Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

Copertine "collezione Storica A Colori"


Recommended Posts

Questa è la copertina del volume 232 della "Collezione Storica a colori", da domani in edicola con il titolo "Scontro finale"; comprender? la conclusione de "L'artiglio della Tigre" ( nn. 587 - 588 ) e la quasi totalit? de "La rivolta dei Cheyennes" ( nn. 589 - 590 ). Il titolo e la drammatica copertina di Claudio Villa si riferiscono alla prima delle due storie.

Immagine postata

? Sergio Bonelli Editore

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 905
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Che dire di fronte all'ennesima copertina spettacolare del Maestro?
L'inquadratura è splendida, le espressioni dei due nemici rese alla perfezione, e le rocce, realizzate con quei tratti veloci (le rocce, secondo me, sono le cose in cui maggiormente si può intuire una probabile evoluzione di Villa) bellissime!

Link to comment
Share on other sites

Che dire di fronte all'ennesima copertina spettacolare del Maestro?

Che stanno per finire :( :_sigh
Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Ecco la copertina del volume 233 della "Collezione Storica a colori", uscito ieri con il titolo "Uomini ed eroi": contiene le ultime pagine de "La rivolta dei Cheyennes" ( nn. 589 - 590 ), "L'uomo di Baltimora" ( nn. 591 - 592 ) e le battute introduttive de "La mano del morto" ( nn. 593 - 595 ). Il titolo e la copertina ( molto evocativa ) di Claudio Villa fanno riferimento alla seconda vicenda.

Immagine postata

? Sergio Bonelli Editore

Link to comment
Share on other sites

Diavolo di un virgin, giusto ieri ha detto che voleva chiedere alla Bonelli di fare una copertina in b/n e Claudio l'ha subito (quasi) accontentato. :) A parte gli scherzi l'idea grafica sviluppata da Claudio in questa copertina è stupenda. clap

Link to comment
Share on other sites

Bella questa copertina, con un impostazione rara per Tex. Sono queste le cover che a me piacciono e che vorrei vedere piu' spesso, anche nella serie regolare, invece dei soliti Tex in ginocchio e con la camicia strappata.

Link to comment
Share on other sites

davvero bella. Epica ed Evocativa. Insieme a quella di Mefisto è una tra le mie preferite in assoluto di tutta la collezione storica a colori. Sono in parte d'accordo con Anthony. E' uno di quei soggetti che mancano nella serie regolare, e che a me piacerebbero molto

Link to comment
Share on other sites

Bella questa copertina, con un impostazione rara per Tex. Sono queste le cover che a me piacciono e che vorrei vedere piu' spesso, anche nella serie regolare, invece dei soliti Tex in ginocchio e con la camicia strappata.

Una cover come questa è anche la prova che:1) si possono fare cover aderenti al tema della storia senza necessariamente riproporre una scena interna dell'albo;2) si possono fare cover con una composizione particolare. Alla SBE dovrebbero aver più fiducia nel loro pubblico anche nel proporre queste innovazioni garfiche (che tanto innovative, poi, non sono. le copertine "composte" si usavano già con gli Albi d'oro negli anni 50). :capoInguerra:
Link to comment
Share on other sites

Alla SBE dovrebbero aver più fiducia nel loro pubblico anche nel proporre queste innovazioni garfiche

Quoto e straquoto questo punto!Si dovrebbe concedere a Villa un grado maggiore di libertà, almeno per quel che riguarda le scelte compositive (e non parliamo dei colori computerizzati!) :indiano:
Link to comment
Share on other sites

Alla SBE dovrebbero aver più fiducia nel loro pubblico anche nel proporre queste innovazioni garfiche

Quoto e straquoto questo punto!Si dovrebbe concedere a Villa un grado maggiore di libertà, almeno per quel che riguarda le scelte compositive (e non parliamo dei colori computerizzati!) :indiano:
Io, che pure sono un difensore del fatto che la copertina dovrebbe essere collegata alla storia, mi chiedo perchè debbano essere quasi sempre scelte scene all'interno dell'albo con conseguenze quasi comiche. Prendiamo la cover di "Sei divise nella polvere". Bella quanto volete, illusta una scena ce c'è nell'albo, ma che c'azzecca col titolo?A questo punto, non era meglio una copertina, per così dire, simbolica o evocativa.?quiella che Villa ha disegnato per il Volume n° 236 di Repubblica, ad esempio, illusatra benissimo la storia a cui si riferisce pur senza citare un momento specifico dell stessa, usando una soluzione interessantissima per far vedere Tex contemporaneamente al disegnatore che ne sta illustrando le gesta. :inch:
Link to comment
Share on other sites

quiella che Villa ha disegnato per il Volume n° 236 di Repubblica, ad esempio, illusatra benissimo la storia a cui si riferisce pur senza citare un momento specifico dell stessa, usando una soluzione interessantissima per far vedere Tex contemporaneamente al disegnatore che ne sta illustrando le gesta. :inch:

Ehm ... Carlo .... non so come dirtelo ma stai citando una copertina, la nr. 236, che salvo pochi eletti fortunati, come te per l'appunto :P , nessuno ha avuto ancora modo di vedere. Non resta dunque che fare atto di fede e crederti sulla parola :)
Link to comment
Share on other sites

Io invece ho avuto modo di vedere la copertina del volume 234 dal titolo "Chi ha ucciso Wild Bill'" e devo dire che e' anch'essa bellissima e sullo stile di quella attualmente in edicola. Villa nelle ultime copertine si sta superando.

Link to comment
Share on other sites

E' la disperazione... ehe... Scherzi a parte è stato un mezzo miracolo che mi abbiano approvato, sia la 233 che la 234. Per la 233 mi avevano mandato uno schizzo di Bonelli con mani dello scrittore/disegnatore in Primo Piano, intente a disegnare un ritratto di Tex e, sullo sfondo , la finsetra di un studio. Ho proposto invece questa visione alternativa con due piani di racconto. Una soluzione simile mi era già stata bocciata per una precedente copertina di "Repubblica". Questa volta no. La stanchezza, forse.... ehe... LA prossima ( 234) vedeva uno schizzo di Bonelli con tex in un paesaggio western, frontale, a figura intera, con, nel cielo le cinque carte della "mano del morto". Non trovando "logico" immergere le carte in un paesaggio realistico, mi sembrava giusto fare in modo che anche qui ci fosse un "doppio racconto" su due piani... IN originale le carte erano immerse in una luce azzurrognola, ma essendo il colore preminente anche della 233, hanno virato su quel marroncino... sisi

Link to comment
Share on other sites

Questa è la copertina del volume 234 della "Collezione Storica a colori", in edicola da domani con il titolo "Chi ha ucciso Wild Bill"; comprender? la gran parte de "La mano del morto" ( nn. 593 - 595 ), cui ovviamente fanno riferimento il titolo e la copertina di Claudio Villa ( che, in maniera tutt'altro che scontata, mette in evidenza il valore simbolico che nel corso di questa vicenda assumono le carte da gioco ).

Immagine postata

? Sergio Bonelli Editore

Link to comment
Share on other sites

Ma è la prossima settimana che uscir? l'ultimo numero della collezione storica a colori?? -_nono O forse fra 15 giorni??.. perchè facendo i calcoli dovremmo esserci

La collezione finisce al numero 239, quindi fra 1 mese ;)
nn potevano fare 240?????????????MAH questo numero sparo 239 nn mi v? già.. blablabla
Link to comment
Share on other sites

Ma è la prossima settimana che uscir? l'ultimo numero della collezione storica a colori?? -_nono O forse fra 15 giorni??.. perchè facendo i calcoli dovremmo esserci

La collezione finisce al numero 239, quindi fra 1 mese ;)
nn potevano fare 240?????????????MAH questo numero sparo 239 nn mi v? già.. blablabla
Qualche giorno fa ho avuto il piacere di ricevere una lettera da Sergio Bonelli, la risposta ad una mia lettera di qualche mese fa. Tra le altre cose mi ha confermato che la collezione storica terminer? con il nr. 239 che conterr? l'avventura presentata nella serie mensile attualmente in edicola (dato che la lettera è datata 15 giugno suppongo si riferisse al numero uscito nel mese di giugno anche se poi il timbro di spedizione è di luglio). Non si arriver? al nr. 240 semplicemente perchè in tal caso si avrebbe contemporaneamente in edicola la stessa storia presentata sia nell'inedito di settembre sia nell'eventuale 240 della collezione storica. Riguardo alla mia proposta di continuare la pubblicazione a colori con delle uscite differite nel tempo (ossia dopo un p? di tempo che sono uscite le storie nel mensile si fanno un p? di volumi della collezione storica che raccolgono le storie uscite ad esempio nell'ultimo anno trascorso) Sergio Bonelli mi ha scritto che ritiene l'idea interessante ma teme che i loro partner di Repubblica forse avrebbero qualche problema a pubblicare delle opere non in modo continuo. Insomma tutto dipender?, secondo me, dal numero di richieste che perverranno a Repubblica e alla Sergio Bonelli in futuro e da eventuali sondaggi di mercato che sicuramente faranno.
Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.