Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

[738/740] Il Manicomio del Dottor Weyland


Recommended Posts

Io spero che Mefisto non muoia, perché altrimenti fra qualche anno ce lo vedremo resuscitare di nuovo.

Spero invece che alla fine di questa storia ne esca ridotto malissimo e che lo portino nel manicomio di San Francisco, convinto di aver eliminato i 4 pards, e curato da  un'équipe di medici con dei trattamenti di lobotomia per renderlo innoquo.🤔

A parte le ca..ate, devo dire che questo primo albo è ottimo.

I disegni anche, però i volti di Tex e Carson sono mooolto meno belli di quelli della loro prima storia per Tex. ( parlo di Pioggia)

Anche Tiger non è il massimo. 🙋‍♂️

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">2 ore fa</span>, PapeSatan dice:

di una "Odissea" in cui Ulisse non torna a casa, di una rivoluzione francese in cui Luigi XVI salva la testa...

Di un Pompeo che non perde a Fàrsalo...

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">3 ore fa</span>, Poe dice:

'Sta storia che nei fumetti ci dev'essere per forza una nemesi del protagonista che non muore mai, e ricompare periodicamente, bisognerebbe farla finire: morto un arcinemico, se ne fa un altro, no?

No... perchè mai? Mefisto è PERFETTO... che senso ha farlo morire DEFINITIVAMENTE per crearne un altro simile?

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">3 ore fa</span>, andreadelussu74@gmail.com dice:

Adesso però è resuscitato caro Mister boselli

 

 

 

Non hai capito quel che ti ho detto.  Bonelli stesso ha sdoganato l'idea della morte del suo villain principale. Quindi, se Mefisto morisse, sottolineo SE, sarebbe perfettamente legittimo. 

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">7 minuti fa</span>, borden dice:

 

 

Non hai capito quel che ti ho detto.  Bonelli stesso ha sdoganato l'idea della morte del suo villain principale. Quindi, se Mefisto morisse, sottolineo SE, sarebbe perfettamente legittimo. 

Lei è il curatore Boselli

Gianluigi Bonelli se in Tex contro Yama aveva riservato a Mefisto ancora un ruolo importante ci sarà stato un motivo

Mefsto non è come il Maestro o come Proteus è il nemico di Tex per eccellenza

Link to comment
Share on other sites

Secondo mè Boselli non lo farà morire.

Avrebbe potuto farlo morire se fosse stato un personaggio suo.

Daltraparte lo stesso GLB lo voleva far tornare, poi ci ha messo lo zampino Mefisto e si è fatto resuscitare da Nizzi, con lo stesso escamotage pensato da GLB.🙋‍♂️

 

Link to comment
Share on other sites

14 minuti fa, Piombo Caldo dice:

Secondo mè Boselli non lo farà morire.

Avrebbe potuto farlo morire se fosse stato un personaggio suo.

Daltraparte lo stesso GLB lo voleva far tornare, poi ci ha messo lo zampino Mefisto e si è fatto resuscitare da Nizzi, con lo stesso escamotage pensato da GLB.🙋‍♂️

 

 

 

Avete le idee poco chiare, davvero. Bonelli l' ha fatto morire. Ma non lo  ha fatto resuscitare né proprio  pensava di farlo. Mefisto è resuscitato nella storia di Nizzi, su richiesta della Casa editrice. L'escamotage è stato tolto di peso da una sceneggiatura cinematografica inedita di Gl Bonelli, "Cagliostro", che nulla c'entra  con Mefisto, ed è stato fatto su mio suggerimento (Nizzi dice di non ricordare, ma è così, basta leggere l'inizio del Cagliostro Gl Bonelliano che è persino ambientato a Parigi come la storia di Nizzi, il quale ovviamente l'aveva letto appositamente per l'occasione...)-

 

Quindi responsabili della resurrezione di Mefisto, che ha preso il corpo di un certo Narbas, sono nell'ordine Sergio e Canzio, Nizzi e il sottoscritto. (Beh, anche GL che ancora in vita ci diede il permesso di usare quello spunto, suppongo...)

 

Edited by borden
Link to comment
Share on other sites

😉🙋‍♂️

Pero adesso non si può farlo morire per la seconda volta.

Secondo mè 

Mi raccomando è.😎

Link to comment
Share on other sites

La Rivoluzione francese è stata la Rivoluzione francese perchè il re Luigi XVI è morto,  decapitato.

