• Avvisi

    • TexFanatico

      BUON NATALE   24/12/2017

      BUON NATALE e felici Festività a voi!
Sam Stone

[604/605] Attacco Alla Diligenza

Voto alla Storia?  

53 voti

  1. 1. Voto alla Storia?

    • 10 - eccellente
      0
    • 09 - ottimo
      6
    • 08 - buono
      6
    • 07 - discreto
      18
    • 06 - sufficiente
      4
    • 05 - mediocre
      4
    • 04 - insufficente
      5
    • 03 - scarso
      1
    • 02 - pessimo
      2
    • 01 - illeggibile
      1


Messaggi consigliati/raccomandati

Sam, secondo me il fatto che non si veda tutto può benissimo essere a vantaggio del lettore, che fino all'ultimo resta in sospeso riguardo a ciò che è accaduto.

Infatti questo è un punto forte di questa prima parte. Speriamo che con il secondo albo non venga rovinato quest'aspetto!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Comprato stamane andando in ufficio, lette le prime cinque pagine mentre ero fermo a un passaggio a livello, abbandonato a fatica quando quelli dietro si sono messi a strombazzare perche' le sbarre si erano alzate da un po'... passata la giornata al lavoro in trepida attesa di continuare, le prime pagine mi avevano "preso" parecchio... finito di leggerlo adesso. Voto 9 pieno, con probabilita' di migliorare (ma anche di peggiorare, il perche' lo spiego dopo) una volta che avro' letto la continuazione della storia. Commento: secondo me era da un pezzo che non usciva un Tex cosi'. Storia avvincente, con un bel plot abbastanza complesso, e con una suspence decisamente notevole. E dei disegni all'altezza, molto particolareggiati e con abbondanza di dettagli, e con le facce dei pards molto vicine alla tradizione. Unico neo, ma "sub judice" in attesa degli sviluppi, e' nelle ultime pagine quando...

... i due pards arrivano al forte. L'impressione ed anche la mia speranza e' che il comandante reciti la commedia mentre il tenente accusato probabilmente e' innocente. Il che darebbe a Tex & Co. molto filo da torcere per sbrogliare la matassa, perdendo tempo dietro ad un innocente. Altrimenti, se il comandante fosse all'oscuro del complotto ed il tenente veramente colpevole, sarebbe tutto molto scontato e quasi "banale"

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Bistecca, il tuo spoiler io riesco a vederlo solo se quoto il tuo messaggio. Non so come mai.

anch'io non lo riesco a vedere, ho cercato di modificarlo leggendo l'aiuto in linea del forum e chiedendo in shoutbox, ma sono andato fuori tempo massimo pe rle mie abilitazioni e non posso editare il messaggio.... Magari qualche amministratore riesce a sistemarlo e - gia che c'e' - anche a spiegarmi dove ho sbagliato...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Guardate io ho trovato la narrazione troppo ma troppo lenta e diluita.... sembrava che l'autore facesse di tutto per prendersi più pagine possibili... troppi dialoghi inutili, la diligenza che per cadere ci sta un ora.... Comunque
Sam, io pure penso che andr? come hai detto tu

SPOILER (poi mi spiegate come si fa col pulsante eh?)

Sicuramente il generale davis avrà visto qualcosa che non andava al forte.... e sicuramente il Colonnello Fairmont sarà il malvagio di turno, però quando gli è stato comunicato della cassetta contenente le rondelle di ferro sembra che sia balzato sorpreso pure lui... quindi credo che in qualche modo sia stato beffato

