Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

[480/482] Le Colline Dei Sioux


Guest Colonnello_Jim_Brandon
 Share

voto alla storia  

52 members have voted

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Please sign in or register to vote in this poll.

Recommended Posts

<span style="color:red">17 minuti fa</span>, pecos dice:

E dire che, quand'ero piccolo, era uno dei miei personaggi preferiti ed ero sempre contento quando saltava fuori nel finale di una storia! Sarei felice se Borden o Ruju trovassero un ruolo per lui in una prossima storia.

 

Temo che un ritorno di Phil Davis sia difficile oggi. Borden mi è parso molto deciso in proposito, reputandolo un "deus ex machina" non affine al suo modo di concepire le sceneggiature. Magari potrà avallare qualche eventuale futuro spunto del redivivo Nizzi, ma vedendo l'attuale  livello da "compitino" di quest'ultimo, un simile ritorno potrebbe presentarsi un'arma a doppio taglio. Rassegniamoci all'idea che il generale, dopo anni di missioni e beghe in divisa, sia giunto all'età di godersi una meritata pensione, coltivando l'orto nella sua villetta ubicata in una popolosa città dell'est. :lol:   

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">24 minuti fa</span>, Condor senza meta dice:

Rassegniamoci

Argh! 

Boselli lo ha citato nella grandissima storia: "Nueces Valley" infatti Tex va da Bridger per via di Davis. 

Link to comment
Share on other sites

Mac, un conto è una citazione, un altro vederlo direttamente all'opera o quanto meno con una parte importante in una storia. Sulla seconda ipotesi sono molto scettico a dire il vero. Mauro, mi pare, dichiarò ufficialmente sul forum di non aver tanta voglia di ripescarlo, poi magari cambia idea, però... 

Link to comment
Share on other sites

il generale Davis può essere anche solo una semplice "causa-effetto"dell'intervento dei Pard, no?

in questo le mie opinioni sono diverse da Borden...

anzi, a me piacerebbe MOLTISSIMO sapere come Tex ha salvato la pellaccia al vecchio generale quando era soloun semplice Colonnello e combattva contro gli Apaches...

per ne rimane comunque un bel personaggio, una buona intuizione di Nizzi...un Tacchino Gallonato tutto d'un pezzo ma con il cuore al posto giusto, in grado anche di tener testa a Tex...

magari prima o poi, al fuoco di un bivacco, Tex lo racconterà ai pard...:lol::old:

Edited by Barbanera
Link to comment
Share on other sites

  • Sceriffi
<span style="color:red">1 ora fa</span>, Barbanera dice:

il generale Davis può essere anche solo una semplice "causa-effetto"dell'intervento dei Pard, no?

in questo le mie opinioni sono diverse da Borden...

 

Ma infatti, se Nizzi lo ha sempre usato in un certo modo non vuol dire che quello sia il suo unico ruolo possibile. Spazio per farlo tornare ce n'è...

 

...basta che non lo si metta su una diligenza che viene assalita, quella l'abbiamo già vista :lol:

 

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">3 ore fa</span>, Piombo Caldo dice:

Ma quando lo ha conosciuto. Ne verrebbe fuori una storia per la serie Tex Willer?

 

Quale che possa essere la serie/collana, in effetti non sarebbe male una storia in cui si narra del primo incontro tra Tex ed il buon Davis. Si colmerebbe in tal modo un'altra "lacuna" sul passato di Tex... 

 

Del resto, se Tex accorre prontamente ad ogni sua richiesta di aiuto, è ovvio che la loro amicizia sia ben solida e profonda, più di quanto si possa già evincere dalla confidenza reciprocamente dimostrata in occasione dei loro incontri. Tanto varrebbe, dunque, approfondire la questione ;).

Link to comment
Share on other sites

6 hours ago, Piombo Caldo said:

Ma quando lo ha conosciuto. Ne verrebbe fuori una storia per la serie Tex Willer?

Ma perché volete che tutto sia puntigliosamente spiegato? A rischio di trasformare la serie Tex Willer in una serie di "origini" di tutto, come lo Zagor di Burattini? (hanno appena pubblicato pure le origini del Going-Going...)

