Jump to content
TWF MAGAZINE N°18 è online! Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum
natural killer

[Romanzi A Fumetti 09] L'uomo dalle pistole d'oro

Recommended Posts

Finito di leggere. Bello, mi è piaciuto. Ritmo della storia molto serrato, le pagine sono poche quindi non c'è tempo da perdere. E infatti si tira diritto fino alla fine, anche con la lettura. Trama e disegni mi hanno entrambi soddisfatto. Guera all'inizio non mi convinceva, poi mi sono ricreduto vedendo le tavole scorrere. E persino la cover mi sta piacendo sempre di più. Complimenti agli autori :smile:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella storia di Ruju!!! Il sardo ha saputo orchestrare un'ottima storia filante, con tante suspance e azione, con pathos e con molto rispetto dei personaggi. Ho gradito molto la parentesi sul passato di Carson e mi è piaciuta l'idea di renderlo protagonista per tutta lo storia eccetto nel finale in cui Tex si riprende il suo ruolo e fredda "Golden Gun" Gonzales.

Altre grande prova di uno autore completamente fuori dal contesto Texiano: posso dire che i disegni di Guéra sono letteralmente fantastici, dettagliati, inquadrature fenomenali e caratterizzazioni dei personaggi davvero molto azzeccata. Mi piace il Tex del serbo ma purtroppo Carson, seppur realizzato egregiamente, non sembra oggettivamente Carson. 

I colori poi valorizzano i disegni: le scene notturne e i flashback sono realizzati con molta cura e creano un bellissimo effetto visivo!

Sempre più entusiasta di questa splendida collana!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Confesso che questa storia mi è piaciuta poco. 

 

Nulla da dire su disegni e colori, a mio avviso eccellenti.

Ma come trama questa è la solita canonica "storia di vendetta", di fatto indistinguibile da centomila altre se non per un tasso di crudeltà insolitamente elevato.

 

Le storie di vendetta su Tex sonio spesso belle e forti (non credo ci sia bisogno di citare El Muerto...) ma se ne sono viste talmente tante che ormai sono l'equivalente di una timbratura di cartellino. Insomma, quando uno non sa bene cosa scrivere... ohp! Tira fuori la vicenda di Tizio o Caio che vuole vendicarsi, che tanto fa sempre colpo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">4 ore fa</span>, Sartana dice:

Ma come trama questa è la solita canonica "storia di vendetta", di fatto indistinguibile da centomila altre se non per un tasso di crudeltà insolitamente elevato.

Le storie di vendetta su Tex sonio spesso belle e forti (non credo ci sia bisogno di citare El Muerto...) ma se ne sono viste talmente tante che ormai sono l'equivalente di una timbratura di cartellino. Insomma, quando uno non sa bene cosa scrivere... ohp! Tira fuori la vicenda di Tizio o Caio che vuole vendicarsi, che tanto fa sempre colpo.

 

Non è che esistono tante motivazioni per fare cattivo un personaggio.

Se togliamo la vendetta, cosa rimane?

Solo denaro e potere.

Ah no, dimenticavo imbecillità e fanatismo.

  • +1 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 8/3/2019 at 15:19, Letizia dice:

 

Non è che esistono tante motivazioni per fare cattivo un personaggio.

Se togliamo la vendetta, cosa rimane?

Solo denaro e potere.

Ah no, dimenticavo imbecillità e fanatismo.

Come spesso accade Letizia ci ha preso. Per me il soggetto e la sceneggiatura sono più che buone. In poco più di 40 pagine non si poteva fare di meglio. Son contento per Ruju che ultimamente non mi aveva particolarmente convinto. Il "cattivone" lo è a tutto tondo. Disegni, Guera non lo conoscevo, Tex non mi convince, Carson proprio per niente. Sicuramente sarebbe da rivedere su una storia di almeno due albi, ma mi sembra che il nostro sia carico di lavoro. Colori. Son di parte ma a me non son piaciuti, le scene notturne con tutto quel blu fanno perdere molto, specialmente ai personaggi. Ma anche le scene di battaglia diurna, con quel misto giallino/verdolino   mi convincono  poco. Voto totale al tutto 7-

P.s. una curiosità: ma in quanti lo abbiamo preso e letto?

Edited by Loriano Lorenzutti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono rimasto entusiasta dall' "Uomo dalle pistole d'oro",ottimamente sceneggiato da Ruju e ben disegnato da Guera. Ancora una volta il cartonato non ha deluso le attese.

