Vai al contenuto
TWF MAGAZINE N°18 è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum
natural killer

[701/702] La regina dei vampiri

Messaggi consigliati/raccomandati

La regina dei vampiri - Tex 701 cover

 

Due archeologi sono scomparsi nella giungla dello Yucatan…

TEX

N° : 701

Periodicità: mensile

LA REGINA DEI VAMPIRI

uscita: 07/03/2019

Codice a barre: 977112156104690701

Soggetto: Gianfranco Manfredi

Sceneggiatura: Gianfranco Manfredi

Disegni: Alessandro Bocci

Copertina: Claudio Villa


Una pericolosa società segreta xenofoba, i “Custodi”, si accanisce contro gli stranieri che si impossessano degli antichi manufatti messicani. Due archeologi, Colson Ballard e sua figlia Patricia, scompaiono in circostanze misteriose, mentre un amico del Morisco, Don Rodrigo de La Hoya detto il Negromante, che gestisce un piccolo museo privato, è in mortale pericolo. Ma i pards arrivano giusto in tempo per opporsi all’attacco delle misteriose e letali creature della notte guidate a distanza da una malefica strega…

 

1549276594912.jpg--.jpg?1549276595000

 

1549276595372.jpg--.jpg?15492765960001549276596161.jpg--.jpg?1549276597000

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

La copertina mi ricorda leggermente quella del 325, mentre il titolo

è in perfetto Corteggi-style. Ottimo.

Pensavo che i vampiri fossero la specialità di Borden, ma

a quanto pare fa proseliti.

A me invece non piacciono per nulla, ma so che Tex farà piazza pulita.

Il Morisco di Bocci mi sembra molto convincente.

Curioso il volto Kit Willer rifatto e appiccicato nella seconda tavola!

Questa storia almeno la potrò leggere tranquillamente (è in due albi)!

Modificato da Dix Leroy

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Dix Leroy dice:

Curioso il volto Kit Willer rifatto e appiccicato nella seconda tavola!

Già.

Si direbbe un volto preso in fretta e furia da un color e poi sbiancato (me lo fa pensare la presenza di macchie grigie che sembrano residui di colore).

E anche tutti i puntini nella parete, che però si trovano solo lì, sembrerebbero imperfezioni nella "stampa".

Staremo a vedere il cartaceo.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

E' tutto, copertina e disegni, di una bellezza inquietantamente bella! 

Copertina davvero ben realizzata e con un'ottima gestione degli spazi! Disegni da quanto possiamo vedere che potrebbero rivelarsi davvero gradevoli e rifiniti.

<span style="color:red;">11 ore fa</span>, Dix Leroy dice:

Curioso il volto Kit Willer rifatto e appiccicato nella seconda tavola!

Spero che nell'editing precedente alla stampa tolgano quel fastidioso contorno!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Copertina piacevolmente vecchio stile e disegni invitanti. Le storie con il Morisco mi hanno sempre intrigato, su tutte quella del Signore dell'Abisso, che iniziava nel numero immediatamente successivo al primo Tex a Colori: marzo 1969, già 50 anni mamma mia... In quell'anno e nel successivo 1970 uscirono capolavori in sequenza.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, Letizia dice:

Si direbbe un volto preso in fretta e furia da un color e poi sbiancato (me lo fa pensare la presenza di macchie grigie che sembrano residui di colore).

A prima occhiata anche io l'ho pensato ma Il mescalero senza volto, unico Color di Bocci, non ha Kit...

Comunque sia Bocci sta dando prova di essere eccezionale!

Modificato da JohnnyColt

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">25 minuti fa</span>, JohnnyColt dice:

A prima occhiata anche io l'ho pensato ma Il mescalero senza volto, unico Color di Bocci, non ha Kit...

Comunque sia Bocci sta dando prova di essere eccezionale!

 

Non è obbligatorio che il volto incollato di Kit sia di Bocci.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

La cosa più probabile è che a Bocci sia stato chiesto, per chissà quale motivo, di rifare quel volto e che lui abbia poi appiccicato la nuova versione sopra quella precedente. Accade più spesso di quanto pensiate.

Nello stampa non si nota di solito.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Questa dovrebbe essere la penultima di Manfredi, avevo grandi aspettative per il suo Tex, in grandissima parte andate deluse, speriamo che queste due ultime storie riescano a risollevare un po il suo lavoro.

