Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

[382/384] La Tigre Nera


bressimar
 Share

Voto alla storia  

83 members have voted

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Please sign in or register to vote in this poll.

Recommended Posts

<span style="color:red">51 minuti fa</span>, Diablero dice:

Leo dice che questa storia funziona comunque, ma senza dire COME, come se fosse una cosa inessenziale.

 

Per me una storia di Tex deve funzionare in due maniere, contemporaneamente: deve essere una buona storia, e deve essere una buona storia di Tex.

 

Questa è una buona storia. Ma non è una buona storia di Tex.

 

Perché è una buona storia nel senso in cui La Pantera Rosa è una buona storia. Ma Tex non dovrebbe essere rappresentato come l'Ispettore Clouseau...

 

Funziona perché è appassionante, è adrenalinica. Perché Tex alla fine la spunta, sia pure con fatica. Perché Tex è in fin dei conti Tex, sia pure con qualche sbavatura. Tu stesso dici che è una buona storia. Le tue maglie per definirla anche una storia di Tex sono molto strette, le mie sono un po' più lasche. Per me Tex non è ridicolizzato, anche se alcune situazioni potevano essere rese meglio. 

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 ora fa</span>, Grande Tex dice:

 A me sembra che in questa storia Tex e Carson siano decisamente im forma: capiscono subito del coinvolgimento di Morel e dei suoi soci,nonostante venga loro detto il contrario, capiscono il trucco del teatro,riescono a portarsi sulla strada giusta per la Tigre( e lì sì,lui riesce quasi a fregarli,cosa che però semmai esalta il cattivo più che sminuire Tex),certo non sanno che lui sia il vero capo della setta,ma certo non POTEVANO saperlo,visto che loro non sono il lettore( che indizi avevano loro per capire la sua identità? Magari il lettore poteva averne,ma loro no.É ovvio che il lettore ne sappia più di Tex).

Riescono poi a intuire la sua nuova identità di ingegnere minerario e poi,una volta catturati,riescono a sconfiggerlo solo contro tutti,costringendolo a ritirarsi. A me sembrano tutt' altro che scadenti o comici,ma piuttosto tostissimi e  in piena forma( vero é che c ' é dell' ironia su una certa loro ignoranza davanti a una cultura alta,ma mi sembra una cosa fatta in modo rispettoso, senza nessun intento denigratorio,anche perché non credo che ai lettori di Tex importi molto se il protagonista conosce Amleto.A mio giudizio questo tono umoristico é un di più alla storia).

 

 

 

👌

<span style="color:red">50 minuti fa</span>, Leo dice:

 

Funziona perché è appassionante, è adrenalinica. Perché Tex alla fine la spunta, sia pure con fatica. Perché Tex è in fin dei conti Tex, sia pure con qualche sbavatura. Tu stesso dici che è una buona storia. Le tue maglie per definirla anche una storia di Tex sono molto strette, le mie sono un po' più lasche. Per me Tex non è ridicolizzato, anche se alcune situazioni potevano essere rese meglio. 

👌

Link to comment
Share on other sites

11 hours ago, Mister P said:

Infatti il Commissario Spada è tipico personaggio da fumetto parrocchiale :azz:... Per il resto del post hai ragione tu, ma qui volevo fare il pignolo.

Ma per chi è scritto il Commissario Spada?

 

Nella stessa epoca trovi, che parlano di cronaca, anche "Un Fascio di Bombe" di Castelli, Gomboli e Manara: ma ovviamente il tono non è lo stesso...  anche se parla di temi "maturi", Il Commissario Spada è scritto ancora per bambini

 

E questo è parte essenziale della sua fama e della sua unicità: avere il coraggio di parlare di queste cose in una rivista per bambini, e farlo con un linguaggio comprensibile a quell'età, senza banalizzarlo (comunque ricordiamoci che gli 11 anni di allora non erano quelli attuali, la maggior parte iniziava ad andare a lavorare anche in cantiere a 14 anni finite le medie, i miei coetanei a 13 anni fumavano e le mie compagne di classe a 14-15 trom####no...oggi l'infanzia si è allungata parecchio)

 

Anche Linus all'epoca parlava delle stesse cose, ma nessuno si meravigliava della cosa... :laugh:

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">24 minuti fa</span>, Diablero dice:

i miei coetanei a 13 anni fumavano e le mie compagne di classe a 14-15 trom####no...

