Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

laredo

Allevatore
  • Posts

    500
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    10

Everything posted by laredo

  1. Storia che inizialmente ricorda molto il Killer Fantasma, poi l'avventura prende un altra lunga strada e rimane per tutte le 340 pagine godibilissima! Tanti i personaggi sono interessanti, ma rimangono insopportabili ( come nel color) i due testimoni che Tex e Carson proteggono dall'inizio alla fine.. ho come la sensazione che Manfredi goda nel mettere i nostri eroi dalla parte di gente odiosa come gli antagonisti, se non di più.. Non sono assolutamente daccordo, secondo me Agente Indiano e Snakeman gli sono nettamente superiori
  2. Anch'io appartengo a una generazione (classe '85) che non ha mai avuto una striscia.. ma proprio per questo non vedevo l'ora di averle tra le mani! ..e poi finalmente i testi e i disegni originali nudi e crudi dei papà di Tex! Una vera gioia per gli occhi!
  3. Titolo e cover promossi a pieni voti..e direi anche la prima parte di questa lunga avventura! Ottima l'entrata in scena di Tex e dei suoi pards, il loro arrivo al forte e il provvidenziale salvataggio di Brendon e delle sue Giubbe Rosse..Ma durante tutta la lettura ho provato la piacevolissima sensazione di respirare a pieni polmoni tutta l'epica atmosfera delle avventure nel Grande Nord! Grande attesa per i prossimi capitoli!
  4. Presenzione Tex Snakeman https://ne-np.facebook.com/www.scuolacomix.net/videos/408105107371314/?t=0
  5. Non male come idea A me basterebbe rivederlo sulla serie regolare!
  6. Attenzione Spoiler Sono rimasto particolarmente colpito e affascinato da questo speciale! La storia di Boselli è un concentrato di emozioni di stampo classico texiano (come il numero bis Agente Indiano), in poche pagine c'è tutto: la piccola Lilith, la visione di Nuvola Rossa, l'epica resistenza Navajo all'attacco Ute, il ritorno dell'Uomo della morte! Tex più umano, ma allo stesso tempo quasi divino nel suo ritorno dalla morte! Brividi! .. e poi c'è un nemico carismatico e pericoloso! A mio parere tutto questo ben Dio avrebbe meritato 3 albi della serie classica! Rimane comunque un opera imprescindibile per tutti i texiani, anche grazie ai potere evocativo dei disegni Breccia!
  7. Cover ricca di atmosfera! Spero che Manfredi si "riprenda" dopo il deludente del color estivo
  8. SottoscrivoQue Viva il Tex politicamente scorretto di GLB!
  9. Se consideri la vera Manuela una ragazzetta scialba è normale che ti piaccia questa storia..ma non aspettarti che tutti la pensino come te. Io di questo stravolgimento del personaggio ne facevo volentieri a meno..altro che gratitudine..
  10. Sono rimasto estremamente deluso dalla lettura di questo color estivo. Da uno come Manfredi ci si aspetta sempre qualcosa di più, e le sue precedenti prove su Tex erano superiori a questa. Inanzitutto il "killer fantasma", la vera attrazione dell'albo, viene presentato come un killer che può ricordare quello del film "Il fuorilegge" del 1942 ( tratto dal romanzo di Graham Greene).. Ma questo personaggio non ricorda per niente Raven ( interpretato meravigliosamente da Alan Ladd) perché non ha il suo spessore psicologico e carismatico! Jack è un killer totalmente anonimo come tanti in circolazione..e come hanno già scritto in molti fa persino ridere per come fallisce i suoi omicidi.. Poi mi hanno infastidito molto i personaggi di contorno, uno più antipatico dell'altro, altro che che salvarli, se Tex li eliminava con le sue mani avrebbe fatto solo bene.. Una storia che non vale 7, 90 euro, forse neanche la metà Manfredi : 2 Cossu: 5