Se fosse sopravvissuto, la Rivoluzione francese sarebbe stata una delle tante sommosse popolari cadute nel dimenticatoio o quasi. 

Se Boselli vuol lasciare un segno indelebile con una storia DEFINITIVA, Mefisto deve morire (con un "trionfo" della sua morte che lo rende "immortale" tra gli immortali, esattamente come Satana/Lucifero/Belzebù/Iblis).

E mica deve essere creato un secondo Mefisto per sostituirlo degnamente: "basta" un nuovo grande villain, che non necessariamente deve tornare cento volte.

In Zagor ci sono riusciti: Hellingen, Rakosi, Kandrax, Mortimer, Supermike... Per me sono tutti nemici di altissimo livello.

Edited by PapeSatan
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">23 minuti fa</span>, borden dice:

 

 

Avete le idee poco chiare, davvero. Bonelli l' ha fatto morire. Ma non lo  ha fatto resuscitare né proprio  pensava di farlo. Mefisto è resuscitato nella storia di Nizzi, su richiesta della Casa editrice. L'escamotage è stato tolto di peso da una sceneggiatura cinematografica inedita di Gl Bonelli, "Cagliostro", che nulla c'entra  con Mefisto, ed è stato fatto su mio suggerimento (Nizzi dice di non ricordare, ma è così, basta leggere l'inizio del Cagliostro Gl Bonelliano che è persino ambientato a Parigi come la storia di Nizzi, il quale ovviamente l'aveva letto appositamente per l'occasione...)-

 

Quindi responsabili della resurrezione di Mefisto, che ha preso il corpo di un certo Narbas, sono nell'ordine Sergio e Canzio, Nizzi e il sottoscritto. (Beh, anche GL che ancora in vita ci diede il permesso di usare quello spunto, suppongo...)

 

Mi scusi Boselli

Ma perchè rimettere proprio Narbas in campo se già da vivo aveva i poteri inferiori a quelli di Mefisto che era in quel limbo??

Anche Padma come mostrato da Bonelli stesso,era tuttalpiù in grado di fare perdere il senno a Mefisto

Io sto chiedendo semplicemente una cosa

Invece di farlo rispedire in quel limbo di farlo riapparire ma non in modo frequente ogni 50 numeri ma con idee  buone

 

Link to comment
Share on other sites

59 minuti fa, andreadelussu74@gmail.com dice:

Mi scusi Boselli

Ma perchè rimettere proprio Narbas in campo se già da vivo aveva i poteri inferiori a quelli di Mefisto che era in quel limbo??

Anche Padma come mostrato da Bonelli stesso,era tuttalpiù in grado di fare perdere il senno a Mefisto

Io sto chiedendo semplicemente una cosa

Invece di farlo rispedire in quel limbo di farlo riapparire ma non in modo frequente ogni 50 numeri ma con idee  buone

 

 

 

Mi scusi, Andrea., ma che domande mi fa? Perchè usare Narbas, perchè usare Padma, magari perchè usare Devlin o Morisco? Ma la vuole scrivere lei la storia, caro Andrea?:P:lol:

 

Magari tra 50 numeri  manda lei un soggetto a Davide Bonelli e finalmente avremo una storia con "idee buone"... Che ne  dice, caro  Andrea?;)

Edited by borden
Link to comment
Share on other sites

Non ha la minima importanza che Mefisto muoia o no, una volta che si è visto tornare dalla morte una volta, cosa impedirebbe di rifarlo? O di agire tramite intermediari come fece con Yama?

 

Piuttosto, il problema è Tex: che non è un pappamolla come Batman. Con Tex la carriera del Joker sarebbe finita subito dopo la prima avventura, al massimo la seconda (magari la prima volta si fidava di farlo incarcerare ad Arkham, ma dopo aver visto quanto è assurdamente facile uscire di lì per chiunque, la seconda volta gli spara). Tex non lascia in giro serial killer a fare altre vittime "perchè se lo ammazzasse si metterebbe al suo livello"...

 

Fra te tante, tantissime, boiate assurde della fetente e ignobile Mefistolata c'è anche questa: Tex che se ne torna tranquillo alla riserva perchè tanto si farà vivo Mefisto quando ne avrà voglia. È coerente con il Tex pantofolaio di Nizzi che preferisce mangiarsi una torta che non punire degli assassini, ma quello non è Tex. In tutte le altre occasioni, a fine storia Tex è convinto che Mefisto sia morto o comunque neutralizzato in manicomio.

