Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

[Tex Serie a Striscia 37 Silver Star] Il Ponte Minato


Recommended Posts

Caro Diablero, ti rispondo per punti. 

Avevo già sottolineato che non mi riferisco a questa pregevole ristampa, ma alle nuove proposte, non quella allegata ora di Burattini, ma a quelle ipotetiche e future di cui è stato accennato. Citi Galep, ma, purtroppo, Galep non disegnerà queste nuove strisce e neppure (per mio sommo dispiacere, Nicolò).

Io non godo all'idea di Chiaverotti e Cassaro (e neppure Chiarolla), però se esce un Tex di Chiaverotti e Cassaro, ho la possibilità di scegliere se comprarlo o no, s non esce non ho la stessa scelta.

Non ho detto che se piace una nuova uscita devono piacere tutte e mi scuso con te se mi sono espresso male. Ma che non capisco perchè, se uno è contrario (con tutte le sue rispettabili ragioni) a inflazionare le uscite, auspica queste (sempre quelle future, ipotetiche) nuove uscite a strisce. Diciamo che in questo caso se l'uscita è una tantum, hai ragione tu, perchè  comunque la qualità è salvaguardata.

Il tono sprezzante, oltre che insultante, lo hai usato tu, dal canto mio, se ti è sembrato tale, ti chiedo scusa perchè davvero non era mia intenzione. Proprio per questo motivo, giustifico il tuo tono e i tuoi insulti e pure li accetto, perchè se ho dato un'impressione sbagliata nel mio intervento è solo colpa mia, ma ti assicuro ancora che non era mia intenzione nè essere sprezzante, nè trollare (o trolleggiare?), per cui, se accetti, ecco la mia mano tesa. Sono entrato qua per esprimere le mie opinioni, non per litigare.:):ok:

 

Edited by Angelo1961
  • Like (+1) 1
  • +1 3
Link to comment
Share on other sites

Il formato a striscia a me non interessa, lo trovo anche scomodo.

A me interessa la qualità e l'originalità che sicuramente permeano questa anastatica.

E' un vero piacere leggere i testi originali del Grande Vecchio e ammirare le originali tavole di Galep non torturate da cancellazioni, ritocchi e rifacimenti assurdi.

Ho avuto il piacere di gustarmi tutto questo nella riedizione della Mercury che, ancorché a colori (però mille volte meglio di quelli di Repubblica) e in formato "Bonelli", era fedelissima agli originali.

L'unica cosa che mi perdo: la 2a, 3a e 4a di copertina che non suscitano in me il ben che minimo interesse.

La forma mi interessa poco, la sostanza molto.

Se fossi una fanatica del BN, potrei dire che il colore "rovina" l'opera di Galep, ma a me il colore piace, quindi il problema per me non esiste.

Approvo però questa iniziativa e auguro a tutti quelli che l'apprezzano che prosegua con le uscite oltre quanto già programmato.

Il problema del surplus di produzione non esiste perchè mi sembra ovvio che una ristampa non richiede alcun intervento degli autori.

Link to comment
Share on other sites

  • Sceriffi
2 ore fa, Angelo1961 dice:

Il tono sprezzante, oltre che insultante, lo hai usato tu, dal canto mio, se ti è sembrato tale, ti chiedo scusa perchè davvero non era mia intenzione. Proprio per questo motivo, giustifico il tuo tono e i tuoi insulti e pure li accetto, perchè se ho dato un'impressione sbagliata nel mio intervento è solo colpa mia, ma ti assicuro ancora che non era mia intenzione nè essere sprezzante, nè trollare (o trolleggiare?), per cui, se accetti, ecco la mia mano tesa. Sono entrato qua per esprimere le mie opinioni, non per litigare.:):ok:

 

 

Bravo Angelo, bell'atteggiamento. Diablero, non c'è bisogno di inca***si tutte le volte, anche se magari alcuni interventi possono sembrarti senza senso, si può ragionare con pacatezza e far notare agli altri dove sbagliano  o chiarire i malintesi senza azzuffarsi.

 

Ora, però, noto un po' di confusione sul forum. In questa discussione si dovrebbe commentare la storia inedita in uscita in formato a striscia; per parlare delle ristampe anastatiche c'è un altro topic:

 

 

  • Thanks (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">10 ore fa</span>, PapeSatan dice:

Pensare a ulteriori serie inedite a striscia, come Borden ha lasciato intuire nella sezione delle domande agli autori, vorrebbe dire soltanto cercare un ulteriore formato editoriale per aumentare le proposte (e quindi le vendite, spremendo tutto il possibile dal nome "Tex"). Infatti, sarebbero storie che potrebbero tranquillamente essere pubblicate in un Color, in un Magazine o al limite nella serie gigante, ma pubblicarle nel formato a striscia le renderebbe più vendibili solo per l'originalità della proposta.

