Jump to content
TWF MAGAZINE N°19 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum
Sam Stone

[664/665] Partita Pericolosa

[664/665] Partita Pericolosa. La storia, i disegni e i personaggi.  

31 members have voted

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Please sign in or register to vote in this poll.

Recommended Posts

1451402684768.jpg--partita_pericolosa___



Testi: Tito Faraci
Disegni: Alessandro Nespolino
Pubblicazione: Febbraio - Marzo 2016

Trama provvisoria, tratta dalla sezione anteprime del nostro forum:


Inverno. In una località immaginaria dello Utah, nelle foreste dell'ovest del Colorado,è in atto una sorta di caccia all'uomo. Tra le nevi Tex e Carson affronteranno soldati corrotti e indiani Utes parecchio arrabbiati.


Tavole in anteprima:

1451402795776.jpg--.jpg?1451402796000
1451402804894.jpg--.jpg?1451402805000

Copyright SERGIO BONELLI EDITORE

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche secondo me sarå una storia molto bella, e poi aspetto con ansia le tavole di Nespolino che a mio parere sarã una piacevole sorpresa fra i disegnatori che ultimamente si sono cimentati con il nostro ranger.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Faraci + "una sorta di caccia all'uomo": cambiare disco, ogni tanto, pare male? Almeno a giudicare dall'anteprima...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Faraci + "una sorta di caccia all'uomo": cambiare disco, ogni tanto, pare male? Almeno a giudicare dall'anteprima...

Questa storia risale addirittura al 2008. Dovrebbe essere la quarta o la quinta che Faraci ha scritto per Tex.  Nel corso degli anni ha subito una serie di stop prima perché è Marco Bianchini, a cui era stata inizialmente affidata, fu sostituito con Nespolino, il quale, arrivato a pag. 70 circa, fu spedito a disegnare tre numeri di Shanghai Devil e il primo di Adam Wild e solo da meno di un anno lo ha finalmente finito.
Andava pubblicata anche perché non ce ne sono altre pronte.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ricordavo che c'era ancora qualche storia di Faraci primo corso da pubblicare ma credevo fosse più in là. Ma comunque tra vecchie e nuove mi pare che il trend non è che cambi molto, purtroppo... :(

Share this post


Link to post
Share on other sites
L’inverno sta arrivando sulle Montagne Rocciose… Jack Spencer, un vecchio Ranger amico di Kit Carson, chiede a lui e a Tex Willer di indagare a Fort Stanton, dove impera il violentissimo sergente Duncan. Mentre gli Utes di quelle terre sono pronti a scendere sul sentiero di guerra, la neve cade a coprire le tracce di una pista insanguinata…

https://www.facebook.com/TexSergioBonelliEditore
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma quindi siamo in Colorado o nello Utah.......? :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

La storia, è vero, è rimasta ferma un po', ma…
… non tutti i mali vengono per nuocere, perché ho potuto rimetterci su le mani dopo essermi più rodato come autore, dando in particolare una grossa rilevanza alla trama che riguarda gli indiani.
Spero che vi piaccia.

Ciao
Tito

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tito, ho recentemente letto alcune critiche sulle tue sceneggiature che ho trovato veramente eccessive.
A me i tuoi lavori sono sembrati sempre molto validi.
Quindi, se tu dici che hai avuto la possibilità di migliorare questa sceneggiatura, leggeremo certamente una storia super!

Edited by francob

Share this post


Link to post
Share on other sites

Preso e letto il primo albo.
Sarò breve, sia perchè ovviamente bisogna attendere la conclusione per un giudizio sensato, sia per non rovinare la lettura a chi ancora deve cominciarla.

Per ora, nonostante la vicenda non sia delle più originali e il tema è quanto di più classico ci possa essere, questa prima parte non mi ha deluso.
Anzi devo dire che il tutto è ben raccontato e ci sono alcuni siparietti dei due pards niente male.
Il cattivo principale è odioso, ma sicuramente anche stupido e non rientrerà tra gli avversari memorabili di Tex.
Vediamo che succederà nella seconda parte, anche se è tutto facilmente immaginabile, la lettura è comunque piacevole.
Interessante anche l'inserimento degli indiani
Molto buoni anche i disegni.