 

Ma allora eravamo in classe insieme! Ho capito chi sei, l'unico che non fumava... ;) :lol:

Link to comment
Share on other sites

In questo primo episodio della Tigre l'unica cosa decente sono le tavole di Villa.

La setta è segreta e nessuno deve sospettare che ci sia, ma circolano in abbondanza volantini che la sponsorizzano: a quale scopo lasciare bigliettini a destra e a sinistra con scritto: made by Tigre Nera?

Mac Parland che si lamenta: Come hanno fatto a sapere che saremmo venuti a interrogarlo? [il finto ubtiaco] e Tex che risponde: Boh? Quando dieci minuti prima Tex, rivolgendosi al cameriere, esclama: ti interessa mica sapere che ora vado dallo sceriffo a interrogare il prigioniero?

 

Non contiamo poi la solita assurdità del tiratore scelto, con la mira precisissima che, invece di sparare in testa a Tex, se la prende con un povero fesso innocuo: questo non lo capirò mai.

E non contiamo pure, nove tiratori scelti nove che non colpirebbero una mucca a due metri, figuriamoci due uomini e due cavalli che, perbacco, potrebbero stare anche fermi un po' altrimenti come possono colpirli i nove tiratori nove?

 

Ma quello che mi ha fatto incavolare di più è stato il finale.

La Tigre scappa e Tex fa la sua ennesima nizzata: lascialo scappare tanto che male vuoi che faccia?

Gli abbiamo accoppato tutti i suoi accoliti ed è rimasto solo.

E poi la storia è finita, ci vuoi aggiungere altro?

  • Haha (0) 1
Link to comment
Share on other sites

Non avevo letto la storia ai tempi, l'ho recuperata adesso nelle GSB per prepararmi al ritorno boselliano e l'ho fatto con alte aspettative visto la fama di cui gode(va).

 

Ho già scritto in passato riguardo alla mia "doppia" modalità di lettura, al primo giro quella "spensierata" e poi per approfondire quella "forumista" (di solito meno divertente ;)).

 

Purtroppo in questa occasione già durante la lettura "spensierata" ci sono state cose che mi hanno lasciato perplesso e mi hanno impedito di appassionarmi, tanto è vero che la seconda lettura l'ho saltata.

 

@Diablero ha già evidenziato parecchie delle cose che non ho gradito, io ne aggiungo qualche altra, incluse un paio di cosette "grafiche":

 

- Ho trovato carnevalesca la maschera della Tigre, che invece di incutere timore sembra sorridente.

 

- Perchè Sumankan ha le orecchie a punta? Cosa è, vulcaniano? :lol: E quando si camuffa nessuno si accorge di tutti questi tizi "orecchiopuntuti"? (come noto le orecchie sono la cosa più difficile da camuffare :cool:)

 

- Nella sua disamina dettagliata @Diablero non è ancora arrivato alla scena dell'ascensore, che insieme a quella dei "fucilieri incapaci" ha mandato fuori scala la mia sospensione dell'incredulità (che pure pensavo avesse un limite piuttosto alto). :dubbioso:

 

Non dico che la storia sia brutta, la parte gialla presentava spunti interessanti che potevano essere meglio sfruttati e c'è una componente esotica che aggiunge fascino, ma personalmente non riuscirei ad andare oltre il 7 di stima (a dire il vero più un 6,5) e solo perchè ci sono i disegni di Villa a sostenerla.

 

Non ho letto il seguito nizziano e adesso attaccherò direttamente la quadrilogia Boselli/Venturi.

 

 

Edited by Augustus McCrae
Link to comment
Share on other sites

  • co fondatore
Posted (edited)
17 minuti fa, Augustus McCrae dice:

Non ho letto il seguito nizziano

Il secondo ha uno dei finali più camp della storia del fumetto italiano, il terzo è una porcheria senza pari*. E la beffa è che sono disegnati da dei signori illustratori (Civitelli e Venturi).

 

*tornai dopo una lunga assenza sul forum all'epoca in cui fu pubblicato questo episodio, lo criticai e quella "montanara" di Cheyenne, con cui per fortuna ho interagito poco, parlò di "gusti personali". Mi allontanai nuovamente dal forum (con le palle che mi cascavano causa risposte del genere), che per i miei gusti all'epoca era diventato troppo "aziendalista".

Edited by Mister P
Link to comment
Share on other sites

Secondo me la Tigre Nera è una buona storia ma non un capolavoro, nonostante i meravigliosi disegni di Villa.

