Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

[760/761] La pattuglia scomparsa


Il tuo voto alla storia  

29 members have voted

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Please sign in or register to vote in this poll.

Recommended Posts

<span style="color:red">51 minuti fa</span>, Leo dice:

 

E purtroppo è uno dei punti di partenza della storia. Un'altra cosa su questa storia: il soggetto è ottimo. La sceneggiatura è più che buona, ma si velocizza molto nel finale. Boucher scompare di scena troppo rapidamente, quando sembrava avere i crismi per essere invece un cattivo di altro spessore. Credo che l'accelerazione delle ultime scene, che ha impedito uno sviluppo più arioso e magari epico, sia la solita costrizione dei due albi, quando magari, con qualche pagina in più, poteva darsi maggior robustezza alla fase finale. 

Concordo...Boucher poteva essere sfruttato meglio ma credo che Ruju volesse far emergere altre trame.

Link to comment
Share on other sites

Le comunicazioni non sono più quelle di una volta.

Ai giorni d'oggi, specialmente in Canada, spesso non c'è campo, internet poi non ne parliamo, cade la connessione ogni cinque minuti, insomma è un disastro.

Una volta invece, tra piccioni viaggiatori, tam tam, segnali di fumo, specchi e chi più ne ha più ne metta, si comunicava molto di più, senza interruzioni e più velocemente.

Te lo immagini Tex e Carson nel 2024?

Arriva un SMS al villaggio centrale a Tiger perché i due pard chissá dove sono e non prendono SMS perché il ricevitore più vicino sta a 200 miglia.

Tiger che fa?

Manda una mail a una lista di destinatari (tutti gli sceriffi di almeno 37 degli stati) e uno solo gli risponde: sì, li ho visti, sono passati sei giorni fa, ma non mi hanno detto dove andavano.

Il povero Tiger si arrabatta e riesce a trovare il terribile duo solo dopo un mese.

Tex e Carson prendono il primo volo per il Canada (Winnipeg?), ma a causa del maltempo vengono dirottati a Toronto.

Insomma, per farla breve, tra la richiesta d'aiuto e il loro arrivo passano sei mesi.

Nel frattempo le cose si sono risolte da sole perchè i cattivi, parte sono morti assiderati e parte si sono arresi (per non morire assiderati).

Oggi un'avventura del genere sarebbe impensabile e improponibile.

  • Haha (0) 2
Link to comment
Share on other sites

SPOILER

 

Sul finale Big Frank viene accoltellato, ma su un fianco se la vista non m'inganna. Poi cade nell'acqua gelida. Questo potrebbe far sì di diminuire il tempo di dissanguamento. Sequel?

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 ora fa</span>, Doudou dice:

SPOILER

 

Sul finale Big Frank viene accoltellato, ma su un fianco se la vista non m'inganna. Poi cade nell'acqua gelida. Questo potrebbe far sì di diminuire il tempo di dissanguamento. Sequel?

Speriamo di no...Mi devo ancora riprendere da Ciro l'Immortale....😒

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">2 ore fa</span>, Doudou dice:

SPOILER

 

Sul finale Big Frank viene accoltellato, ma su un fianco se la vista non m'inganna. Poi cade nell'acqua gelida. Questo potrebbe far sì di diminuire il tempo di dissanguamento. Sequel?

Se Big L. Frank sopravvive, possiamo considerarlo un miracolo.

Un coltello di metri 0,2 nella pancia, a faccia in giù (la bocca sott'acqua non consente la respirazione, credo) nelle rapide di un torrente in cui il tenente, se non c'era Tex, annegava.

Che altro dobbiamo inventarci per considerarlo morto? 

Piraña?

Coccodrilli?

Grizzly a caccia di salmoni?

  • Haha (0) 1
Link to comment
Share on other sites

3 hours ago, Letizia said:

Piraña?

"se non si vede il corpo non è morto".

 

Si dice così oggi, no? È la nuova "regola", copiata dalla Marvel.