Avanti così

Edited by Sam Stone

Share this post


Link to post
Share on other sites

Iniziamo col dire che le storie con la neve hanno sempre, per me, un certo fascino e anche questa volta la location non delude.
Il tema è sicuramente classico, comprendendo diversi capisaldi della letteratura western che non cito per evitare spoiler.
Tutto già visto, ma devo dire ben amalgamato da Tito che costruisce una sceneggiatura molto cinematografica, azzeccando i tempi e i movimenti, ben coadiuvato dalla bella prova grafica di Nespolino. Ottimi i dialoghi, soprattutto tra i due pards.
L'albo si lascia leggere in maniera convincente e coinvolgente e la storia promette bene.
Attendiamo la conclusione per vedere attraverso quali soluzioni Tex arriverà a risolvere la situazione. In particolare mi incuriosisce vedere quale peso specifico ricoprirà alla fine l'inciso del salvataggio di un vecchio trapper, che appare abbastanza slegato al contesto, ma che potrebbe riallacciarsi per la presenza di una squaw, finora non troppo loquace, che potrebbe facilitare le cose a Tex.
Per il momento complimenti a Tito e ad Alessandro Nespolino.

Share this post


Link to post
Share on other sites

... sempre un piacere sfogliare il nuovo Tex... fresco di edicola 

image.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Letta. Ottima prima parte della  storia ! scorrevole ed intrigante. Sceneggiatura di Faraci  lineare. Nespolino  ottimo al debutto; la caratterizzazione dei personaggi è "azzeccata" può solo migliorare. Il suo Tex ed il suo  Carson sono già superiori ad altri  Disegnatori che lavorano a Tex da anni.
Mi sono piaciuti i feed back ben inseriti nella trama senza appesantirla. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho trovato questa prima parte della storia molto, molto buona. I disegni sono davvero ottimi, soprattutto i due pard. Il soggetto è ben svolto, con il giusto ritmo. Inoltre, questo legame con il lontano passato di Carson - addirittura a quando era alle prime armi (dunque, un Kit Carson ancora mai mostrato) me lo fa apprezzare ancora di più e fa passare in secondo piano, invece, quello che, in altre circostanze, avrei sentito come un difetto, ovvero il fatto che, in concreto il vecchio Carson non è che concluda granché: dorme beato mentre pensa Tex ad eliminare gli avversari, si torni alle classiche scazzottate di Tex mentre Carson si limita a smorfie e ammiccamenti divertiti.
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prima parte molto bella.
Trama classica ma costruita benissimo, con situazioni e personaggi che crescono a poco a poco.
Belli anche i disegni, e l'atmosfera innevata si sente alla grande.

bellissime le sequenze di vignette  mute in mezzo alla neve.

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'è il condizionamento psicologico involontario della trama del cacciatore e del fuggitivo da salvare tante volte vista nelle storie di Faraci, però onestamente bisogna ammettere che partendo da elementi classici della serie di Tex (militari corrotti, sfruttamento delle risorse minerarie, indiani bistrattati da sloggiare) l'autore ha confezionato una bella prima parte che si lascia leggere con piacere. Il cattivo, che ha palesemente il volto di Steve McQueen, non mi sembra di quelli più tosti ma chi se ne frega! Ottimi anche i disegni di Nespolino. Insomma, finora tutto convincente!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un Faraci che conferma nettamente i segni di ripresa visti con la storia precedente, anzi, con qualcosa in più!
Perché qui abbiamo una trama densa, complessa, che promette ottimi sviluppi; abbiamo personaggi credibili e soprattutto un nemico degno di questo nome: non solo bastardo vero, ma anche molto in gamba - e l'idea di mettergli vicino un superiore che, oltre che complice, è anche un idiota, mi sembra una buona trovata.
Oltre a questo, mi sono piaciuti molto i dialoghi tra i due pards, il Tex sorridente che provoca il sergente, il Carson divertente (tipo quando si svegli vedendo piovere indiani).
Tutto ciò fa dimenticare la riproposizione della solita caccia all'uomo: speriamo solo che il tutto si mantenga a questi livelli e non si risolva nella tipica sparatoria da video game faraciana (ma sono fiducioso).