 

Per questo Tex non ha "nemici ricorrenti": i suoi nemici li fa fuori o li sbatte in galera per un bel pezzo, quindi al massimo ci sono dei "ritorni", rari, con gente che riappare due, tre volte in decenni. E se non viene fatta secca la prima volta, avviene nella seconda  (anche per questo secondo me GL Bonelli decise di far morire Mefisto alla fine della sua terza apparizione come mago: avere qualcuno che sopravviveva a tre scontri con Tex era decisamente troppo)

 

Quindi, alla fine di questa storia, per sanare la boiata della Mefistolata, Tex deve essere convinto che Mefisto sia inoffensivo (morto, o imprigionato in modo adeguato, o comunque eliminato come minaccia), o che sia comunque al di fuori della sua portata (altre dimensioni, altri mondi, etc, insomma, non i cinque minuti di cavallo che nella Mefistolata sconfiggono Tex che di colpo non sa più seguire tracce)

 

---------------------

Piu in generale...  molti eroi dei fumetti hanno "nemici ricorrenti" perché inventare sempre nemici nuovi all'altezza é faticoso, e i nemici ricorrenti sono un buon aiuto per gli sceneggiatori pigri o troppo impegnati (e se prendi quelli inventati da altri, aiutano gli sceneggiatori incapaci). Il fatto che GL Bonelli sia andato avanti decenni senza praticamente usarli mai fa capire quanto era superiore ai suoi "colleghi".

 

 

  • Like (+1) 1
  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

Va anche considerato che i nemici ricorrenti piacciono. Visto che si fanno sempre tornare i più carismatici. Non è questione di pigrizia, il nemico ricorrente piace al pubblico, ci sono esempi a bizzeffe in ogni campo non è certo questione di pigrizia o scarsa inventiva non scherziamo. Lo stesso GLB sognava un grande scontro finale con Mefisto redivivo, o almeno così era scritto in una presentazione di Sergio Bonelli con GLB ormai soltanto supervisore. Non ricordo l'albo forse è quello dell'ultima storia, il medaglione spagnolo. 

 

Nel caso di Mefisto e Yama come ben insegna GLB ci sono mille modi per farli morire e tornare se si ha un'ottima idea senza scadere nella mefistolata che effettivamente ha un finale a dir poco assurdo (e su cui in generale concordo in toto col tuo pessimo giudizio)

 

Narbas io sinceramente già all'epoca mi sarei aspettato che fosse decisivo per la risoluzione. Vedremo cosa si inventerà Boselli. Trovo abbastanza logico comunque che possa essere utilizzato, il ritorno di Padma intriga, così come è molta la curiosità per tutti gli altri comprimari (Loa ci sarà? Anche lei era stata messa da parte malamente)

 

L'inizio di questa storia comunque è spettacolare, i disegni stupendi e perfetti per le atmosfere, si perdona senza alcun patema qualche incertezza sui volti dei pards, soprattutto Tiger. Mefisto è reso alla perfezione e le atmosfere del manicomio sono da stropicciarsi gli occhi. Premesse veramente da storiona epocale.

 

Attendiamo impazienti i prossimi capitoli 

 

PS: anche la presentazione molto ben fatta, le aspettative erano enormi per ora la storia le sta superando

 

 

 

 

 

 

 

<span style="color:red">17 ore fa</span>, Poe dice:

 

 

P.S.: io sono tra quelli che spera che questa sia l'ultimissima storia di Mefisto, Yama e compagnia. E poi non se ne parli mai più. Ci sono tanti altri avversari da inventare ex-novo o da riprendere dal passato, se si vuole! 

'Sta storia che nei fumetti ci dev'essere per forza una nemesi del protagonista che non muore mai, e ricompare periodicamente, bisognerebbe farla finire: morto un arcinemico, se ne fa un altro, no?

