Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

[741 BIS] L’eredità del Bandito


Recommended Posts

31 minutes ago, Il Berna said:

Ma ho le traveggole il o nella penultima vignetta di pagina 101 Tex "perde" magicamente la camicia che ai era appena rimesso?

 

Ops...

Link to comment
Share on other sites

Letto, e apprezzato. Delle dissertazioni circa la presunta "non specialità" e "non texianità" della storia, me ne sbatto le balle (cit. Gervasoni). Ruju torna a battere i sentieri, a lui più congeniali, del western-crime-intimista-minimale, e sfodera la sua storia migliore da "La seconda vita di Bowen". Chiaro e palese che qui tutta l'attenzione sia focalizzata sulla tormentata e traumatizzata Gillian, a ricordarci che : si, ve bene i personaggi femminili emancipati e indipendenti, ma nel SudOvest del Milleottocento ci stavano anche le donne che passavano vite miserrime, sottomesse alla brutalità maschile. 

Tex q

Tex qui è molto in versione "Shane". Anche se in realtà poi il tutto finisce più per rievocare l'Eastwoodiano "Cavaliere Pallido".

Se devo trovare un difetto : Ruju avrebbe potuto e dovuto spingere un po' sulla tensione ertoico-sentimentale sotterranea che si sarebbe potuta venire a creare tra tex e Gillian in una situazione simile...ma è anche vero che con uno zoccolo duro di lettori Texiani iper-sessuofobi ad aspettare al varco, è mica facile approcciare certe cose.

Freghieri qui un po' discontinuo, alcune tavole sono un pochino tirate via, ma per lo più sfoggia la consueta Maestria.

Link to comment
Share on other sites

Una dolce sera di agosto, dopo aver passato il pomeriggio a concludere la lettura di un saggio che mi interessava per ragioni lavorative e aver studiato un paio di articoli scritti, ahimé, in lingua inglese, ho trascorso un'oretta gradevole leggendo L'eredità del bandito.

 

Mi è, però, venuto difficile condividere le mie impressioni con il forum perché la discussione dedicata alla pubblicazione era animata dalla questione, di primaria importanza e di impossibile soluzione, sull'ubi consistam della texianità.

 

Io non saprei dare una risposta al problema; ma ritengo, dopo molti anni di letture della saga di Aquila della Notte, di saper dire quando il tizio con la camicia gialla rappresentato in un albo non è Tex.

Ebbene, nel racconto di Ruju il tizio con la camicia gialla è Tex. O meglio: potrebbe anche non essere Tex, e la storia filerebbe lo stesso. Ma ritengo che nessuno possa affermare che le caratteristiche del personaggio rappresentato ne L'eredità del bandito non siano compatibili con quelle del nostro eroe.

 

Tanto, direi, mi basta, visto che l'albo in questione non è destinato a rimanere quale architrave della saga, ma solo una piacevole storia ordinaria.

 

Ed ecco, il vero difetto dell'albo è che interrompe bruscamente e ingiustificatamente la sequenza della serie gigante del Tex. Se era proprio necessaria una doppia uscita nel mese di luglio, tanto sarebbe valso - come già evidenziato da qualcuno - accelerare le uscite degli episodi della saga di Mefisto, collocando questa storia in coda.

 

Poco da dire sul capitolo dei disegni, se non che a me non sono dispiaciuti, benché quelli del Texone siano migliori.

Altro punto dolente, però, è che consentire la rapida uscita del Texone e di una storia ordinaria a firma di Freghieri finisce per privare l'albo speciale della sua peculiarità, e cioè quella di ospitare grandi disegnatori estranei alla tradizione di Tex o disegnatori della serie che vengono premiati per la loro qualità. Allo stato, Freghieri non rientra in nessuna delle due categorie.

 

 

Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.