Ottimo, davvero ottimo l'esordio di Nespolino! 
Lasciamo da parte l'efficacia del suo stile, chiaro, preciso, pulito; lasciamo da parte la sua maestria di narratore... basta guardare i suoi Tex e Carson (alcuni primi piani, la loro "recitazione") per convincersi che è davvero un ottimo acquisto per Tex! 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Soggetto classico di "stampo" invernale, con una sceneggiatura articolata e molto precisa, senza vuoti di interesse e momenti di riempitivo, spesso e sovente rintracciabili in altri scrittori. Quindi, un vivace complimento a Tito per questa performance.
In quanto a Nespolino, disegnatore ormai esperto nella squadra SBE, ma qui alla prima esperienza con Tex ed il suo mondo, dobbiamo riconoscere un ottimo inizio.
Insomma una nuova squadra che sembra già molto affiatata per affrontare compiti ancora più impegnativi.....

Edited by francob

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giudico molto molto positiva la performance di Nespolino. Speriamo di vederlo spesso in futuro su questi lidi.
Invece la sceneggiatura non mi ha per niente soddisfatto. Solita caccia all'uomo, solito sergente arrogante, solito maggiore imbelle, nessun colpo d'ala. Nulla di particolarmente stonato, ma anche niente di rilevante. E non sono tanto fiducioso per il prosieguo.
Mi consolo godendomi i bei disegni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A questa sceneggiatura ha fatto bene restare un po' lì, per essere ripresa in tempi più maturi. È proprio vero che… non tutti i mali vengono per nuocere, come ho già detto.
Grazie di complimenti e critiche: faccio tesoro.

TIto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giudico molto molto positiva la performance di Nespolino. Speriamo di vederlo spesso in futuro su questi lidi.
Invece la sceneggiatura non mi ha per niente soddisfatto. Solita caccia all'uomo, solito sergente arrogante, solito maggiore imbelle, nessun colpo d'ala. Nulla di particolarmente stonato, ma anche niente di rilevante. E non sono tanto fiducioso per il prosieguo.
Mi consolo godendomi i bei disegni.

E' vero, la storia è abbastanza classica, anche se raccontata bene, secondo me, ti sei dimenticato del terzo incomodo: la tribù indiana. E questa volta non sono indiani da proteggere, ma una tribù sul piede di guerra. Sono sicuro porterà dei buoni sviluppi; sicuramente ha alzato di molto il mio coinvolgimento nella storia.
Se dovessi fare un appunto, mi è sembrato di trovare un po' troppi "spiegoni", abbastanza inutili in quanto son tutte cose che il lettore sa già, e anche "la partita a scacchi" a distanza fra Tex e il sergente mi è sembrata abbastanza irreale con i due che indovinavano al primo colpo i pensieri dell'altro...
Molto buoni i disegni di Nespolino.
In definitiva un buon albo.

P.S.
Essendo il mio primo messaggio colgo l'occasione per salutare tutto il forum :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

A questa sceneggiatura ha fatto bene restare un po' lì, per essere ripresa in tempi più maturi. È proprio vero che… non tutti i mali vengono per nuocere, come ho già detto.
Grazie di complimenti e critiche: faccio tesoro.

TIto

Più di tutti gli altri autori che attualmente si stanno cimentando su Tex, sei quello che più mi ricorda Nizzi per le atmosfere, la semplicità della narrazione, l'avere chiaro chi sono i nemici pur mantenendo un pizzico di giallo, ma anche per i dialoghi che da sempre sono uno dei tuoi motivi d'orgoglio. Negli ultimi tempi avevo perso un po' la fiducia, ma le ultime storie appena pubblicate (e ci metto poi anche quella sul color che a me era piaciuta molto) lasciano davvero ben sperare. Buon lavoro!

Share this post


Link to post
Share on other sites

non mi dilungo più di tanto a commentare questa storia .l aspetto che mi piace di più sono sempre i dialoghi , li trovo molto frizzanti e credo che Tito sia veramente bravo anche nei vari siparietti  . Come tutti hanno detto la storia è ok , soggetto classico e svolgimento abbastanza lineare ma secondo me è proprio qui che faraci deve migliorare . Appurato che sa scrivere queste storielle e ha centrato il personaggio dovrebbe azzardare di più nell intreccio e nella complessità delle trame .quello che rende pesante la lettura é la costante ripetizione degli stessi temi : caccia all uomo e così via . Possibile che non vengano altri spunti ?
Queste ultime due storie  sono un miglioramento e con tex  si può fare di tutto -sono convinto che se faraci tenterà nelle prossime prove  di creare vicende più complesse e drammatiche potra diventare un ottimo sceneggiatore anche su tex

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.