• Avvisi

    • TexFanatico

      BUON NATALE   24/12/2017

      BUON NATALE e felici Festività a voi!
ymalpas

[688/689] Il messaggero cinese

Messaggi consigliati/raccomandati

tex_feb.jpg

 

 

Uscita:  FEBBRAIO / MARZO2018

 

Soggetto: Pasquale Ruju

Sceneggiatura: Pasquale Ruju

Disegni: Ugolino Cossu

Copertina: Claudio Villa

 

La storia è ambientata nella Chinatown di San Diego ! La bella Sun ha un magico potere nelle sue mani. Il malvagio zio Wu la vuole per sé, al fine di allungare la propria esistenza. Il giovane Charlie Xu, che vuole salvarla, nulla può contro l'egemonia delle Tong della baia di San Diego, ma Tex Willer e Kit Carson si schierano dalla sua parte, scatenando l'inferno a Chinatown!

 

 

 

 

1514385307136.jpg--.jpg?1514385310000

 

1514385309020.jpg--.jpg?1514385317000

 

1514385310944.jpg--.jpg?1514385318000

 

 

 

© Sergio Bonelli Editore

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Dico io, perche´ Cossu sul Tex   gigante e non quel gran bel  pezzo di disegnatore che e´ Brindisi ?

 

Ah ho capito, Cossu deve lavorare perche´ su Dylan Dog una trentina di amici di Recchioni ( disegnatori ) gli hanno fatto le scarpe...

Modificato da L`UOMO SERPENTE

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Osservando queste prime tavole in anteprima, mi sembrano troppo "bianche" come se per la fretta non siano state colorate e di conseguenza manchino le gradazioni di grigio finali sui personaggi. Tex sembra esser vestito con un completo bianco, colt cappello e stivali compresi, cravatta esclusa. idem carson.. Non vorrei che dei disegni al momento discutibili vadino ad inficiare una trama che sembra interessante. mi auguro di essere smentito.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">2 ore fa</span>, San Antonio Spurs dice:

Non mi intendo né di pugilato né di disegno, ma ho l'impressione che nella copertina ci sia troppa sproporzione fra Tex e il cattivone, che sembra voler tirare un sinistro solo all'aria, visto che l'avversario è fuori tiro.

 

Si ma non pensarla al rallentatore.

E' una scena di lotto veloce.

Il Tizio Cinese molla un pugno, Tex arretra e si sposta....

Mi sembra normale

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, L`UOMO SERPENTE dice:

Dico io, perche´ Cossu sul Tex   gigante e non quel gran bel  pezzo di disegnatore che e´ Brindisi ?

 

Ah ho capito, Cossu deve lavorare perche´ su Dylan Dog una trentina di amici di Recchioni ( disegnatori ) gli hanno fatto le scarpe...

 

Non hai capito niente invece e quanto a Brindisi, pazienta.

 

13 ore fa, Il dottor Sandoral dice:

Osservando queste prime tavole in anteprima, mi sembrano troppo "bianche" come se per la fretta non siano state colorate e di conseguenza manchino le gradazioni di grigio finali sui personaggi. Tex sembra esser vestito con un completo bianco, colt cappello e stivali compresi, cravatta esclusa. idem carson.. Non vorrei che dei disegni al momento discutibili vadino ad inficiare una trama che sembra interessante. mi auguro di essere smentito.

 

No: Cossu disegna così, lo ha sempre fatto: è un esponente di quella che viene chiamata linea chiara, poco nero nelle sue vignette

Sul definire discutibili i suoi disegni non mi soffermo, ognuno ha i suoi gusti: ciò che appare discutibile a qualcuno può sembrare ottimo a qualcun altro.

Personalmente non mi fanno impazzire ma li trovo comunque accettabili.

Modificato da Carlo Monni

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

C'è da dire che Cossu rende meglio sulla carta stampata. Non è un disegnatore pessimo, semplicemente non è un disegnatore da serie mensile settantennale di Tex. Bisogna avere l'onestà di riconoscerlo e non trincerarsi dietro la questione del de gustibus non disputandum est. Diso, Alessandrini, Cossu sono disegnatori che non si discutono, MA su altre serie. Spero che questa doppia di Cossu sia dovuta all'impossibilità da parte della casa editrice di mandare in edicola un'altra storia pronta e  non sia invece l'inizio di una politica editoriale che sta intaccando anche la serie regolare, che nel settore ristampe e marketing è già tristemente improntata all'idea "se non ti piace lascialo in edicola, non ti obblighiamo a comprarlo" , e che denota - all'esatto opposto di una linea editoriale per 50 anni tentuta in maniera ferrea da Sergio Bonelli - una linea certo non improntata al rispetto del lettore che fedelmente segue il personaggio da quando comprava le caramelle.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Prima storia del settantennale dopo la conclusione dell'ultima di Faraci sulla regolare.

 

 

Il soggetto sembra intrigante e le poche righe di presentazione lasciano intuire epiche lotte tra Tex e le Tong. 

 

I disegni per il momento sembrano da... Maxi vecchio stile. La linea chiara di Cossu mal si concilia con il mio gusto, che vorrebbe un maggior impatto di neri e più dinamicità nel disegno. Però 3 tavole sono poche per esprimere un giudizio...

 

La copertina conferma il momento di grazia di CVilla, con il colosso cinese a fare da quinta e Tex in guardia bassa incorniciato al centro di un pentagono compreso tra la parete del cassero, l'asse del braccio, il petto e la coscia del cinese e la coscia di Tex

 

tex.jpg

 

Modificato da natural killer

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">3 ore fa</span>, Sam Stone dice:

 

Si ma non pensarla al rallentatore.

