• Avvisi

  •  

    Banner-IT 70 anni Tex Willer 300by100.png
    Asta in allestimento
    Gli elementi sono in allestimento e saranno definitivi (e potrete puntare) a partire dalle 12:00 del 20.04.2018
    Remind: i membri del forum iscritti prima del 31 marzo 2018 possono beneficiare di un buono di 20€ (Presentazione asta e condizioni per il buono)

Sam Stone

[Color Tex N.5] Delta Queen

Voto alla storia  

10 voti

  1. 1. Qual'è il tuo voto alla storia?

    • 10 - Capolavoro
      0
    • 9 - Eccellente
      1
    • 8 - Ottima
      4
    • 7 - Buona
      3
    • 6 - Sufficiente
      2
    • 5 - Mediocre
      0
    • 4 - Scarsa
      0
    • 3 - Insufficiente
      0
    • 2 - Vergognosa
      0
    • 1 - Impubblicabile
      0


Messaggi consigliati/raccomandati

Come purtroppo capita spesso ultimamente ho dovuto leggere a morsi anche questo albo.
La storia eccetto qualche passaggio e per qualche morto ammazzato di troppo mi è piaciuta. Ho trovato interessante l'inserimento di diverse figure femminili che hanno donato un tocco di respiro e di freschezza alla storia e alle 160 tavole.

Civitelli ha realizzato dei buoni disegni, ma come diceva Paco, magari un po' sottotono rispetto alle sue ultime prove. Sarà forse per il colore?

Quest'ultimo è senza dubbio il punto dolente che a mio avviso ha abbattuto la qualità dell'albo.

Come già detto da Pecos colorare così un albo "speciale" non offre niente di speciale o di alternativo, ma un leggero upgrade alla colorazione delle ristampe di repubblica.

Se l'albo risulta superiore ai precedenti color è solo per merito del tratto pulito di Civitelli che fa sembrare meno piatte le tavole, ma rimangono semplicemente quelle di una normale storia in bianco e nero con l'addizione del "riempi colore" di Photoshop o Paint che dir si voglia. Se veramente è Civitelli ad aver scelto questa formula mi dispiace dirlo ma ha toppato penalizzando così una sua opera.

 

 

  • +1 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Sicuramente trovo la qualità del color per le brevi superiore e più gradevole, personalmente avrei dato forse dei tagli più graduali alle sfumature per rendere il tutto un po' più naturale e meno "plasticoso".
Sarebbe bello se anche il color lungo di Pasquale del Vecchio potesse venir colorato in maniera simile dato che il suo tratto, essendo molto nitido e con pochi neri, secondo me concede molte possibilità ad una colorazione più realistica (anche se mi sembra di aver capito che non sia nei vostri piani).

Grazie per avermi posto la domanda Borden e complimenti per la pagina di facebook dedicata al nostro Ranger. :)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Un Color che non esiterei a definire sontuoso: una storia sì semplice, ma che sa offrire i giusti colpi di scena in un'ossatura davvero divertente. Non si raggiungono certo le vette di gaglioffaggine del Tex glbonelliano, ma al momento della lettura (sono passati diversi mesi), la disinvoltura di Tex e dei pards mi aveva colpito assai positivamente. Poi ammetto che c'è l'ambientazione fluviale, con i barconi che costituiscono uno dei miei scenari preferiti (come nello splendido secondo episodio della giovinezza di Paperone di Don Rosa) e miei quasi compatrioti cajun.

I comprimari si mantengono nel solco della tradizione boselliana (direi anche di più, se capissi come mettere gli spoiler col nuovo sito), con meno profondità, ciò che funziona comunque benissimo.

 

Ritengo che, anche più di alcune storie sulla serie regolare, questa permetta di apprezzare lo straordinario lavoro di Boselli come autore-curatore. Certo, servono anche le storie fuori dall'ordinario, o comunque particolari; ma è con le storie medie di puro mestiere che un autore mostra quanto è in vena, quanto sa creare anche con gli elementi della tradizione. Ecco, in quest'ottica "Delta Queen" è davvero una signora storia. Non mi ha annoiato nemmeno un istante e si gioca con "Lo sciamano bianco" il posto di miglior Color lungo fin'ora, a mio gusto. "Lo sciamano bianco" era però più raffinato e innovativo; quindi, il frequentatore dell'osteria "Da Peppe il faciolaro" che si cela dentro di me preferisce "Delta Queen".

 

Sul versante dei disegni, Civitelli fa ancora una volta uno splendido lavoro. I colori distraggono un po', ma il suo lavoro non è solo meticoloso, è anche coinvolgente e superbamente narrativo. Poi, be', lui e il colorista col personaggio di Molly mi fumettizzano la fidanzata, quindi è un goal a porta vuota... :D

 

Il mio voto finale è 8, pienamente meritato. Con "Delta Queen" sono veramente due ore di puro divertimento, che mi risollevarono non poco il morale in una giornata in cui era abbastanza giù. 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Contenuto simile

    • Da ymalpas

       
       
       
      Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Alessandro Piccinelli
      Periodicità mensile: Agosto / Settembre 2017
      Inizia nel numero 682 e finisce nel numero 683
       
      La storia del ritorno di Lupe e della figlia.
       
