Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

I disegnatori peggiori di Tex per voi


Grande Tex
 Share

Recommended Posts

In merito ai disegnatori che si sono succeduti nel Tempo , dei cinque iniziali, mi piacevano tutti ! ovvviamente Muzzi era il più scarso, sia per le sue difficoltà a rappresentare i volti di Tex, tuttavia farli fare a Galep peggiorava ulteriormente il problema , ma anche per gli scenari poco definiti , personaggi tutti uguali, ecc.... Ognuno eccelleva  in determinate atmosfere:

Ticci nelle storie nel grande nord, o nelle praterie il suo era ed è il West iconico e documentato associato ad un dinamismo ancora oggi insuperato.

Galep per la sua plasticità mi infondeva calore ed equilibrio, stesse sensazioni con Nicolò seppur una spanna sotto. Disegno morbido e classico.

Letteri era insuperabile nelle storie cittadine e misteriose. 

Fusco , pur apprezzandolo, ritenevo indigesto il suo segno a volte caricaturale ed esagerato su TEX . Le prime storie non riuscivo proprio a digerirle. Con il tempo invece la stima nei suoi confronti è sensibilmente aumentata e le storie  disegnate tra il 300 ed il 500 sono considerate da tra le più belle.

Monti seppur bravo, non mi ha mai preso ! era il brutto clone di Ticci. 

Blasco , idem 

Da subito ho invece apprezzato Civitelli e Villa , che con il tempo sono diventati le due colonne portanti di TEx.

Bravissimo anche Venturi, seppur lento. Rossi anche seppur troppo Civitelliano

Marcello pure ha dato un significativo contributo a Tex  e che gradivo con piacere. 

Mi piaceva il tratto sporco di Ortiz, meno  Font per le sue imprecisioni anatomiche. Repetto sufficiente, ma mi sembrava un Muzzi migliore 

Delle nuove entrate apprezzo tantissimo: Biglia, Benevento e Piccinelli li trovo in sintonia con il personaggio e le sue ambientazioni. Ginosatis , leggermente sotto. Prisco, è un altro giovane che può crescere e che ritengo interessante.

Seijas  pure lo gradisco

Mastanuono mi da le stesse sensazioni che mi dava Fusco, le sua interpretazione è troppo poco canonica ed il suo Tex sembra veramente Ronald Regan , Come ha già rilevato qualche altro forumista.

Diso , non è mai riuscito ad entrare in sintonia con Tex , pur restando un grande.

Scascitelli , va bene sulle uscite collaterali, ottimo artista

Cossu e Danubio a mio avviso non sono da Tex.

Link to comment
Share on other sites

Per me il disegnatore numero 1 è sempre stato Galep

Purtroppo dopo la storia dei Thugs il suo tratto è andato sempre peggio ma lui aveva un amore incondizionato per Tex.

Riguardo a Nicolò,lo dico e ripeto da sempre,il suo er un Tex molto diverso sia fisicamente che di viso

Eppure le storie da lui disegnate sono sempre stupende

Mastantuomo non riesco proprio a digerirlo come tratto.lo reputo inadatto a Tex,troppo legnoso il suo stile ma la professionalità dell'artista non si discute

Civitelli è un maestro,che con gli anni ha affinato il suo stile migliorandosi sempre più

Rossi pur essendo allievo di Civitelli,lo reputo un disegnatore di grande avvenire

Ticci,su di lui,on ho più parole,è un maestro e ogni sua storia è un capolavoro grafico

Tutti gli altri disegnatori li reputo molto bravi comprese le new entry

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">6 ore fa</span>, Angelo1961 dice:

Nicolò è l'unico caso in cui le storie sono belle perchè le disegna lui.

Anche se prima ho scritto l'esatto contrario, condivido questo sentimento.

Questo perché non ragiono con la testa ma col cuore.

E al cuore, si sa, non si comanda

 

Link to comment
Share on other sites

Il 14/1/2022 at 15:13, Juan Ortega dice:

Anche se prima ho scritto l'esatto contrario, condivido questo sentimento.

Questo perché non ragiono con la testa ma col cuore.

E al cuore, si sa, non si comanda

 

Mi associo al vostro commento per Nicolò

Il suo Tex era molto diverso fisicamente che di viso,rispetto al Tex classico di Gallepini e Letteri che sono i miei preferiti

C'è da dire che Nicolò ha disegnato la storia più bella,ovvero la cella della morte

 

Link to comment
Share on other sites

Faccio mia la tua considerazione "C'è da dire che Nicolò ha disegnato la storia più bella,ovvero la cella della morte". Ma oltre a questo, per me, Erio Nicolò riusciva a rendere "poetiche" le storie e tutte, e a me personalmente le dipinge quasi di nostalgia struggente. Una sensazione che, su Zagor, me la rende solo Donatelli (che pure non era un grandissimo artista).

Consiglio, a chi prova le stesse cose, questo volume Allagalla:98398-600x600.jpg.webp

 

Link to comment
Share on other sites

Il 14/1/2022 at 00:24, Carlo Monni dice:

Faccio un discorso diverso per Diso che su Tex per me è sempre stato come un pesce fuor d'acqua ma come tecnica è ancora un maestro. Ho letto il recente Speciale Mister No e vi dico che,  anche se qua e là si nota qualche difetto, pochi saprebbero disegnare così a quasi novant'anni. Evidentemente Mister No gli si confà di più, che altro dire?

Non potrei essere più d'accordo.

Lo vedo talmente legato a Mister No che su Tex mi sembra quasi fuori posto.

Resta sempre un grandissimo, personaggio amabile e grande professionista.

Per chi fosse interessato riporto una sua bellissima intervista del "solito" Manuel di 8-Bit:

 

Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.