Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

[475/477] Il Presagio


Guest Colonnello_Jim_Brandon
 Share

voto alla storia  

60 members have voted

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Please sign in or register to vote in this poll.

Recommended Posts

Riletta questa storia e devo dire di essere entusiasta.

Si tratta certamente di una delle storie più belle di Nizzi, ma direi anche dell'intera saga.

Tutto è perfetto. Il soggetto (di Civitelli) splendido. La sceneggiatura piena zeppa di avvenimenti avvincenti. Scene campali (l'inondazione davvero impressionante, Carson che picchia il maggiore, le visioni, il duello). Un Tex monumentale e un Carson altrettanto monumentale. E poi la dolcissima Allison che si innamora di Tex e ci regala un finale melanconico e romantico. Scene davvero indimenticabili che rendono giustizia alla maestria di Nizzi, che davvero trova qui un picco di forma straordinario e tocca corde avventurose e, al contempo, commoventi di grande livello.

Altrettanto gigantesco il lavoro del Maestro Civitelli, i cui disegni non possono essere definiti meno che splendidi, sia a livello grafico che a livello di "regia".

Lettura avvincente e straordinariamente appagante.

Nizzi 9

Civitelli 9

Ma solo perchè dedico i 10 proprio a cose oltre l'umano...

Edited by valerio
  • Like (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red;">1 ora fa</span>, valerio dice:

Riletta questa storia e devo dire di essere entusiasta.

Si tratta certamente di una delle storie più belle di Nizzi, ma direi anche dell'intera saga.

Tutto è perfetto. Il soggetto (di Civitelli) splendido. La sceneggiatura piena zeppa di avvenimenti avvincenti. Scene campali (l'inondazione davvero impressionante, Carson che picchia il maggiore, le visioni, il duello). Un Tex monumentale e un Carson altrettanto monumentale. E poi la dolcissima Allison che si innamora di Tex e ci regala un finale melanconico e romantico. Scene davvero indimenticabili che rendono giustizia alla maestria di Nizzi, che davvero trova qui un picco di forma straordinario e tocca corde avventurose e, al contempo, commoventi di grande livello.

Altrettanto gigantesco il lavoro del Maestro Civitelli, i cui disegni non possono essere definiti meno che splendidi, sia a livello grafico che a livello di "regia".

Lettura avvincente e straordinariamente appagante.

Nizzi 9

Civitelli 9

Ma solo perchè dedico i 10 proprio a cose oltre l'umano...

 

D'accordo con te che sia una delle storie più belle di Nizzi. Anche Carson fa un figurone, poi c'è di tutto: Tex arrestato e poi creduto morto, una donna innamorata, cattivi tra i bianchi e cattivi tra gli indiani, militari corrotti e singolar tenzoni su rupi spaventose. Uno dei capolavori nizziani anche per me.

Link to comment
Share on other sites

Storia che rappresenta in modo eccellente i molti pregi e pochi limiti del Tex di Nizzi.

 

Tex creduto morto da tutti,ma che compie una vera e propria Odissea per punire i colpevoli dei massacri e riaffermare il proprio ruolo di Sakem dei Navajos. Anzi, più di un Odissea quasi un anabasi...

La storia è perfettamente sceneggiata e non ha punti morti,Carson diventa centrale per buona parte della storia, molte belle scene di vita nella Riserva...non si può provare un pizzico di gioia e commozione nel vedere i bimbi indiani giocare con il ragazzino bianco e il cagnolino...

Tex è maestoso,un vero capo: non teme la morte, affronta a viso aperto il suo avversario e riesce a punire il militare corrotto e il mercante di armi

 Ora arriviamo ad Allison... personaggio femminile complesso e intrigante,una donna coraggiosa e affascinata da Tex,che considera l uomo ideale ma sa in cuor suo che non potrà mai essere la sua compagna di vita... ecco,il finale è struggente e Nizzi cerca in ogni modo di togliere Tex dall'imbarazzo di un romantico addio che ne affievolirebbe il carisma...e qui sorge il problema,a parer mio,dal.momento che Tex è secondo me interesato a Allison, ne è rimasto affascinato e sembra combattuto interiormente dal lasciarla andare via:l ha salvata,ha fatto da padre adottivo al bimbo e le ha giurato  di vendicare i suoi morti.alzi la mano chi non ha provato tristezza nel leggere le ultime tre pagine della storia.Tex ritrova la sua vita e i suoi pard,ma perde una persona che avrebbe potuto diventare qualcosa di più di una comparsa...e il pianto di Allison con in primo piano la mano con la fede non può essere un caso, secondo me...va be', è andata così.ad ogni modo,storia fantastica.

