Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

[755] La cavalcata del destino


Recommended Posts

  • co fondatore

 

19 minuti fa, borden dice:

La si smetta per favore di attaccare o criticare o smontare la meraviglosoa Il giuramento per "difendere" la mia ultima storia, certamente inferiore, ma, a mio parere, accettabile e NON schifosa, SE si prescinde dal vizio originario ideologico riscontrato da alcuni e che io non vedo, perché, come spesso dichiaro, OGNI STORIA E' A SE'. E andrebbe giudicata a sè.

 

La posizione espressa sopra da Letizia mi sembra la più logica e sensata. Almeno nelle conclusioni, perchè Bonelli fece una scelta, non un errore. Sono SCELTE narrative, non errori! O scelte editoriali, come ho spiegato.

 

Il livore di alcuni, che addirittura per questo, animati da furia iconoclasta, non vogliono più leggere nulla (!!!), si definisce da sè, a mio modesto parere, come delirio di onnipotenza del fan (non chiamiamolo nerd, ma fa lo stesso) che non vuole più il guardiamarina sulla Enterprise o  detesta Spike il nipote di Fonzie, credendo di aver più diritti del curatore,  dell'editore eccetera...:P.  

 

Questo topic è 'na PALLA ALLUCINANTE e se devo pentirmi di qualcosa, beh, mi pento di averlo involontariamente scatenato, ma non di aver scritto la storia in questione per Villa.

 

Amen.

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 ora fa</span>, borden dice:

La si smetta per favore di attaccare o criticare o smontare la meraviglosoa Il giuramento per "difendere" la mia ultima storia, certamente inferiore, ma, a mio parere, accettabile e NON schifosa, SE si prescinde dal vizio originario ideologico riscontrato da alcuni e che io non vedo, perché, come spesso dichiaro, OGNI STORIA E' A SE'. E andrebbe giudicata a sè.

 

La posizione espressa sopra da Letizia mi sembra la più logica e sensata. Almeno nelle conclusioni, perchè Bonelli fece una scelta, non un errore. Sono SCELTE narrative, non errori! O scelte editoriali, come ho spiegato.

 

Il livore di alcuni, che addirittura per questo, animati da furia iconoclasta, non vogliono più leggere nulla (!!!), si definisce da sè, a mio modesto parere, come delirio di onnipotenza del fan (non chiamiamolo nerd, ma fa lo stesso) che non vuole più il guardiamarina sulla Enterprise o  detesta Spike il nipote di Fonzie, credendo di aver più diritti del curatore,  dell'editore eccetera...:P.  

 

Questo topic è 'na PALLA ALLUCINANTE e se devo pentirmi di qualcosa, beh, mi pento di averlo involontariamente scatenato, ma non di aver scritto la storia in questione per Villa.

 

In confidenza, letta la tua storia @borden dimenticando che esiste Il Giuramento tutto funziona alla perfezione, ben supportato dalla prova grafica di Villa. Unica pecca, se così può chiamarsi, forse la blanda reazione di Tex e del figlio Kit alla notizia che Higgins sia ancora vivo, pur essendo l'esecutore della morte della moglie e madre dei due pards.

 

Conoscendo invece Il Giuramento il giudizio può cambiare, poiché resta il fatto che quel capolavoro non è soggetto a critica (non per dogma, ma perché per quell'epoca era il meglio che si potesse scrivere su quel tema) ed era una vicenda da reputare conclusa. 

 

Quindi, emulando gli americani almeno per le alcune scelte in ambito fumettistico sin dall'epoca d'oro (da Flash Gordon, Tarzan, fino ai personaggi e autori più recenti), distinguere autorialmente la tua produzione (Tex e Tex Willer), da quella di Nizzi, a sua volta distinta da quella di GL Bonelli, può finalmente chiudere diatribe e giudizi che penalizzano sempre qualcuno.

 

Questa è l'Era Boselliana, quando ti stancherai di scrivere di Tex ... vorrà dire che si ricomincerà con un altro stile.

 

 

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

Mettere sul piedistallo GLB per racconti come IL GIURAMENTO per me è un DOVERE per ogni lettore di Tex.