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 11/3/2019 at 16:46, Loriano Lorenzutti dice:

P.s. una curiosità: ma in quanti lo abbiamo preso e letto?

Io ancora no.

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">4 minuti fa</span>, Mister P dice:

Io ancora no.

Come co-fondatore del TWF,  tu dovresti essere "obbigato" a comprarlo e leggerlo ^_^

Share this post


Link to post
Share on other sites

Preso , sfogliato, ma non ho trovato lo stimolo per leggerlo.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella bella storia!
Semplice storia di vendetta è vero, ma coinvolgente. Ben strutturata. Potrebbe benissimo essere una sceneggiatura per un film Leoniano.

Finalmente un western sporco, cattivo, oscuro, con un Willer ed un Carson quasi sempre inghiottiti dall'ombra dei cappelli e degli spazi, meno infallibili del solito.

Un passato che ritorna e che rende Carson vero protagonista nostalgico, braccato ma mai vittima.

Un senso di giustizia che lascia al lettore quasi l'amaro in bocca, che fa riflettere pur nelle pochissime pagine a disposizione e che si barcamene sapientemente fra frenetiche scene d'azione magistralmente disegnate in cui quasi si percepisce il frastuono delle pistole, alle riflessioni intorno al fuoco.

Ottimo lavoro Ruju!

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">18 ore fa</span>, Loriano Lorenzutti dice:

Come co-fondatore del TWF,  tu dovresti essere "obbigato" a comprarlo e leggerlo ^_^

Quando compro anche il #5 di Tex Willer.

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">2 ore fa</span>, Mister P dice:

Quando compro anche il #5 di Tex Willer.

Ma ti fanno lo sconto? :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella storia targata Ruju, incardinata su uno spietato assassino assetato di vendetta nei confronti degli ex componenti di una squadra di rangers che gli avevano sbrigativamente giustiziato i fratelli. Ancor più da rimarcare, almeno dal mio punto di vista, l'ambientazione agli albori del rapporto tra Tex e Carson, con quest'ultimo a fare da mentore al comunque già smaliziato scugnizzo della Nueces Valley, magari non infallibili come siamo stati abituati a vederli ma comunque alle prese con un avversario tenace, ostinato e dalle sette vite, oltretutto dotato di una psicologia che a me è parsa ben più complessa di quanto può essere emerso dal limitato numero di pagine del cartonato, senza dubbio uno dei migliori dell'intera collana. Molto suggestivi anche i disegni di Guera, per quanto fa sempre un effetto curioso vedere Tex e Carson con capelli più lunghi del solito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto l'albo e la storia e i disegni mi sono piaciuti molto. Poi la versione di Kit Carson di Guera è davvero figa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Troppo pochi i commenti in questo topic per la storia che è stata pubblicata.

 

Dopo alcuni passi falsi, Ruju sfodera una prestazione eccelsa, con una storia di vendetta che bene ha fatto Occhi nella notte a definire leoniana (i cattivi somigliano tanto alla banda dell'Indio o a quella di Frank che tortura il fratello di Armonica). L'Uomo dalle pistole d'oro è un grande antagonista western; il fatto che tra le sue prede ci sia anche Carson aggiunge ulteriore pathos ad una storia dalle tinte forti, sanguigna e serrata. Ottime anche le parti in flashback, in cui vediamo un giovane Carson che "scende in campo" (espressione forse anacronistica) ma che ancora non è la leggenda che sarebbe diventata. 

Complimenti vivissimi a Ruju per uno dei cartonati più belli editi finora. 

 

Capitolo disegni: eccellenti. Contribuiscono non poco, con il loro West sporco e cattivo, all'ottima riuscita di questo albo. Tex lo trovo buono, mentre Carson è troppo personale e troppo distante dal canone texiano. Se rientrasse nei giusti canali per il Vecchio Cammello, non ci penserei due volte a riproporre il disegnatore serbo sulla regolare.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">29 minuti fa</span>, Leo dice:

, mentre Carson è troppo personale e troppo distante dal canone texiano. Se rientrasse nei giusti canali per il Vecchio Cammello, non ci penserei due volte a riproporre il disegnatore serbo sulla regolare.