 

Speranza vana ovviamente. E anche illogica a mio parere. I nemici ricorrenti tornano perchè piacciono ai lettori, se ci sono in così tante saghe diverse un motivo ci sarà no? Perchè mai fare un altro arcinemico (che comunque si fa, per esempio la tigre nera ed il maestro) dovrebbe essere in contrapposizione col ritorno del nemico per eccellenza, con quel background ineguagliabile e di gran lunga il più atteso ed amato dai lettori? Si possono fare entrambe le cose, e vengono fatte

Edited by Chinaski89
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">11 ore fa</span>, borden dice:

 

 

Mi scusi, Andrea., ma che domande mi fa? Perchè usare Narbas, perchè usare Padma, magari perchè usare Devlin o Morisco? Ma la vuole scrivere lei la storia, caro Andrea?:P:lol:

 

Magari tra 50 numeri  manda lei un soggetto a Davide Bonelli e finalmente avremo una storia con "idee buone"... Che ne  dice, caro  Andrea?;)

Non è che io voglia insegnarle a il suo mestiere Boselli

Ho fatto solo una osservazione su Narbas che con i suoi poteri già da vivo non era in grade di affrontare Mefisto figuriamoci da morto

Padma anche mi diede l'impressione che pur essendo molto potente,tanto aveva insegnato a Mefisto  che è riuscito solo a farlo impazzire

Link to comment
Share on other sites

On 3/10/2022 at 3:38 PM, Condor senza meta said:
On 3/10/2022 at 2:10 PM, borden said:

E non hai risposto in merito alla tua scarsa conoscenza dell'impaginazione attuale del Tex...

In effetti a essere corretti, con l'attuale albo è tornata l'anticipazione del numero successivo in quarta di copertina, con tanto di "antipasto" di vignette. Era ora, aggiungerei: in effetti l'anteprima "mignon" in seconda di copertina metteva tristezza anche a me.

 

Spero non sia solo una scelta temporanea dovuta all'eccezionalità dell'uscita.

 

E infatti, era solo una scelta temporanea. Peccato.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">13 ore fa</span>, andreadelussu74@gmail.com dice:

Mi scusi Boselli

Ma perchè rimettere proprio Narbas in campo se già da vivo aveva i poteri inferiori a quelli di Mefisto che era in quel limbo??

Anche Padma come mostrato da Bonelli stesso,era tuttalpiù in grado di fare perdere il senno a Mefisto

Io sto chiedendo semplicemente una cosa

Invece di farlo rispedire in quel limbo di farlo riapparire ma non in modo frequente ogni 50 numeri ma con idee  buone

 

Cioè, secondo te lo scrittore (o il curatore) decidono di volta in volta se usare "idee buone" o non buone per una storia? mi sembra una cosa senza senso... è come dire ad un cuoco "stasera cucina pure male, non fa niente"

Secondo me, chi scrive cerca sempre di dare il meglio e lo stesso per chi approva i soggetti... poi, è il pubblico che decide ma la buona fede di chi scrive non credo che sia da mettere in discussione.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">5 minuti fa</span>, Enrico dice:

Cioè, secondo te lo scrittore (o il curatore) decidono di volta in volta se usare "idee buone" o non buone per una storia? mi sembra una cosa senza senso... è come dire ad un cuoco "stasera cucina pure male, non fa niente"

Secondo me, chi scrive cerca sempre di dare il meglio e lo stesso per chi approva i soggetti... poi, è il pubblico che decide ma la buona fede di chi scrive non credo che sia da mettere in discussione.

Enrico stai prendendo un abbaglio colossale se pensi stia criticando Boselli per aver rimesso Narbas in campo

Ho detto solo che a mio modesto parere Narbas non può nulla

Anche io sono fermamente convinto che un personaggio come Mefisto,vada gestito bene

Di sicuro non sono daccordo ad apparizioni sie ogni anno come ha fatto Buyrattini con Hellngen che lo ha fatto riapparire 2 volte in 3 anni

Ho detto solo che Mefisto dovrà riapparire solo con idee originali

Link to comment
Share on other sites

Se posso permettermi intervenire, e sapendo che verrò dato in pasto ad ornitorinchi carnivori per quello che sto per dire, a me il primo albo è piaciuto decisamente poco... (e questo detto da uno che candiderebbe all'istante Boselli per il Nobel del Fumetto. A vita. Ritengo quasi tutte le sue storie su Tex dei piccoli &/o grandi capolavori - dico quasi, perché fin dei conti anche TS Eliot ogni tanto ha scritto cose così così...).

