Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

MarrFarr

Cittadino
  • Posts

    283
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    6

Everything posted by MarrFarr

  1. Dal momento che Casertano è in assoluto uno dei miei disegnatori della SBE preferiti questo era uno dei Texoni che attendevo di più. Purtroppo i miei timori sulla scelta dello sceneggiatore si sono rivelati - ancora una volta, dopo il recente ridicolo Pistolero vudu - più che fondati e mi sono ritrovato con un altro Texone che è un'enorme occasione sprecata, in cui a un disegnatore con i controfiocchi è stata affidata una sceneggiatura piattissima e svogliata, per nulla originale, per nulla ispirata, senza neanche l'ombra di un guizzo, di un passaggio che rompa la monotonia. Come è già stato fatto notare, l'elemento della cittadina di sudisti non è stato sviluppato in alcun modo anche se aveva parecchio potenziale. In secondo luogo ci ritroviamo ancora una volta con delle mezze tacche come antagonisti, mentre Tex e Carson ripetono lo stesso copione già visto e rivisto in mille altre occasioni. Di compitini simili (soprattutto quando a disposizione si hanno dei fuoriserie come Casertano, in grado di spaziare tra i generi più disparati e di disegnare praticamente qualsiasi cosa) ne farei molto volentieri a meno. Se Ruju è il futuro di Tex siamo messi proprio male. Per quanto mi riguarda, le sue prossime storie resteranno in edicola. Storia 2/5 Disegni 4.5/5
  2. Letto solo ieri e purtroppo devo andare controcorrente perchè lo considero il cartonato meno riuscito tra quelli letti finora. Font è da sempre uno dei miei disegnatori di Tex preferiti (e infatti la mia gavetta Willeriana comincia proprio nel periodo in cui inizia anche la sua collaborazione con la SBE) e da un cartonato a colori disegnato da lui mi aspettavo veramente tanto. Purtroppo la storia di Giusfredi non gli rende giustizia. La storia scorre abbastanza bene ma non mi ha lasciato nulla perchè ho trovato il tutto piuttosto piatto e senza particolari guizzi. I personaggi di Joe, della moglie defunta e del giovane bandito sono solo abbozzati e quindi del destino del marmocchio non può interessarmi pià di tanto, come nemmeno del fatto se il vecchietto sia onesto o meno. Giusfredi per adesso lo metto nella stessa categoria di Rauch - non fanno disastri come Faraci, nelle sceneggiature non hanno passaggi pasticciati come Ruju, ma non mi entusiasmano.
  3. Sisi ma infatti il medaglione antipallottole/schivapallottolle è l'ultimo dei problemi di questa storia che non mi è piaciuta per varie altre magagne che sono più generali e che ritrovo spesso nelle storie di Ruju. Sei troppo severo. Le sue storie oscillano tra il cringe e il godibile ma alla fine scrive abbastanza poco e il merito più grosso della sua gestione è quello di aver portato gente nuova come Ratigher e Contu, fatto riavvicinare alla serie mostri sacri come Sclavi e Ambrosini e aver praticamente dato carta bianca alla Barbato e a Bilotta. E i risultati ci sono, con diverse storie notevoli uscite negli ultimi anni. Non sono d'accordo neanche su Cavenago. E' un ottimo illustratore, ma Stano è imbattibile e Recchioni lo ha mandato in pensione proprio quando stava attraversando un periodo molto sperimentale e interessante in cui ha sfornato alcune delle cover più belle di sempre. Ma siamo ampiamente off topic. I dati di vendita evidentemente gli danno ragione visto che è ancora al suo posto e che probabilmente ci resterà finchè ne avrà voglia. Io per esempio avevo perso completamente l'interesse nei confronti di questa serie durante il periodo Gualdoni, ma Recchioni mi ha fatto riavvicinare e non me ne sono mai pentito, anzi. Non sarà comunque il suo primo Texone, e i due usciti finora non è che si discostino molto dai suoi soliti livelli.