Dipende dal riscontro di eventuali vendite Satan, suppongo che un editore basi le proprie considerazioni su questo fondamentale aspetto. Se in via Buonarroti dovessero notare che il formato a striscia vende più del color brevi autunnale, non vedo perchè non dovrebbe abolire il primo e dirottare le eventuali pubblicazioni sul secondo, senza inflazionare la produzione. O tagliare in un ipotetico futuro la bimestralità del maxi se nel frattempo si escogitasse un'uscita alternativa con maggiore appeal del primo. In fondo comandano i bilanci e non è raro che alcune testate vengano tagliate se vanno sotto il livello di guardia e si cerchi di captare le nuovi correnti di mercato per attenuare l'emorragia di lettori. La Bonelli "purtroppo" (per noi lettori s'intende!:D) non è un ente filantropico. 

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">56 minuti fa</span>, Condor senza meta dice:

Dipende dal riscontro di eventuali vendite Satan, suppongo che un editore basi le proprie considerazioni su questo fondamentale aspetto. Se in via Buonarroti dovessero notare che il formato a striscia vende più del color brevi autunnale, non vedo perchè non dovrebbe abolire il primo e dirottare le eventuali pubblicazioni sul secondo, senza inflazionare la produzione. O tagliare in un ipotetico futuro la bimestralità del maxi se nel frattempo si escogitasse un'uscita alternativa con maggiore appeal del primo. In fondo comandano i bilanci e non è raro che alcune testate vengano tagliate se vanno sotto il livello di guardia e si cerchi di captare le nuovi correnti di mercato per attenuare l'emorragia di lettori. La Bonelli "purtroppo" (per noi lettori s'intende!:D) non è un ente filantropico. 

Sono d'accordo se si dovessero ribilanciare le edizioni. Non dico che il formato a striscia sia ridondante nelle proposte editoriali di oggi (anzi, è un unicum!) ma lo sarebbe se venisse usato solo come escamotage di forma per aumentare la quantità delle proposte, a scapito della qualità (le storie brevi che già hanno le loro edizioni di riferimento, quali Color, Magazine, Romanzi a Fumetti). Se invece le strisce dovessero vendere di più delle potenziali equivalenti edizioni da storie brevi, allora se ne può parlare, ma pur sempre con una cadenza occasionale, per non dover vedere lo sviluppo delle storie del presente su due serie parallele.

Link to comment
Share on other sites

4 hours ago, Angelo1961 said:

Avevo già sottolineato che non mi riferisco a questa pregevole ristampa, ma alle nuove proposte, non quella allegata ora di Burattini, ma a quelle ipotetiche e future di cui è stato accennato.

Avevo iniziato a scrivere prima che tu postassi quel chiarimento, e ho cross-postato senza leggerlo. inoltre nei tuoi riferimenti a chi criticava la proliferazione di uscite ho visto un chiaro riferimento ai miei post, visto che sono quello che più batte la grancassa su questo tema da mesi. Ma io sono anche fra quelli che avrebbe preferito che ci fossero solo le anastatiche senza inediti, quindi non ci ho proprio pensato che potessi parlare di quelli.

 

Vabbè, è stato tutto un equivoco, scusami anche tu...

  • +1 2
Link to comment
Share on other sites

Amico Diablero. Parlavo in generale e non ricordavo chi fosse il più accanito oppositore al proliferare di uscite. E comunque non voglio criticare altre posizioni quanto semplicemente postare le mie. E in realtà mi riferivo a un condivisibile punto del precedente intervento di PapeSatan. Sui forum mi è facile fare confusione soprattutto quando, come adesso, scrivo da smartphone.

Ah che bei tempi quelli del solo telegrafo... o tempora o Mores...

Ciao.

Link to comment
Share on other sites

Quando uscì la "Collana Darkwood" pensai: "Mi sono scelto l'eroe sbagliato" e la comprai.

Stessa cosa pensai a quando vidi il disco in vinile di Graziano Romani dedicato a Zagor

e sono ancora in attesa del 33 giri delle canzoni dedicate al ranger.

Ora finalmente avrò le mie strisce di Tex e in più una storia inedita che sembra carina.

Certamente mi dimenticherò di comprare il color storie brevi e probabilmente comprerò ancora il mensile giusto perché passerò in edicola tutti i martedì mattina del prossimo anno e qualche mese...

Dei sei raccoglitori invece non ne sento il bisogno. Molto probabilmente la plastica che useranno col tempo diverrà rigida o peggio ingiallirà e poi con i quaderni ad anelli ho sempre avuto un pessimo rapporto. Le altre anastatiche Audace le tengo dentro le scatole delle scarpe che sono comodissime e robuste.

Erano secoli che non mi veniva più la "scimmia" per Tex (ora credo si chiami Hype)

Link to comment
Share on other sites

44 minutes ago, Dix Leroy said:

Le altre anastatiche Audace le tengo dentro le scatole delle scarpe che sono comodissime e robuste.

