Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum
ymalpas

[618/620] Gli Schiavisti

Voto alla storia?  

53 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

bene, aggiungiamo che IL TENENTINO non ha uno scopo nella storia: di Ramos Tex viene a sapere dal suo prigioniero, di comprimari anche interessanti già ne avevamo a bizzeffe (la quadra di Tex, il cattivissimo Espectro)... provate a leggere la storia senza le apgine dedicate al tenentino e la storia abdr? avanti da sola e tranquilla... insomma, un personaggio del tutto inutile e dannoso perchè per dare spazio a lui si sono messi in ombra altri potenziali PROTAGONISTI. Da 9 si passa a 7, per così poco.

Beh, Ammiraglio, se provassimo a togliere il Tenente dalla storia, avremmo che Iniquez va subito ad avvertire il colonnello Ramos della presenza dei rangers e dei navajos, il Colonnello parte subito ad affrontarli e si ha lo scontro finale. Fine della storia. Il Tenente è molto importante, invece, perchè, non dando retta, coraggiosamente, a Iniquez, differisce il momento della comparsa del Colonnello consentendo alla storia di avere un maggiore respiro. E poi, una delle scene più belle è quella che vede gli uomini del Coronel attaccare addirittura con un cannone un povero villaggio messicano solo per far fuori questo Tenentino che ha avuto il coraggio di ribellarsi ai soprusi del ras locale. Ed eccolo lo scontro finale, che avviene alla fine del terzo albo e la cui causa indiretta è proprio la rettitudine di questo ufficiale della Guardia Rural. L'albo Gli Schiavisti e la fine di Nel rifugio di Espectro lo vedono sempre protagonista, e io trovo che sia uno degli elementi migliori dell'intera vicenda. Lo spazio ad altri protagonisti lo si è tolto non concedendo un quarto albo a questa storia, semmai, ed ?, questo sè, un vero peccato.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

.... bene, aggiungiamo che IL TENENTINO non ha uno scopo nella storia: di Ramos Tex viene a sapere dal suo prigioniero, di comprimari anche interessanti già ne avevamo a bizzeffe (la quadra di Tex, il cattivissimo Espectro)... provate a leggere la storia senza le apgine dedicate al tenentino e la storia abdr? avanti da sola e tranquilla... insomma, un personaggio del tutto inutile e dannoso perchè per dare spazio a lui si sono messi in ombra altri potenziali PROTAGONISTI.

