbrodola, sia anche frutto di letture anche stringate, ma efficaci come gli Albi dell'Intrepido. 5) Non credo siano i miei messaggi incomprensibili, forse un pò articolati. Sono relatore di centinaia di tesi, scrivo lavori scientifici in inglese e articoli di critica letteraria in francese. Nessuno si è finora lamentato .
  13. In effetti non hai torto @Angelo1961. In Francia, elaborando l'album in 6/12 mesi, infilano dentro molti più cambi di scena e quindi la storia risulta più articolata. In tema di soggetto però vi sono poche differenze. Il massimo della stringatezza per numero di vicende presentate, era presente negli albi anteguerra e post-bellici fino agli anni Cinquanta, de Gli Albi dell Intrepido. Consiglierei molti giovani sceneggiatori e gli irriducibili della perdita di tempo, di avere l'umiltà di leggerli e trarne ottimi insegnamenti. Chissà se @bordenmolti anni addietro, si è mai avvicinato a questa tipologia di fumetti puntando, come leggiamo, sulla sostanza.
  14. @Angelo1961, sappiamo che non sei venale ... conoscendo da altri forum che frequenti quanto hai speso e continui a spendere in fumetti, ma in questo caso non è proprio da parlarne. Sono 48 pagine certamente, ma di un cartonato inedito e a colori disegnato da Gomez, per 9.90 euro. Direi un affare ! Avendo cominciato con Panini le saghe degli Elfi e Nani, sono stato costretto a continuarle tramite Cosmo. Sono 80 pagine certo, ma di un brossurato ridottissimo come formato, copertina miserevole, acquistato dalla Francia bello e pronto, al di là della traduzione elementare, tutto questo per 16.90. Non possiamo lamentarci per il cartonato di Tex
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.