 

Quindi tutti quelli mangiati dai Piraña in tutte le storie Bonelli sono ancora vivi. E pure quelli finiti nelle sabbie mobili! :lol:

 

P.S.: mi ha tanto "entusiasmato" questa storia di Ruju, con la sua "imprevedibilità", che sono indeciso fra due recensioni: o copio-incollo una recensione di un'altra storia di Ruju, senza cambiare una virgola, o posto una vignetta della settimana enigmistica del tipo "unire tutti i puntini da 1 a 46, apparirà una storia di Tex"...

 

 

Edited by Diablero
Link to comment
Share on other sites

19 minuti fa, Diablero dice:

imprevedibilità

Taci tu che potevi arricchirti e hai gettato alle ortiche parecchi bittexcoin.

Link to comment
Share on other sites

8 minutes ago, Letizia said:

Taci tu che potevi arricchirti e hai gettato alle ortiche parecchi bittexcoin.

Eh, ma se per una volta Ruju non era così stramaledettamente prevedibile, facevo un colpaccio molto più grande! :lol:

 

È un po' come puntare sulla Ternana che batte la Juventus: difficile, ma se capita ti porti a casa un bel bottino! :P

 

Solo che è più facile che un cammello entri nella cruna di un ago (o che la ternana batta la juventus), queste cose possono accadere, ma Ruju che non segue pedissequamente un cliché? Impossibile! :angry:

 

E il bello è che ero stato io commentando il primo albo a dire che per come scrive Ruju (unendo i puntini da 1 a 46) era OVVIO che la fidanzata era morta.  :azz:

 

Solo che poi mi sono chiesto: ma possibile che non si rende conto di quanto sia stra-telefonata questa cosa? Non è che stavolta la fa in maniera così plateale perchè il "colpo di scena" è che per una volta non è il solito cliché?

 

Io che mi faccio venire certi dubbi, sopravvalutando Ruju...  :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites

Ah, l'imprevedibilità di Ruju.

Tu pensi che finisca così.

Ma poi pensi che così è troppo prevedibile e ti convinci che finisca cosà.

E invece, inaspettatamente, finisce proprio così.

Ah, quanto è imprevedibile Ruju. 

Link to comment
Share on other sites

Voi ci scherzate su, ma tecnicamente anche Kircher non lo vediamo morto, al massimo senza più i suoi vestiti in gattabuia. Non è che mi piaccia questa cosa, ma visti i precedente non posso fare altro che aspettarmi di tutto.

Link to comment
Share on other sites

A me personalmente la storia é piaciuta.L' ho trovata più emozionante e meglio scritta delle storie di Ruju nella media.E non l' ho neanche trovata scontata come dicono altri.

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

SPOILER

 

Personalmente avrei pensato alla morte di Angelica dovuta, magari, al fatto che Lagarde le avesse parlato della missione che sarebbe andato a svolgere e lei, sotto tortura e destinata a morire, se lo fosse lasciato sfuggire a Boucher o chi per lui.

Link to comment
Share on other sites

Solo per dire che a pagina 36 i due mounties mandati a controllare hanno il cappello come Jim Brandon, mentre nelle altre pagine hanno il berretto.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">9 ore fa</span>, Grande Tex dice:

A me personalmente la storia é piaciuta.L' ho trovata più emozionante e meglio scritta delle storie di Ruju nella media.E non l' ho neanche trovata scontata come dicono altri.

 

Appena letta la conclusione.

Che dire? Ottima questa storia di Pasquale Ruju, realmente "imprevedibile" nel succedersi degli eventi, fra così tanti snodi e staffette dei personaggi, numerosi e tutti ben caratterizzati. Non è avere la conferma della morte scontata della ragazza di Lagarde (che serve soltanto da ulteriore motivazione alla fragilità psicologica del personaggio) a rendere meno interessante questa doppia assolutamente ben ideata e sceneggiata.

 

Continuo a pensare che @borden abbia davvero un grandissimo braccio destro, soprattutto per la serie regolare.

 

Dal punto di vista grafico, secondo albo un pò tirato via ... a mio avviso. Qualche errore e soprattutto con il viso sbarbato, occorre far attenzione per evitare di far confusione fra Lagarde e Tex.