Meno male che non ce l'ho solo io col bel tenentino.... _ahsisi Niente da fare: Boselli se non infila tot comprimari ( io li chiamerei in un' altra maniera ma non lo scrivo perchè se no mi censurano... :trapper: ) non è contento. Che poi siano funzionali o meno alla storia e che soprattutto tolgano spazio a Tex, chi se ne impipa.... :malediz...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Nel precedente messaggio, che con un sortilegio ll satanlco Mefisto mi ha cancellato, definivo Paco come il 7° a Little Big Horn, circondato da commenti non positivissimi sulla conclusione della storia. Trascorso il fine settimana noto che qualche forumista si è schierato con il nostro Paquito. Io continuo a pensare che la tripla appena conclusa sia stata un "vorrei ma non posso"un'avventura, cioè, che si aggiunge ad una lunga e fastidiosa lista di occasioni sprecate. Innanzitutto quella dannata fretta di concludere, quando si sentiva, a mio avviso, l'esigenza almeno di mezzo albo in più, poi la gestione sconcertante di Espectro, un cacciatore di indiani alla Kinowa spietato e diabolico, le cui motivazioni rimangono avvolte nel mistero ; indi mettiamoci Castillo che passa rapidamente dalla dimensione alla Cesare Pavese ad un ardimento sconsiderato ed irragionevole (" Carica ! Per il Messico !"),Ramos, macchietta uscita da uno spot Tim,Riago del quale anche Luna, la mia volpina, era certa della sua morte, disegni in netto calando, straordinaria abilità di Tiger nello scalare l'ingresso ad imbuto del sotterraneo con un moncone di lancia (???), tanto da far impallidire l'Uomo Ragno, un Tex che va in giro con nelle tasche della sella le mappe catastali del Texas. Di memorabile rimarranno la ferocia ed il protagonismo dei Navajos e l'intero primo albo, con quell'inizio già addentro alla storia e molto "fast and furious". Il tenente Bigelow,Mondego,Espectro....... in meno di un anno tre personaggi interessanti, carismatici e indovinati buttati letteralmente nel bidone dell'organico.... Non ci siamo proprio.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Letti i tre albi, devo dire che questa è una storia da riprendere in mano fra qualche tempo, con calma, andando a spulciare le singole tavole, non è detto che ne esca in modo migliore. Ora come ora il mio giudizio è di una avventura di medio spessore, da 6 e mezzo/7, sia come soggetto che come disegni. La prima annotazione che mi viene in mente è che effettivamente un mezzo o un intero albo in più avrebbe giovato alla storia, permettendo forse di chiarire alcuni aspetti. Tutti i forumisti che mi hanno precededuto nel giudizio hanno chi più chi meno sottolineato quasi tutti gli aspetti che anch'io ho annotato, quindi per cercare di essere originale e non essere prolisso, faccio come a scuola e divido l'elenco in due, i buoni e i cattivi. LE COSE BUONE1 I Navajos - finalmente un uso corale della tribù deciso, convinto e risolutore.2 I Rurales - una volta tanto escono dal clich? dei soliti straccioni corrotti e svogliati e si dimostrano una forza di polizia degna di questo nome.3 Le figure di contorno - i ragazzi Navajo, giustamente protagonisti, il sergente della Guardia Rural, tosto, ed anche qualcuno degli avversari, ben tratteggiati.4 Kit e Tiger - anche loro ben sfruttati ed autonomi nella gestione della parte a loro assegnata.5 Tex - ben dosato, duro, spietato ma non protagonista assoluto, ottimo stratega.6 Castillo - una figura originale, umana, fragile, onesta, idealista e alla fine determinata e determinante, la si poterebbe riutilizzare. LE COSE CATTIVE1 I dialoghi - spesso lunghi, invadenti, ripetitivi, specialmente nel secondo albo, rubano molto all'azione dei personaggi anche nelle scene non d'azione.2 Espectro - si annuncia come il jolly degli ultimi due albi e finisce come il due di picche: non si può non spiegare il suo odio, nessuno spessore psicologico, si fa abbindolare dai pards e non è neppure un uomo d'azione3 Le vasche di coltura del vaiolo - qualcuno mi spiega come fanno ad esplodere? E se non sono loro a distruggere il tempio, qualcuno ha visto dinamite o altre sostanze atte all'uopo' Si potevano usare meglio visto che si sono scomodate più volte durante l'avventura.4 Ramos - utilit? a mio avviso quasi nulla, sono fra quelli che non capiscono l'uso di due figure di gran cattivo complementari, poteva benissimo essere Espectro a gestire le miniere e ad ambire ad un ruolo politico/militare nella regione, non basta averlo usato per personificare la giusta vendetta degli Indios dallo sfruttamento, sparito altrettanto rapidamente come è apparso.5 Carson - usato male, sempre ai margini dell'avventura anche se assai presente, più come dialoghi che altro, solito protagonista di siparietti al limite della macchietta che in questo contesto non mi pare siano serviti granch?.6 Le mappe di Tex - le aveva davvero? Chi gliele ha preparate? Sapeva fin dall'inizio che gli sarebbero servite? Ed erano proprio necessarie per convincere Espectro? Un'idea balzana!7 Il lancio della lancia spezzata - non vorrei fare troppo il pignolo, ma provate voi ad incastrare un bastone di traverso ad un cunicolo verticale, possibile si ma non probabile, sareste ancora li fra un anno, si potevano trovare soluzioni alternative più credibili. Metto anche una categoria neutra dove ci piazzo la figura di Riago poich? non sono ancora sicuro se mi è piaciuta o no. Infine i disegni, Seijas non è fra i miei preferiti soprattutto per i quattro pards, trovo i tratti un po' infantili ed eccessivamente giovanili, cicciotti quasi in certe occasioni, mentre da il meglio con i Messicani, i nativi ed il background, sia naturale che costruito.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Che storia bella e che occasione sprecata.