 

Scommetto che finora nel thread dedicato a quel racconto dei gravissimi errori commessi allora non c'era traccia. Saltano fuori adesso per salvare questo albo.

Fossero stati così rilevanti, come mai non se ne sentiva parlare on precedenza?

  • +1 2
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">16 minuti fa</span>, Exit dice:

Mettere sul piedistallo GLB per racconti come IL GIURAMENTO per me è un DOVERE per ogni lettore di Tex.

 

Scommetto che finora nel thread dedicato a quel racconto dei gravissimi errori commessi allora non c'era traccia. Saltano fuori adesso per salvare questo albo.

Fossero stati così rilevanti, come mai non se ne sentiva parlare on precedenza?

 

Una volta tanto ti rispondo senza fare polemiche. Come ha ben spiegato Boselli, non sono errori ma scelte narrative. Una volta deciso di narrare la storia della morte di Lilyth, evento di cui nel 1950 non gliene fregava un accidente, Bonelli ha dovuto trovare qualcuno che potesse avere un motivo, di vendetta verso Tex e di vivi tra tutti coloro che aveva affrontato  sino alla morte della moglie rimanevano solo Brennan e Teller, due non di secondo ma addirittura di terzo piano nella storia originaria. Nel momento poi  in cui ha deciso che la vendetta doveva terminare nel presente, doveva anche trovare una giustificazione al perché Brennan gli fosse sfuggito ed ha scelto quella che sappiamo. Poteva trovarne un'altra? Certo, ma non l'ha fatto.

Se uno si mette d'impegno può trovare contraddizioni od incongruenze anche nel più immortale dei capolavori della letteratura mondiale, ma perché farlo?

ùIncredibile a dirsi, ma stavolta siamo d'accordo.

Link to comment
Share on other sites

  • Collaboratori
<span style="color:red">2 ore fa</span>, borden dice:

La si smetta per favore di attaccare o criticare o smontare la meraviglosoa Il giuramento per "difendere" la mia ultima storia, certamente inferiore, ma, a mio parere, accettabile e NON schifosa, SE si prescinde dal vizio originario ideologico riscontrato da alcuni e che io non vedo, perché, come spesso dichiaro, OGNI STORIA E' A SE'. E andrebbe giudicata a sè.

 

Premesso che non la inserirei nemmeno nella top ten glbonelliana:

 

(1 IL TRANELLO; 2 LA GOLA DELLA MORTE; 3 SANGUE NAVAJO; 4 PUEBLO BONITO; 5 INCUBO; 6 VENDETTA INDIANA; 7 TERRORE SULLA SAVANA; 8 EL MORISCO; 9 CHINATOWN; 10 TRA DUE BANDIERE; 11 SULLE PISTE DEL NORD; 12 IL FIGLIO DI MEFISTO; 13 LA REGINA DELLA NOTTE; 14 LA CELLA DELLA MORT; 15 TERRA PROMESSA; 16 UNA CAMPANA PER LUCERO ; 17 SAN FRANCISCO; 18 IL LACCIO NERO;  19 CANYON DIABLO; 20 TUCSON; 21 IL CLAN DEI CUBANI; 22 GLI EROI DI DEVIL PASS; 23 IL MARCHIO DI SATANA)

 

al limite 24 posizione? Ma neanche, gli preferisco ''La città corrotta'' e diverse altre. ''Il giuramento'' come stesura, vale ''Il passato di Tex'', storie non sentite da GLB, scritte su consiglio del figlio perché andavano scritte, dove non batte il cuore del migliore GLB. Storie scritte male e piene di - errori - che sono già stati tirati in ballo da altri utenti.

 

Tu invece, Borden, la devi smettere di dare del nerd agli utenti, trattandoli da minus habens, sia che attacchino sia che difendano le tue storie. Alquanto offensivo da parte tua, IMHO.

 

IL GIURAMENTO è una delle storie meno riuscite di GLB (perlomeno nel novero dei capolavori che io personalmente gli riconosco). Una delle storie che rileggo di meno, perché sono una palla, e GLB storie che sono una palla ne ha scritto diverse. Anche Mauro Boselli, una palla l'ultimo Texone, che difatti non ho commentato, non mi è piaciuta e basta, ne ha scritto diverse di storie No o Ni.