Link to comment
Share on other sites

Be',  la serie di Tex Willer, ambisce a narrare la giovinezza di  Tex senza tralasciare nulla.😉😊🙋🏻‍♂️

Comunque  se ne uscisse una storia come quelle uscite finora nella serie Tex Willer, non mi dispiacerebbe per niente, visto che non ce nè una men che ottima.🙋🏻‍♂️

Link to comment
Share on other sites

Personalmente il generale Davis sulla serie Tex Willer non ce lo vedo. Se si trova uno spunto per recuperarlo sulla regolare, bene, se no forse è meglio lasciarlo dietro le quinte. Le origini dell'amicizia fra lui e Tex la lascerei all'immaginazione del lettore, in fondo Tex conosce una miriade di sceriffi e non e mica Mauro può ricamarci una storia sopra per ognuno. Su Montales invece credo che si possa lavorare parecchio, per non parlare di Hutch e company. Ma anche nuovi personaggi sono ben accetti, anzi garantiscono maggiore libertà narrativa e meno paletti. Sempre mia opinione personale, s'intende.

Link to comment
Share on other sites

Io spero che, a suo tempo, ci stiano sopra parecchio sulle avventure di Tex come rivoluzionario in Messico!  :cool:

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">5 ore fa</span>, Diablero dice:

Io spero che, a suo tempo, ci stiano sopra parecchio sulle avventure di Tex come rivoluzionario in Messico!  :cool:

 

Questo credo lo speriamo tutti :D..!!

Link to comment
Share on other sites

Io spero che si arrivi con la serie ancge a ripercorrere qualche avventura di Tex e Damned Dick Durante la Guerra Civile, anche se qui si entra in un ginepraio...ma quello è un filone che a mio modo di vedere è stato sfruttato pochissimo e spesso non in modo ottimale,come dimostra anche l'ultima storia del Texone di Ruju ..

 il vantaggio sta che Glb in "Tra due Bandiere"fa letteralmente girare come una trottola Tex e Damned Dick in tutto il teatro ovest del conflitto, facendo giungere i Nostri fino in Tennessee durante la battaglia bdi Shiloh...per cui spunti ce ne soni tanti...

 

Edited by Barbanera
  • +1 2
Link to comment
Share on other sites

  • co fondatore

Non posso che concordare con Diablero e Barbanera :) .

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">2 ore fa</span>, Barbanera dice:

Io spero che si arrivi con la serie ancge a ripercorrere qualche avventura di Tex e Damned Dick Durante la Guerra Civile, anche se qui si entra in un ginepraio...ma quello è un filone che a mio modo di vedere è stato sfruttato pochissimo e spesso non in modo ottimale,come dimostra anche l'ultima storia del Texone di Ruju ..

 il vantaggio sta che Glb in "Tra due Bandiere"fa letteralmente girare come una trottola Tex e Damned Dick in tutto il teatro ovest del conflitto, facendo giungere i Nostri fino in Tennessee durante la battaglia bdi Shiloh...per cui spunti ce ne soni tanti..

 

Assolutissimamente d'accordo anche su questo!! 

 

Sottoscrivo parola per parola ;)

Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...

Storia letta oggi, nell'ambito del recupero progressivo del mio più che trentennale "blackout texiano".

Annata felice, quella del 2000, per il nostro Ranger: ho letto di seguito la sequenza de "Il presagio", "La miniera del fantasma" e "Le colline dei Sioux", in cui il livello è così alto che la storia di Boselli, pur bella, gioca un po',  manzonianamente, il ruolo del vaso di coccio fra quelli di ferro, rappresentati dalle due prove maiuscole di Nizzi (la prima con il supporto di Civitelli).

Non sono un conoscitore approfondito di Nizzi: di lui mi mancano da leggere molte storie e le sue ultime prove sul Color e sulla regolare non mi hanno certo entisiasmato (tutt'altro): di fronte a storie come "Le colline dei Soiux", mi viene però spontaneo chiedermi come taluni possano affermare che Nizzi non sa scrivere il western. Si tratta infatti di una rappresentazione quasi perfetta di un West al tramonto, in cui gli Indiani si trovano alla fine a soccombere davanti alla "civiltà" ed dall'avidità dei bianchi. È vero che ci sono delle "sbavature" di sceneggiatura, con Tex e Carson che si fanno sorprendere ingenuamente dai Sioux ribelli e vengono salvati, poco originalmente, dalla cavalleria. È vero anche che vengono ripresi situazioni e personaggi già visti abbondantemente, come ad esempio l'ufficiale borioso e irragionevole.  Ma la storia è scritta in modo tale da tenere avvinto il lettore per tutti e tre gli albi, fino a sfociare in un finale che ritengo tra i più toccanti dell'intera saga texiana, con Nuvola Bianca che si immola per salvare il suo popolo.  Ottimi anche i disegni del compianto Monti, qui quasi alle sue ultime tavole per Tex. 

Insomma, una storia che non fa rimpiangere quelle della "golden age". 

 

  • Like (+1) 1
  • +1 2
Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.