 

Giudizio plot e sceneggiatura: 9+

Giudizio grafico: 7-

Link to comment
Share on other sites

Il 10/3/2024 at 12:19, Letizia dice:

 

Te lo immagini Tex e Carson nel 2024?

Arriva un SMS al villaggio centrale a Tiger perché i due pard chissá dove sono e non prendono SMS perché il ricevitore più vicino sta a 200 miglia.

Tiger che fa?

Manda una mail a una lista di destinatari (tutti gli sceriffi di almeno 37 degli stati) e uno solo gli risponde: sì, li ho visti, sono passati sei giorni fa, ma non mi hanno detto dove andavano.

Gli SMS sono morti da vent'anni e anche le mail non se la passano molto bene...

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">8 minuti fa</span>, gilas2 dice:

Gli SMS sono morti da vent'anni e anche le mail non se la passano molto bene...

???

Il mio medico non usa whatsapp e comunica con me quasi esclusivamente tramite SMS.

Le mail?

Ho quattro utenze (monitorate, quelle non monitorate non ricordo quante sono) e passo 5 minuti al giorno a eliminare lo spam e almeno mezz'ora a leggere le mail importanti.

Link to comment
Share on other sites

  • co fondatore
Posted (edited)

Testi: al netto della "stranezza" dell'avvocato in prossimità del forte, la storia è ottima, di certo nella top tre rujana su Tex.

Disegni: Alfonso, sei un grande, ma forse ora è tempo di mettere i pennelli a riposo. Troppe imprecisioni, principalmente nel secondo albo.

 

Voto: 9

 

1 ora fa, gilas2 dice:

Gli SMS sono morti da vent'anni e anche le mail non se la passano molto bene...

Si vede che non lavori molto con le email.

E gli SMS sono stati usatissimi fino ad anni recenti.

Edited by Mister P
  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

Intervento estemporaneo fatto a fin di bene :D

 

Sono preoccupato del fatto che se Pasquale passa di qui e legge i commenti, si convinca che è sulla buona strada.

Niente imho di più sbagliato.

Una delle peggiori prove in assoluto, e questo fatto mi conferma che Ruju non abbia la minima idea di cosa si adatto a Tex e continui imperterrito a scrivere racconti che narrano le vicende del solito personaggio con problemi esistenziali e poi triboli nel cercare un sistema per cacciarci dentro i titolare della testata, con il risultato di fargli fare una figura alla Nizzi.

 

SPOILER

Si perché Frank viene fatto uscire di prigione dai pards e Carson - da notare botta in testa che ricorda moltissimo un famigerato :P autore modenese - se lo fa scappare.

Quindi il pericolo corso dalla ragazza pellerossa è tutto imputabile ai nostri. Con Tex che rischia anche non poco quando la fa cadere in un fiume con temperature decisamente rigide.

 

Non era semmai più logico far uscire il bandito e seguirlo mentre questi si dirigeva verso il complice? 

Qualcuno osserverà che poteva essere ammazzato dai suoi soci. E allora? Tex e Carson avrebbero poi potuto andar dietro a questi che della vita di Frank certo non interessava a nessuno.

 

Oltretutto sarebbe servito a dare un senso alla presenza dell'avvocato poi scomparso nel nulla, quando poteva essere fatto secco nell'agguato o strangolato da Frank per rappresaglia.

Un avvocato giunto immediatamente in un forte in un posto da lupi - chissà come ha fatto a sapere con tempestività della cattura del malvivente?!?! - che è al soldo non di un signorotto locale come mi pareva più lecito aspettars, ma di un cavernicolo che sta in un luogo ancor più irraggiungibile.

 

Lo so. Se avrete letto finora penserete che sono due critiche, nulla di che.

 

Ebbene.

A memoria di texiano non mi ricordo di una volta che Tex chiami in causa Carson davanti ai pellerossa come conferma della bontà della sua parola. Cioè se i blackfeet non credono ad Aquila della Notte, perché mai dovrebbero convincersi per il pard?

Ma la vera (imho) stramberia è che Carson si è appena fatto fuggire un prigioniero che aveva in custodia.

