• Avvisi

  •  

    Banner-IT 70 anni Tex Willer 300by100.png
    Asta in allestimento
    Gli elementi sono in allestimento e saranno definitivi (e potrete puntare) a partire dalle 12:00 del 20.04.2018
    Remind: i membri del forum iscritti prima del 31 marzo 2018 possono beneficiare di un buono di 20€ (Presentazione asta e condizioni per il buono)

natural killer

Tex Magazine N.1

Messaggi consigliati/raccomandati

1450794746117.jpg--tex_magazine_2016___c

Nel primo Tex Magazine, una storia horror per Tex, un’avventura giovanile di Kit Carson e il West in tutte le sue forme!
 

Nel primo Tex Magazine, il West in tutte le sue forme, anche bizzarre e inquietanti, i grandi duelli del cinema e la fortuna fumettistica del mito di Kit Carson, tra pagine dense di cavalcate, azione e polvere da sparo! In più, due racconti completi e inediti:

Artigli!
Soggetto e sceneggiatura: Pasquale Ruju
Disegni: Emanuele Barison

1450794971975.jpg 1450794979097.jpg

Nel cuore nero della foresta si nasconde un’antica e maligna creatura... Solo l’acqua corrente, da lei temuta, pone al riparo la cittadina di Black Cedars dalla sua furia mortale. Ma quando, a causa di una guerra per i pascoli, il corso del fiume viene deviato, l’orrore si scatena. Tex e un vecchio indiano sono gli unici a tentare di contrastare la violenza selvaggia della bestia!
 

Maria Pilar
Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
Disegni: Alessandro Bocci

1450794985382.jpg 1450794992695.jpg

Una giovane donna coraggiosa sfida la minaccia dei razziatori che le hanno ucciso il padre e guida un convoglio di commercianti ispanici sulla pista da Indianola a San Antonio. L’unico a scendere in suo aiuto sarà un affascinante ranger con una braccio al collo: Kit Carson!


_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Ottima copertina con un taglio decisamente innovativo per tratto (villa non finisce mai di stupire) per colorazione e per componente grafica.

La due storie brevi promettono di essere ricordate sia per la trama che che per i disegni.
Le tavole in anteprima mostrano un sapiente uso del nero da parte di Barison e un certosino tratteggio di Bocci che impreziosisce l'avventura del giovane Carson (bel primo piano)
Affascinante la senorita.....


 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Risposta affermativa a entrambe le opzioni: è una nuova serie che sostituisce l'Almanacco!

Anche se amministrativamente prosegue la collana Almanacchi, così come gli album cartonati proseguono i Romanzi a fumetti.

Per le storie ho molta aspettativa, sia per quella fantastica di Ruju che quella di Boselli che rievoca un'altra pagina del passato di Carson.

I disegni sono una garanzia, sia il tratto incisivo di Barison che l'iperrealistico segno di Bocci promettono due grandi prove.

  • +1 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Aspetto anche io con impazienza l esordio di Barison su Tex, credo che sia a mio modesto parere ,uno dei migliori disegnatori in circolazione e a vedere le tavole in anteprima le tavole sono rimasto piacevolmente colpito. Su Bocci non avevo dubbi avendolo visto alla opera su Dampyr.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

L unico peccato é che bocci tornerà subito nello staff di dampyr . 

Il curatore di Dampyr non è il tipo da privarsi di una risorsa del genere senza combattere con le unghie e coi denti se necessario. Tuttavia anche il curatore di Tex quando vuole qualcosa non si ferma davanti a nulla.:lol:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Secondo il mio modesto parere Bocci ė un talento che su Tex potrebbe trovare la sua consacrazione però questo ė un parere di parte perché a me piace. Spero che Barison venga utilizzato altre volte ma anche questo sta alla bonelli decidere ma pensò che non sarã la sola prova dei due disegnatori su Tex.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

L unico peccato é che bocci tornerà subito nello staff di dampyr . 

Il curatore di Dampyr non è il tipo da privarsi di una risorsa del genere senza combattere con le unghie e coi denti se necessario. Tuttavia anche il curatore di Tex quando vuole qualcosa non si ferma davanti a nulla.:lol:

comunque anche se bocci non rimanesse su tex mi accontenterei anche di quello scarsone di majo

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Stando a quanto dicono sulla pagina ufficiale di Facebook, dovrebbe essere presente in questo magazine anche la storia Duello a Cactus City, scritta da Gl Bonelli con la partecipazione del solo Kit Carson.
La storia girava tempo fa in formato digitale, spero proprio che sia qui ristampata e non sia solo un articolo che ne parla!

Rettifico: la storia Duello a Cactus City è presente all'interno del magazine.
Io già ce l'ho in formato digitale, ora finalmente pure in cartaceo.
Hanno avuto una grande idea, perchè penso che la maggior parte dei lettori di Tex non sappia neppure della sua esistenza! :)

Modificato da Sam Stone

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

quoto Sam, una versione cartacea permetterà a chi non ha letto quella vecchia storia di GLB di rivedere il solo Carson.

Ottimo! Il Magazine diventa più intrigante con queste storie del passato e un mix di articoli e fumetti. Vamos!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Stando a quanto dicono sulla pagina ufficiale di Facebook, dovrebbe essere presente in questo magazine anche la storia Duello a Cactus City, scritta da Gl Bonelli con la partecipazione del solo Kit Carson.
La storia girava tempo fa in formato digitale, spero proprio che sia qui ristampata e non sia solo un articolo che ne parla!