 

La storia in edicola invece merita qualche punto in più di quello che lo stesso autore, evidentemente condizionato da critiche solo parzialmente condivisibili, vorrebbe riconoscergli.

 

PS Ci sono utenti che in questo topic, bellissimo per altro, altro che... palle! esitano a intervenire e se lo fanno, lo fanno in punta di piedi. Io sorrido, però capisco che un Diablero o un Mister P o una Letizia, per non citarne altri, possano incutere rispetto e timore reverenziale. Sono persone che, a modo loro, esprimono una visione degna di rispetto, anche quando non si condivide tutto di quello che scrivono. 

 

 

  • Thanks (+1) 1
  • Confused (0) 2
Link to comment
Share on other sites

Ho visto che c'è stato qualche battibecco sulla storia in questione, che non ho voluto seguire, e mi accingo a esprimere il mio superfluo parere personale su "La cavalcata del destino":

 

Copertina: 6. 

A parte la bella immagine di Lilith questa copertina non mi colpisce per nulla ( gusti personali), ma comunque si merita la sufficienza.

 

Storia: 6

Episodio godibile però

Diversi sono i passaggi cruciali che mancano di pathos.

Lunga e in parte inutile la chiacchierata in treno.

Formidabile il modo in cui Higgins sopravviva al deserto dopo che era stato lasciato in fin di vita e senza acqua.

Lilith appare in sogno senza i segni del vaiolo ( ma questa la perdono).

Tex che deve affrontare pistoleri assonnati e ubriachi.

Il finale in cui il senatore viene immediatamente contagiato e non si accorge nemmeno che qualcuno stia inchiodano le assi alla porta.

 

Disegni: 9,5 

Ma credo di dare 10 nella versione in black and white.

 

Colori: 8

Ottimo lavoro di Vattani, ma alcune tavole virano troppo sul giallo.

 

Edited by Gas Gas
Link to comment
Share on other sites

  • Collaboratori
30 minuti fa, Carlo Monni dice:

 

Una volta deciso di narrare la storia della morte di Lilyth, evento di cui nel 1950 non gliene fregava un accidente, Bonelli ha dovuto trovare qualcuno che potesse avere un motivo, di vendetta verso Tex e di vivi tra tutti coloro che aveva affrontato  sino alla morte della moglie rimanevano solo Brennan e Teller, due non di secondo ma addirittura di terzo piano nella storia originaria. 

 

Abbiamo scritto contemporaneamente i nostri messaggi. Conforta la mia tesi il tuo ''ha dovuto'' invece che ''ha voluto'', come ho scritto sopra a GLB di Lylith non fregava un emerito accidente, e trent'anni di storie stanno li a confortare questa tesi. Lylith torna con Nizzi e soprattutto acquisisce la posizione che merita e che tutti i lettori le riconoscono con Mauro Boselli.

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

Fantastico! Prima per lanciare peana e osanna a questa storia di Boselli si erano messi ad attaccare persino GL Bonelli e "il gioramento": adesso Boselli gli ha chiesto di smetterla...  e attaccano Boselli perchè non concorda con i loro attacchi a GL Bonelli per difendere la storia di Boselli!  :laugh:

 

Ci manca poco che fra poco gli dicano che lui, Boselli, non capisce un tubo di fumetti se non pensa che la sua storia sia un capolavoro meglio de "il giuramento" :laughing::laughing::laughing:

 

Comunque, se qualcuno ha letto "Il giuramento" ed è giunto alla conclusione che fosse una storia "alimentare" e "poco sentita", "Fatta per obbligo", e....

 

33 minutes ago, ymalpas said:

''Il giuramento'' come stesura, vale ''Il passato di Tex'', storie non sentite da GLB, scritte su consiglio del figlio perché andavano scritte, dove non batte il cuore del migliore GLB. Storie scritte male e piene di - errori - che sono già stati tirati in ballo da altri utenti.

