Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

[Tex Willer N. 37/40] Il Mio Amico Hutch


MacParland
 Share

Recommended Posts

Il mio amico Hutch - Tex Willer 37

 

Uscita: 18/11/2021

Soggetto: Giusfredi Giorgio

Sceneggiatura: Giusfredi Giorgio

Disegni: Valdambrini Fabio

Copertina: Dotti Maurizio

 

1634631340443.jpg--.jpg?1634631340000

1634631340917.jpg--.jpg?1634631341000

1634631341207.jpg--.jpg?1634631341000

1634631341529.jpg--.jpg?1634631341000

 

Un giovane gringo viene torturato da una banda di messicani... È Hutch l’amico d’infanzia di Tex! Si è messo nei guai per amore della giovane Alma, ma il padre della ragazza, Don Rodolfo Arenas, è un potente e malvagio ranchero che vuole impartire a Hutch una solenne e definitiva lezione. Per fortuna del biondo scavezzacollo, in Messico c’è anche Tex Willer...

 

© Sergio Bonelli Editore

 

Link to comment
Share on other sites

Questa storia per quanti albi durerà? Avendo molta roba da leggere (tra riletture di Tex e Tex Willer fino ad arrivare a Storia del West e Ken Parker) di solito aspetto sempre quindi non ho eccessiva fretta...:-)

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

Dopo guardo se è uscito in edicola anche qui :)

Son molto indietro con le letture, da un mese per la serie regolare fino a tre con questa.

Link to comment
Share on other sites

Chi ben comincia...

Ottimo primo albo, che lascia ben sperare per il seguito. Anche perché nel prossimo riappariranno Kit Carson e i rangers! :clapping:

Giusfredi esordisce alla grande, Valdambrini è perfetto per il tipo di storia e ambientazione messicana.

 

Mi è piaciuta l'idea del breve flash-back in cui Tex ricorda gli insegnamenti di Gunny. Potrebbe essere un espediente da usare ogni tanto (con misura), quello di inserire brevi ricordi di Tex sulla sua infanzia e adolescenza ai tempi della Nueces Valley.

Intriga molto anche la futura storia sulla giovinezza di Cochise, che Boselli annuncia nell'introduzione. Che l'abbia affidata a De Angelis (il migliore su "Tex Willer") è già una garanzia...

Link to comment
Share on other sites

Storia che si sviluppa bene e che promette di meglio, già dal prossimo numero: sia per l'ambientazione nel carcere che per la presenza di un Carson che aspettiamo sempre più impazienti (con giudizio) al primo incontro con Tex.
Non mi ha convinto del tutto Valdambrini, che ho trovato disomogeneo nel tratteggiare i personaggi principali e che ha mostrato qualche problemino con le armi. Vedi a pagina 11, dove nel giro di tre vignette un fucile si rimpicciolisce fin quasi a diventare, nell'ultima, una lupara. Al di là delle canne mozze in divenire, a pagina 19 uno dei messicani brandisce il pugnale con la lama curva in una posizione che due vignette dopo - a pagina 20 - è rovesciata. Dal punto di vista dei disegni trovo comunque in crescendo la qualità della seconda parte; soprattutto nelle fasi notturne. A parte pagina 57, dove Tex è spedito nel mondo dei sogni dal calcio di un fucile dalle dimensioni di un giocattolo per bambini.
A pagina 64 Tex è ancora senza il cappello perso nella sparatoria a pagina 55, ma con la testa fasciata da una benda. Nella pagina successiva, fatto scendere da cavallo, si rimette il copricapo: che gentili, pur se cabrones, gli uomini Arenas, che si sono preoccupati di recuperarglielo dopo averlo medicato.

Link to comment
Share on other sites

Letto. Primo albo introduttivo, non vediamo Carson e i Ranger, ma la storia gira attorno ad Hutch e Tex. Giusfredi mi piace, il suo stile ricalca quello di Boselli, riprendendo spesso personaggi creati da quest'ultimo, sia su Tex e Dampyr che su Zagor. Lo trovo, però, più asciutto e secco nei dialoghi. Aspetto il secondo volume per vedere in azione Kit Carson, Dan Bannion almeno dalle immagini sembra lui e Arkansas Joe. Oltre alle imprecisioni grafiche notate da Franco nel post di sopra, l'ultima vignetta di pagina 57 è nera, completamente nera! Capisco che ci debba essere uno stacco tra il presente ed il sogno, ma non si poteva fare una vignetta solo a matita come nella storia di Brindisi o non fare proprio nulla, modificando la sceneggiatura con l'ultima immagine che passa da vignetta singola a doppia. È già la seconda volta che accade, la prima in una storia di Ruju. 