In compenso usciranno 4 nuove storie di Magico Vento, e qui voglio sbilanciarmi, son sicuro che non mi deluderà.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Che bellissima cover! Credo che dal 700 ricomincerà la mia collezione di Tex! Ci ho messo un po ma ora è deciso. 

Comunque Borden certamente la sa lunga sui vampiri, ma Manfredi in Magico Vento e poi nel suo libro Ho freddo, ne scrisse molto bene. Poi un libro dedicato, ovvero Ultimi vampiri, che però non ho letto.. A mio avviso le basi ci sono tutte per un'ottima storia ;)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">22 minuti fa</span>, Letizia dice:

La copertina sarebbe ancora più bella se Tex non avesse le gambe corte.

Secondo me ti sbagli. Non sono le gambe ad essere corte, ma è il tronco ad essere allungato.......

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">9 ore fa</span>, francob dice:

Secondo me ti sbagli. Non sono le gambe ad essere corte, ma è il tronco ad essere allungato.......

:lol2:

http://scienze-natura.weebly.com/corpo-umano.html

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Più che altro dovrebbe rivedere un pochino la cultura grecoantica.

In particolare il rapporto aureo che è presente un po' dappertutto: filosofia, matematica/geometria, scultura, architettura.

Leonardo, per quanto riguarda le proporzioni anatomiche umane non ha inventato né scoperto niente di nuovo.

Villa, che il mio disegnatore preferito, è più adatto ai piani americani piuttosto che alle figure intere.

  • +1 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Le storie con morisco mi hanno sempre affascinato, mi chiedevo se non fosse stato il caso di presentare questa storia in 3 albi, ovvio, è ancora presto per parlarne

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, Mister P dice:

Adesso GFM esce con due storie destinate a diventare dei classici e poi se ne va... sarebbe una bella beffa :lol:.

 

Nulla dura per sempre e quindi magari ci ripenserà prima o poi.

Io ci spero. Forse sono l'unico ad aver apprezzato tutte le sue storie , anche se non tutto allo stesso modo ovviamente.

  • Confuso (0) 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

A parte quella dell'ultimo Maxi, che non ho letto, delle altre sue l'unica che non mi è piaciuta molto era quella in cui Tex era impegnato in un processo (ho anche dimenticato il perché e il percome). A me Manfredi piace, l'unico vero difetto secondo me è che cerca di far conciliare un Tex spesso ineccepibile con la sua visione del mondo e quindi inserirlo in storie dal sottofondo "politico".

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io di Manfredi ricordo con piacere solo il texone, Sei divise nella polvere  e La pista degli agguati. Speriamo che questa non sia come le ultime.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">13 ore fa</span>, Carlo Monni dice:

 

Nulla dura per sempre e quindi magari ci ripenserà prima o poi.

Io ci spero. Forse sono l'unico ad aver apprezzato tutte le sue storie , anche se non tutto allo stesso modo ovviamente.

 

Siamo in due. Anche se le ultime storie sono state tutte un po' sottotono. 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Contenuto simile

    • Da natural killer
      Due avventure, due spietate bande di fuorilegge, due impavidi pards pronti a fermarle!
       
      Periodicità: semestrale
      MAXI TEX N° 23
      uscita: 05/10/2018
      Copertina: Claudio Villa

       
       
      Deserto Mohave
      Soggetto e sceneggiatura: Gianfranco Manfredi
      Disegni: Alessandro Nespolino
      Agli ordini del carismatico Maelstrom, una banda di evasi dal carcere di Saint Quentin si è insediata nel cuore del territorio dei Mohaves, ha rapito due ragazze e le tiene prigioniere nei pressi di una grande miniera d’oro abbandonata nota come "Colosseum". Pain, Eclipse, Marble, Bolt, Sight, Trick… Ognuno di loro porta sulla fronte il simbolo del proprio micidiale talento per uccidere...
       


       
      L’ultimo giorno
      Soggetto e sceneggiatura: Tito Faraci
      Disegni: Yannis Ginosatis
      Solo un ultimo, sereno giorno di lavoro separa il capostazione Sommers dalla sua nuova vita, in un ranch del Montana… Dalla stazione di Stonewell, però, passa il bandito Ted Malvin. Tex e Carson sono pronti a caricarlo su un treno per spedirlo dietro le sbarre. Ma Malvin è l’unico a conoscere dove si nasconde un prezioso bottino...
       

       

       
  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.