....con tutto il rispetto, sta (IMHO) sragionando, forse in preda all'enfasi per la difesa ad oltranza di questa storia, e gli suggerirei di rileggersela, perchè di sicuro NON SE LA RICORDA.... :rolleyes:

 

Indipendentemente da dove è arrivato lo spunto, mai come nel Giuramento GL Bonelli "ci ha messo cuore"

 

E questi fantomatici "errori" di cui tanti si riempiono la bocca da inizio thread, devo vederne ancora citato uno che non faccia semplicemente capire la confusione mentale di chi li chiama "errori"  ("io avrei fatto fuggire Brennan a San Francisco, non sul Mississippi, qui GL Bonelli ha fatto un errore perchè non ha fatto quello che avrei fatto io!", "io avrei voluto vedere Tex che torturava Higgins per 50 pagine, che errore ha fatto GL Bonelli a non farcelo vedere", "Alla fine la lancia si spezza ma non abbiamo visto le istruzioni per l'uso e se comprendono anche Higgins, che errore!", "anche se una pallottola ti può bloccare per 3 mesi, su Tex non si può, è un errore, e non l'aveva mai fatto, quindi non può farlo. Ah, l'ha già fatto invece?Ma non l'ha fatto due volte, è impossibile! Tex non è mai nemmeno morto cadendo da una rupe, quindi per me è ovvio che sa volare, perchè non vola? È un errore!")

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

L'unico che ha detto che non gli piace mi sembra sia Ymalpas e mi stupisce, è proprio vero che i gusti sono gusti....

 

Ha anche criticato la mia scelta di affibbiare a chicchessia la nomea di nerd fanatico, ma non vedo perché, dato che si stava amabilmente polemizzando (e quindi ribadisco l'appellativo, che d'altronde ho spiegato con esempi nel mio ultimo post e si attaglia perfettamente alle prese di posizione talebane:lol:).

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">36 minuti fa</span>, Diablero dice:

"io avrei voluto vedere Tex che torturava Higgins per 50 pagine, che errore ha fatto GL Bonelli a non farcelo vedere"

Calma e gesso.

Non ho mai detto che la mancata tortura di Higgins per 50 pagine "è stato un errore di GLB", ma solo che io, al posto suo, avrei ...

Noto con dispiacere che insisti con questa tua iperbole (che fa molta scena) anche se, secondo me, non hai bisogno di simili mezzucci a sostegno delle tue opinioni.

L'errore di GLB, secondo il mio parere, sta nei famigerati 15 giorni.

È stato affermato che non si tratta di errore, ma di scelta narrativa.

Ok.

Ma posso pensare che, sempre a mio modestissimo parere, si tratti di scelta narrativa sbagliata?

A me, un Tex che dice "ora ti agguanto" e poi non lo agguanta, un Tex così non mi piace.

Già detto.

 

GLB è oggettivamente un grande autore e ha creato IL Personaggio.

Metterlo su un piedistallo come il Vate è fanatismo di tipo religioso.

 

Degli errori presenti nella Cavalcata del Bos ho già parlato precedentemente: chi volesse ragguagli sa come fare, i miei commenti sono ancora tutti lì, non ne ho cancellato nemmeno mezzo.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">47 minuti fa</span>, Letizia dice:

 

A me, un Tex che dice "ora ti agguanto" e poi non lo agguanta, un Tex così non mi piace.

 

Se bastasse dire "ora ti agguanto" per agguantare l'avversario non avremmo letto uno straccio di storia in 75 anni.

Diverso è gridare davanti alla tomba della moglie "giuro con tutte le mie forze, prendendo a testimoni il cielo e l'inferno, che non avrò pace sino a che non avrò ucciso TUTTI coloro che..." e poi lasciare che Higgins (non uno qualunque, ma lo spietato esecutore di Lilyth e centinaia di navajos) se la cavi contro la sua volontà (cioè quella di GLB). 

  • Thanks (+1) 2
Link to comment
Share on other sites

Non c'entra nulla il fanatismo religioso. 

Nessuno si sogna d'affermare che è errato dire che le storie tardo 200 non siano stiracchiate e poco riuscite. Nessuno dice che GLB ha scritto solo capolavori.