Storia beklla perchè abbiamo un plot decisamente interessante (Tex giustiziere che si porta i navajos a liberare i prigionieri di infami schiavisti, e poi, saputo per chi questi lavorano, decide di liberare anche coloro già schiavi), arricchito inoltre con i rimandi alla storica Il Giuramento e al signore delle pietre verdi, e con un cattivo FIGO come Espectro... e con i pards ben amalgamati in un vero gruppo in cui ognuno è improtante, senza riduzioni a macchiette comiche o ad ombre del protagonista...

MA

E viene il ma

un ma fastidioso che si chiama TENENTINO

Proprio così, perchè Tex ora deve sempre avere la benedizione della legge locale, quindi infiliamo un personaggio inutile, stantio e per giunta preso per il naso da Tex che osa dare a dire che ha stima e rispetto per i rurales e che SONO SIMILI AI RANGERS!!!! L'ultimo a cui lo ha detto era il comandante del reparto da cui è stato sorpreso nella missione per protare in salvo GLI INVINCIBILI, e lo diceva con la sua solita faccia tosta (peraltro ricordiamo la miserissima fine del capitano in questione).

Vab?, Tex da oggi rispetta i rurales, che tra l'altro diventano estremamente simili alle Giubbe Rosse di Jym Brandon (cosa possono fare 5 banditi contro 3 impavidi rurales, dice il tenentino, similmente al -hanno ucciso due valorose giubbe rosse- di Jim): tutti coraggiosi, onesti, uguali insomma  quelli da Tex sterminati in Il Treno Blindato, disprezzati ne Gli Uomini Giaguaro, e in generale più e più volte sconfitti.

bene, aggiungiamo che IL TENENTINO non ha uno scopo nella storia: di Ramos Tex viene a sapere dal suo prigioniero, di comprimari anche interessanti già ne avevamo a bizzeffe (la quadra di Tex, il cattivissimo Espectro)... provate a leggere la storia senza le apgine dedicate al tenentino e la storia abdr? avanti da sola e tranquilla... insomma, un personaggio del tutto inutile e dannoso perchè per dare spazio a lui si sono messi in ombra altri potenziali PROTAGONISTI.

Da 9 si passa a 7, per così poco.

Anche se alcune perplessit? sul personaggio di Castillo possono IMHO essere condivise ( come altri personaggi boselliani prima di lui, eccede un po' troppo nel tessere le lodi di Tex ), mi pare davvero eccessivo considerarlo come una autentica palla al piede della vicenda: a me sembra abbastanza simpatico sul piano umano, mentre come uomo d'azione non pare molto diverso da tanti onesti ma limitati sceriffi, Giubbe Rosse, militari e rangers con cui Tex ha collaborato ( e proprio per questo, è altrettanto ingiusto dire che ruba la scena a Tex: non gli vengono certo attribuite prodezze del tipo di quelle accreditate a Juan Raza o a Bronco Lane ).

Ancor meno fondato, IMHO, è il giudizio liquidatorio che L'Ammiraglio d' dei Rurales. Malgrado nella saga texiana non siano rare le accuse di inefficienza e corruzione nei loro confronti, sono però almeno altrettanto frequenti i casi in cui Tex collabora con loro ( che in certi casi gli cavano pure le castagne dal fuoco ), come mostrano vicende quali "El Morisco" ( nn. 101 - 103; per arrivare ai complici del signore delle pietre verdi Tex e Carson non si peritano di chiedere l'aiuto dei Rurales ), "Chinatown" ( nn. 110 - 113; nel finale della vicenda, senza l'intervento dei Rurales Tex e i pards verrebbero spazzati via dagli sgherri del trafficante d'oppio don Manuel Benavides ), "Gringos" ( nn. 319 - 321; i Rurales hanno un ruolo fondamentale nell'espugnazione del covo del trafficante di bestiame rubato El Lobo ), "Guerriero Apache" ( nn. 378 - 381; i Rurales del capitano Ruiz affiancano Tex e Carson nella distruzione della banda di Pedro Galindez.... ). Di fronte a tali esempi, firmati da GLB e Nizzi, mi pare che sbiadisca un poco la storia nolittiana degli uomini giaguaro, in cui un Tex eufemisticamente definibile "poco lucido" ;):) copre del suo furore e del suo disprezzo non solo i Rurales, ma quasi tutti quelli con cui viene a contatto; quanto a Segura, non ho letto "Il treno blindato", ma se la sua texianit? è quella che ho potuto avvertire in "Lungo i sentieri del West" o in "L'ora del massacro", non ne farei certo un modello paradigmatico...
Sul piano strettamente storico, infine, il paragone tra Rurales, mounties e Texas Rangers ci sta tutto: come mostra la voce inglese di Wikipedia a loro dedicata ( cliccare qui per leggerla ) erano proprio quelli i termini di comparazione che venivano usati per loro all'estero, tanto per l'efficienza che per la spietata durezza ( !! ) e, sebbene n° l'una n° l'altra fossero nella realtà così grandi come nella leggenda, non mi pare proprio che Tex dicendo quel che dice alla fine del n. 620 stia proferendo chissà quali enormit?.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