Rettifico: la storia Duello a Cactus City è presente all'interno del magazine.
Io già ce l'ho in formato digitale, ora finalmente pure in cartaceo.
Hanno avuto una grande idea, perchè penso che la maggior parte dei lettori di Tex non sappia neppure della sua esistenza! :)

Storia autoconclusiva in 32 strisce con un Kit Carson assai giovane, pubblicata nel 1950 in appendice al n.5 della Ragno d'Oro

hIalRdM.jpg
 
Penso che molti di noi l'abbiano già letta...
Spicca il linguaggio carateristico di GLBonelli...speriamo non l'abbiano censurata
:)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me è una buona idea non solo per il fatto che si ripubblichi una rarità del genere, ma anche perché così facendo si incrementano le pagine dedicate al fumetto e si snellisce il comparto redazionale che, personalmente, ho trovato sempre un pò ingombrante sulla collana "almanacchi".

Complimenti alla SBE per la scelta, e spero si possa continuare su questa scia anche per i numeri futuri.

Modificato da Burningbullet

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Magari per i numeri futuri potrebbero ripubblicare qualche altra breve storia di Gl Bonelli western.
:)

e ti riquoto ancora! Ho avuto anch'io la stessa idea e spero che alla Bonelli ci pensino su. Materiale anni '50... sarebbe interessante, storie western di GLB brevi e sconosciute... yes.

Sono sicuro, poi mi sbaglio, che questa idea di pubblicare Cactus City è stata di Boselli... perché lui da cultore della saga sapeva l'esistenza di questa storia. Se non è sua l'idea di inserirla insieme al quella di Bocci(creando una sorta di omaggio nell'omaggio a Carson), sarei curioso di capire chi ha avuto in redazione la felice intuizione di riproporla in edicola.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Magari per i numeri futuri potrebbero ripubblicare qualche altra breve storia di Gl Bonelli western.
:)

e ti riquoto ancora! Ho avuto anch'io la stessa idea e spero che alla Bonelli ci pensino su. Materiale anni '50... sarebbe interessante, storie western di GLB brevi e sconosciute... yes.

Sono sicuro, poi mi sbaglio, che questa idea di pubblicare Cactus City è stata di Boselli... perché lui da cultore della saga sapeva l'esistenza di questa storia. Se non è sua l'idea di inserirla insieme al quella di Bocci(creando una sorta di omaggio nell'omaggio a Carson), sarei curioso di capire chi ha avuto in redazione la felice intuizione di riproporla in edicola.


Se non ricordo male, Boselli ha appreso dell'esistenza di questa storia proprio da questo forum e qualcuno si è assunto l'onere di inviargliene la versione digitale via mail.
Lui voleva pubblicarla da tempo ma lo frenava il fatto che non si sapeva chi fosse il disegnatore e non era possibile pagare a lui o ad i suoi eredi.
Se non sbaglio è stato Francesco Bosco ad identificare il disegnatore con Armando Monasterolo con l'inchiostrazione di Aurelio Galleppini. Evidentemente l'identificazione dve essere stata accettata e finalmente si è decisa la pubblicazione.
Ne sono decisamente contento.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

quoto Sam, una versione cartacea permetterà a chi non ha letto quella vecchia storia di GLB di rivedere il solo Carson.

Ottimo! Il Magazine diventa più intrigante con queste storie del passato e un mix di articoli e fumetti. Vamos!

 
Infatti io non ho letto la storia di kit Carsorn. 
Ma è a colore il magazine? 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Il magazine è a colori naturalmente, ma le storie a fumetti sono in bianco e nero.

Magari per i numeri futuri potrebbero ripubblicare qualche altra breve storia di Gl Bonelli western.
:)

e ti riquoto ancora! Ho avuto anch'io la stessa idea e spero che alla Bonelli ci pensino su. Materiale anni '50... sarebbe interessante, storie western di GLB brevi e sconosciute... yes.

Sono sicuro, poi mi sbaglio, che questa idea di pubblicare Cactus City è stata di Boselli... perché lui da cultore della saga sapeva l'esistenza di questa storia. Se non è sua l'idea di inserirla insieme al quella di Bocci(creando una sorta di omaggio nell'omaggio a Carson), sarei curioso di capire chi ha avuto in redazione la felice intuizione di riproporla in edicola.


Se non ricordo male, Boselli ha appreso dell'esistenza di questa storia proprio da questo forum e qualcuno si è assunto l'onere di inviargliene la versione digitale via mail.


Lui voleva pubblicarla da tempo ma lo frenava il fatto che non si sapeva chi fosse il disegnatore e non era possibile pagare a lui o ad i suoi eredi.


Se non sbaglio è stato Francesco Bosco ad identificare il disegnatore con Armando Monasterolo con l'inchiostrazione di Aurelio Galleppini. Evidentemente l'identificazione dve essere stata accettata e finalmente si è decisa la pubblicazione.


Ne sono decisamente contento.

Non sbagli, è stato proprio Francesco Bosco, come racconta lui stesso su B&S
http://www.baciespari.it/comune/?ID=428

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.