E' una scena di lotto veloce.

Il Tizio Cinese molla un pugno, Tex arretra e si sposta....

Mi sembra normale

Grazie, probabilmente ho visto troppa staticità o per meglio dire mi sono concentrato com se ci fosse un solo frame.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Sempre a ripetere la stessa solfa :Si conferma il momento di grazia di Cvilla´.... Ci sta  ma alla fin fine questo momento di grazia per i fan del disegnatore continua fin dal suo arrivo alle copertine col numero 401 e ancor prima con le cover di Dylan Dog ( oggi le disegna meglio nei SuperBook )...Io vedo un disegnatore il cui allievo ( Piccinelli ) e´ ormai superiore al vecchio maestro..

Modificato da L`UOMO SERPENTE

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

un paio di linee cinetiche sopra al braccio dell'avversario non sarebbero guastate.

E il cinese sembra guardare il suo pugno e non Tex.

Sembra proprio una foto dove i due si sono "messi in posa" perché in un frame

di una scena del genere qualcosa sarebbe venuto mosso.

Ah… ora ci arrivo! Dentro ci sono i disegno di Cossu. Bravo è bravo,

ma ha quel difetto: che sembrano tutti fermi.

 

Modificato da Dix Leroy

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

La copertina è stupenda e superbamente realizzata sotto il profilo grafico, ma se posso permettermi una considerazione, più che un cinese - per via della carnagione almeno in apparenza olivastra ed anche dei tantissimi tatuaggi - l'energumeno in copertina mi sembrerebbe un canaco (di quelli visti nel Texone La valle del terrore) o addirittura un maori... :indianovestito::P

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Se non ricordo male, l'accusa di staticità è stata rivolta più volte anche a disegnatori come Civitelli e Rossi: è un'impressione che molti hanno di fronte a tratti molto definiti e puliti.

Sarà forse a causa della mia passione per Piero della Francesca, ma io non ho mai avuto questa sensazione.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
On 5/1/2018 at 14:40, juanraza85 dice:

La copertina è stupenda e superbamente realizzata sotto il profilo grafico, ma se posso permettermi una considerazione, più che un cinese - per via della carnagione almeno in apparenza olivastra ed anche dei tantissimi tatuaggi - l'energumeno in copertina mi sembrerebbe un canaco (di quelli visti nel Texone La valle del terrore) o addirittura un maori... :indianovestito::P

Anni fa ho trascorso quasi un'intera giornata di una domenica d'estate in Piazza Tien an Men a Pechino. Affollatissima di gente che veniva da ogni angolo della Cina perché, come mi hanno spiegato, là è una meta da "almeno una volta nella vita", come per noi italiani Piazza San Pietro a Roma o Piazza San Marco a Venezia. Ti posso assicurare che ci sono cinesi molto diversi fra di loro, come sono distanti un islandese e un greco e pur non sapendo da dove provenivano anche all'occhio inesperto dell'europeo le differenze si coglievano eccome. 
P.S: chiedo scusa ma non so perché il testo mi è venuto tutto sottolineato.

Modificato da San Antonio Spurs

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Contenuto simile

    • Da JohnnyColt
      Io commenterò "Il messaggero cinese" solo quando lo avrò letto ma per ora i disegni di Cossu mi sembrano più che ottimi e concordo sul fatto che Ruju a fatto bene a rispolverare i "Musi Gialli".
       
    • Da ymalpas

       
       
       
       
      Soggetto e sceneggiatura: Pasquale Ruju
      Disegni: Lucio Filippucci
      Periodicità mensile: Giugno / Luglio 2017
      Inizia nel numero 680 e finisce nel numero 681
       
       
      A sud del Rio Grande, Tex e Kit Willer avranno a che fare da una parte con tre fratelli criminali, i fratelli Forrester, e  una posse di sanguinari messicani dall’altra!
       
       
       

       
       

       
       
       
      © Testi e immagini della Sergio Bonelli Editore.
       
    • Da Sam Stone

      Testi di Pasquale Ruju
      Disegni di Roberto Diso

      Tra disertori, Utes sul piede di guerra e carovane dei coloni da proteggere, la situazione si fa esplosiva per Tex!

      Un gruppo di soldati agli ordini del capitano Spencer fanno fuori senza pietà i propri commilitoni e si appropriano delle paghe dell'esercito. Per far perdere le loro tracce, si rifugiano in un avamposto abbandonato in pieno territorio indiano. Sulla pista dei disertori assassini, Tex e Tiger incontrano carovane di coloni inermi diretti in California e Utes ribelli sul piede di guerra al seguito di Zampa D'Orso e del capo Saguah. La situazione diventa esplosiva per il Ranger e i suoi pards, mentre tra i soldati rinnegati cresce la fame a la follia!
    • Da Sam Stone
        
       
       
       
       
      Soggetto e Sceneggiatura: Pasquale Ruju
      Disegni: Ernesto García Seijas
      Periodicità mensile: Luglio e Agosto 2014
       
       
      Wasape, irriducibile e crudele predone Comanche assicurato alla giustizia da Tex e Carson, viene impiccato a Fort Worth. Ma il suo corpo scompare e, poco dopo, nelle praterie del Texas si sparge l'inquietante diceria che Wasape è tornato a cavalcare, massacrare e distruggere! Partiti per dare la caccia al sanguinario fantasma, Tex e Carson si rendono presto conto che c'è del marcio anche a Fort Worth...
       
       
       
      © Sergio Bonelli Editore
       
       
       
       
         


       
  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.