Che accidenti di credibilità potrà avere dopo aver fatto la figura del deficiente???

 

Se non basta ancora.

Ci sono una cinquantina (a spanne) di tavole incentrate sul possibile scontro tra giubbe rosse e blackfeet assolutamente ridicole.

Non era bastato che Tex dissadesse il primo gruppetto di sfigati, ma c'è una tiritera su i pellerossa che cercano di attaccare i soldati, questi che rispondono senza infierire e un lunghissimo dialogo a distanza dove il capo indiano finisce per convincersi pian piano dell'estraneità nei fatti di Brandon & co., con l'intervento risolutivo di Tex che ripete la manfrina e tutto si risolve.

Già perché se arriva uno sconosciuto che si dichiara essere Aquila della Notte anche il più arrabbiato degli apache dissotterra l'ascia di guerra!

 

Ammesso che abbia senso, ma perché diavolo il blackfoot non ha controllato le tracce invece di prendersela con un militare che non poteva certo aver sterminato i presenti nel campo indiano da solo. Certo poteva essere rimasto appiedato o ferito e lasciato lì a morire dai commilitoni, però qualche domanda se la doveva porre.

 

Quindi mi sembra che la storia sia stata scritta in fretta e furia attorno all'unico elemento originale: l'ufficiale visionario e la love story con la ragazza 

Come si fa a spiegare a Pasquale che una parte dei lettori di Tex si è davvero stufato di questa insistenza?

Siamo alla centesima volta con un soggetto con drammi esistenziali di cui, a dir poco, non mi frega nulla.

 

Tex è un fumetto d'avventura e non un romanzo post-moderno dove analizzare gli stati d'animo manco fossimo dallo psicologo.

Basta. Davvero basta.

La prossima volta per favore voglio SOLO una storia di Tex. Senza seg*e mentali, ma dura, spietata e, perché no, solare.

 

Voto 2

 

Disegni. Font che non è certo il mio preferito è stata la cosa migliore delle 220 pagine.

 

Voto 6,5

Edited by Exit
  • Confused (0) 1
Link to comment
Share on other sites

C'è chi dà voto 2, chi unisce i puntini, chi la trova tra le migliori 3 di Ruju, chi si è goduto la storia, al netto di qualche sbavatura, accanto ad un camino o stufa.

È giusto che sia così per me...

Link to comment
Share on other sites

2 hours ago, Exit said:

Se non basta ancora.

Ci sono una cinquantina (a spanne) di tavole incentrate sul possibile scontro tra giubbe rosse e blackfeet assolutamente ridicole.

Non era bastato che Tex dissadesse il primo gruppetto di sfigati, ma c'è una tiritera su i pellerossa che cercano di attaccare i soldati, questi che rispondono senza infierire e un lunghissimo dialogo a distanza dove il capo indiano finisce per convincersi pian piano dell'estraneità nei fatti di Brandon & co., con l'intervento risolutivo di Tex che ripete la manfrina e tutto si risolve.

Già perché se arriva uno sconosciuto che si dichiara essere Aquila della Notte anche il più arrabbiato degli apache dissotterra l'ascia di guerra!

 

Ammesso che abbia senso, ma perché diavolo il blackfoot non ha controllato le tracce invece di prendersela con un militare che non poteva certo aver sterminato i presenti nel campo indiano da solo. Certo poteva essere rimasto appiedato o ferito e lasciato lì a morire dai commilitoni, però qualche domanda se la doveva porre.

Gli indiani visti praticamente sempre come ingenue vittime sprovvedute che si fanno gabbare da chiunque è purtroppo una costante delle ultime storie di Ruju...

 

Qui abbiamo i blackfeet che non capiscono un tubo, si fanno massacrare dalla prima BANDA che passa, poi non sono in grado di seguire le tracce della banda e cascano dalle nuvole quando Tex arriva a gli spiega tutto...  :rolleyes:

 

Nell'ultima storia di Tex Willer idem, gli indiani non capiscono un tubo e danno la colpa a Tex.

 

Ricordo anche la storia del mostro del gran lago salato, con gli indiani che si fanno ammazzare a dozzine dal "mostro" di turno...

