Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

Periodo d'oro di Letteri e Ticci?


Recommended Posts

Buon giorno/sera a tutti/tutte,

 

Sono brasiliano, scusate l'italiano non perfetto ma anche se la domanda è gia stata fatta.

 

Leggo Tex dal 1983 da quando era edito dalla casa editrice Editora Vecchi in Rio (ha pubblicato Tex dal 1971 al 1983, poi fallita) e da allora sono sempre stato meravigliato dalle storie disegnate da Letteri e Ticci.
Ma la Vecchi non facceva un buon lavoro in materia di stampa, le sue riviste perdevano molto nel dittaglio e i disegni (la stampa) lasciavamo molto a desiderare.


A questo punto vorei chiedervi qual è stato, diciamo, il periodo d'oro sia di Letteri che di Ticci in termini di brillanteza, ispirazione, dettaglio e storie epiche. So che non è una domanda facile, ad alcuni piacciono la fine degli Sessanta, ad altri gli Settanta, altri ancora gli 80s.
Ma io sarei onorato di sentire tutti i vostri pareri, a prescindere dagli anni o storie. Mi è piscuto molto storie come El MoriscoIl Fiore della MorteUna Campana per Lucero, New Orleans, La Regina della Notte, disegnate da Letteri (ho parlato con lui nel 2006 appena prima che morisse, chiedendo un'intervista su tutto quello che vi chiedo ora). E da Ticci, Assalto al TrenoSulle Piste del Nord; e altre ancore.

 

Io non ho la vostra sperienze, ma ho avuto alcune riviste italiane originali dell'epoca (anni 70s credo) e la qualità stampa era molto buona, i disegni molto piu chiari.
Muito obrigado por me aceitar!

Link to comment
Share on other sites

  • Rangers

Ciao e benvenuto.

Non è facilissimo rispondere a questa domanda :D

 

Per quanto mi riguarda è difficile parlare di periodi.

Forse Ticci è "invecchiato" meglio rispetto a Letteri, nel senso che si è evoluto ma è difficile se non impossibile trovare errori di proporzioni, come invece purtroppo non è raro trovarne nelle ultime storie di Letteri.

Comunque non riesco a parlar male dell'ultimo Letteri, uno dei disegnatori che ha fatto la Storia di Tex e quindi (secondo me) si possono perdonare gli ultimi anni non certo all'altezza dei suoi periodi d'oro.

 

Ticci ancora oggi fa un lavoro magnifico, credo che le sue inquadrature e i suoi cavalli siano ancora studiati un pò da tutti i disegnatori che si avvicinano a Tex o che ci lavorano già

  • Like (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

Per me Ticci ha sempre fatto ottimi disegni, come già detto da Sam, Ticci è invecchiato meglio, anche le sue ultime storie sono di alto livello. Mentre Letteri ha avuto un calo più evidente. Per me il periodo d'oro di Ticci va da "Fuga da Anderville" fino a "Congiura contro Custer".

Link to comment
Share on other sites

Grazie mille, Sam Stone e Il Maestro.

 

Io sto cercando una lista cronologica (sigh!) delle storie disegnate da entrambi Letteri e Ticci, da così poter finire la mia ricerca: vedere un'evoluzione grafica dai primi numeri agli ultimi.

Peccato io non abbia i numeri arretrati.

 

Letteri ha un stile impareggiabile, non ci sarà mai uno come lui. Maestro assoluto delle scene notturne desertiche.

 

Giovanni Ticci, maestro della azione.

 

Master-Letteri.jpg

 

ticci.jpg

Link to comment
Share on other sites

Personalmente credo che Ticci sia il miglior realizzatore grafico di Tex. Se penso a Tex, penso al Tex di Ticci. E' a mio parere il più rappresentativo, più di quelli di Galep o di Villa. Amo soprattutto il Ticci nizziano, anni '80-'90, per intenderci, molto più di quello precedente (sempre per intenderci, quello di Sulle piste del Nord) e di quello successivo.