Qualche difetto ce l'ha (per es. Mac Parland che sembra un fesso), ma che non rovinano la storia nel suo insieme. Tra i difetti metterei anche il finale in cui Tex e Carson rinunciano a inseguire la Tigre nonostante non avesse molto vantaggio rispetto a loro e quindi lasciando in circolazione un pericolosissimo avversario (un po' come nel finale del "Mefisto" di Nizzi)

 

Per il resto, sì, anche a me ha dato fastidio quando Tex e Carson spiattellano i fatti loro nel ristorante cinese facendosi sentire dal cameriere (e provocando involontariamente la morte dell'ubriaco in carcere). Ma si è visto di peggio.

(A questo proposito il caso peggiore che ricordi avviene ne "La pietra di Akbar", quando su un battello Tex e Carson, che hanno ricevuto l'incarico da Nat Mac Kennet di sorvegliare i ladri di un prezioso gioiello, ne parlano ad alta voce in mezzo alla gente che passeggia sul ponte, così tutti sanno che c'è una pietra di inestimabile valore in una cabina :lol:, e infatti un tirapiedi del boss locale li sente e lo va a rubare uccidendo i ladri, tutto grazie a Tex, che addirittura si accorge dell'origlione ma lo lascia andare, scambiandolo per un banale curioso). :rolleyes:

Andate a rileggervelo, l'albo 461, e lì veramente la situazione è veramente comica e indifendibile.

Qui no, nonostante qualche sbavatura, la storia è avvincente e regge bene fino alla fine. (L'ho già scritto da qualche altra parte ma anche "Chinatown" come giallo, ad analizzarlo bene, non è il massimo e ha diverse pecche, ma alla fine la storia anche lì nel complesso funziona, piace e uno l'apprezza lo stesso).

 

Sul fatto che Boselli abbia stravolto il carattere di Sumankan non sono d'accordo. Nizzi ci fa vedere l'aspetto di rivalsa e di odio della Tigre verso gli Americani che l'hanno umiliato e sfruttato fin dai tempi in cui faceva il manovale alla ferrovia, ci fa vedere la sua sete di vendetta contro tutta la società americana, la sua voglia di distruggerla, e contemporaneamente la sua voglia di dominio.

Boselli invece ci mostra lo stesso personaggio che, una volta abbandonato il suolo statunitense, ha abbandonato anche la sua megalomania, modificando il suo obiettivo che ora diventa "semplicemente" quello di riprendersi il trono del suo regno del Borneo liberandolo dagli invasori, e che ritorna alla sua terra d'origine, riprende i rapporti col figlio e riscopre anche l'amore. Mi sembrano due facce compatibili della stessa medaglia.

Edited by Poe
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Letizia dice:

setta è segreta e nessuno deve sospettare che ci sia, ma circolano in abbondanza volantini che la sponsorizzano: a quale scopo lasciare bigliettini a destra e a sinistra con scritto: made by Tigre Nera?

Per creare terrore,per creare una leggenda.La setta non é segreta,tutti in città sanno che esiste,ma nessuno sa chi sia a farne parte o che tipo di setta sia.

1 ora fa, Letizia dice:

Come hanno fatto a sapere che saremmo venuti a interrogarlo? [il finto ubtiaco] e Tex che risponde: Boh? Quando dieci minuti prima Tex, rivolgendosi al cameriere, esclama: ti interessa mica sapere che ora vado dallo sceriffo a interrogare il prigioniero?

Tex non puo' certo sapere che il cameriere é coinvolto

1 ora fa, Augustus McCrae dice:

non è ancora arrivato alla scena dell'ascensore, che insieme a quella dei "fucilieri incapaci" ha mandato fuori scala la mia sospensione dell'incredulità (che pure pensavo avesse un limite piuttosto alto

Più basso del mio di sicuro.Io non ci ho fatto caso.Forse perché sono un appassionato di film d azione,per me conta molto( ma MOLTO) di più l adrenalina del realismo.