 

 

Considera però che si tratta di un periodo della saga di Tex, quello di un carson di passaggio tra il moro della gioventù ed i capelli d'argento della maturità, che finora non aveva mai disegnato nessuno, se non forse qualche vignetta del primissimo galep che alla sfumatura dell'età e del capello e pizzetto 'sale e pepe' certo non ha mai nemmeno pensato ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">17 minuti fa</span>, gilas2 dice:

 

Considera però che si tratta di un periodo della saga di Tex, quello di un carson di passaggio tra il moro della gioventù ed i capelli d'argento della maturità, che finora non aveva mai disegnato nessuno, se non forse qualche vignetta del primissimo galep che alla sfumatura dell'età e del capello e pizzetto 'sale e pepe' certo non ha mai nemmeno pensato ;)

 

Anche questo è vero, però la fisionomia è troppo distante da quella ordinaria di Carson. Il personaggio è stato quasi stravolto 

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, Leo dice:

Troppo pochi i commenti in questo topic per la storia che è stata pubblicata.

 

Io devo ancora leggere il 700 e il Maxi e penso di non essere l'unico ad essere indietro.

Comincio a pensare ci sia troppo Tex in giro!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">43 minuti fa</span>, Dix Leroy dice:

Io devo ancora leggere il 700 e il Maxi e penso di non essere l'unico ad essere indietro.

Comincio a pensare ci sia troppo Tex in giro!

 

 

Puoi scaglionarlo come ti pare no? Meglio troppo che poco ;)

Io in questi giorni ho recuperato gli ultimi quattro mesi: tra il Maestro, il cavallo di ferro, l uomo dalle pistole d'oro e il Magazine di Rauch ho fatto una scorpacciata. E, fidati, mi sono divertito :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, Leo dice:

 

Puoi scaglionarlo come ti pare no? Meglio troppo che poco ;)

Io in questi giorni ho recuperato gli ultimi quattro mesi: tra il Maestro, il cavallo di ferro, l uomo dalle pistole d'oro e il Magazine di Rauch ho fatto una scorpacciata. E, fidati, mi sono divertito :)

Non mi lamento affatto, è che non posso commentare con criterio degli albi che ho appena sfogliato,

quindi per me la carenza (tre pagine comunque) di commenti è dovuto anche a questo fatto.

Una volta si aspettava con trepidazione la nuova storia di Tex e tutto il resto poteva aspettare,

purtroppo non tutti questo possono ancora permetterselo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comprato finalmente e letto! Storia di ottima fattura sia come testi che disegni (Guéra impressionante). Gonzales il classico cattivo "hard to kill", ma non chiedevo approfondimenti psicologici quindi mi va benissimo così com'è.

 

Per me da 9.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottima storia e bellissimi i disegni, ma soprattutto ... finalmente si inizia ad esplorare ciò che non è MAI stato raccontato, ovvero il periodo in cui Carson è stato il leader, il "maestro" di Tex (come lui stesso ammetterà ne I sette assassini). I pochi squarci su quel periodo - quello della serie originale - sono in realtà quanto di più distante ci possa essere da un rapporto del genere. Il Tex di GL Bonelli è una sorta di strano ventenne esperto, infallibile, smaliziato, nei cui confronti Carson appare subito una "spalla". esempi? basta pensare ai primi 10 albi della serie gigante (con una parziale, timida, concessione a Carson, in Due contro cento). Niente di graduale, progressivo. Finalmente si inizia a raccontare in un modo un più verosimile il rapporto tra una leggenda del West ed un "novizio". In questa storia ho visto ciò che avrei voluto vedere in quelle storie e che, comunque, mi aspetto di vedere ancora man mano che si recuperano gli "anni perduti".

  • +1 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Similar Content

    • By natural killer
      TEX COLOR
      N° : 11
      Periodicità: semestrale
      COWBOYS
      ANCORA UNA VOLTA, TEX WILLER E IL FIDATO KIT CARSON SI RITROVANO A CAVALCARE NELL'IMMENSITÀ DELLA PRATERIA AL SEGUITO DI UNA GRANDE MANDRIA, PER SFIDARE UNA BANDA DI PERICOLOSI FUORILEGGE...
       
       
      Soggetto: Pasquale Ruju
      Sceneggiatura: Pasquale Ruju
      Disegni: Giacomo Danubio
      Colori: Oscar Celestini
      Copertina: Claudio Villa

      Per aiutare l’amico capomandria Bannon, rimasto privo dei suoi cowboys, Tex e Carson guidano con lui il bestiame tra scontri con banditi, indiani e cataclismi naturali… Ma, alla fine del viaggio, nella città violenta di Caldwell, li aspetta la sorpresa peggiore…
       

       

       

      Riapro la discussione su questo albo sparita chissà dove.
       