 

Letteri ha invece il primato nel Tex più affascinante. Inoltre, sa far recitare i personaggi come nessun altro. Non mi è mai piaciuto il suo Carson (a differenza del Carson di Ticci, che considero il mio preferito con quello di Marcello). Letteri non ha modificato molto il suo stile (a differenza di Ticci); dagli anni '90 il suo segno è invecchiato, con un declino più marcato di quello di Ticci, che a ottant'anni suonati propone ancora un buonissimo Tex.

Link to comment
Share on other sites

10 minuti fa, O Encapuzado dice:

Grazie mille, Sam Stone e Il Maestro.

 

Io sto cercando una lista cronologica (sigh!) delle storie disegnate da entrambi Letteri e Ticci, da così poter finire la mia ricerca: vedere un'evoluzione grafica dai primi numeri agli ultimi.

Peccato io non abbia i numeri arretrati.

 

Letteri ha un stile impareggiabile, non ci sarà mai uno come lui. Maestro assoluto delle scene notturne desertiche.

 

Giovanni Ticci, maestro della azione.

 

 

 

    Ecco la lista. Letteri ha disegnato:     686972737677808183868788899596101102103109110111112113117118119120131132133134135136137139140141151152153154160161162171172173174185186191192193196197198199211212213220228229232233239240253254256257269270277278279285286287295296301302309310316317324325326336337338340341364387388389390391392405406410411420421422435436437452453454473474483484506507528529Maxi Tex n° 1Maxi Tex n° 10

Ticci: 
91108109121122123124146147148149166167168179180188189199201202215216217233234235236250251252259260261264265271272273283284285297298299317318319333334335358359360361362384385386387432433434435455466467468469490491492500521522542543569570571600609610666667695Speciale Tex 7Color Tex 3Tex Romanzi a Fumetti 10

 

  • Like (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

Ragazzi, sieti FANTASTICI!!!!!!!!

9 minutes ago, Leo said:

Personalmente credo che Ticci sia il miglior realizzatore grafico di Tex. Se penso a Tex, penso al Tex di Ticci. E' a mio parere il più rappresentativo, più di quelli di Galep o di Villa. Amo soprattutto il Ticci nizziano, anni '80-'90, per intenderci, molto più di quello precedente (sempre per intenderci, quello di Sulle piste del Nord) e di quello successivo.

 

Letteri ha invece il primato nel Tex più affascinante. Inoltre, sa far recitare i personaggi come nessun altro. Non mi è mai piaciuto il suo Carson (a differenza del Carson di Ticci, che considero il mio preferito con quello di Marcello). Letteri non ha modificato molto il suo stile (a differenza di Ticci); dagli anni '90 il suo segno è invecchiato, con un declino più marcato di quello di Ticci, che a ottant'anni suonati propone ancora un buonissimo Tex.

Grazie mille, Leo! Adesso posso fare una ricerca su Ticci degli 90s! :)

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red;">13 minuti fa</span>, Leo dice:

Personalmente credo che Ticci sia il miglior realizzatore grafico di Tex. Se penso a Tex, penso al Tex di Ticci. E' a mio parere il più rappresentativo, più di quelli di Galep o di Villa. 

Se posso,  Tex è una creatura di GL Bonelli e disegnato da Galeppini. Poi viene tutto il resto che è  sempre una cosa soggettiva.

E badate bene che non sto dicento che Galeppini disegnasse meglio di Ticci.

Link to comment
Share on other sites

Ciao "O Encapuzado" e benvenuto nel forum.

per quanto mi riguarda il periodo d'oro di Ticci inizia con il primo albo di Tex da lui disegnato e continua con tutti gli albi che ha fatto in seguito. Se Galleppini ha avuto il merito di crearlo graficamente, secondo me Ticci è quello che lo ha interpretato meglio e fra gli autori dello staff di Tex è quello che rappresenta meglio il fumetto west.