 

Per quanto riguarda il finale,sì,Tex e i pard sono appiedi e hanno lasciato i cavalli distanti,era notte,ma potevano comunque seguire le tracce il mattino dopo.In realtà sarebbe bastata una semplice frase tipo" In questo terreno non si lasciano tracce" e il problema si risolveva( per carità,magari é implicito,ma specificarlo sarebbe stato meglio).Diciamo che comunque,se in una storia Tex non insegue qualcuno,io automaticamemte penso che sappia che non si puo' fare,stringo le spalle e mi godo la storia

Edited by Grande Tex
Link to comment
Share on other sites

46 minutes ago, Grande Tex said:
1 hour ago, Letizia said:

setta è segreta e nessuno deve sospettare che ci sia, ma circolano in abbondanza volantini che la sponsorizzano: a quale scopo lasciare bigliettini a destra e a sinistra con scritto: made by Tigre Nera?

Per creare terrore,per creare una leggenda.La setta non é segreta,tutti in città sanno che esiste,ma nessuno sa chi sia a farne parte o che tipo di setta sia.

Non ha senso. Rifletti sul piano della Tigre Nera. Richiede SOPRATTUTTO il non fare rumore, il non farsi notare: una per volta, prende persone ricche e le fa sparire impossessandosi dei loro beni. Ma attenzione, non se ne impossessa LUI, nemmeno sotto falsa identità (con una eccezione, ma quella è la proprietà dove c'è la sua base, il suo covo, non una proprietà normale gestibile da un prestanome)

 

Perché?

 

Perché sarebbe scoperto in cinque minuti! Il suo piano si basa sul fatto che NESSUNO SOSPETTI, altrimenti li beccano tutti senza far la minima fatica (i nomi dei prestanome sono nei contratti di proprietà).

 

"Quindi il suo piano già è fallito con l'arrivo dei Pinkerton?". Logicamente sì. Qui Mac Parland è rappresentato come un totale co####ne, ma anche senza prove, chi siano i colpevoli lo capirebbe subito anche un bambino: sono gli unici che ci guadagnano! Basterebbe tenerli d'occhio di nascosto: o si tradiscono, o per non tradirsi devono smettere di ammazzare gente. Entrambe sono cose che bloccherebbero i piani della Tigre Nera.

 

L'ho già detto, la Tigre Nera in questa storia non è un genio del male, è un pazzo isterico che ammazza i suoi complici al primo errore, che fa costruire (spendendo immagino un patrimonio) trappole "mortali" nel suo covo... che scattano e non ammazzano nessuno! (sia Tex che Carson cadono nelle trappole, tutte, non ne evitano una, ma NESSUNA funziona come dovrebbe e si salvano sempre perchè le trappole li mancano sempre... la Tigre Nera alla fine sembra Wile. E. Coyote (in Italiano, il Vil Coyote...). E per la sua avidità ha GIÀ fatto fallire il suo piano, senza bisogno di Tex e Carson!

 

Solo che... i pinkerton in questa storia sono rappresentati come i Dupont in Tin Tin! NON mandano gente in incognito (come invece, storicamente, facevano), mandano gente che si fa notare subito, che va a controllare apertamente gli atti di vendita dal notaio (cioè da qualcuno che chiaramente è complice: come fa un notaio a non "notare" che il venditore che sta firmando in sua presenza la cessione è minacciato da un arma o è proprio morto?) per vedere se sono "scritti bene" :laughing:

 

L'ULTIMA cosa che dovrebbe fare la Tigre Nera è pubblicizzare la presenza di una setta (e invece manda i suoi sgherri ad assassinare gente IN CITTÀ IN PIENO GIORNO, e poi per essere proprio sicuro LASCIA LA FIRMA "SONO STATO IO") :laughing:

 

I casi sono due: o è STUPIDA la STORIA, con un "genio del male" che fa cose stupide in continuazione... o la storia rappresenta un cosiddetto "genio del Male" che è totale idiota! Qui la differenza sta nel pensare che Nizzi gli faccia fare cose stupide e assurde perchè scrive male, o perchè invece voglia dirci proprio questo, che la Tigre Nera fa una ca###ta dietro l'altra! (vista la rappresentazione CARICATURALE che ne dà Villa in diverse pagine direi che la storia fa pensare alla seconda ipotesi, e che sia una SATIRA dei vari "capi della setta del Drago" che si sono visti prima in Tex, ma sarà stato intenzionale o no? Boh...)

 

1 hour ago, Grande Tex said:

Tex non puo' certo sapere che il cameriere é coinvolto

NON IMPORTA!

 

Il cameriere poteva anche essere una persona correttissima. Ma magari ne parlava alla moglie. Che lo diceva all'amica. Che ne parlava al droghiere. Che faceva parte della setta.