       
       

       
       
       
      © Testi e immagini della Sergio Bonelli Editore.
    • Da ymalpas
          
       
       
       
       
      Soggetto e sceneggiatura:Mauro Boselli
      Disegni: Corrado Mastantuono
      Periodicità mensile: Gennaio, Febbraio e Marzo 2015
       
       
       
       
      In Texas, la Luna piena colore del sangue annuncia la scorreria notturna di un predone, Il comanche Charvez, tornato dalla morte per riprendere con se il figlio quindicenne Daniel, cresciuto con la madre Ada e il patrigno Rick, vecchi amici di Tex. Il ranger si mette sulle sue tracce!
       
       
       
       
       
      © Sergio Bonelli Editore
       
       
       
       
          
    • Da Sam Stone

       
       
       
      Torna la formula autunnale del Color Tex: quattro episodi completi, tutti a colori! Color Tex
        Stelle di latta e altre storie Uscita: 20/11/2014
      Copertina: Giulio De Vita
      Il sesto numero della serie di Color Tex ripresenta l'originale formula che ha riscosso immediato successo con il n. 4: quattro episodi completi, interamente a colori, ognuno relizzato da autori differenti, molti al loro esordio con le storie del Ranger!
       
      Stelle di latta
      Soggetto e sceneggiatura: Michele Medda
      Disegni: Michele Benevento
      Colori: Oscar Celestini
       
      C’è chi è onorato di servire la Legge e chi getta la propria stella nella polvere...
       
      Incontro a Tularosa
      Soggetto e sceneggiatura: Moreno Burattini
      Disegni: Giuseppe Camuncoli
      Colori: Beniamino Delvecchio
       
      Tre uomini si danno appuntamento con la morte in un pueblo del Nuovo Messico...
       
      Nel buio
      Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Luca Rossi
      Colori: Romina Denti
       
      È peggiore il buio della solitudine o quello sordo e cieco del pregiudizio?
       
      Randy il fortunato
      Soggetto e sceneggiatura: Roberto Recchioni
      Disegni: Andrea Accardi
      Colori: Oscar Celestini
       
      Aveva la fortuna delle canaglie.. sinché Tex non diventò la sua ombra!...
       
       
      Tavole in anteprima:
       


       
      Testi e immagini sono Copyright Sergio Bonelli Editore
    • Da Sam Stone




      Soggetto: Mauro Boselli
      Sceneggiatura:Mauro Boselli
      Disegni di:Lito Fernandez
      Copertina: Claudio Villa

      A Sitka, nei fiordi dell'Alaska, un'incomprensione tra la pittoresca ciurma di capitan Roscoe e i Tlingit del sakem Kowee ha scatenato un'autentica guerriglia, nella quale sono coinvolti anche Gros-Jean e la sua figlioccia eskimo Dawn. Giunti in aiuto degli amici, Tex e Carson scoprono che all'origine di tutto c'è il rapimento di alcune ragazze indiane. Nessuno crede davvero che i colpevoli siano i leggendari spiriti malingi della foresta, i Kuchtaqa... Ma poi anche Dawn e la figlia di Kowee scompaiono misteriosamente... E, oltre le montagne ghiacciate più a nord, un mostruoso dio cannibale sta per fare di loro le sue spose...

      Copyright SBE 2013

      In edicola da Ottobre 2013
    • Da bressimar


      Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Alfonso Font
      Periodicità annuale: Ottobre 2001


      Chi è il divoratore di anime dall'occhio d'oro? E perchè Jim Brandon, dopo aver letto l'enigmatico messaggio che ne fa menzione, abbandona i suoi uomini e si allontana, da solo e in borghese, nei territori del Nord' Tex e Carson, chiamati da Gros-Jean, si gettano subito sulle tracce dell'amico scomparso, su cui grava, oltretutto, l'infamante sospetto della diserzione, ma dovranno fare molta attenzione? Ai pericoli dell'inverno che arriva si aggiunge, infatti, una minaccia misteriosa e sinistra: quella dello Spirito del Vento, il terribile Wendigo!



      [ Nota: il messaggio iniziale di questa discussione è stato modificato per consentire l'inserimento dei dati della storia ]



      Altra storia ambientata in questi posti che solo a prendere in mano l'albo mi viene freddo... e tutti con le loro giacchette di pelo sopra alla camicia... mah..
      scherzi a parte io francamente non ho apprezzato troppo questa storia, forse un po' troppo fantasiosa per i miei gusti, anche se la trama mi è parsa ben sviluppata e con un buon ritmo.. il fatto è che preferisco storie più tradizionali e canoniche...
  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.