A titolo di curiosità ti posso dire che, anche se molti lettori me compreso, continuano ad amare le sue prime storie, se parli con lui ti dirà che riguardandole non ne è più tanto contento. In ogni caso puoi leggere una lunga intervista che gli ho fatto alcuni anni fa scaricandoti gratis l'undicesima numero del magazine del nostro forum, una rivista di approfondimento su Tex che alcuni membri del forum fanno da diversi anni.

Qui trovi il numero 11 con l'intervista a Tex:

 

 

 

E qui tutti gli altri numeri compreso il ventesimo uscito ieri:

 

http://texwiller.ch/index.php?/files/

 

 

Edited by West10
  • Like (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

30 minutes ago, West10 said:

Ciao "O Encapuzado" e benvenuto nel forum.

per quanto mi riguarda il periodo d'oro di Ticci inizia con il primo albo di Tex da lui disegnato e continua con tutti gli albi che ha fatto in seguito. Se Galleppini ha avuto il merito di crearlo graficamente, secondo me Ticci è quello che lo ha interpretato meglio e fra gli autori dello staff di Tex è quello che rappresenta meglio il fumetto west.

A titolo di curiosità ti posso dire che, anche se molti lettori me compreso, continuano ad amare le sue prime storie, se parli con lui ti dirà che riguardandole non ne è più tanto contento. In ogni caso puoi leggere una lunga intervista che gli ho fatto alcuni anni fa scaricandoti gratis l'undicesima numero del magazine del nostro forum, una rivista di approfondimento su Tex che alcuni membri del forum fanno da diversi anni.

Qui trovi il numero 11 con l'intervista a Tex:

 

E qui tutti gli altri numeri compreso il ventesimo uscito ieri:

 

http://texwiller.ch/index.php?/files/

 

 

 

West10, grazie infinite. Leggerò adesso l'intervista.

Link to comment
Share on other sites

On 30/4/2020 at 15:32, Loriano Lorenzutti dice:

Se posso,  Tex è una creatura di GL Bonelli e disegnato da Galeppini. Poi viene tutto il resto che è  sempre una cosa soggettiva.

 

Sì, capisco il tuo punto di vista. Il creatore grafico è Galep. Però, appunto, se io penso a Tex, lo immagino con la faccia di Ticci, o al massimo di Villa.

 

 

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red;">2 ore fa</span>, Leo dice:

 

Sì, capisco il tuo punto di vista. Il creatore grafico è Galep. Però, appunto, se io penso a Tex, lo immagino con la faccia di Ticci, o al massimo di Villa.

 

 

Pure io Tex lo immagino con il volto di Ticci. PER ME Galep tra i disegnatori principali di Tex è il peggiore e pure di molto. Poi è una questione di gusti.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red;">15 minuti fa</span>, Il Maestro dice:

Pure io Tex lo immagino con il volto di Ticci.

E su questo niente da dire.

<span style="color:red;">16 minuti fa</span>, Il Maestro dice:

PER ME Galep tra i disegnatori principali di Tex è il peggiore e pure di molto. 

Per me no, è di molto.

Link to comment
Share on other sites

Interessante ... chissà cosa pensasse Bonelli stesso dei suoi collaboratori...

Just now, O Encapuzado said:

Interessante ... chissà cosa pensasse Bonelli stesso dei suoi collaboratori...

Cioè, voglio dire quelli che a lui piacesse di piu lavorare lungo gli anni...

Grazie a tutti. Ora posso finalmente far la ricerca cronologica dei due maestri sopradetti. :)

Link to comment
Share on other sites

10 hours ago, West10 said:

Qui trovi il numero 11 con l'intervista a Tex:

 

 

 

L'ho letto adesso. Bella intervista. Mi servirebbero le "note del traduttore" per capire tutti i riferimenti e gli in-jokes della storia con Tex al Palio!  :lol:

 

Come dice anche Ticci nell'intervista (quando parla di periodi di calo di interesse), ci sono periodi e storie dove avrei detto che stava diventando vecchio, che era in declino... e poi mi smentiva con la storia successiva. Non ha avuto una evoluzione-devoluzione costante come altri autori, in cinquant'anni e oltre di storie di Tex ha avuto diversi picchi, anche separati da molto tempo fra uno e l'altro (poi magari dipende anche da quanto era in ritardo sulle consegne, da quanto gli piaceva una storia, etc.)