 

NON PARLI DI INDAGINI RISERVATE DI FRONTE AL CAMERIERE! È così difficile da capire?

 

Io non parlo nemmeno di chi ha vinto l'ultima partita a calcetto di fronte al cameriere, lo trovo un comportamento arrogante e maleducato: quando arriva parli con lui o comunque dai segno di sapere che è lì, almeno solo per cortesia (qui Tex e Carson fanno proprio la figura da "ottusi aristocratici" che non notano uno delle "razze inferiori", non so se è il comportamento di Nizzi al ristorante e quindi l'ha fatto in automatico o se è una delle tantissime maniere in cui deve sempre far notare che Tex è un ottuso cafone ignorante...)

 

Se Nizzi non avesse qui voluto ridicolizzare Tex, bastava far mettere un tubo nascosto che portava le loro voci ad un ascoltatore (ovviamente li avrebbero fatti sedere apposta lì), o, meglio ancora...  non metterci NIENTE! La Tigre Nera HA GI1A MOTIVI PER FAR UCCIDERE L'UBRIACONE (tanto che quando scopre che Morel non l'ha fatto uccidere immediatamente si in###za di brutto, perchè appunto è una stupidata: è OVVIO che quello era un complice! E non è una "deduzione da lettore": se qualcuno viene assassinato nei cinque minuti in cui le sue guardie del corpo sono allontanate da qualcuno, TU NON SOSPETTI DI QUEL QUALCUNO? Qui andiamo ben al di là della soglia del RIDICOLO, la stupidità mostrata da Mac Parland e da tutti gli altri che non ci pensano nemmeno supera la mia sospensione dell'incredulità. NESSUNO AL MONDO È COSÌ SCEMO!

 

Nizzi poteva far avvenire la cena in un ristorante normale, senza cinesi. Poi quando Tex e pards andavano alla galera, trovavano il testimone morto COME ERA OVVIO CHE FOSSE (ma davvero Morel aveva bisogno che glielo dicesse il cameriere, che l'ubriacone avrebbe potuto parlare? Doveva spiegarglielo la Tigre Nera? Ma sono tutti scemi in questa storia?).

 

Non c'è nessun motivo narrativo o logico per il cinese origlione: il testimone andava ammazzato lo stesso, in ogni caso! (e la Tigre Nera qui ha ragione al 100% nell'inca###rsi a sentire che non era stato fatto subito), anzi, il fatto che non fosse stato fatto subito è un "buco di trama" che non si spiega. O meglio, si spiega solo se rifletti su una cosa...

 

...se non c'era bisogno dell'origlione, perchè Nizzi ce l'ha messo?

 

No, perchè, se ci pensi, l'unica GROSSA differenza è che così LA MORTE DELL'UBRIACONE È COLPA DI TEX.

 

Era una cosa che andava fatta, ed è assurdo che non l'avessero già fatto. Nizzi ha "impedito" virtualmente ai suoi personaggi di farlo, a costo di farli agire da stupidi, perchè "aspetta" di poter inscenare una cosa che (1) presenta Tex come un totale idiota (e come un ottuso arrogante che "non nota la servitù"), e (2) presenta la morte del testimone come COLPA DI TEX.

 

NON SOLO: anche dopo la morte del testimone ("firmata" anche stavolta dal capo di una setta che usa armi orientali, sicari cinesi, e ha il nome di un animale asiatico), Tex e gli altri NON SI RICORDANO di aver mangiato in un ristorante cinese e di aver raccontato tutti i loro piani a un cameriere cinese! ANDATA E RITORNO, Nizzi sfrutta l'occasione per dirci che Tex e pards sono fessi DUE VOLTE, ed entrambe le volte "gratuitamente" (perchè RIBADIRE che Tex e pards non hanno ancora capito niente? il cameriere poteva essere scappato, che scopo ha nella storia il mostrarli ancora una volta come idioti?

  • +1 2
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 ora fa</span>, Grande Tex dice:

Per creare terrore,per creare una leggenda.La setta non é segreta,tutti in città sanno che esiste,ma nessuno sa chi sia a farne parte o che tipo di setta sia.

Lo dici tu.

Moren dice: La segretezza della setta gli sta troppo a cuore... [gli = alla Tigre Nera].

I casi sono due: o tu sei un errore o Moren è un cretino.

 

<span style="color:red">1 ora fa</span>, Grande Tex dice:

Tex non puo' certo sapere che il cameriere é coinvolto

No di certo, non lo sapeva.