       
      Questo era il mio commento del 5 agosto 2017 salvato nell'archivio del computer
    • By natural killer
      Due pesi e due misure sulla bilancia della giustizia!
      COLOR TEX
      N° : 13
      Periodicità: semestrale
      PIOMBO E ORO
      uscita: 07/08/2018
      Soggetto: Pasquale Ruju
      Sceneggiatura: Pasquale Ruju
      Disegni: Sandro Scascitelli
      Copertina: Claudio Villa
      Colori: Oscar Celestini

      Prima di oltrepassare il Rio Grande con il bottino, Channing fa piazza pulita dei suoi complici grazie al suo braccio destro, lo spietato tiratore di precisione Krauser. In Messico, ad accoglierlo a braccia aperte, c’è il suo socio Malvado. I due spadroneggiano su una misera cittadina di contadini, costringendo i poveri peones a lavorare nella miniera d'oro nella quale hanno investito il frutto delle loro malefatte. Ma sulla loro pista ci sono Tex Willer e Kit Carson, pronti a trasformare l'oro insanguinato in piombo rovente!
       

       
       

       
       

       
       

       
    • By natural killer
      Il passato del fantomatico Mister π!
      TEX
      N° : 693
      Periodicità: mensile
      IL RITORNO DI PROTEUS
      uscita: 07/07/2018
      Soggetto: Pasquale Ruju
      Sceneggiatura: Pasquale Ruju
      Disegni: Bruno Ramella
      Copertina: Claudio Villa

      Proteus evade dal carcere di Yuma e torna a intessere la sua fitta trama di intrighi… Tex Willer e Kit Carson giungono a Flagstaff seguendo la pista di sangue mascherata dai suoi tranelli e dai suoi travestimenti, mentre riaffiora il drammatico passato e l’educazione criminale dell’inafferrabile uomo dai mille volti!

       

       

      http://www.sergiobonelli.it/tex/2018/06/06/albo/il-ritorno-di-proteus-1002995/
       
      Il ritorno di Proteus, ma anche il passato di Mister π
       
      Mettiamoci comodi!
    • By natural killer
      Johnny Wharton è diviso tra due mondi, quello dei bianchi e quello degli Apaches!
      TEX
      N° : 691
      Periodicità: mensile
      CUORE APACHE
      uscita: 08/05/2018
      Soggetto: Pasquale Ruju
      Sceneggiatura: Pasquale Ruju
      Disegni: Yannis Ginosatis
      Copertina: Claudio Villa

      Un ragazzo indiano rimasto orfano e allevato da una famiglia bianca dell’Est torna in Arizona. Johnny vuole ritrovare le tracce del suo passato. S’imbatte invece in Tex, Carson e Cochise, e, diventato agente provvisorio di una riserva indiana, si batte con loro contro i bianchi corrotti. Ma il destino sta per bussare alla porta…
       
      http://www.sergiobonelli.it/tex/2018/04/04/albo/cuore-apache-1002712/
       
       




    • By natural killer
      Da Tucson a San Francisco: salite in sella, ha inizio la grande corsa!
      MAXI TEX
      N° : 22
      Periodicità: semestrale
      LA GRANDE CORSA

       
      uscita: 04/04/2018
      Soggetto: Pasquale Ruju
      Sceneggiatura: Pasquale Ruju
      Disegni: Roberto Diso
      Copertina: Claudio Villa

      Il “San Francisco Examiner” ha organizzato un grande evento: una gara a cavallo da Tucson, in Arizona, sino a San Francisco, in California. I concorrenti dovranno superare le insidie di indiani selvaggi e della natura spietata: in palio, un sostanzioso premio in denaro. Per aiutare il giovane Kevin Caldwell, pestato a sangue dagli uomini del losco signorotto locale Ozzie Duke, Tex accetta di correre al suo posto, in groppa a West Wind, il magnifico Appaloosa del ragazzo. Un’ombra di morte, però, si staglia sugli agguerriti concorrenti: tra di loro si nasconde un feroce assassino e non tutti riusciranno a tagliare il traguardo...
       
      http://www.sergiobonelli.it/tex/2018/02/28/albo/la-grande-corsa-1002559/
       
       
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.