6 Le mappe di Tex - le aveva davvero? Chi gliele ha preparate? Sapeva fin dall'inizio che gli sarebbero servite? Ed erano proprio necessarie per convincere Espectro? Un'idea balzana!

ma perchè vi devo sempre spiegare tutto io? possibile che non ci arriviate da soli?TEX DEVE PAGARE L'IMU, E' CHIARO???????Sai che sassata per tutta la riserva navajo ... laughing

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Che storia bella e che occasione sprecata.

Storia beklla perchè abbiamo un plot decisamente interessante (Tex giustiziere che si porta i navajos a liberare i prigionieri di infami schiavisti, e poi, saputo per chi questi lavorano, decide di liberare anche coloro già schiavi), arricchito inoltre con i rimandi alla storica Il Giuramento e al signore delle pietre verdi, e con un cattivo FIGO come Espectro... e con i pards ben amalgamati in un vero gruppo in cui ognuno è improtante, senza riduzioni a macchiette comiche o ad ombre del protagonista...

MA

E viene il ma

un ma fastidioso che si chiama TENENTINO

Proprio così, perchè Tex ora deve sempre avere la benedizione della legge locale, quindi infiliamo un personaggio inutile, stantio e per giunta preso per il naso da Tex che osa dare a dire che ha stima e rispetto per i rurales e che SONO SIMILI AI RANGERS!!!! L'ultimo a cui lo ha detto era il comandante del reparto da cui è stato sorpreso nella missione per protare in salvo GLI INVINCIBILI, e lo diceva con la sua solita faccia tosta (peraltro ricordiamo la miserissima fine del capitano in questione).

Vab?, Tex da oggi rispetta i rurales, che tra l'altro diventano estremamente simili alle Giubbe Rosse di Jym Brandon (cosa possono fare 5 banditi contro 3 impavidi rurales, dice il tenentino, similmente al -hanno ucciso due valorose giubbe rosse- di Jim): tutti coraggiosi, onesti, uguali insomma? quelli da Tex sterminati in Il Treno Blindato, disprezzati ne Gli Uomini Giaguaro, e in generale più e più volte sconfitti.

bene, aggiungiamo che IL TENENTINO non ha uno scopo nella storia: di Ramos Tex viene a sapere dal suo prigioniero, di comprimari anche interessanti già ne avevamo a bizzeffe (la quadra di Tex, il cattivissimo Espectro)... provate a leggere la storia senza le apgine dedicate al tenentino e la storia abdr? avanti da sola e tranquilla... insomma, un personaggio del tutto inutile e dannoso perchè per dare spazio a lui si sono messi in ombra altri potenziali PROTAGONISTI.

Da 9 si passa a 7, per così poco.

Anche se alcune perplessit? sul personaggio di Castillo possono IMHO essere condivise ( come altri personaggi boselliani prima di lui, eccede un po' troppo nel tessere le lodi di Tex ), mi pare davvero eccessivo considerarlo come una autentica palla al piede della vicenda: a me sembra abbastanza simpatico sul piano umano, mentre come uomo d'azione non pare molto diverso da tanti onesti ma limitati sceriffi, Giubbe Rosse, militari e rangers con cui Tex ha collaborato ( e proprio per questo, è altrettanto ingiusto dire che ruba la scena a Tex: non gli vengono certo attribuite prodezze del tipo di quelle accreditate a Juan Raza o a Bronco Lane ).