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non male, anche a me è piaciuto! Niente di eccezionale, però la lettura scorre piacevolmente senza grossi intoppi. L'unica cosa che non mi è andata troppo già è stato il fatto che mi sembra che questa prima parte sia molto diluita, a volte è un p? sonnolenta. La cosa che mi è piaciuta è stata la volont? di Nizzi di non spiegarci, o comunque di non farci capire troppo, il complotto fino in fondo, ma ha messo in campo tutti i vari protagonisti con la vicenda che credo si svilupperò bene nella seconda parte. Su questo punto sono d'accordo con Sam. Sono d'accordo con Stevanovich a proposito della sorpresa del colonnello Fairmont sul fatto che la cassetta contenesse le rondelle, anzich? l'oro: sembra chiaro anche a me che il colonnello è in qualche modo coinvolto, però questa sua sorpresa mi fa ben sperare, nel senso che non si tratta di un suo semplice coinvolgimento nella vicenda, ma nasconde altri retroscena più complessi!In generale la differenza tra questa e il modo di scrivere le ultime storie si sente parecchio, non nel senso che questa è peggiore, ma nel senso che ha proprio un gusto diverso, mi mancava!I disegni di Rossi mi sono piaciuti di più rispetto alla sua prova precedente: ha un tratto più personale, e in molte vignette (sarà matto? può essere!) ci ho visto un bel p? di Magnus. Sono davvero una gioia per gli occhi, non c'è che dire!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Anch'io ho letto l'albo e le mie impressioni - finora sostanzialmente positive - poco differiscono da quelle di Ymalpas, Sam e Cheyenne. Finora siamo soltanto alle battute introduttive di questa vicenda "giallo - spionistica", in cui ad agire sono stati finora quasi soltanto gli antagonisti. Stavolta non mi pare si possa dire che Nizzi abbia ecceduto con lo spiegazionismo, anche se ( come è stato sottolineato da diversi post ) per chi conosce la letteratura gialla non è difficile fare qualche ipotesi:

per iniziativa o del colonnello Fairmont ( cosa probabile, se si considerano il suo alto grado, il fatto che fornisca con eccessiva facilit? un nome al colpevole della "soffiata" che ha attirato i banditi verso la diligenza su cui viaggiava Davis e, non ultimo, l'aspetto da damerino ipocrita che gli ha conferito Rossi ) o del sergente Dagan ( molto meno probabile; il sergente si riveler? verosimilmente un "pesce piccolo" oppure - meno probabilmente - un capro espiatorio che Fairmont , Carrozo & Co. manderanno al macello ) l'arsenale di Santa Fe ha fornito notevoli quantit? di armi e munizioni al generale Carrozo ( in cambio di fiumi di dollari e oro per complici e intermediari ); Davis ha scoperto il crimine, sicch? i colpevoli, vista la mala parata, hanno deciso di eliminarlo simulando un assalto alla diligenza ( come dedotto da Tex a pag. 101 ). Come detto da Sam, però, Davis potrebbe essere già sceso al momento dell'attacco: sappiamo da quanto dice a pag. 15 lo sfortunato postiglione Hank ( che Nizzi ci presenta con pochi tocchi nella sua natura cortese e simpatica; stesso discorso per il ciarliero e malizioso commesso viaggiatore e per la timida e paurosa maestrina, mentre rimane più nell'ombra la figura del mercante di Taos ) che, prima di cadere nell'agguato, la diligenza doveva fare ( e probabilmente ha fatto) tappa a Bernalillo. Davis potrebbe essersi fermato l', magari chiedendo ad Hank di depositare comunque il suo bagaglio all'Hotel Clarion di Albuquerque. L'obiezione di Sam, secondo cui difficlmente Davis avrebbe mandato alla morte i suoi compagni di viaggio senza avvertirli, regge IMHO solo fino ad un certo punto: dato che difficilmente i criminali da lui scoperti gli avranno passato delle informazioni sul luogo e sulle modalit? della rapina, Davis avrà probabilmente supposto che si sarebbe verificata una "normale" rapina con la diligenza fermata dai banditi che, piu o meno "accidentalmente" avrebbero lascito partire qualche colpo per liquidare lui e solo lui, prima di eclissarsi con la cassetta blindata delle paghe di Fort Wingate e tutt'al più i dollari dei portafogli dei passeggeri. Di maggior peso è , a mio parere, il seguente interrogativo: come avrebbe fatto Davis a rimettersi in contatto con Tex ( che non pare abbia ricevuto altri messaggi di Davis dopo quello di cui parla nelle battute introduttive della vicenda, altrimenti si sarebbe diretto a Bernalillo, che invece neppure menziona )? Malgrado insomma ci sia un discreto margine di incertezza ( che- al pari del mistero che avvolge la figura, vagamente mefistofelica, dell'"intermediario - burattinaio" che organizza l'attacco, liquida la manovalanza e tiene i contatti tra Carrozo e i suoi complici - aumenta la tensione narrativa dell'albo, anche se rischia di sgonfiare quella del successivo, se la soluzione del mistero si riveler? deludente ), mi sembra comunque più probabile la presenza che l'assenza di Davis nella diligenza al momento dell'attacco. In questo caso, poi ( ma sicuramente chi, come Sam, ha visto le tavole avrà le idee molto più chiare del sottoscritto ) ritengo assai probabile che Davis, in un modo o nell'altro, arrivi alla fine della sua pista nel corso della storia, cosa che potrebbe conferirle un interessante tocco di tragicit? e patetismo ( tra l'altro, anche nell'unica sequenza in cui abbiamo finora potuto vedere il generale, alle pagine 17 - 19, mi ha dato l'impressione di un pacato vecchietto con l'aria della vittima sacrificale ), oltrech? consentire a Nizzi di farsi seguire nell'uscita di scena da "Tex" da uno dei personaggi da lui stesso inventati.
. Per quanto riguarda il secondo albo, ritengo assai probabile che ci sarà un notevole cambiamento di ritmo: il riassunto pubblicato nel sito della SBE ci ha già indicato il filo investigativo che Tex e Carson cercheranno di seguire, che li porter? dritti verso una o più trappole; vedremo se e in quale misura le soluzioni narrative saranno convincenti e gli antagonisti efficaci. Per quanto riguarda i disegni, Rossano Rossi riconferma anche per me l'efficace pulizia del suo tratto, capace di sintetizzare in maniera gradevole e personale gli influssi di Civitelli e di Ticci. Insomma, le premesse per una buona storia mi pare ci siano....