Ma io al ristorante, se sto parlando di mio nipote che si è appena laureato, quando arriva il cameriere, mi taccio perché sono affari miei.

Figurati se sto organizzando una missione segreta.

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

Nulla togliendo alle osservazioni mosse finora, ma rimango della mia idea: volendo passare a setaccio ogni singola frase o sequenza, nessuna opera ne esce illesa. Capolavori della letteratura compresi.

 

Che idiota fu Fra Cristoforo ad affidare Lucia e Agnese alle cura di Geltrude! Per non parlare del fatto che tutti schiattano di peste, ma i protagonisti no. :P:D 

  • Haha (0) 1
  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

47 minuti fa, Diablero dice:

Non ha senso. Rifletti sul piano della Tigre Nera. Richiede SOPRATTUTTO il non fare rumore, il non farsi notare

Non necessariamente. L hai detto tu stesso.Non é logico.É intelligente,ma é anche un fanatico,vuole creare terrore.

La Tigre Nera é  quasi un terrorista.La sua é una sorta di guerra santa.I terroristi ci tengono alla segretezza,e ammazzano chi fallisce o tradisce...ma quando commettono crimini ci tengono a firmarsi.

Per questo secondo me é un personaggio così affascinante e astuto.

47 minuti fa, Diablero dice:

cioè da qualcuno che chiaramente è complice: come fa un notaio a non "notare" che il venditore che sta firmando in sua presenza la cessione è minacciato da un arma o è proprio morto?) 

Perché non é detto che lo siano.Chi indaga non conosce le dinamiche,i firmatari possono essere stati semplicemente truffati e poi messi a tacere prima che se ne accorgessero( tipo atti di vendita capestro e cose del genere)

39 minuti fa, Letizia dice:

Lo dici tu.

Moren dice: La segretezza della setta gli sta troppo a cuore... 

Segretezza nel senso che non vuole che si sappia chi fa parte  della setta. Ma é ovvio che la Tigre voglia che si sappia che la setta c' é.

La Tigre é uno psicopatico,gli piace creare paura.

Edited by Grande Tex
Link to comment
Share on other sites

3 minutes ago, Condor senza meta said:

Che idiota fu Fra Cristoforo ad affidare Lucia e Agnese alle cura di Geltrude!

No. Per quello che ne sa Fra Cristoforo, Gertrude è una santa donna e il suo convento un luogo sicuro.

 

Non solo: "ci sta da personaggio", Fra Cristoforo HA TROVATO SALVEZZA in un convento (di frati). Era un assassino in fuga, l'incontro con i frati gli salva la vita e l'anima.

 

Hai fatto un esempio totalmente sbagliato, perchè mostra invece come DOVREBBE agire un personaggio letterario: COERENTEMENTE.

 

Tex che fa tutte le cazzate che fa in questa storia corrisponde a Frà Cristoforo che porta Lucia a... Don Rodrigo! Dicendole "questo è il luogo in cui la tua virtù è più al sicuro, garantisco io su Don Rodrigo!"

Link to comment
Share on other sites

44 minuti fa, Diablero dice:

cameriere poteva anche essere una persona correttissima. Ma magari ne parlava alla moglie. Che lo diceva all'amica. Che ne parlava al droghiere. Che faceva parte della setta.

Loro volevano interrogare l ubriaco quella sera stessa.Quindi non é che se ne preoccupavano,potevano preoccuparsene solo se avessero saputo che c' era qualcosa sotto.

 

44 minuti fa, Diablero dice:

Non c'è nessun motivo narrativo o logico per il cinese origlione: il testimone andava ammazzato lo stesso, in ogni caso! (e la Tigre Nera qui ha ragione al 100% nell'inca###rsi a sentire che non era stato fatto subito), anzi, il fatto che non fosse stato fatto subito è un "buco di trama" che non si spiega

Serve a creare un intreccio.A creare un ,diciamo,risvolto nella trama, a far capire quanto la setta sia diffusa.Non c é un motivo specifico certo,ma quante cose nelle storie sono messe lì senza motivo e solo per creare risvolti nella trama? 

44 minuti fa, Diablero dice:

ma davvero Morel aveva bisogno che glielo dicesse il cameriere, che l'ubriacone avrebbe potuto parlare?