Link to comment
Share on other sites

Non credo di rivelare chissà quale segreto dicendo che Ticci è uno di quei disegnatori che lavorano con più entusiasmo se la storia lo coinvolge anche perché dovrebbe essere vero per quasi tutti.

Mi dispiace comunque l'aver saputo che quella che sta disegnando sarà forse la sua ultima per la serie classica. Pare che abbia espresso la volontà di disegnare solo storie brevi d'ora in avanti. 

Lo capisco, però, dopotutto ha raggiunto gli ottanta anni e credo voglia rallentare un po' 'impegno.

Link to comment
Share on other sites

Sia Letteri sia Ticci hanno iniziato con uno stile abbastanza diverso da quello poi diventato classico (potrei anche bestemmiare

dicendo che erano addirittura similari!)

Poi entrambi hanno affinato le loro rispettive tecniche diventando riconoscibilissimi e entrambi molto apprezzati.

Oserei anche dire che avendo una tale concorrenza anche Galleppini cominciò a migliorare le sue tavole, se non altro perché

poteva avere scadenza meno strette.

Il Ticci degli anni sessanta soffriva di volti molto allungati (che furono rimaneggiati nelle successive riedizioni),

mentre quello degli anni settanta forse pativa di qualche intervento esterno di troppo (i suoi seppur bravissimi collaboratori).

Letteri mantenne inalterato il suo stile che ben si adattava a storie urbane nei bassifondi o tra le chinatown o in templi misteriosi,

venendo mano a mano "relegato" a queste atmosfere. Viceversa a Giovanni toccavano spesso le storie con rivolte indiane.

Per me Letteri comincia a disegnare male dopo "Oklahoma", ma comunque fino alla sua ultima storia incompiuta resta un grande del fumetto.

Ticci (sempre per me) non ha mai smesso di sperimentare e evolvere il suo tratto, fino a diventare esasperatamente stilizzato,

comunque non mi ha mai deluso.

Niente paragoni con Galep, vi prego. Egli sta sopra a chiunque (Villa compreso).

Link to comment
Share on other sites

21 minutes ago, O Encapuzado said:

Dix Leroy, l' "Oklahoma" sono per caso i numeri 301/302 del 1985? Grazie.

 

È il primo Maxi, quello scritto da Berardi.

 

Per me già all'epoca era passato il suo periodo migliore (che per me sono gli anni 70 - Letteri arrivò alla Bonelli che era già un autore affermato, come lo erano anche gli altri di quel periodo), ma era ancora un disegnatore validissimo.

  • Thanks (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red;">21 ore fa</span>, Diablero dice:

 

È il primo Maxi, quello scritto da Berardi.

 

Per me già all'epoca era passato il suo periodo migliore (che per me sono gli anni 70 - Letteri arrivò alla Bonelli che era già un autore affermato, come lo erano anche gli altri di quel periodo), ma era ancora un disegnatore validissimo.

I disegni di Letteri nel Maxi non sono male, anche se le prime tavole non mi piacciono proprio.

Link to comment
Share on other sites

Letteri non l'ho mai amato moltissimo, a parte che nelle storie urbane, meglio con cinesi.

Lo sto rivalutando molto ultimamente. Ho ripreso diverse sue storie e le trovo meglio di come me le ricordavo. Gli appunti che gli faccio è che Tex mi pare troppo giovane, e che ha la tendenza a far somigliare troppo spesso i volti. Tratto pulito, forse anche troppo.

Il mio preferito è Ticci, Ticci per me è Tex, più ancora che Villa (che mi piace molto) e Galep, che è il creatore ma che secondo me era un disegnatore meno straordinario di  altri che si sono succeduti su Tex.

Edited by valerio
Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.