Confermo. Specialmente quando hai da conservare diverse centinaia di strisce imbustate una per una, il metodo più economico e pratico e che occupa molto meno posto è la classica scatola da scarpe...  :-)

Link to comment
Share on other sites

Letto la striscia "Il ponte minato".

Ovviamente è presto per dare qualsivoglia giudizio se non parzialissimo, ma per il momento mi sta intrippando...

si va subito al sodo, e sembra il preambolo di una storia tutta azione, come è giusto che sia nel formato a strisciaB)

Inoltre è interessante la presenza del medico con la cura per la difterite, e incuriosisce il ruolo che avrà nel prosieguo...

Torti mi piace sempre più, unisce il suo stile pulito ed essenziale con suggestioni del Ticci maturo, si muove a meraviglia negli scenari western, e si conferma disegnatore adatto a storie veloci e tutta azione...

Bello anche il cliffhanger su cui si chiude, come è giusto che sia nel formato a striscia:DB)

Insomma, ne voglio ancora:lol:

Link to comment
Share on other sites

Per quello che mi riguarda la serie a striscia inedita,aspetto a leggerla tutta d'un fiato alla sesta uscita

é palese che Torti si rifaccia all'ultimo stile di Ticci,non tanto per i lineamenti dei pards ma anche come disegna gli abiti e i paesaggi

Mi pare di rivedere il Filippucci su Martyn Mystere che copiava Alessandrini in tutto e per tutto

Link to comment
Share on other sites

Buongiorno a tutti!
Ho approcciato con curiosità la striscia inedita: non sono un fan delle storie brevi, almeno per quanto riguarda Tex, quindi parto un po' prevenuto.
Ho tentato un approccio diverso, una lettura più lenta: devo dire che pur nella sua semplicità mi ha intrigato abbastanza e sono curioso di sapere come andrà a finire.
Dato l'esiguo numero di pagine a disposizione, avrei forse ridotto lo "spiegone" iniziale sulla cura per la difterite: immagino sia utile per far capire al lettore che il contenuto della borsa del medico sia davvero importante perchè potrebbe permettere di salvare delle vite. Quella sequenza di dialogo sarebbe potuta essere più asciutta, dando quindi maggior spazio al resto e all'azione, ma è un de gustibus :)

Seconda uscita comprata stamattina... lettura rimandata alla sera
 

Link to comment
Share on other sites

Presa la seconda uscita delle strisce.

Leggerò la serie inedita tutta insieme alla fine, intanto non posso non notare che la copertina della seconda striscia rispolvera una caratteristica che tanto rara non era nelle strisce e raccoltine originali dell'epoca: l'assenza di Tex. Sarà l'unica volta nella serie delle 6 strisce inedite, ma tanto basta.

Aggiungo che in ciascuna striscia inedita mi sarebbe piaciuto vedere stampata la data completa di uscita, come nelle altre strisce, non il generico "SBE 2021".

Link to comment
Share on other sites

Ho finito il secondo albo. Si legge in cinque minuti scarsi, ma la storia mi sta prendendo. I ritmi sono quelli delle strisce, quindi si corre molto, non ci si perde in lungaggini e in discussioni varie, lasciando spazio solo all'azione. Aspetto con trepidazione il prossimo numero. Non capisco come si possa criticare Torti. Ogni tanto esagera con espressioni caricaturali scuola Martin Mystere, ma il suo tratto è perfetto per le storie Western come l'ottima "Il Segreto della Missione Spagnola". La Copertina di Torricelli è gradevole, però con tristezza ho potuto constatare che nella prossima Tex avrà quel volto Ticciano che non ha nelle altre immagini. 

  • Confused (0) 1
Link to comment
Share on other sites

A proposito di copertine e di "omaggi": Tex nella prima vignetta a pagina 13 de "Il ponte minato" mi ha ricordato, in un decimo di secondo, la copertina di Galep per il numero 250, "Il solitario del West".

Link to comment
Share on other sites

Scusate amici ma vi risulta che i Contenitori non saranno disponibili nei prossimi mesi??? Cioe' che nelle edicola lo si potrà trovare solo in questa settimana e poi si dovranno richiedere online per i prossimi???

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">20 ore fa</span>, James Kirk dice:

Scusate amici ma vi risulta che i Contenitori non saranno disponibili nei prossimi mesi??? Cioe' che nelle edicola lo si potrà trovare solo in questa settimana e poi si dovranno richiedere online per i prossimi???

Credo che li potrai richiedere in ogni momento al tuo edicolante di fiducia, la SBE però non è stata molto chiara al riguardo. .. 

  • Like (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

Comunque hanno fatto un post sulla loro pagina Facebook in cui spiegano le caratteristiche e le modalità con cui saranno reperibili i raccoglitori. 