Secondo me,più che i personaggi a essere scemi,sei tu che li ritieni più intelligenti di quello che dovrebbero essere.C' é stato un ubriaco al teatro e questo ha creato una distrazione per cui il sindaco é morto.Tex,che é sveglio,fa due più due.Non necessariamente devono farlo anche gli altri personaggi( é vero che McParland avrebbe dovuto dimostrarsi più astuto,questo sì,ma Morel non ha motivo di credere che il suo uomo dovesse venire scoperto per forza.) 

36 minuti fa, Letizia dice:

 

No di certo, non lo sapeva.

Ma io al ristorante, se sto parlando di mio nipote che si è appena laureato, quando arriva il cameriere, mi taccio perché sono affari miei.

Figurati se sto organizzando una missione segreta.

Si vede che qui c' é un sacco di gente silenziosa.Io di fronte ai camerieri ho sempre parlato un sacco( vabbé che al ristoramte facciamo sempre tavolate grandi e magari si nota meno).

In ogni caso credo che considerare questo comportamento " classista" da parte di Tex sia una bella forzatura.Eravamo nel West,credo che la gente ci si scaccolasse anche davanti ai camerieri

<span style="color:red">50 minuti fa</span>, Diablero dice:

mandano gente in incognito (come invece, storicamente, facevano)

Solo che cosi la storia finiva subito...😝

Edited by Grande Tex
Link to comment
Share on other sites

52 minuti fa, Grande Tex dice:

Segretezza nel senso che non vuole che si sappia chi fa parte  della setta

Questa poi.

La setta non è segreta, sono segreti i componenti.

Questa me la devo segnare.

I componenti sono segreti e la Tigre ci tiene a che rimangano tali.

È un concetto talmente complicato da assimilare che Nizzi ce lo fa spiegare da Moren.

Però devo notare che Nizzi non conosce l'italiano: ha detto la segretezza della setta invece che la segretezza degli adepti.

Possibile che Nizzi non sappia il significato della parola adepti?

Se hai bisogno di una vetreria, te ne suggerisco io una.

 

42 minuti fa, Grande Tex dice:

Io di fronte ai camerieri ho sempre parlato un sacco

James Bond no.

E Tex, se parla di piani strategici di fronte a un cameriere (anche se il cameriere è san Pietro), è un cretino.

 

 

Edited by Letizia
  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

31 minuti fa, Letizia dice:

ha detto la segretezza della setta invece che la segretezza degli adepti.

Visto che si sa già che la setta nom é segreta allora vuol dire che intendeva degli adepti, di quello che concerne la setta.Grammaticalmente parlando é ineccepibile

"Sicurezza per la scuola"= " Sicurezza per gli alunni" 

31 minuti fa, Letizia dice:

E Tex, se parla di piani strategici di fronte a un cameriere

Non é un piano strategico.Sta descrivendo quello che faranno fra dieci minuti.Se non sa che il cameriere é implicato,non puo' avere paura di dirlo,se mai fosse un semplice pettegolo che lo dice a qualcun altro il giorno dopo...che importanza ha? Tanto ormai ci saranno già andati

Edited by Grande Tex
Link to comment
Share on other sites

30 minutes ago, Letizia said:

E Tex, se parla di piani strategici di fronte a un cameriere (anche se il cameriere è san Pietro), è un cretino.

Sottolineiamolo.

 

Come anche il Tex che quando scopre che il suo piano è stato scoperto e il testimone è stato ucciso da un cinese come il cameriere, non si ricorda assolutamente di aver spiattellato tutta la sua strategia di fronte ad un cinese nemmeno mezz'ora prima e fa considerazioni su quanto devono essere intelligenti i cinesi della setta per aver scoperto i suoi piani...  :laughing:

Link to comment
Share on other sites

Su questo sono d accordo.La cosa si poteva facilmente evitare se Tex non si fosse accorto che l attentatore era un cinese

Link to comment
Share on other sites

1 hour ago, Grande Tex said:

Su questo sono d accordo.La cosa si poteva facilmente evitare se Tex non si fosse accorto che l attentatore era un cinese

E allora chiediti: perchè Nizzi ha messo quella scena?

 

Non serve a niente. Non ha alcuno scopo (non fornisce informazioni, non manda avanti la trama, non serve per alleggerire, Tex e Carson venivano da pagine pagine di intermezzi umoristici). Nessuno scopo. Tranne uno. E sappiamo tutti e due qual'è. A cosa serve quella scena.