Ancor meno fondato, IMHO, è il giudizio liquidatorio che L'Ammiraglio d' dei Rurales. Malgrado nella saga texiana non siano rare le accuse di inefficienza e corruzione nei loro confronti, sono però almeno altrettanto frequenti i casi in cui Tex collabora con loro ( che in certi casi gli cavano pure le castagne dal fuoco ), come mostrano vicende quali "El Morisco" ( nn. 101 - 103; per arrivare ai complici del signore delle pietre verdi Tex e Carson non si peritano di chiedere l'aiuto dei Rurales ), "Chinatown" ( nn. 110 - 113; nel finale della vicenda, senza l'intervento dei Rurales Tex e i pards verrebbero spazzati via dagli sgherri del trafficante d'oppio don Manuel Benavides ), "Gringos" ( nn. 319 - 321; i Rurales hanno un ruolo fondamentale nell'espugnazione del covo del trafficante di bestiame rubato El Lobo ), "Guerriero Apache" ( nn. 378 - 381; i Rurales del capitano Ruiz affiancano Tex e Carson nella distruzione della banda di Pedro Galindez.... ). Di fronte a tali esempi, firmati da GLB e Nizzi, mi pare che sbiadisca un poco la storia nolittiana degli uomini giaguaro, in cui un Tex eufemisticamente definibile "poco lucido" ;):) copre del suo furore e del suo disprezzo non solo i Rurales, ma quasi tutti quelli con cui viene a contatto; quanto a Segura, non ho letto "Il treno blindato", ma se la sua texianit? è quella che ho potuto avvertire in "Lungo i sentieri del West" o in "L'ora del massacro", non ne farei certo un modello paradigmatico...
Sul piano strettamente storico, infine, il paragone tra Rurales, mounties e Texas Rangers ci sta tutto: come mostra la voce inglese di Wikipedia a loro dedicata ( cliccare qui per leggerla ) erano proprio quelli i termini di comparazione che venivano usati per loro all'estero, tanto per l'efficienza che per la spietata durezza ( !! ) e, sebbene n° l'una n° l'altra fossero nella realtà così grandi come nella leggenda, non mi pare proprio che Tex dicendo quel che dice alla fine del n. 620 stia proferendo chissà quali enormit?.

Bravo, Pedro! Purtroppo da molte cose che leggo, alcuni dimostrano di conoscere molto male Tex. In realtà questa storia è un omaggio a molti topoi di GL. ivi compresa la battaglia finale con nemico che si disperde, come ci sono innumerevoli esempi nel canone di Gl.

Se non vi piace è affar vostro, naturalmente! Ma chi cita i "complimenti" dicendo che non sono da Tex, beh, non ricorda bene le storie classiche. Esattamente come Ymapas che non ricordava che Kit fosse il "figlioccio" di Carson. Qui c'è persino chi dice tranquillamente di non ricordare "Il signore dell'abisso!". Ma da che pulpito criticate. allora?
E che dire di quel forumista che ha scritto che Kit nella vicenda non fa nulla e che i pards sono fantocci, essendosi già dimenticato il primo albo di questa trilogia?. Mah!
Se queste sono le "motivazioni" dei crirtici, faccio bene a non darvi retta!:indianovestito:


Tuttavia, una cosa voglio dire. Tex bisogna scriverlo tenendo presente tutta la saga (e questo lo so fare meglio di voi, non ci piove), ma anche come se lo si dovesse scrivere per un lettore che lo legge PER LA PRIMA VOLTA!


Allibisco leggendo che alcuni hanno trovato SBAGLIATA l'allusione a Lylith! Porca vacca! Era OBBLIGATORIA! E anche con un po' di pathos, secondo me.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

E anche con un po' di pathos, secondo me.