Mi convincono poco:

1) Mefisto che dirige un grande, innovativo manicomio. Va bene la sospensione dell'incredulità, va bene che anche GLB ogni tanto saltava fuori con premesse tirate per i capelli, ma Boselli ci ha abituato ad un maggior - diciamo- realismo. Come ci è arrivato, Mefisto? Se il manicomio è così una struttura all'avanguardia, come ha saltato tutti i controlli, ispezioni governative, fornitori, personale? mica possono essere TUTTI suoi complici e/o soggiogati, no? qualcuno che fa le pulizie, cuochi, giardinieri... Come se la cava con forniture, contratti, rifornimenti, sovvenzioni governative?- servono soldi, per mandare avanti la baracca: chi glieli manda non controlla mai? E' diventato un esperto di amministrazioni pubbliche? Ma veramente ha bypassato tutti quanti, messo i suoi complici a gestire la faccenda, occuparsi dell'amministrazione, senza che nessuno degli estromessi se ne uscisse in lamentele, segnalazioni, denunce...

Un conto è farsi passare per il Dottor Fiesmott in un paesino del west in cui la metà degli abitanti sono analfabeti e se gli tiri fuori una frase in latino ti mangiano dalle mani, ma nella grande città, con tutti quei pazienti anche di famiglia ricca...

Lo faceva anche G.L. Bonelli, lo so, l'ho detto. Ma mi pare un po' troppo, ecco.

2) Troppo Dylan Dog (intendo il DD delle origini, quello degli ultimi vent'anni non so neanche che sia) e troppo poco Tex. Troppi mostri riuniti, troppe camere dell'orrore. Sì, lo so che i manicomi dell'epoca erano così e peggio, ma non è Tex. Boselli ha tirato fuori storie splendide - e splendide SU Tex e CON Tex- utilizzando freaks (vedi I Sette Assassini: storia splendida con solo qualche difettuccio), ma qui il troppo ha stroppiato.  E poi, i maniaci stessi che a) si associano a Mefisto in un amen (va bene: è ipnotista mago demone revenant cavaliere grand'uff lup mann, insomma: Mefisto. Ma fossero stati un po' meno, ecco, sarebbe stato un po' meno incredibile) b) si conoscono tra loro come niente. Tipo: il macellaio che riconosce subito Medina (lo squartatore-del-machete). Ma come? C'era un circolo di serial killer in cui si trovavano per la bevuta del sabato sera? Non vale dire: avrà visto la sua foto sui giornali. Avete presente com'erano i giornali e le foto dell'epoca? A parte che anche al giorno d'oggi riconoscere al primo colpo qualcuno che hai visto solo in foto non è così immediato, ma allora non c'erano né internet né social network - lo so, è incredibile o almeno mio nipote lo considera tale, ma è anche esistita un'epoca in cui la gente leggeva libri e giornali e non usava smartphone. Preistoria, chiaramente- Dicevo: come fa un buzzurro illetterato squartatore a riconoscere così i colleghi?

3) i disegni. I Cestaro mi son sempre piaciuti assai; ho letto di gente che non apprezzava il loro tex troppo stangone, ad esempio: a me invece piaceva moltissimo. Qui invece l'hanno ridotto... Gli unici pard che gli son venuti benino (secondo me, ovvio): i due Kit. Tex e Tiger, invece, malino...Bene i personaggi di contorno, ma questa storia l'avrei vista meglio disegnata da Benevento (a cui i Cestaro sembrano rifarsi in più occasioni, tipo infermiera Ruth, perdendo un po' del loro stile)

4) i ritorni. E' evidente che qui ce ne saranno a bizzeffe (non solo Mefisto e Yama). A Boselli piacciono tanto; troppo, secondo me: richiamare in scena personaggi già visti è nella norma, i personaggi ricorrenti sono un must in fumetto e letteratura seriale. ma ci sono personaggi che devono comparire una volta, due massimo. Boselli a volte mi sembra esageri (vedi ritorni secondo me catastrofici tipo Jack Thunder, che con Winnipeg l'hanno ammazzato proprio e non solo perché Tex gli ha sparato...) ed è uno dei pochissimi difetti che gli attribuisco. Spero di sbagliarmi.

 

Ovviamente, sono solo opinioni. Ma, ecco, per me stavolta non è scattata la sospensione dell'incredulità di cui sopra: invece di leggermi il fumetto senza troppi pensieri come al solito, ho cominciato a vederci tutti i problemi qui accennati. 

E' che invecchio. 