Ma affermare che il periodo d'oro, di cui il giuramento è un caposaldo, è il vertice fumettistico di Tex, una pietra miliare del fumetto italiano e a livello dei migliori comics del mondo è oggettivo.

 

Quindi per quel periodo è incontestabile...

 

Poi anche per me quel racconto non è il primo della lista, ma anche fosse il quindicesimo, ci sono pochi sceneggiatori che possono affermare che avrebbero fatto meglio senza fare la figura degli sciocchi presuntuosi.

Edited by Exit
  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">24 minuti fa</span>, PapeSatan dice:

Se bastasse dire "ora ti agguanto" per agguantare l'avversario non avremmo letto uno straccio di storia in 75 anni.

Diverso è gridare davanti alla tomba della moglie "giuro con tutte le mie forze, prendendo a testimoni il cielo e l'inferno, che non avrò pace sino a che non avrò ucciso TUTTI coloro che..." e poi lasciare che Higgins (non uno qualunque, ma lo spietato esecutore di Lilyth e centinaia di navajos) se la cavi contro la sua volontà (cioè quella di GLB). 

Per decisione posteriore che "violenta" l'originale intenzione, si intende...  e non per un destino beffardo.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 ora fa</span>, Exit dice:

 

Ma affermare che il periodo d'oro, di cui il giuramento è un caposaldo, è il vertice fumettistico di Tex, una pietra miliare del fumetto italiano e a livello dei migliori comics del mondo è oggettivo.

No, non lo é.

Nessun giudizio di qualità puo' mai essere oggettivo.Che piaccia a molto questo é vero,che ci si riconosca l abilità anche,che piaccia a  tutti é un altro discorso.

 

 

Ma non sono d accordo con le polemiche sul Giuramento,che rimane la mia preferita di Glb.Non é neanche vero che non é scritta col cuore( Glb era tendenzialmente uno scrittore "freddo" che non amava commuovere il suo pubblico ,ma in questo caso ha comunque fatto di più del suo solito).

 

Quanto alle critiche sulla ferita, é una scelta narrativa perfettamente legittima.Magari rispetto ad altre storie questa volta la pallottola aveva colpito un arteria e sanguinava più del solito? Il proiettile era in un punto delicato?  Ci sono infinite spiegazioni

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">4 ore fa</span>, Exit dice:

Mettere sul piedistallo GLB per racconti come IL GIURAMENTO per me è un DOVERE per ogni lettore di Tex.

Io sono "un lettore" di Tex (tale termine comprende anche le lettrici?)

Dire che "è un DOVERE" METTERE GLB su un piedistallo è, per me, fanatismo religioso.

 

<span style="color:red">1 ora fa</span>, Exit dice:

ci sono pochi sceneggiatori che possono affermare che avrebbero fatto meglio senza fare la figura degli sciocchi presuntuosi

Per fortuna io non sono una sceneggiatrice.

Comunque è vero, hai ragione.

Se qualcuno sa fare di meglio di GLB, non ha bisogno di dirlo.

E io non l'ho detto: ho solo detto che ho avuto, secondo me, un'idea migliore.

E questo sicuramente può essere proprio perché GLB non è inarrivabile sul suo piedistallo.

 

<span style="color:red">1 ora fa</span>, PapeSatan dice:

Se bastasse dire "ora ti agguanto"

A parte il fatto che la frase era rivolta al buon @Diablero e lui sa perché, Tex non dice "ora ti agguanto", ti agguanta e basta.

Poi può capitare che non ti agguanti, certo.

Ma se l'autore ti mette in bocca una tal frase e poi non te la fa realizzare, non è che cerca di farti fare la figura del pirla?:P

Link to comment
Share on other sites

  • Collaboratori
<span style="color:red">3 ore fa</span>, Diablero dice:

Ci manca poco che fra poco gli dicano che lui, Boselli, non capisce un tubo di fumetti se non pensa che la sua storia sia un capolavoro meglio de "il giuramento" :laughing::laughing::laughing:

 

Comunque, se qualcuno ha letto "Il giuramento" ed è giunto alla conclusione che fosse una storia "alimentare" e "poco sentita", "Fatta per obbligo", e....

