Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

KitWiller

Cittadino
  • Posts

    159
  • Joined

  • Last visited

Profile Information

  • Gender
    Maschile
  • Interests
    Fumetti italiani, europei e manga. Cinema e videogames.
  • Real Name
    Riccardo

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    445
  • Favorite Pard
    Kit Carson
  • Favorite character
    Padma

Recent Profile Visitors

2,750 profile views

KitWiller's Achievements

Community Regular

Community Regular (8/14)

  • One Year In
  • One Month Later
  • Collaborator
  • Week One Done
  • Dedicated

Recent Badges

34

Reputation

  1. Finito di leggere il terzo albo (e tutta la discussione precedente) con il consueto ritardo, pur non avendo ancora avuto occasione di leggere le due storie "originali" di GLB mi sento di promuovere questa storia. I disegni, al netto di alcune vignette in cui i molti dettagli rallentano la lettura, sono quasi perfetti e comunque un "nuovo ingresso" sulla regolare, abbastanza giovane da poterci regalare altre storie per molti anni. La trama apprezzabile, i dialoghi non spiegazionisti ma sufficienti, forse si poteva tagliare un po' tutta la scena della mandria in favore di un maggior approfondimento successivo, ma in ogni caso non si cade in un finale affrettato come è capitato talvolta a Borden. Interessante invece il commento di alcuni altri, con una sorta di fil rouge. Anche @Il Berna e @frank_one commentano sulla stessa linea. Probabilmente, poiché nel tempo cambia la visione di eroe del pubblico cambia (scorre l'orologio della storia), un eroe per rimanere pienamente tale deve cambiare a sua volta. Così se una volta l'eroe (Tex) non si poneva domande, ora deve avere un atteggiamento più aperto, per l'appunto moderno in cui cede all'evidenza e crede al soprannaturale se gli si presenta; e forse (nuovo Ulisse) deve anche (come fa l'uomo moderno, peccando di Hybris?) spingersi oltre i suoi confini, quindi perché no all'Africa o all'Europa? Se i valori di una società cambiano, deve cambiare il personaggio oppure cambiare come il pubblico lo percepisce, considereremmo ancora Topolino un eroe se utilizzasse frasi razziste? "Se vogliamo che tutto rimanga com'è, bisogna che tutto cambi". esemplifica bene il mio pensiero su Tex.
  2. Stavo per scriverlo nel topic delle anteprime, prima di verificare se non ci fosse già il topic della storia. La cover sa di visto e rivisto, senza originalità.
  3. Pure io! Anche per l'affezione alla storia...
  4. Nel frattempo da qualche mese le storie cult è rincarato da 4.50 a 5 €, pur essendo ormai una mera ristampa.
  5. Mi spiace che questo gioco sembra essersi fermato, la terza puntata si è persa?
  6. Molto bella questa lettura sulla quale non mi ero soffermato. Anche se certamente oggi varie di queste scelte, penso ad esempio al salvataggio da parte di Tex, sarebbero discutibili…
  7. Cinque fiches sulla C. Concordo con @Loriano Lorenzutti Kit portasfortuna non di nuovo.
  8. Io, visti anche i commenti precedenti (in particolare sulla storia del mormone), direi che le storie con una trama "classica" forse non sono adatte ad essere brevi (perché risultano banali) ma se c'è uno spunto "originale" e "particolare" perché no? Mi chiedevo proprio (e chiedo ai più esperti dalla ottima memoria) se fosse già capitato di avere parti di storie di Tex "ambientate" nel presente. Cito Leo, ma anche altri hanno espresso la stessa incertezza, tuttavia, secondo me, leggendo l'editoriale introduttivo di @borden dice testualmente "Sal Velluto celebra […] una leggenda del West […]:da un suo spunto, la storia del Sansone mormone Porter Rockwell è affidata ancora una volta alla penna del fidato e affidabile Ruju" Ritengo improbabile che Sal Velluto abbia fornito l'idea e @Letizia il soggetto; e sapendo che la storia di @Letizia è stata scritta da Ruju e pubblicata su questo color, direi che si può essere praticamente certi che sia "Mesa blanca".
  9. Petizione per la Damage Control anche in Tex .
  10. Secondo me ti converrebbe scriverlo in CHATBOX.
  11. Sicuramente su questo @Diablero aveva ragione, tanto che anche la limited del pueblo perduto è ancora disponibile.
  12. Mi riferivo alla tua giustificazione, non all'atteggiamento dei pards che E' EVIDENTE deve essere quello dell'epoca. Perchè attribuisce un "valore formativo" ad un'esperienza che invece ha le caratteristiche negative da me già citate.
  13. Sono d'accordo con @Exit questo mito del rude cameratismo (peraltro solo maschile) deve finire, avendo già causato danni irreparabili. Peraltro è noto che nelle caserme venissero (e forse tuttora sono) usati termini offensivi verso la comunità LGBTQIA+ e sessisti. Credo che bisognerebbe evitare frasi del tipo "non avete fatto la naja".
  14. Tanto più che è la dimostrazione che le accuse a @borden di aver reso Dinamite un super cavallo (nella Tex Willer) sono infondate.
  15. Prima di iniziare a leggere dall'inizio il topic, ho pensato quasi la stessa cosa: Boselli! Comunque secondo me la domanda va riformulata pensando ad uno specifico tipo di lettore. Per gioco ci provo io, quali storie consigliereste per fare appassionare una lettrice di gialli classici e romanzi storici che non ha mai letto Tex, ma è una grande appassionata di Diabolik?
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.