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

SPOILER Un paio di cose: ma in tutte le diligenze in procinto di essere attaccate vi devono essere una maestrina in erba e un commesso viaggiatore? (scherzo...). Questa invece e' seria: possibile che i pards si accorgano di Caleb quando questo e', oramai, giunto a pochi metri? Se si fosse trattato di un malintenzionato?

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto riguarda il secondo punto ( l'altro fa parte dei topoi della situazione, ben esemplificati da storie così diverse come "Scacco matto" ( nn. 232 - 233 ), "I diavoli rossi" ( nn. 338 - 340 ) e "L'ultima diligenza" ( nn. 546 -547 )

sarebbe IMHO possibile osservare che noi non sappiamo con precisione quanto distino dai pards, al momento in cui Carson avverte la loro presenza, Caleb e la sua asina, che comunque si muovono con una calma e una pacatezza non certo tipiche delle bande di desperados ( semmai, come dice poi Carson nell'ultima vignetta di pag. 79, avrebbe dovuto essere Caleb a preoccuparsi di chi avrebbe trovato al bivacco )
. Un paio di ulteriori osservazioni sul resto dell'albo:
anche se non si è detto precisamente a cosa gli servano armi, uomini e munizioni ( n° probabilmente si insister? molto sulla cosa nel prossimo albo ), è quasi sicuro, almeno a mio avviso, che il generale Carrozo voglia rovesciare il governo messicano; quanto invece al coinvolgimento del sergente Dagan nel complotto contro Davis, direi che un lieve indizio a favore della cosa è la sua notevole somiglianza ( non so se chiesta da Nizzi a Rossi oppure dovuta a reminiscenze inconsce del disegnatore aretino ) con lo Zoro de "L'uomo con la frusta" ( quando l'ho visto mi sono persino chiesto se non si trattasse proprio di lui sotto falsa identit? :D , ma non mi pare proprio una cosa che ci si aspetterebbe da una massa di muscoli senza cervello come lui)
.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Accidenti scusate, controllando proprio adesso il mio numero 604 a pagina 65 presente una striscia nera in verticale piuttosto spessa, chissà se si tratta di un errore di stampa, oppure è solo il mio...... e pensare che me lo sono anche scelto domani lo sostituisco, semmai buttate on occhiata al vostro per chi non l'ha ancora letto, magari non si è accorto, anche se penso che sia più che altro un difetto solitario.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Comunque oggi sono andato in edicola per sostituirlo, e anche altri presentavano lo stesso difetto, tra l'altro te ne accorgi se lo leggi, altrimenti se lo sfogli e casualmente ti ci cade l'occhio comunque alla fine uno senza difetto l'ho trovato, salvo poi scoprire che il difetto è presente in qualche altra pagina al momeno non l'ho sfogliato, io comunque sono di Roma, sarebbe curioso scoprire se è stato un problema nella mia zona del mio distributore oppure no.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Comunque oggi sono andato in edicola per sostituirlo, e anche altri presentavano lo stesso difetto, tra l'altro te ne accorgi se lo leggi, altrimenti se lo sfogli e casualmente ti ci cade l'occhio comunque alla fine uno senza difetto l'ho trovato, salvo poi scoprire che il difetto è presente in qualche altra pagina al momeno non l'ho sfogliato, io comunque sono di Roma, sarebbe curioso scoprire se è stato un problema nella mia zona del mio distributore oppure no.