 

....con tutto il rispetto, sta (IMHO) sragionando, forse in preda all'enfasi per la difesa ad oltranza di questa storia, e gli suggerirei di rileggersela, perchè di sicuro NON SE LA RICORDA.... :rolleyes:

 

Per quanto riguarda la prima parte della citazione, se in questo forum ce n'é uno che ci è andato vicino quello sei forse tu.

 

Quanto a ''Il giuramento'' ti ho fatto un elenco di storie che io ritengo superiori e quanto a rileggermi la storia ho tante altre letture arretrate che aspettano.

 

Però che a GLB fregasse qualcosa di Lylith e che questa storia l'abbia allora  scritta con tutta la forza del sentimento dopo averla congedata con mezza frase vent'anni prima, tu questo lo chiami sragionare, beh lasciati dire che ho un concetto diverso del ragionare. Tempo fa scrissi un articolo per Baci & Spari in cui dicevo qualcosa sulla morte del personaggio di Lylith, che nasceva già morto prima ancora di nascere, cioè GLB la creò perché serviva una madre che desse al  mondo il piccolo Kit e che pertanto dopo averla mostrata per un paio di avventure, la liquidò senza pensarci due volte, come aveva pensato di fare dall'inizio. E con la terza serie abbiamo già il piccolo Kit che ne combina di ogni colore, e dal numero 12 gigante Kit è ormai l'adolescente funzionale al pubblico di lettori giovanile dell'epoca. Con buona pace di Lyulith. E vent'anni dopo, lui avrebbe dovuto sentire pietà e commozione, per una storia che invece è quella di una vendetta implacabile tipica dei feuilleton di cui invece si nutriva. Dovrei riprendere il vecchio articolo sui ritorni  ciclici dei personaggi per vedere quante volte la piccola e povera Lylith figura nelle storie bonelliane oltre alle due, tre citate.

  • Sad (0) 2
Link to comment
Share on other sites

3 minutes ago, Letizia said:

A parte il fatto che la frase era rivolta al buon @Diablero e lui sa perché, Tex non dice "ora ti agguanto", ti agguanta e basta.

Poi può capitare che non ti agguanti, certo.

Ma se l'autore ti mette in bocca una tal frase e poi non te la fa realizzare, non è che cerca di farti fare la figura del pirla?:P

Dio mio... LE BASI, Letizia, almeno LE BASI!

 

Descrivo da più di 15 anni le tecniche usate da Nizzi per ridicolizzare Tex...  ed è tutto INUTILE! NON AVETE CAPITO UNA BEATA M****A! Ho scritto centinaia di post E NON AVETE CAPITO UN....   :pianti::pianti::pianti::pianti:

 

Credete sia così facile ridicolizzare Tex come faceva Nizzi? Non avete mai capito le sue tecniche, anche se le ho spiegate trecentomila volta!   :old:

 

VI BOCCIO TUTTI!  :mazza:

 

Letizia, dietro la lavagna! E mettiti il cappellino a punta!!!!   :censored2:

 

Davvero, io davvero... adesso mi dispiace per Nizzi! Ha passato DECENNI ad usare tecniche senza dubbio più elaborate di un "ora ti agguanto" per ridicolizzare Tex...  e si vede trattato come ogni altro sceneggiatore del mondo! Paragonato a gente come GL Bonelli che non ha mai usano manco una delle sue tecniche avanzate!

 

Ora, dovrei SPIEGARLO....  DI NUOVO! Per la duecentesima volta, in questo stesso forum! Ma a che xxxxx SERVE???? Tanto lo so che la prossima volta saremo daccapo, DI NUOVO, pare che davvero questa cosa sia troppo difficile da capire!

 

Nizzi NON DICE "ORA TI AGGUANTO!". Nizzi è un maestro, non un dilettante allo sbaraglio!

 

Nizzi gli fa dire "Ora ti agguanto, O NON MI CHIAMO PIÙ TEX!"

 

Gli fa dire...

Tex-354-008.jpg

 

Come si fa a non capire che senza quel "come un pollo" TUTTA LA GAG VA A PUTTANE?????? Diventa un "tex insegue uno che gli sfugge" come se ne sono visti MILLE!!!! Senza nessun effetto "presa per il xulo!"