  4. Non scherziamo, dai. Ruju su DYD è stato sempre scarsissimo, e ha sfornato (per fortuna poche) storie deludenti anche durante la gestione Recchioni. Nella sua lunga permanenza a Craven Road non ha mai raggiunto gli abissi toccati da Faraci, ma non ha neanche brillato e non è un caso che pur avendo cominciato a leggere Dylan proprio nel periodo di massima attività di Ruju io faccia fatica a nominare più di cinque storie veramente belle scritte da lui. I lettori bonelliani sono spesso molto difficili, ma non è onesto nè corretto tirare sempre fuori la manfrina dell' "e allora non vi va mai bene nulla". Se Ruju riceveva frequentemente delle critiche perchè snaturava DYD e adesso le riceve perchè (per adesso sono nel Pistolero vudu, non ricordo altri casi) ha fatto un passo falso simile anche su Tex evidentemente un problema c'è e riguarda il modo in cui si approccia ai personaggi che scrive. Per tornare a Faraci, autore che decisamente non si è fatto apprezzare, non mi sembra di aver letto critiche sul fatto che avesse snaturato Tex o DYD, semplicemente si faceva notare che le storie scritte da lui facessero pena. E infatti con Ruju questo problema si è posto solo adesso. Poi io capisco che Recchioni vi sta sulle scatole e neanch'io l'ho mai simpatizzato nè professionalmente nè personalmente, ma la serie adesso è messa molto meglio di quanto lo fosse nel periodo in cui Ruju era praticamente lo scrittore principale.
  5. Poco ma sicuro, anche tenendo conto del suo operato su DYD. E mi andrebbe anche abbastanza bene, se non fosse che su Tex si vede sempre di più e che potrebbe diventare il successore di Boselli.
  6. Premetto che a me Ruju piace molto raramente e che non ho mai condiviso l'enstusiasmo di Boselli e di molti forumisti nei suoi confronti. E infatti anche in questa occasione non ci siamo proprio. La storia è scritta con parecchia faciloneria, dalla premessa della ragazza che chiede a Tex e Carson di accompagnarla dallo zio, alla caratterizzazione praticamente inesistente del pistolero e della megera, fino alla solita risoluzione frettolosissima in cui due cattivi fino ad allora quasi invincibili vengono improvvisamente fatti fuori senza troppa fatica (lei praticamente si dà fuoco da sola!). Non so poi se mi abbianfatto più storcere il naso la spiegazione della finta resurrezione di Carrillo della prima parte della storia oppure la stupidità della megera che nella palude aveva praticamente in pugno Carson e avrebbe potuto tranquillamente farlo fuori per poi fare lo stesso con Tex ma invece preferisce possedere Carson e farsi sgamare. Peccato perchè l'ambientazione e l'atmosfera promettevano bene, ma Ruju proprio non ce la fa. Concordo sul fatto che Ramella sia meno in forma del solito, ma anche così i suoi disegni sono una gioia per gli occhi.
  7. Patagonia e I ribelli di Cuba passi falsi? Mi sa che hai invertito il primo maggio e il primo aprile.
  8. Non scherziamo, la SBE ha una squadra di copertinisti penso unica al mondo. Tra i due grandi vecchi Galep e Ferri e le generazioni successive con gente come il già citato Villa, Stano (non perdonerò mai a Recchioni di non averlo lasciato alle cover proprio quando stava attraversando una seconda giovinezza con illustrazioni impeccabili, coraggiose e originali), Alessandrini, Soldi, Spadoni, Di Gennaro, il bistrattato Riboldi, Fior, Mastantuono e tanti altri che sicuramente sto dimenticando ci sarebbe materiale per decine e decine di artbook.
  9. E' una scemenza perchè come al solito le cose vengono inutilmente ingigantite e un paio di storie in cui c'è un filo di critica sociale/politica diventano subito "fare sempre storie con minoranze etniche maltrattate". Anche e soprattutto perchè, come vi è già stato fatto notare, storie del genere appaiono sulla serie fin dai tempi di GLB.
  10. Ma Barison non fa parte dello staff di Zagor?
  11. Di Zamberletti non ho letto nulla, vedo che per la SBE ha scritto soprattutto su Zagor. Qualcuno ha letto tali storie e può dare un giudizio generale?
