Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

Apache.kid

Cowboy
  • Content Count

    55
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Apache.kid last won the day on June 23 2019

Apache.kid had the most liked content!

Community Reputation

4 Neutra

About Apache.kid

  • Rank
    Timido pubblicatore

Contact Methods

  • Twitter
    Non posseduto

Profile Information

  • Gender
    Maschile
  • Interests
    Fumetti, fotografia
  • Real Name
    Raf Disia

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    5
  • Favorite Pard
    Tex
  • Favorite character
    Tex

Recent Profile Visitors

463 profile views
  1. In realtà sta raccontando della caccia subita dal federale e della sua lunga fuga che lo ha tenuto lontano per un certo periodo dall'Arizona, fino poi infine a trovarsi coinvolto anche nella guerra ai Seminoles. Lo ha ribadito anche Boselli qualche post fa.
  2. Non solo la copertina, albo spettacolare e ritmo incalzante fino all'ultima pagina. Complimenti vivissimi a Mauro Boselli per come è riuscito a tenere alta la tensione fino all'ultimo, storia e disegni impressionanti per bellezza, e complimenti anche a Carnevale, perché la sua arte e perfetta per l'atmosfera della storia.
  3. Il Texone di Villa? o hai sbagliato sezione e parli del Texone di Carnevale?
  4. Qui si parla ulteriormente del Texone prossimo all'uscita in edicola.
  5. Ecco il trailer di questo attesissimo (almeno da parte mia) Texone
  6. Storia adrenalinica, una caccia all'uomo di quelle senza un attimo di respiro dalla rapina fino all'ultima pagina, valorizzata anche dai disegni di Ortiz dinamici e in un chiaroscuro più scuro che chiaro che ben si addicono ad un western sporco e cattivo come quello di questa storia.
  7. Quoto anche io Pecos ed anche Condor senza meta. Questo è il Texone di Magnus sono i 2 a cui sono più legato affettivamente al di la di ogni giudizio su storia e disegni. Me li porto dentro da sempre, dal primo momento.
  8. Questo insieme al Tex 200 l'idolo di cristallo sono i miei 2 numeri centenari preferiti, un Ticci al massimo e una storia avvincente fino all'ultima pagina.
  9. GLB come autore e Tex come personaggio sono stati sempre all'avanguardia secondo me, basta pensare che una pietra miliare come Sangue Navajo è datato 1961 come prima uscita in edicola, quindi precorrendo di un decennio quello che sarebbe stato un punto di vista innovativo e dalla parte dei nativi visto poi in tanti film. Ma allo stesso tempo Tex è un personaggio integro, che ha basi solide e certe, su cui ruota il suo universo, quindi immutabile e quindi anche integralista. Uguale Boselli, che con la sua sensibilità è si innovativo ma nel solco di una tradizione e di una linea guida che è Tex, nudo e crudo, puro. Pur Nizzi che visualizza un West più classico ha introdotto stilemi nuovi nella sua versione di Tex, anche se poi ha abusato abbastanza secondo me di alcuni cliché da diventare ripetitivo in seguito. Insomma Tex è un classico, ma da sempre è stato anche innovativo, quindi integralista e all'avanguardia allo stesso modo, sia per i testi che per i disegni, da sempre.
  10. A me piace soffermarmi più sui disegni, che erano la vera novità dei Texoni. Qui ho ritrovato un Giolitti molto diverso rispetto alla prima apparizione su Tex, nelle prime pagine della storia iniziata nell'albo 188 della serie. Un tratto molto più sporco, marcato, ma anche più dinamico, si, un West sporco, tosto e polveroso che si fa leggere piacevolmente anche se preferisco disegnatori dallo stile più pulito e chiaro.
  11. Di questa storia la cosa che ricordo di più sono proprio i disegni di Del Vecchio, davvero belli. All'altezza dei migliori e che successivamente ci avrebbe regalato quella perla che è Nueces Valley. Un autore all'altezza sia che disegni il Tex maturo che il giovane Tex Willer.
  12. Questa storia rappresenta un incrocio tra due delle tematiche molto care e sfruttate da Nizzi, le storie di battelli e le storie del grande nord, un usato sicuro da cui tira fuori una buona storia, niente di particolare o originalissimo ma che alla fine si lascia leggere.
  13. Secondo me questa è una delle storie che rappresenta una pietra miliare nella lunga saga di Tex, disegni e testi ai massimi livelli, una storia che definirei emozionante e scoppiettante dall'inizio alla fine, da tenerti incollato ad ogni singola pagina.
  14. Io invece ricordo che aspettavo l'uscita del Texone proprio per i disegni, per vedere come Buzzelli aveva interpretato Tex, e debbo dire che ne rimasi entusiasta, sia dei disegni che del nuovo formato che dava agli stessi un respiro più ampio.
  15. Io ho la versione normale, ma ne esiste anche una seconda versione variant, ma credo sia uguale in tutto e per tutto, anche nel prezzo, tranne per la copertina che è di Palumbo. A proposito di Palumbo, c'è la possibilità in futuro di vederlo su Tex? Il suo segno mi piace molto e mi intrigherebbe molto vederlo all'opera con il nostro Ranger, inoltre al Comicon a Napoli una scorsa edizione gli chiesi cosa ne pensasse a proposito di un Texone e la sua risposta fu di sponsorizzare la sua candidatura direttamente con te, che eri in giro per la mostra, infatti, avevo avuto, poco prima, l'onore e l'occasione di conoscerti e salutarti personalmente.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.