 

Altro esempio: in quante storie di Tex qualcuno viene preso come ostaggio? Tante, certo. Come questa:

Tex-514-034.jpg

 

Uno scrittore qualsiasi una scena così la scrive mille volte. Ma senza il GENIO di Nizzi NON FA RIDERE!

 

Cosa fa Nizzi per far ridere? Ci mette questa scena qui, PRIMA!

Tex-514-030.jpg

 

Ma è davvero così difficile da capire????????

 

Vabbè, io ormai mi sono rassegnato, anni e anni a spiegare le cose non sono mai servite a un tubo. Ho solo sprecato tempo che avrei potuto utilizzare più profiquamente svuotando l'Adriatico con un cucchiaino.

 

Ma Letizia, almeno a Nizzi DEVI LE TUE SCUSE! paragonare i suoi sforzi durati decenni, per un banalissimo "ora ti agguanto"? E per cosa poi, per poter dire che GL Bonelli è come Nizzi? Che probabilmente per Nizzi sarebbe l'insulto massimo?

 

Chiedi subito scusa a Nizzi! 
 

  • Thanks (+1) 1
  • Haha (0) 3
Link to comment
Share on other sites

Nessuno saprà mai con certezza da dove arrivò l'idea per "il giuramento" e francamente me ne infischio.:lol:

Per quanto mi riguarda, è irrilevante se glielo ha chiesto Sergio o se una mattina, GLB si è svegliato con l'idea di scriverla, ciò che conta è che l'ha scritta.

Non ci ha messo il cuore? Direi proprio il contrario. Le pagine sulla tomba di Lilyth hanno un sapore shakespeariano ed un'intensità difficile da trovare in un compitino svogliato. Idem per le scene finali sul battello.

  • Thanks (+1) 1
  • +1 3
Link to comment
Share on other sites

  • Collaboratori

Quando ero un bambino, anche abbastanza minchione, che viveva per i fumetti (e altro, ci mancherebbe), ma i fumetti contavano davvero nelle nostre vite ( sto ancora a parlarne, figuriamoci un po'), collezionavo Zagor e i suoi albi ce li avevo quasi tutti (eccetto alcuni, che poi erano quelli che bramavo di più come Zagor contro il vampiro o Zombi) e leggevo anche Tex che era, in casa, la lettura degli adulti. E fantasticavo sulla moglie di Tex, mancava il numero 7 e pure il numero 8, riuscire a farsi un' idea di come fosse Lylith o Lilith, ce lo chiedevano allora come si scrivesse e ancora oggi giuro che non ho idea di come vada scritto il suo nome, insomma farsi un'idea della giovane navajo in tempi in cui non esisteva ancora internet e l'accesso agli albi era limitato a quanto, di arretrati, proponeva la piccola edicola paesana, cioè poco o niente, sapevamo però non so bene come che quel patto di sangue in qualche modo c'entrasse con questa mitica  Lylith, ma mica eravamo certi che Lilyth fossero presente in quegli albi, e che albi, i primi, disegnati in quel modo e con i testi così difficili da leggere. Io Lylith l'ho conosciuta tardi, nel 1986, con la ristampa Tutto Tex, e mi è rimasta comunque dentro, anche se l'edizione era quella che era. Va da se, e lo avrete già capito, in casa mancava anche il giuramento. Di Tex mancavano oltre cinquanta numeri. Il giuramento l'ho letto, sempre sulla Tutto Tex, anni dopo, non alla fine degli anni sessanta quando uscirono, quasi contemporaneamente quelle storie incentrate sul passato di Tex e la storica Zagor racconta. Quest'ultima storia invece ce l'avevo nella collezione già da bambino e l'avevo divorata, che capolavoro ne aveva tirato fuori Guido Nolitta! Leggendo le storie di GLB, storie ripeto volute dal figlio, ne colsi immediatamente la differenza e ho ancora il bruciante ricordo di come ne rimasi deluso. Tra padre e figlio evidenti diverse sensibilità e questo non lo scopriamo certo oggi. Ero deluso di una Lylith usata ancora una volta come pretesto, per una storia di vendetta che andava su altri binari e che no, non riuscì a colpirmi. Neanche in tempi recenti. Spero Mauro Boselli di aver trovato le giuste parole per spiegarti perché per me Il giuramento non è un capolavoro e che prima gli metto una trentina di storie di GLB, senza essere accusato di lesa maestà, e che molto apprezzo i tentativi che fai di riportare nella vita di Tex la figura della moglie che per troppo tempo è rimasta un corpo estraneo nella serie, colpevolmente, motivo per cui questo 755 è per me  un albo che sin dalla copertina merita di essere ricordato e non avvilito da sterili polemiche su un personaggio, un emerito cazzone di nome Higgins, reo di essere sopravvissuto a una storia che non ha segnato per niente la mia vita di lettore di Tex. 