  11. ATTENZIONE SPOILER Confesso che dal titolo mi aspettavo un nemico sovrannaturale e che quindi sono rimasto un po spiazzato. Il primo albo rimane comunque una lettura gradevole, e il mistero che regna dietro la gigantesca figura dell'uccisore di Ute rende il piatto più saporito. Per una valutazione più completa aspetto la fine della storia.
  12. Mah..io avevo criticato il fatto che era stata cambiata completamente la Manuela Montoya di GLB, ma trovo esagerate queste critiche alla scrittura di Boselli. Secondo è una lettura piacevole, con battute divertenti, sopratutto quando Tex e Carson si uniscono alla banda di rapinatori! Insomma..per niente noiosa e secondo me il paragone con Alaska proprio non ci sta!
  13. Di solito metto due voti, uno per i testi e uno per i disegni, faccio un eccezione.. - L'assedio di Mezcali (Nizzi-Filippucci) 5 - I forzati di Dryfork (Rauch-Prisco) 7 - La Rupe del diavolo (Nizzi-Mastantuono) 5,5 - Netdahe (Boselli-Seijas) 6,5 - Sulla cattiva strada (Ruju-Font) 6,5 - Guatemala (Ruju-Biglia) 7,5 - Il monaco guerriero (Zamberletti-Candida) 6 - Il pistolero vudu (Ruju-Ramella) 6 - Una colt per Manuela Montoya (Boselli/Monni-Laurenti) 4 - Agente indiano (Boselli-Dotti) 9
  14. ATTENZIONE SPOILER Preso oggi e divorato in poco meno di ora! Storia bellissima e disegni ottimi di Dotti! Si candida prepotentemente come la miglior storia dell'anno! Splendido l'incipit che porta Tex a raccontare come diventò Angente indiano! Si respira subito a pieni polmoni aria di grande classico, aria del periodo d'oro del maestro GLB:una senzazione appagante di cui si sentiva la mancanza! Un agente indiano corrotto, un pallone gonfiato in giacca blu, Tex e Tiger perfetti, il piccolo Kit che mostra già gli artigli..tutto ruota alla perfezione! Da leggere e rileggere! Boselli: 9 Dotti:8,5
  15. Su questo mi trovo totalmente in disaccordo.Tex crea il piano per catturare la banda e incastrare Don Rodrigo per la rapina della banca! Tutto quello che succede dipende da lui..poi non tutte le ciambelle riescono con il buco.. Keel sfugge alla trappola e rapisce Conchita..
  16. Un punto di vista scherzoso e irritante! E della vera Manuela Kit NON lo pensa neppure per scherzo
  17. SPOILER - Una pistola per Manuela Montoya "..arrogante, autoritaria e ribollente come un vulcano" "bambina viziata, abituata a commandare e a farti obbedire in ogni tuo capriccio! Una ragazza ricca, prepotente e presentuosa, che ha alcun rispetto per gli altri!" "Cuore duro come il marmo" "Vuoi per caso colpirmi, come faresti con uno dei tuoi servi?" No, non accetto un cambiamento così radicale della Manuela di GLB. Monni-Boselli: 4 Laurenti: 6 Lavoro senza infamia e senza lode, sotto gli standard zagoriani - Una pistola per Conchita Rodriguez Trama interessante, buon ritmo e ottimi comprimari. Kit Willer si ritaglia il suo spazio e dimostra che le sue qualitè sono tante e che spesso non sono sfruttate al meglio. La sua relazione di amore e odio con la bella Conchita aggiunge pepe alla storia! Decisamente in forma Tex e Carson, due veri tizzoni d'inferno quando entrano nella banda dei fuorillegge con identità false: la parte migliore dell'avventura insieme alla trappola nella banca! Ed è un vero simpaticone Bud Vinson..forse non meritava di lasciarci le penne! Monni-Boselli: 7,5 Laurenti: 6 Lavoro senza infamia e senza lode, sotto gli standard zagoriani
  18. Ottima quarta parte! Secondo me la migliore, fino ad ora, di questa minisaga. Dialoghi brillanti, scontri a fuoco ben orchestrati, il fascino dei pionieri, le morti violente di Faccia Tagliata e Larry Manzies, l'entrata in scena della bella Lena Parker! Tutto molto bello ..o quasi.. avrei preferito che il primo a presentarsi a Lena fosse stato Kit Carson e non Ray Clemmons! Scelta casuale?..mmm penso di no, borden non lascia nulla al caso.. Boselli: 8,5 Del Vecchio: 8
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.