Ecco, questo secondo me è il punto. Personalmente non me ne frega niente se sia o meno plausibile che Riago conosca la storia di Lilith, e secondo me è un problema di importanza secondaria. Perchè quella scena fa il suo effetto, e mi sembra fatta apposta per chi ama il personaggio: non so voi, ma secondo me il ricordo di Tex di Lilith, con l'espressione malinconica magnificamente disegnata da Sejas, e poi la reazione violenta del Nostro, sono stati tra i momenti migliori dell'intera storia, tra i più coinvolgenti e drammatici. D'altronde, Lilith non è che venga ricordata troppo frequentemente, quindi mi ha fatto ancora più piacere sentirla nominare- poi con una tribù decimata dal vaiolo, il non citare lei e "Il giuramento" sarebbe stata una dimenticanza grave.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Come sempre Boselli reagisce alle osservazioni dei forumisti come le batterie di howitzer di Arlington ad alzo zero sul villaggio di Black Elk : molti forumisti,Anatas,Ymalpas,Cheyenne, io stesso, non abbiamo nascosto le nostre perplessit? sulla conclusione de "Gli schiavisti", evidenziando, con educazione, garbo e dovizia di particolari, i molti punti che ci hanno lasciato con un retrogusto di amaro in bocca.. Non siamo tutti sprovveduti, faciloni e lettori di Tex da ieri l'altro.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Come sempre Boselli reagisce alle osservazioni dei forumisti come le batterie di howitzer di Arlington ad alzo zero sul villaggio di Black Elk : molti forumisti,Anatas,Ymalpas,Cheyenne, io stesso, non abbiamo nascosto le nostre perplessit? sulla conclusione de "Gli schiavisti", evidenziando, con educazione, garbo e dovizia di particolari, i molti punti che ci hanno lasciato con un retrogusto di amaro in bocca.. Non siamo tutti sprovveduti, faciloni e lettori di Tex da ieri l'altro.

In tutta onest? non mi pare che la sua reazione sia stata sproporzionata o eccessiva... Mah!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io penso che se non si accetta che l'autore della storia -ovviamente coinvolto anche "emotivamente" dalle critiche- si difenda anche in maniera "dura", allora è inutile stare su un forum!O dobbiamo cantarcela e suonarcela da soli?In ogni caso Boselli non è sembrato nemmeno a me così "maleducato"!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Dal momento che non risparmiamo le critiche a Borden, credo che abbia tutto il diritto di rispondere per le rime. Entrando nel merito del suo discorso, ritengo condivisibili alcune sue affermazioni. Certo evita di discutere su certi punti che gli sono contestati, per esempio:- dialoghi meno prolissi- doppio antagonista con uno che leva spazio all'altro- risoluzione troppo affrettata dei due intrecci dopo un secondo albo che sembrava un brodo allungatoPossiamo anche capirne meno di lui quanto a Tex e questo, almeno per quanto mi riguarda glielo concedo anche volentieri, ma accusarci di conoscerlo "molto" male è già un'affermazione gratuita, dal momento che io lo seguo dal 1981 e negli ultimi sette anni l'ho fatto in maniera non dico ossessiva, ma preoccupante si :D Comunque è un piacere questo scambio di battute con gli autori perchè c'è sempre qualcosa da imparare!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io non mi sento offesa o indebitamente attaccata dalle parole di Mauro, e gli riconosco - ci mancherebbe! - il diritto di difendere il suo operato come io ho il diritto di contestare ciò che non mi piace, o che almeno mi lascia qualche dubbio. L'affermazione secondo cui non conosciamo abbastanza Tex, o almeno le prime storie, semplicemente non mi tocca, perchè forse le ricordo meglio delle ultime. Forse è un'età più felice che "canta" nella memoria, non lo so. Sinceramente non capisco nemmeno io una critica come quella su Lylith! Ci sarei rimasta molto, molto male, se l'argomento non fosse stato almeno sfiorato. Avrebbe potuto essere anche solo un pensiero di Tex, o di Kit, ma dopotutto che c'è di tanto inconcepibile che Riago fosse al corrente del dramma? Con tutto ciò che si racconta della leggenda-Tex intorno ai bivacchi di frontiera, è così strano che si sia tramandato anche il racconto dell'epidemia che decim? la tribù e lasciò Tex vedovo?Invece, bench? non lo avessi citato prima perchè subito non mi era venuto in mente, devo concordare con l'osservazione di Anatas (e di qualcun altro prima di lui, credo, ma ora non ricordo): che ci faceva Tex con mappe catastali di ranch texiani nelle bisacce della sella? Come poteva immaginare che ne avrebbe avuto bisogno? Trovo questo ancora più inspiegabile della lancia-ad-incastro. Certo, nella vita reale sarebbe stato pressoch? impossibile azzeccare un simile centro, ma questa non è vita reale, quindi ci aspettiamo tiratori infallibili con ogni genere di arma. Gli atti di proprietà al seguito, quasi ci si aspettasse di dover fare fesso qualche avversario, non me li vedo, invece, come armi. Comunque si noti che nonostante le contestazioni la storia finora ha avuto quattordici voti sopra la sufficienza, di cui addirittura tre 10 e sette 8.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Qui c'è persino chi dice tranquillamente di non ricordare "Il signore dell'abisso!". Ma da che pulpito criticate. allora?Tuttavia, una cosa voglio dire. Tex bisogna scriverlo tenendo presente tutta la saga (e questo lo so fare meglio di voi, non ci piove), ma anche come se lo si dovesse scrivere per un lettore che lo legge PER LA PRIMA VOLTA!