Link to comment
Share on other sites

SPOILER

.

.

.

.

Ma quanto è figa la sparatoria nella città? Ho letto pochissimi commenti al riguardo e quasi tutti si lamentavano di come fosse uno scontro banale quando per me non è assolutamente così! Moltissimi componenti della banda di Reid vengono caratterizzati molto bene in rapporto alle poche pagine: ad esempio ci viene detto quali sono i componenti più in gamba, ci viene fatto vedere il membro codardo che si nasconde, quello che non abbandona i suoi compagni, l'informatore, il braccio destro del capobanda e così via... E il tutto ci viene presentato, come già detto, in poche pagine e in maniera (a mio parere) non forzata. Con questo "background" è stato divertente vedere come i componenti della banda venissero sconfitti uno a uno da Tex e dai pards.

Per il resto la storia mi è piaciuta.

All'inizio pensavo che l'antagonista principale sarebbe stato Sherman e non Higgins che davo invece per morto spacciato.

Bravissimo Vattani a colorare, soprattutto in alcune pagine che gli sono venute benissimo.

Link to comment
Share on other sites

  • Collaboratori
<span style="color:red">16 minuti fa</span>, Carlo Monni dice:

Non ci ha messo il cuore? Direi proprio il contrario. Le pagine sulla tomba di Lilyth hanno un sapore shakespeariano ed un'intensità difficile da trovare in un compitino svogliato. Idem per le scene finali sul battello.

 

Ma io non ho mai parlato di compitino svogliato. Ho detto altre cose.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 ora fa</span>, Diablero dice:

Ma Letizia, almeno a Nizzi DEVI LE TUE SCUSE

No.

Le scuse non le faccio a Nizzi, le faccio a te.

Ti avevo erroneamente attribuito un commento non tuo.

Un commento in cui un peccatore (che non si dice, si dice solo il peccato) esprimeva una piccionaggine per una situazione analoga.

Memoria corta da parte mia.

Ma tu fai del tuo meglio per accorciarmela: certi commenti li fai praticamente solo tu.:D

 

  • Thanks (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">6 ore fa</span>, Diablero dice:

E questi fantomatici "errori" di cui tanti si riempiono la bocca da inizio thread, devo vederne ancora citato uno che non faccia semplicemente capire la confusione mentale di chi li chiama "errori" 

"Chiudo facendo notare un refuso in cui incappo’ Bonelli Durante il flashback: nell’ultima vignetta di pag. 81 dell’albo “L’implacabile” lo sgherro descrive Tex a Teller e Brennan come “Un tipo sui quarant’anni… Alto un metro e ottanta etc.” ma una simile descrizione è palesemente errata in quel contesto. Trovandoci in un periodo in cui Kit è ancora in fasce, di conseguenza quasi vent’anni prima del “presente” è impossibile che Tex abbia già quarant’anni. Ne verrebbe che il nostro eroe ottiene la vendetta a quasi sessant’anni compiuti e sappiamo bene che non è possibile. "

 

Ho citato una parte del mio commento sul post "Il Giuramento" per evidenziare l'unico vero refuso imho (veniale) commesso da Bonelli nel suo capolavoro. Sarebbe bastato solo un piccolo editing, per eliminarlo ma per il resto la storia è splendida. 

Link to comment
Share on other sites

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.