Il 18/11/2021 at 12:29, Poe dice:

Intriga molto anche la futura storia sulla giovinezza di Cochise, che Boselli annuncia nell'introduzione. Che l'abbia affidata a De Angelis (il migliore su "Tex Willer") è già una garanzia...

Era già stata spoilerata nel Maxi con i Tre Bill. In una didascalia. 

Link to comment
Share on other sites

Primo numero essenzialmente introduttivo della vicenda, che potrebbe aver svolto una sorta di funzione di rodaggio e/o adattamento di Giusfredi alla nuova serie. Convengo anche io sui dialoghi piuttosto secchi, ma del resto quel che è stato l'andamento degli eventi nel corso di questo primo albo non ritengo lo richiedesse per forza.

 

Nel complesso, per quanto mi riguarda Giusfredi ha ben esordito, ed altrettanto bene ha lavorato Valdambrini ai disegni.

 

Sono piuttosto curioso di poter leggere il prossimo albo, per vedere in che modo saranno condotte e si intersecheranno tra loro le vicende di Tex ed Hutch da una parte e di Kit Carson dall'altra.

Link to comment
Share on other sites

Esordio alla grande per Giusfredi in questo primo albo, e anche il secondo,dalle anticipazioni, promette bene, con l'entrata in scena di Carson,  ma per giudicarlo dovremmo aspettare la fine della storia, visto che lo stesso Giusfredi nei suoi commenti lasciati in giro dice di aspettare la fine della storia, come se non fosse proprio convinto  del finale.

Per quanto riguarda Valdambrini, per mè  i disegni sono ottimi. Nella sua prima storia per Tex Willer era stato criticato per i volti differenti tra le varie vignette, ma per me in questa storia i volti sia di Tex  che di Hutch sono fantastici. Per mè il volto di Tex disegnato da Valdambrini, per la serie Tex Willer, è  il migliore.

Ho notato anche un refuso nella rubrica  di Boselli.🙋‍♂️

Link to comment
Share on other sites

Così pochi commenti per la migliore serie Bonelli per distacco?

 

Comunque concordo con il messaggio precedente. Giusfredi è fino a qui molto bravo a boselleggiare, e questo in una serie che si vede ahimè lontano un chilometro quando non è scritta dal papà è un fattore importantissimo. Se l'autore mettesse via la patina postmoderna (molto evidente nel Tex francese di Font) e diventasse ancor più classico sarei un tantino più fiducioso per il post-Boselli (a cui auguro altri 30 anni come editor).

Molto gradito il flashback di Gunny Bill con gli scorci della vita e della formazione dell'adorabile texino, a patto che queste scene vadano centellinate negli anni e non diventino inflazionate.

Resta alta la curiosità sul prosieguo della storia, con l'inserimento dell'ambientazione carceraria la quale, se ben gestita assieme alla presenza del Giovane Cammello, può dare il la definitivo a una storia da cartonato (semmai continueranno a farli).

Disegni ottimi, la linea chiara del Tex Willer ti riconcilia con la vita. Bravi tutti

Link to comment
Share on other sites

  • Collaboratori

Pochi commenti in effetti ma quando una storia piace, è la regola! 

 

Questa nuova serie ha in effetti una marcia  in più rispetto alla regolare, più freschezza e più empatia anche verso questo Tex giovane e scanzonato. Si vede che non è un personaggio sulle cui spalle gravano settant'anni di storie, non ci sono i pards, è lui, solo lui, le storie non hanno un soggetto articolato, hanno anzi una trama all'apparenza anche abbastanza esile, c'è il fuorilegge che cavalca solitario e che si imbatte nei problemi, li risolve, si crea qualche amico, lascia qualche gonnella in lacrime, riparte per la sua strada alla ricerca di nuove avventure. Quindi sono storie scorrevoli queste di Ruju, Rauch e ora Giusfredi che si integrano benissimo con quelle boselliane, più ambiziose ed elaborate. Lo spirito è quello delle storie di Tex degli anni cinquanta, stesso ritmo indiavolato. Piacciono. Giusfredi piano piano si sta conquistando il suo posto tra gli autori di Tex.

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

Il 27/11/2021 at 16:55, virgin dice:

Se la storia ha pochi commenti, poco male: una rissa su Nizzi completamente a caso e si arriva a tre-quattro pagine di discussione come niente.

 

Uhm. Non darmi idee.:laugh:

  • Haha (0) 1
Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.