Jump to content
TWF MAGAZINE N°18 è online! Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum

pippo

Allevatore
  • Content Count

    456
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutra

1 Follower

About pippo

  • Rank
    Scrittore

Profile Information

  • Gender
    Maschile

Recent Profile Visitors

596 profile views
  1. blu, come lone ranger è da un po' di tempo che penso che con una camicia di questo colore tex sarebbe un personaggio molto più cupo e interessante... però bisognerebbe cambiare il colore anche ai vestiti degli altri pards, in modo da uniformare tutta la squadra
  2. pippo

    [658/660] Winnipeg

    Albo finale buono nonostante alcuni punti non chiari che alcuni di voi hanno già segnalato. Io però continuo a preferire il primo albo, è stato il più affascinante, poi la storia si è sviluppata di fatto come un giallo mentre io avrei preferito una più semplice storia d'avventura... Non riesco a rientrare nel personaggio, anche se si nota l'impegno di boselli nel proporre qualcosa di originale mai visto prima su tex, io continuo lo stesso a notare alcune cose texiane che non mi convincono, insomma preferisco leggere altri fumetti. Volevo prendere il prossimo numero dato che è una storia autoconclusiva ma non credo che lo farò...
  3. pippo

    I Nuovi Libri Sbe

    Mi interessa di più quello di mister no, anche se pure quello di zagor non sarebbe male dato che quella storia lì non l'ho mai letta per intero, solo la parte finale... Però se devo prendere un cartonato preferisco optare per una storia che già conosco e che posso rileggere in un formato diverso e non per una che non conosco... Come grafica quella dei tex mi piace molto
  4. pippo

    [658/660] Winnipeg

    Questa seconda parte mi è piaciuta meno della prima. Ho trovato i dialoghi troppo pesanti, come se tante cose fossero state scritte perché bisognava mettercele dentro per far arrivare la storia alla lunghezza desiderata. Viene da pensare che un paio d'albi per questa storia sarebbero bastati. Vedere tex e i pards che fanno discorsi interminabili sull'identità del loro nemico mi ha infastidito come mi infastidisce quando succede sul forum, come se fosse una gara, o come se la storia si esaurisse una volta scoperto il colpevole insomma, molti dialoghi non ce la facevo più a reggerli e quindi li ho saltati, complessivamente di 110 pagine ne avrò lette solo un quarto, la parte iniziale con tex e carson che aiutano quelli del carro è la parte migliore dell'albo, nonostante sembrerebbe slegata da tutto il resto, e forse è pure per questo che mi è piaciuta, come una boccata d'aria
  5. pippo

    [658/660] Winnipeg

    L'importante è questo. E magari ti piace proprio per via di tutti quei particolari che hai elencato prima dicendo che non ti piacciono
  6. pippo

    Valentina Romeo

    La camicia a fiori non sarebbe stata male come idea, avrebbe fatto assomigliare tex al mitico magnum p.i. Battute a parte, anch'io sono naturalmente contrario a certi pregiudizi, ma allora viene da chiedersi: perché le disegnatrici donne su tex non sono arrivate prima?
  7. pippo

    [Color Tex N. 7] La Strada Per Serenity

    Che poi Recchioni di essere adatto al western secondo me non lo dimostra certo ora. Non ho letto il color e quindi non lo giudico, ma ho letto all'incirca un annetto fa il fumetto di Recchioni su Billy the kid e mi ha veramente emozionato. Scritto con uno stile avvincente e moderno che peraltro a mio parere su tex ci starebbe benissimo
  8. pippo

    [Color Tex N. 7] La Strada Per Serenity

    Così a memoria mi viene in mente un certo Cruzado che faceva una cosa del genere ma era una storia di nolitta, molto controversa...
  9. pippo

    [658/660] Winnipeg

    Cioè in pratica mi stai dicendo che io faccio con i post la stessa cosa che tu fai con gli albi di tex
  10. pippo

    [658/660] Winnipeg

    Ok, ma io non ho nulla da dire sulla pignoleria. Ognuno è libero di approfondire gli aspetti che vuole. Ho solo trovato esagerata la tua affermazione che in questo albo del Canada c'è zero. Io non sono uno di quei lettori scrupolosi che stanno a guardare se le pistole sono fatte precise o altre cose del genere. Però ho trovato Jim Brandon. Ho trovato le giubbe rosse, anche se il rosso delle divise sulle pagine in b/n non si vede ho trovato un'atmosfera diversa, come sempre avviene nelle storie del nord. E tanto mi basta. Mi sono sentito davvero in Canada
  11. pippo

    [658/660] Winnipeg

    Secondo me non è nemmeno una questione di scuole di pensiero. È proprio che tex è così, è una sua caratteristica di non ricercare tanta accuratezza storiografica. È un mondo a parte. Poi nulla vieta che ci possano essere nuovi disegnatori che curano meglio questo aspetti, ma secondo me sono dei casi particolari, che possono esistere proprio perché la norma è un'altra... Una sola cosa voglio dirti, ymalpas: se tu hai questa passione di guardare tutti i particolari dei disegni ben venga, ma non vuol dire che gli altri lettori che a queste cose ci fanno meno caso quando leggono non si pongono delle domande
  12. pippo

    [658/660] Winnipeg

    Esagerato... Cioè, scusate se lo dico, ma certe osservazioni le trovo davvero deprimenti. Come se fossero fatte solo per il gusto di criticare a tutti i costi...
  13. pippo

    [658/660] Winnipeg

    Non ci avevo fatto caso ma in effetti il primo piano di Dallas nell'ultima vignetta postata non è venuto granché bene. Si vede che il personaggio si presenta così bene all'inizio da avermi reso più indulgente verso alcune imprecisioni successive Ad ogni modo di una donna non guardo solo l'aspetto esteriore ma anche il fascino che emana per il suo comportamento: l'h o trovata molto dolce e carina quando si addormenta nella stanza del fratello ad attenderlo
  14. pippo

    Font Si, Font No...

    Ho mostrato l'albo winnipeg a mia sorella per avere un suo parere sui disegni. Lei in passato ha letto tutta la mia collezione di tex, per cui si può dire che conosce abbastanza bene tex e il suo mondo, anche se non ha mai fatto caso ai nomi degli autori. Ero curioso di sentire la sua opinione. Mi ha detto che i disegni le sono piaciuti, però ha trovato il volto di tex troppo incazzoso e il volto di carson troppo pieno di rughe. Quando le ho fatto presente che sul forum c'è un intero dibattito sul fatto se font sia adatto a tex o meno,mi ha detto che le sembra una cosa esagerata
  15. pippo

    [658/660] Winnipeg

    E vabbè, ma che c'entra? Nicolò disegnava forse come galep? Ticci disegnava forse come Letteri? E il compianto Fusco? Erano disegnatori diversissimi fra loro, ma questo non gli ha impedito di far tutti ugualmente parte della storia di tex. Questo giusto per dire che un canone di disegno su tex è una cosa presunta ma di fatto non esiste. Poi sai che noia, se tutti i disegnatori di tex di oggi lo disegnassero come villa..
×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.