 

Ma non solo gli indiani: nelle due storie di Wolfman un sacco di persone che in teoria dovrebbero essere abituate alla vita di frontiera e girare armate, si fanno massacrare dal serial killer di turno...

 

 

Link to comment
Share on other sites

Io personalmente,di drammi psicologici nelle storie non mi stanco.Aggiungono pepe alla vicenda.L' importante é che siano fatti bene e per me qui lo sono.Non mi ha affatto dato fastidio che Carson si faccia scappare il bandito,non mi pare ci faccia una brutta figura.Anzi tutto sommato é una boccata d' aria rispetto ai Tex e Carson perfettini che di solito Ruju mette nelle sue storie...

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

Ti ringrazio delle ulteriori conferme (specie su TW che non leggo).

 

Per ultimo. Tutto questo ardire dei blackfeet finisce qui. Cioè di vendicarsi una volta accertato che le giubbe rosse non c'entrano non ne hanno più voglia.

Ora che sanno che la colpa potrebbe essere d'altri, i propositi bellicosi sono dimenticati. Si vede che se gli assassini sono dei trafficanti di whisky la cosa gli sta bene :laugh:

 

Io mi dichiaro incapace di comprendere un atteggiamento tanto schizofrenico.

 

L'unica spiegazione che mi posso dare è esterna alla trama.

 

Troppe tavole da macinare mensilmente e allora si scrive tanto senza un reale controllo purché le uscite siano rispettate.

 

Le idee sono poche e vengono riciclate. Personaggi compaiono e scompaiono (vedi avvocato) come se ci si fosse dimenticati ad un certo punto di loro, si infilano scene mute con inquadrature davanti, di lato, da dietro, dall'alto e dal basso oltre a spiegare tre volte gli avvenimenti che anche il più distratto ormai ha compreso e per ultimo si attorcigliano le trame senza alcun motivo plausibile (perché accompagnare Frank per farlo sfuggire, quando lo si lasciava andare e lo si seguiva evitando la figura da fesso).

 

Buona continuazione a tutti...

Link to comment
Share on other sites

  • co fondatore
<span style="color:red">3 ore fa</span>, Exit dice:

Qualcuno osserverà che poteva essere ammazzato dai suoi soci. E allora? Tex e Carson avrebbero poi potuto andar dietro a questi che della vita di Frank certo non interessava a nessuno.

Non è da Tex...

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">39 minuti fa</span>, Exit dice:

Ti ringrazio delle ulteriori conferme (specie su TW che non leggo).

 

Per ultimo. Tutto questo ardire dei blackfeet finisce qui. Cioè di vendicarsi una volta accertato che le giubbe rosse non c'entrano non ne hanno più voglia.

Ora che sanno che la colpa potrebbe essere d'altri, i propositi bellicosi sono dimenticati. Si vede che se gli assassini sono dei trafficanti di whisky la cosa gli sta bene :laugh:

 

Io mi dichiaro incapace di comprendere un atteggiamento tanto schizofrenico.

 

L'unica spiegazione che mi posso dare è esterna alla trama.

 

Troppe tavole da macinare mensilmente e allora si scrive tanto senza un reale controllo purché le uscite siano rispettate.

 

Le idee sono poche e vengono riciclate. Personaggi compaiono e scompaiono (vedi avvocato) come se ci si fosse dimenticati ad un certo punto di loro, si infilano scene mute con inquadrature davanti, di lato, da dietro, dall'alto e dal basso oltre a spiegare tre volte gli avvenimenti che anche il più distratto ormai ha compreso e per ultimo si attorcigliano le trame senza alcun motivo plausibile (perché accompagnare Frank per farlo sfuggire, quando lo si lasciava andare e lo si seguiva evitando la figura da fesso).

 

Buona continuazione a tutti...

 

Nella realtà le persone con cui abbiamo da fare, entrano ed escono dalla nostra vita senza preavviso. Compresi gli avvocati, sebbene io non abbia da fare con loro ... a parte @Carlo Monni di cui leggo con piacere gli interventi in questo Forum.

Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.