 

Edited by Barbanera
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red;">3 minuti fa</span>, Barbanera dice:

a be', è andata così.ad ogni modo,storia fantastica

 

<span style="color:red;">3 minuti fa</span>, Barbanera dice:

Storia che rappresenta in modo eccellente i molti pregi e pochi limiti del Tex di Nizzi.

 

Hai descritto i pregi, e i limiti? ;) Perché li citi? Dove li vedi? Io in questa storia non ho visto difetti, francamente... 

Link to comment
Share on other sites

Il limite è il manierismo di Nizzi...che a me piace,sia chiaro,ma in questa storia stride nel finale.la critica non va alla storia,ma alla gestione del personaggio Allison nel finale...

I disegni parlano meglio dei dialoghi...

 

 

Edited by Barbanera
Link to comment
Share on other sites

Che, dirò, per me è una gestione semplicemente perfetta. Meglio di così non si poteva fare. Anche il dialogo notturno a metà storia, fra Tex ed Allison, è a mio parere e come già scritto anni addietro, molto più suggestivo, così pudico nella sua apparente banalità, rispetto alle intenzioni originali e rispetto a come è stato modificato nella versione a colori di Repubblica.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red;">24 minuti fa</span>, Barbanera dice:

Il limite è il manierismo di Nizzi...che a me piace,sia chiaro,ma in questa storia stride nel finale.la critica non va alla storia,ma alla gestione del personaggio Allison nel finale...

I disegni parlano meglio dei dialoghi...

 

 

Ma no, non concordo. E' una scelta, non manierismo. A volte la vignetta dice più di mille parole, è una scelta registica, direi.

Ed è bello così.

<span style="color:red;">19 minuti fa</span>, virgin dice:

Che, dirò, per me è una gestione semplicemente perfetta. Meglio di così non si poteva fare. Anche il dialogo notturno a metà storia, fra Tex ed Allison, è a mio parere e come già scritto anni addietro, molto più suggestivo, così pudico nella sua apparente banalità, rispetto alle intenzioni originali e rispetto a come è stato modificato nella versione a colori di Repubblica.

Per mia fortuna leggo solo le storie originali.

Cosa sarebbe stato cambiato nelle ristampe?

Link to comment
Share on other sites

Puoi fartene un'idea leggendo le prime due pagine di questa discussione, anche se purtroppo le immagini sono saltate. Diciamo che si è voluto rendere più chiara (non troppo, eh: niente di davvero esplicito) l'attrazione di Allison nei confronti di Tex, che prima a mio avviso era lasciata più sottotraccia e quindi più suggestiva.

Link to comment
Share on other sites

  • 9 months later...

Allora...Riletta ieri dopo ben 21 anni. Cosa dire...Civitelli, con Villa, è il mio disegnatore preferito e le sue vignette (o quadri) "parlano" ed spesso bastano da sole. Nizzi mette in scena una storia ricca di tanti elementi. C'è il poker di cattivi (il militare ambizioso, il mercante di armi, lo stregone vendicativo e il giovane navajo rampante), c'è un sublime Carson, c'è un grande Tex, c'è un bel personaggio femminile (con invaghimento ben tratteggiato), c'è la lotta intestina nella tribù. Tanta carne al fuoco che Nizzi tiene con maestria (ci mette anche un paio di siparietti). 

Ottima storia che riletta ad anni 38 (letta ad anni 18 la prima volta) guadagna punti. Il bicchiere per Nizzi sarà sempre mezzo pieno.

 

Link to comment
Share on other sites

Ma che storia hanno confezionato Nizzi e Civitelli? Favorevolmente colpito dalla coralità della storia e ancor di più dalla leadership che ha assunto Carson durante tutta la storia: quando rimprovera Tex per l'irruenza iniziale a Fort Defianche, quando assume la saggia leadership dopo la sua presunta morte ed infine quando ragguaglia il ritrovato pard delle scoperte riguardo il vero motivo della rivolta di alcuni Navajo e delle persone che ne hanno tirato le fila. Ho sempre rimproverato Nizzi di un suo banale e da macchietta di Carson, ecco in questa storia vedo un Carson che vorrei vedere spesso. 

Racconto in tre albi che non annoia mai, il soggetto non è originale ma raccontato in maniera si classica ma fluida. Mi piacciono molto le storie che trattano dinamiche interne degli indiani e qui vengono raccontate molto bene. Interessante la figura femminile di Allison probabilmente invaghita di Tex.

Civitelli sempre superbo nel suo tratto pulito e dettagliato, è un piacere per gli occhi ammirare le sue tavole e la perfezione dei volti. Il suo Tex è sicuramente fra i miei preferiti.

 

Voto globale 9 pieno

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.