Link to comment
Share on other sites

Letta anche la seconda striscia : "Morte nell'abisso", e confermo quanto di buono detto sulla prima, e anche di più...

Secca, veloce, avvincente...

Non vedo l'ora esca la prossima, lo "stile striscia" l'hanno azzeccato in pieno.

Link to comment
Share on other sites

Letto "Gli Sciacalli" : si prosegue sempre bene, ritmo veloce, nemici bastardissimi e cliffhanger al punto giusto...

Bravo Burattini, ottimo Torti...le scene in cui Tex e Carson si aggirano dentro la carcassa sventrata e fumante del treno deragliato, sono drammaticamente suggestive...

Link to comment
Share on other sites

Il 30/10/2021 at 15:45, Testa di Vitello dice:

Letto "Gli Sciacalli" : si prosegue sempre bene, ritmo veloce, nemici bastardissimi e cliffhanger al punto giusto...

Concordo, una lettura gradevole.

Continuo però a notare una certa lentezza generale che non posso fare a meno di confrontare con la vivacità delle strisce originali.

Io credo che proprio si sia (ragionevolmente) persa la capacità di sceneggiare per un formato simile. Non basta che la storia sia breve, va anche ritmata nel modo corretto.

Comunque si tratta di un esperimento carino :)

 

Link to comment
Share on other sites

On 11/1/2021 at 11:19 PM, Il Berna said:

Io credo che proprio si sia (ragionevolmente) persa la capacità di sceneggiare per un formato simile. Non basta che la storia sia breve, va anche ritmata nel modo corretto.

 

Concordo.

 

Burattini guadagna molto nel ritmo nel formato a striscia, ma... non si lascia "aiutare" abbastanza. Continua ad allungare il brodo, anche se molto meno che non negli albi da 94 pagine.

 

Già nel formato da 60 strisce era troppo "lungo", ma era comunque sopportabile.

 

Ma non si è davvero adattato alle 32 strisce. Continua a fare scene troppo lunghe, e come conseguenza in una striscia non accadono abbastanza cose, dopo 4 albi non c'è ancora la "ciccia" che c'era in un singolo albo a striscia di GL Bonelli. Troppo brodino annacquato, poca sostanza.

 

Purtroppo, per decenni il metodo operativo della Bonelli ha PREMIATO (non semplicemente "tollerato", no, l'ha proprio premiato) uno stile di scrittura spaventosamente prolisso.  Quando ti pagano a pagina, allungare un idea o un dialogo nel doppio delle pagine ti fa guadagnare il doppio. E "allungando" gli stessi elementi su più pagine non devi nemmeno fare la minima fatica in più, basta standere lo stesso il più possibile, stessa fatica, molto più guadagno.

 

Come conseguenza, temo che la Bonelli da tempo sia diventata la massima "accademia di allungatori del brodino" italiana, e nessuno dei suoi sceneggiatori saprebbe più far stare una storia decente in meno di 90 pagine (la maggior parte non ci riuscirebbe manco in 5000 pagine, ma è un altro discorso)

 

Tanto poi se i lettori si annoiano e smettono, è colpa della crisi e del calo delle vendite... (che è come dire che la colpa del fatto che la macchina si è fermata non è il fatto che hai premuto il freno, ma il fatto che ha perso velocità.

 

(poi vedo i più grandi sceneggiatori di fumetti, e scopro che Alan Moore ha imparato facendo storie di 7 pagine per le riviste e ha sempre detto che gli è servita un sacco come scuola, Robin Wood ha lavorato per anni sulle 10-14 pagine, Carl Barks scriveva soprattutto "ten pagers" che avevano appunto 10 pagine, Caniff lavorava addirittura su una striscia per volta... )

  • +1 2
Link to comment
Share on other sites

Letto "Il Porto sul Fiume".

Deludente a sto giro...

Non succede nulla, e non chiude neanche con un vero cliffhanger...

"I due battellieri vuoteranno il sacco ?"

Ma che domanda è...quando mai, Tex e Carson non sono riusciti a far parlare qualcuno ?:rolleyes:

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Letta la penultima striscia "Un Bottino da Spartire"

Mi stava piacendo, molta azione che compensa le carenze della striscia precedente...

Poi Burattini butta lì una sparatoria in pieno Faraci-style, con Tex che kamikazemente avanza al galoppo verso due avversari che gli sparano contro, riparati dietro a due rocce, sperando nel colpo di culo...che regolarmente arriva, e non viene nemmeno sfiorato da alcun colpo...

Secondo me Boselli dovrebbe tenere un corso intensivo a Burattini, Ruju e qualcun altro, su come si scrivono le sparatorie...che a parer mio sono uno dei maggiori punti dolenti dei "nuovi" scrittori di Tex... 

Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.