 

  • Like (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

47 minutes ago, andreadelussu74@gmail.com said:

Enrico stai prendendo un abbaglio colossale se pensi stia criticando Boselli per aver rimesso Narbas in campo

Ho detto solo che a mio modesto parere Narbas non può nulla

Anche io sono fermamente convinto che un personaggio come Mefisto,vada gestito bene

Di sicuro non sono daccordo ad apparizioni sie ogni anno come ha fatto Buyrattini con Hellngen che lo ha fatto riapparire 2 volte in 3 anni

Ho detto solo che Mefisto dovrà riapparire solo con idee originali

Perdonami, ma di cosa stiamo parlando... Mefisto sulla regolare come character principale manca se non erro da oltre 230 numeri, che a spanne sono 19 anni...Era ora che tornasse dopo quella storia di Nizzi.

Per di più la storia appena iniziata consta al momento di un solo albo, ma da ciò che leggo qui (e stasera leggerò l'albo finalmente) pare che l'idea e la parte iniziale di questa storia siano davvero di livello. 

 

Per cui mi chiedo, che senso ha dire che secondo te Mefisto dovrà riapparire solo con idee originale, in un topic che tratta il ritorno di Mefisto dopo tanto tempo e con un'idea apparentemente di livello?

 

A volte, leggendoti si ha l'impressione che cerchi pretesti per lamentarti... Anche con questa storia di Narbas, dove tiri la pietra e nascondi la mano, criticando apertamente la non sensatezza di una sua presenza per poi dire che non la critichi.

Narbas sarà più debole di Mefisto, anche Tex se parliamo di poteri sovrannaturali lo è. Magari Narbas non sarà chiamato a sconfiggere Mefisto ma magari avrà un ruolo e rappresenterà un escamotage per rendere possibile la sconfitta di Mefisto. O alla peggio, sappiamo che a Boselli piace usare tanti personaggi, vediamo come li usa e poi possiamo trarre delle conclusioni....

 

Poi ci sono storie di Mefisto su altre serie (tex willer) ma anche lì, penso che con Pinkerton Lady si parli di una storia che se non raggiunge il 10, poco ci manca. Per andare indietro ad una storia con Mefisto basata su una brutta idea forse devo andare anche indietro rispetto a quella di Nizzi, dove il problema non era l'idea (il primo albo secondo me è tanta roba) ma la sceneggiatura con situazioni al limite dell'accettabile

9 minutes ago, piesse said:

Se posso permettermi intervenire, e sapendo che verrò dato in pasto ad ornitorinchi carnivori per quello che sto per dire, a me il primo albo è piaciuto decisamente poco... (e questo detto da uno che candiderebbe all'istante Boselli per il Nobel del Fumetto. A vita. Ritengo quasi tutte le sue storie su Tex dei piccoli &/o grandi capolavori - dico quasi, perché fin dei conti anche TS Eliot ogni tanto ha scritto cose così così...).

Mi convincono poco:

1) Mefisto che dirige un grande, innovativo manicomio. Va bene la sospensione dell'incredulità, va bene che anche GLB ogni tanto saltava fuori con premesse tirate per i capelli, ma Boselli ci ha abituato ad un maggior - diciamo- realismo. Come ci è arrivato, Mefisto? Se il manicomio è così una struttura all'avanguardia, come ha saltato tutti i controlli, ispezioni governative, fornitori, personale? mica possono essere TUTTI suoi complici e/o soggiogati, no? qualcuno che fa le pulizie, cuochi, giardinieri... Come se la cava con forniture, contratti, rifornimenti, sovvenzioni governative?- servono soldi, per mandare avanti la baracca: chi glieli manda non controlla mai? E' diventato un esperto di amministrazioni pubbliche? Ma veramente ha bypassato tutti quanti, messo i suoi complici a gestire la faccenda, occuparsi dell'amministrazione, senza che nessuno degli estromessi se ne uscisse in lamentele, segnalazioni, denunce...

Un conto è farsi passare per il Dottor Fiesmott in un paesino del west in cui la metà degli abitanti sono analfabeti e se gli tiri fuori una frase in latino ti mangiano dalle mani, ma nella grande città, con tutti quei pazienti anche di famiglia ricca...

Lo faceva anche G.L. Bonelli, lo so, l'ho detto. Ma mi pare un po' troppo, ecco.

 

Beh, parliamo di uno che è tornato dal regno dei morti, che già da giovane lavorava come spia per il Messico, che alla sua seconda apparizione controllava una intera tribù di indiani etc etc.

C'è gente comunissima nel mondo reale che cambia un lavoro e se inventa un altro in pochi anni, spesso cambiando settore.