io vivo vicino roma ma il difetto non c'è! ::evvai::

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Che ne dite di parlare della storia?

Un buon inizio, con la solita coppia Tex/Carson (eh si' a Nizzi piace tanto scrivere storie con loro due) sulle tracce di un mistero che vede coinvolto un loro caro amico, il generale Davis. Inutile commentare o dare un giudizio affrettato, ma devo dire che fino ad ora la lettura e' stata abbastanza piacevole e la trama altrettanto, ma occorre leggere e quindi aspettare l'uscita del prossimo albo conclusivo per giudicare in modo piu' obiettivo. Speriamo che il finale non sia banale come purtroppo sono state le ultime storie dell'autore di Fiumalbo. I disegni di Rossi sono piacevoli a vedere e li ho trovati un po' diversi rispetto all'ultima storia illustrata dall'artista, ovvero "Dieci anni dopo". Dal mio punto di vista, ho notato che si sta un po' allontanando dallo stile di Civitelli per intraprendere una strada forse piu' personale, anche se il suo Tex mi ricorda molto quello del Ticci degli anni '80.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Che ne dite di parlare della storia?

E' meglio parlare d'altro.... >:azz: :_sigh

Scherzo, ma non troppo.
Certo che nel vedere o, meglio, nel non vedere Tex, e pure Carson, mettere mano alle colt, mollare qualche sganassone oppure far cantare i wincester, piu' che un albo western, mi è sembrato un fotoromanzo rosa... :colt: _thia-
Anzi, mi sa che si troverebbe piu' azione in Beautiful che in questa storia....... :malediz... -_nono
Tra l'altro anche Nizzi, con già tutti i suoi difetti, si "bosellizza" pure ( passatemi questo orrendo neologismo :shock: ) tanto che, per quasi 40 pagine, i nostri non si vedono per far posto a diligenze che ruzzolano e personaggi vari.
Mamma mia, aridatece Borden! :fumo:
Al confronto il suo Tex è un castigamatti.... _ahsisi

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

I commenti latitano perchè, di fatto, la storia non è ancora iniziata. Quello che abbiamo letto è un lungo preambolo, con passaggi gradevoli ma anche con poca "carne al fuoco" (e dunque, con poco materiale da commentare). C'è di buono che ci si chiede tutti come andr? a finire.... e non è poco!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Parlare della storia?Prime 77 pagine da 7 e forse anche qualcosa di più. Ultime 33 da 4 o poco più. Non m'interessa se Tex non spara, non cazzotta e non sbatacchia, la trama era interessante lo stesso, ma poi arriva il nonnetto. Come avrebbero fatto infatti i due rincoglioniti che non lo sentono nemmeno arrivare a trovare i banditi e a scoprire qualcosa senza di lui? In fondo, non sono mica i due rangers più in gamba del west. E in fondo, nessuno sceneggiatore al mondo avrebbe potuto fare a meno di un sapientone come il vecchio Caleb, nessuno sceneggiatore al mondo sarebbe riuscito a tirarsi fuori da questo punto morto senza una trovata geniale come questa, fra l'altro inedita. Parlare di Tex?La faina pensa di saper giudicare le persone, quindi progetta di studiare il colonnello, non si sa mai, e lo studia per ben due minuti, dopo di che ha concluso che ci si può fidare, forse è bastata la divisa pulita a fargli cambiare idea, e allora canta a squarciagola. Parlare del generale DavisèChe fine avrà fatto? Ve lo dico io, salvato al volo da uno pterodattilo che passava di l' per caso.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.