 

Come la scena del cameriere. A cosa serve? Il testimone doveva logicamente morire comunque. Lo spiegone di Tex poteva avvenire con lo stesso cameriere senza dirgli niente, ed era uguale. Tranne in una cosa. E sappiamo entrambi quale.

 

Io all'epoca non avevo letto tutti i fumetti che ho letto adesso, ma lo capivo quando una scena serviva SOLO a rendere ridicolo un personaggio. Non c'è bisogno di "guardare con la lente d'ingrandimento". L'albo ti schiaffeggiava direttamente, e molto forte, se conoscevi il Tex di GL Bonelli (e anche se non lo conoscevi... davvero, c'è qualcuno al mondo che ha visto "La Pantera Rosa" senza rendersi conto che Closeau non  Sherlock Holmes? O serve guardare la Pantera Rosa "con il lanternino"?

 

Che Nizzi approfittasse di QUALSIASI occasione per ridicolizzare Tex o descriverlo come un pomposo cretino, mi era ormai più che evidente. E MOLTO PRIMA del numero 400.

 

 

  • +1 2
Link to comment
Share on other sites

Ci sono un sacco di scene che non servono a niente.L' agguato nella città abbandonata a cosa serve? Tex poteva scoprire subito la miniera in un altro modo,andarci e la storia finiva lì.Il motivo,come ho già detto prima,é semplicemente  di creare un risvolto,di far succedere qualcosa in modo particolare. Anzi in realtà c é anche un altro motivo: far commettere un errore a Morel( non uccidere subito il testimone) in modo da creare la reazione della Tigre ed evidenziare la sua rabbia e la paura di Morel.

Link to comment
Share on other sites

16 minutes ago, Grande Tex said:

Ci sono un sacco di scene che non servono a niente.L' agguato nella città abbandonata a cosa serve?

Lo sai benissimo a cosa serve: a far vedere Tex che cade come un baccalà in una trappola mortale, senza sospettare niente e senza accorgersi di ben NOVE fucili in agguato (in ogni caso, anche se non sapeva dell'agguato... quando mai il Tex di GL Bonelli avanza così tranquillo allo scoperto senza alcuna prudenza?).

 

E farlo salvare, come sempre, per pura botta di c##o, non prima di averci comunque deliziato con la sua faccia di piccione che rimane a bocca aperta di fronte all'agguato, che non sospettava nemmeno...

Link to comment
Share on other sites

🤣 e io che pensavo servisse a fare una scena d azione

Pensa che ingenuo🤣

Secondo me stai proiettando un pochino troppo

E in ogni caso...perché mai Tex avrebbe dovuto sapere dell agguato? Insomma quante volte é successo che cadesse in un agguato in varie storie? Innumerevoli

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">9 ore fa</span>, Grande Tex dice:

"Sicurezza per la scuola"= " Sicurezza per gli alunni" 

"Schiamazzo per le ballerine" = "schiamazzo prr un diversivo".

Possibile che io, a parte essere incredibilmente bella, sia l'unica incredibilmente intelligente ad aver capito immediatamente che il finto ubriaco era un diversivo per facilitare l'omicidio del sindaco?

 

D'accordo, d'accordo.

Io ho letto un sacco di gialli e conosco i miei polli, sono una lettrice e conosco fatti e antefatti che i protagonisti ignorano.

Insomma, sono dentro la testa dell'autore.

 

Ma quanto gli ci vuole, non dico a Tex o Carson (che sono ignoranti e non conoscono l'Amleto) e neppure all'intelligentone dell'agenzia Pinkerton che non disponeva certo di celebri investigatori dal cervello fine, ma al signore che sedeva nella quinta poltrona della terza fila a capire, dopo essere stato informato dell'omicidio, che, diavolo, vuoi vedere che l'ubriaco era solo un diversivo?

 

E a questo signore, l'unico essere umano dotato di cervello tra tutti gli abitanti di una città, ivi compresi i presenti occasionali alloggiati negli alberghi, non è venuto in mente che avrebbe potuto informare le autorità dei suoi sospetti?

 

Perché l'ubriaco è stato portato in carcere senza essere interrogato?

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">5 minuti fa</span>, Letizia dice:

non dico a Tex o Carson

che infatti lo capiscono

<span style="color:red">5 minuti fa</span>, Letizia dice:

Perché l'ubriaco è stato portato in carcere senza essere interrogato?

era svenuto

Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.