Uno che dispone dei poteri di Mefisto non penso abbia problemi a vivere sotto falsa identità e riuscire a scalare le gerarchie di un istituto. Anche nel mondo reale, gente poco raccomandabile riesce a raggiungere posizioni di prestigio. 

Non è detto poi che non faccia soldi anche con altre attività illecite, passate o presenti.

Io non ci trovo nulla di strano.

Pure un famoso presidente del mondo reale da giovane era un membro di un organo di spionaggio internazionale e col tempo (nemmeno tanto) ha fatto carriera diventando uno degli uomini più potenti al mondo e deliziandoci pure con una guerra ai confini dell'Europa. Vuoi che Mefisto non abbia le stesse capacità?

Anche evitando confronti del genere, mi pare ovvio che qui sia tutto fattibile, a maggior ragione perché siamo nel mondo dei fumetti e Mefisto, almeno nel nostro tempo, manca da oltre 15 anni (non so nella cronologia di Tex) ma forse 2-3 anni? 

Link to comment
Share on other sites

Allora

L'idea di Mefisto in un Manicomio non è nuova,essendo apparso così già dopo lo scontro con Padma

Gianluigi Bonelli ha narrato solo che Mefisto e il barone de Lafayette sono scappati dall'ospedale psichiatrico o manicomio comunque lo si voglia chiamare

Boselli ha avuto l'idea geniale di far assumere a Mefisto le vesti di direttore di Manicomio

Io non sto contestando a Boselli il fatto che voglia far sparire di nuovo Mefisto

Vorrei solo che lasciasse al mago arcinemico di Tex le porte aperte a un nuovo ritorno

Non sia mai che io dica che Boselli non sa scrivere questo no

Da Boselli mi aspetterei anche uno speciale oppure un Maxi dove racconta le vicende di Steve Didcarth su come è venuto a possedere i poteri del suo secondo scontro con Tex

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 ora fa</span>, andreadelussu74@gmail.com dice:

Enrico stai prendendo un abbaglio colossale se pensi stia criticando Boselli per aver rimesso Narbas in campo

Ho detto solo che a mio modesto parere Narbas non può nulla

Anche io sono fermamente convinto che un personaggio come Mefisto,vada gestito bene

Di sicuro non sono daccordo ad apparizioni sie ogni anno come ha fatto Buyrattini con Hellngen che lo ha fatto riapparire 2 volte in 3 anni

Ho detto solo che Mefisto dovrà riapparire solo con idee originali

Fin dal primo albo della storia di Nizzi che Narbas potesse tornare a rompere a Mefisto io l'ho sempre vista come una cosa telefonata e logica e mi stupì molto che le maledizioni e la rabbia del mago indiano non avessero poi alcuna conseguenza nella risoluzione della vicenda. Sulle apparizioni ogni tre anni in assoluto non ci sarebbe niente di male, GLB con Mefisto faceva così per esempio e con ottimi risultati

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">7 minuti fa</span>, Chinaski89 dice:

Fin dal primo albo della storia di Nizzi che Narbas potesse tornare a rompere a Mefisto io l'ho sempre vista come una cosa telefonata e logica e mi stupì molto che le maledizioni e la rabbia del mago indiano non avessero poi alcuna conseguenza nella risoluzione della vicenda. Sulle apparizioni ogni tre anni in assoluto non ci sarebbe niente di male, GLB con Mefisto faceva così per esempio e con ottimi risultati

Narbas è un maghetto che vuole far tornare Mefisto solo per Fama

Capisco Boselli che lo voglia far tornare per farlo vendicare ma è un personaggio imnutile

  • Sad (0) 1
Link to comment
Share on other sites

Per rispondere a piesse 

 

1) il manicomio c'è già ma non è mica un posto innovativo prima che ci arrivi Mefisto, l'innovazione la porta lui guarendo psicotici pericolosi e rendendoli innocui. Se accetti la magia di Mefisto, ed è la base per godere di queste storie, non ci vuole sta grande sospensione dell'incredulità. Il resto mi paiono obiezioni risibili e facilmente aggirabili da un tizzone d'inferno come Mefisto.

 

2) questo punto mi pare tutto risibile, tra l'altro c'era forse meno horror ne Il figlio di Mefisto??