  12. Invece di tutto questo pippone potevi anche fare finta di niente e lasciar passare visto che hai scritto una sciocchezza e infatti hai pensato bene di infilare tutta una serie di frecciatine e di faccine sceme per mascherarlo. Come ti hanno fatto notare il problema non era Ultimate Spider Man ma l'universo Ultimate che non aveva più senso perchè tutte le altre serie erano alla deriva e quindi lo hanno chiuso, insieme al rilancio del MU, non di USM. Ovviamente non poteva mancare il riferimento da provincialotto al fatto che Miles Morales appartenga a una minoranza, perchè non sia mai che in un Paese multietnico e multirazziale come gli USA i personaggi dei fumetti rispecchino in parte anche la popolazione.
  13. Sorvolo sulle solite scemenze di Tex nero donna vegano che lasciano il tempo che trovano, ma informiamoci un po' prima di scrivere inesattezze del genere. Ultimate Spider Man è stata un'ottima serie portata avanti dallo stesso sceneggiatore per 240 numeri e ha chiuso perchè c'è stato un rilancio generale del parco testate Marvel e Bendis se ne è andato alla DC. Se le vendite fossero state scarse sarebbe stata tagliata molto, ma molto prima.
  14. Io sto aspettando esca l'ultima parte per leggere la storia per intero, ma a quanto pare non occuperà l'albo di febbraio per intero. Nell'anteprima del sito SBE annunciano anche l'inizio della storia di Zamberletti/Candita. https://www.sergiobonelli.it/tex/2021/01/05/albo/colpo-di-stato-1009094/
  15. Come mai? Hanno programmato tutto per un periodo lungo o ci sono gia' troppi sceneggiatori?
  16. In questo caso non sono state spiegate molte cose che avrebbero fatto funzionare molto meglio la storia, e lo dico da fan pluriennale di Manfredi. Ahime' questa storia va nel mucchio di quuelle meno riuscite.
  17. Ho letto la doppia storia con enorme ritardo solo ora e devo darti ragione. Oltre alla storia e al titolo c'e' pure il testo dell'anteprima dell'albo precedente in cui viene praticamente fatto intendere che Proteus avrebbe preso le sembianze dell'infermiera. Per quanto riguarda la storia (sorvolando sulle doti di travestimento di Proteus che richiedono un'enorme sospensione dell'incredulita' da parte del lettore e che qui vengono portate a livelli ancora piu' estremi con la sposina che fino all'ultimo non si rende conto del fatto che il marito sia stato scambiato) mi e' piaciuto come al solito l'ottimo Ramella che ho imparato ad apprezzare gia' ai tempi di Magico Vento. Alla sceneggiatura troviamo invece il solito Ruju senza infamia e senza lode che sforna il ritorno di un personaggio che ho sempre considerato riuscito a meta' e che nella sua carriera pluridecennale non e' mai stato protagonista di una storia notevole. Davvero poca roba.
  18. Davanti a una replica cosi' eloquente e ben argomentata non so davvero cosa controbattere.
  19. Assolutamente si. Soprattutto quelli di Buzzelli e Galep. Il Texone di Giolitti e' un po' meglio, ma resta comunque una storia scritta con il pilota automatico. Con Piombo rovente siamo a tutto un altro livello.
  20. Sto proseguendo con la (ri)lettura dei vecchi Texoni ed e' arrivato il turno di Piombo rovente, che dopo tre albi davvero scialbi e' stato una gradevolissima sorpresa, nonostante il soggetto classicissimo e tutto sommato prevedibile. Nizzi ha sfornato una sceneggiatura veloce e oserei dire frizzante, con siparietti riuscitissimi tra i pard e tra Carson e la sua nuova fiamma, mentre le raffinate ed eleganti tavole di Zaniboni sono una gioia per gli occhi. Uno speciale che rileggero' sicuramente anche in futuro perche' mi ha divertito tantissimo!
  21. In effetti andando a rivedere gli anni in cui ha cominciato a scrivere per la serie e' come dici tu. Non mi sembrava fosse passato cosi' tanto tempo.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.