Quello del Signore dell'Abisso sono io >:azz: Ne ho talmente un brutto ricordo (non amo le storie inverosimili in Tex) che non l'ho mai più riletto. Però non si può dire, per questo, che non conosca Tex. Non conosco UNA storia di Tex che ho letto, ho odiato e per questa ragione non ho mai più ripreso... E poi, se anche non conoscessi affatto Tex, e lo leggessi PER LA PRIMA VOLTA, come dici tu, credo comunque di avere il diritto di "salire sul pulpito" per criticare una storia che non mi è piaciuta. Io amo le tue storie, mi esaltano, mi emozionano, mi lasciano dentro qualcosa di profondo: sei stato il mio idolo di ragazzino (un MITO), e ho fatto addirittura un viaggio in Irlanda per una "fissazione" che mi era venuta dopo aver letto Gli Invincibili... Per rimanere alle tue storie recenti, I Trappers di Yellowstone e i Sabotatori mi sono piaciute molto, e i miei commenti a quelle storie sono più che positivi (non conoscevo Tex neanche allora? :trapper: ). Stavolta però mi ergo sul pulpito :indianovestito: per criticare, anche in maniera forte, un personaggio (non una storia, che in fondo mi è piaciuta) che proprio non ho capito: senza passato, n° futuro, n° presente, visto come si fa liquidare in pochissime pagine. Per me Espectro non ti è riuscito, e come amo Shane e Clemmons, Mitch e Corbett, così consentimi di odiare questo Espectro , senza accusarmi di non conoscere Tex! :P

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Devo esser sincero, e lo sarà nonostante Borden si sia dimostrato in altre situazioni persona molto gentile e disponibile, specialmente nei miei riguardi. Premetto che non ho ancora letto questa storia: parlo a livello generale. Ciò che trovo molto - ma molto - sgradevole non è certo il difendersi da critiche (per quanto io sia convinto che una critica non sia un attacco), bensì il delegittimare la critica altrui, asserendo che chi la propone è uno scemo ignaro della saga (ma che ne sa il Sig. Boselli delle letture altrui?). Non è la prima volta che succede. P. S. Leo, fila in libreria e rileggiti "Il signore dell'abisso": è l'apoteosi della fantasia!

Modificato da Don Fabio Esqueda

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ok, Don Fabio, che ne dici, banniamo Boselli? :lol2::lol2: Ripeto, un autore è coinvolto anche a livello emotivo!Per noi Tex è una passione, o un hobby: per Boselli è lavoro. Quando critichiamo le storie, critichiamo anche inconsapevolmente l'operato professionale dell'autore. Quindi non facciamo le verginelle, per cortesia, non scandalizziamoci per un nonnulla, e accettiamo un confronto anche duro!E se critichiamo duramente, accettiamo repliche altrettanto dure! :trapper:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ok, Don Fabio, che ne dici, banniamo Boselli? :lol2::lol2: Ripeto, un autore è coinvolto anche a livello emotivo!Per noi Tex è una passione, o un hobby: per Boselli è lavoro. Quando critichiamo le storie, critichiamo anche inconsapevolmente l'operato professionale dell'autore. Quindi non facciamo le verginelle, per cortesia, non scandalizziamoci per un nonnulla, e accettiamo un confronto anche duro!E se critichiamo duramente, accettiamo repliche altrettanto dure! :trapper:

Io (che peraltro non ho letto "Gli schiavisti") od altri avremmo messo in dubbio la professionalità dell'autore? Ma cosa stai dicendo? Io critico in modo educato: casomai ci sono i difensori d'ufficio pronti a rispondere in modo tutt'altro che educato. I toni possono essere duri, ma rispettosi: e Boselli rispettoso non lo è stato, delegittimando le idee altrui. Nel mio messaggio precedente l'ho detto precisamente: solo che tu parti a scrivere senza pensare un secondo a quello che hai appena letto senza capire. Infine, non ho capito la tua espressione "non facciamo le verginelle": spiegamene il senso, se puoi.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

P. S. Leo, fila in libreria e rileggiti "Il signore dell'abisso": è l'apoteosi della fantasia!

Vabb? va, tra te e Borden, non mi lasciate molta scelta... io me li vado a riprendere, ma ricordo quegli incredibili uomini verdi... :o Quello è un Tex che non mi piace: non conosco Tex? No, conosco Tex, ma evito qualche suo lato a me non troppo gradito... Comunque tra qualche giorno commenter? la storia nell'apposito topic dopo averlo letta: ripeto, non mi lasciate alternative, tra te e Borden... :indianovestito:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Tuttavia, una cosa voglio dire. Tex bisogna scriverlo tenendo presente tutta la saga (e questo lo so fare meglio di voi, non ci piove), ma anche come se lo si dovesse scrivere per un lettore che lo legge PER LA PRIMA VOLTA! Allibisco leggendo che alcuni hanno trovato SBAGLIATA l'allusione a Lylith! Porca vacca! Era OBBLIGATORIA! E anche con un po' di pathos, secondo me.

Per sdrammatizzare il tutto, per una volta tanto do ragione a Borden, ovvero naturalmente sa scriverlo meglio di noi Tex, dalla sua penna sono usciti dei capolavori assoluti, ma forse è appunto questo il punto, dato che sappiamo quanto sappia farci emozionare nel leggere una sua storia, se ne leggiamo una sottotono, oppure non pienamente di nostro gusto, ci scateniamo con le critiche perchè vorremmo che le sue storie fossero tutte spettacolari come sa perfettamente fare ;) P. S anche a me piace questo scambio diretto con l'autore, che secondo me ha tutto il diritto di sparare a zero anche lui ;)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Per sdrammatizzare il tutto, per una volta tanto do ragione a Borden, ovvero naturalmente sa scriverlo meglio di noi Tex, dalla sua penna sono usciti dei capolavori assoluti


Senza alcun dubbio sono d'accordo con te Texas e con ciò che ha detto Borden in merito al fatto che Tex lo sè scrivere meglio di noi, ma ci dimentichiamo che qu? non siamo in una locazione per provetti sceneggiatori di Tex, ma per dare un opinione condivisibile o meno su una storia...:)

ma forse è appunto questo il punto, dato che sappiamo quanto sappia farci emozionare nel leggere una sua storia, se ne leggiamo una sottotono, oppure non pienamente di nostro gusto, ci scateniamo con le critiche perchè vorremmo che le sue storie fossero tutte spettacolari come sa perfettamente fare


Sicuramente non possiamo pretendere che tutte le storie siano perfette ed adatte ai gusti di tutti i forumisti, ed è appunto per questo che sono tutte, anche le più spettacolari sottoponibili a critiche di cui poi si può discutere, senza pretendere che ad un osservazione "contro" si scateni la caccia a chi dice più "cavolate",... altrimenti è inutile imbastire una critica, tra l'altro può la stessa essere costruttiva o meno sempre in merito alla condivisibilit? o meno dei componenti del forum, almeno io la vedo così...

P. S anche a me piace questo scambio diretto con l'autore, che secondo me ha tutto il diritto di sparare a zero anche lui

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.