 

3) sui pards parzialmente concordo ma per me sono i disegnatori perfetti per questa storia. Lavoro eccelso 

 

4) l'ho già scritto, non piacciono a Boselli, ma ai lettori. In ogni saga potenzialmente infinita i grandi nemici tornano 

 

 

<span style="color:red">2 minuti fa</span>, andreadelussu74@gmail.com dice:

Narbas è un maghetto che vuole far tornare Mefisto solo per Fama

Capisco Boselli che lo voglia far tornare per farlo vendicare ma è un personaggio imnutile

Ha preso il posto di Mefisto all'inferno o limbo che dir si voglia. Mi pare nell'ordine delle cose che un modo di fare fuori Mefisto sia rimettere ognuno al proprio posto. Magari per mezzo di Padma che un maghetto non è di sicuro così sei contento. In ogni caso prima di leggere come entrerà nella vicenda mi pare veramente assurda come obiezione

<span style="color:red">28 minuti fa</span>, andreadelussu74@gmail.com dice:

Allora

L'idea di Mefisto in un Manicomio non è nuova,essendo apparso così già dopo lo scontro con Padma

Gianluigi Bonelli ha narrato solo che Mefisto e il barone de Lafayette sono scappati dall'ospedale psichiatrico o manicomio comunque lo si voglia chiamare

Boselli ha avuto l'idea geniale di far assumere a Mefisto le vesti di direttore di Manicomio

Io non sto contestando a Boselli il fatto che voglia far sparire di nuovo Mefisto

Vorrei solo che lasciasse al mago arcinemico di Tex le porte aperte a un nuovo ritorno

Non sia mai che io dica che Boselli non sa scrivere questo no

Da Boselli mi aspetterei anche uno speciale oppure un Maxi dove racconta le vicende di Steve Didcarth su come è venuto a possedere i poteri del suo secondo scontro con Tex

Il prequel se non erro ci sarà su Tex Willer e le porte aperte per il ritorno ci saranno anche se muore con 24 pallottole in corpo. È Mefisto che diamine

Link to comment
Share on other sites

13 minutes ago, andreadelussu74@gmail.com said:

Narbas è un maghetto che vuole far tornare Mefisto solo per Fama

Capisco Boselli che lo voglia far tornare per farlo vendicare ma è un personaggio imnutile

Boh, più ti leggo più resto allibito. 

Un maghetto? Ha riportato nel mondo dei vivi un morto! Personaggio inutile? Ma se Mefisto torna tra i vivi solo grazie ai suoi poteri!!!!!!

Inutile sulla base di cosa in questa nuova storia, se nemmeno sai come Boselli lo andrà ad utilizzare fino in fondo?

Boh, le critiche sul nulla non le concepisco, soprattutto se poi ci si tira indietro dicendo "ma io non critico"...

  • +1 2
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">21 minuti fa</span>, Chinaski89 dice:

Per rispondere a piesse 

 

1) il manicomio c'è già ma non è mica un posto innovativo prima che ci arrivi Mefisto, l'innovazione la porta lui guarendo psicotici pericolosi e rendendoli innocui. Se accetti la magia di Mefisto, ed è la base per godere di queste storie, non ci vuole sta grande sospensione dell'incredulità. Il resto mi paiono obiezioni risibili e facilmente aggirabili da un tizzone d'inferno come Mefisto.

 

2) questo punto mi pare tutto risibile, tra l'altro c'era forse meno horror ne Il figlio di Mefisto??

 

3) sui pards parzialmente concordo ma per me sono i disegnatori perfetti per questa storia. Lavoro eccelso 

 

4) l'ho già scritto, non piacciono a Boselli, ma ai lettori. In ogni saga potenzialmente infinita i grandi nemici tornano 

 

 

Ha preso il posto di Mefisto all'inferno o limbo che dir si voglia. Mi pare nell'ordine delle cose che un modo di fare fuori Mefisto sia rimettere ognuno al proprio posto. Magari per mezzo di Padma che un maghetto non è di sicuro così sei contento. In ogni caso prima di leggere come entrerà nella vicenda mi pare veramente assurda come obiezione

Il prequel se non erro ci sarà su Tex Willer e le porte aperte per il ritorno ci saranno anche se muore con 24 pallottole in corpo. È Mefisto che diamine

Nello speciale Tex Willer di questa estate Boselli esplorerà la giovinezza di Mefisto

Quello che c'è da esplorare di Mefisto,è dopo il suo primo incontro con la sua cattura e di sua sorella

Da quei giorni al suo primo ritorno sono passati almeno 12 o 15 anni e infatti Bonelli con Galleppini lo fanno riapparire notevolmente invecchiato

Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.