Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

[Tex Willer N. 41/46] I Guerriglieri di Juan Cortina


MacParland
 Share

Recommended Posts

Intanto Boselli sulla regolare fara tornare Cortina. I disegni saranno di Del vecchio.

Chissa se  Pedro e Manuel saranno ancora con lui.🍺🍺

 

 

E se magari ne facesse un Texone?🤔

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">15 ore fa</span>, ggaaco dice:

Ma cosa centrano con la regolare? Qui siamo in TexWiller, al limite li farà crepare come Jimmy Jones.

Davvero non hai capito?

Link to comment
Share on other sites

Ad oggi, la storia di Tex Willer che mi è piaciuta meno. Apprezzo il tirar dentro i rangers in questo modo ma è stata davvero una storia infinita e che mi ha dato a tratti l'idea di essere stata allungata. 

Poteva stare probabilmente in 4 albi e risultare per me più gradevole. 

Disegni che invece sono sempre al top

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">7 ore fa</span>, Andrea67 dice:

Davvero non hai capito?

Illuminami d'immenso.

Link to comment
Share on other sites

Letto finalmente l'ultimo albo di questa lunga saga e devo dire che è una grande storia curata nei minimi dettagli. Tex si muove in un terreno molto scottante tra la guerra del Cheno contro le angherie dei texani verso i messicani e i loschi piani dei "Cavalieri" che mostrano come nelle guerre ci vogliano sempre guadagnare politicanti, banchieri e grandi speculatori terrieri.

Spoiler!

 

 

 

 

La storia presenta molti personaggi e per me si può dividere in tre grandi filoni: il primo riguarda la revolución di Cortina che insieme a Miguel e Cabrera organizza le varie incursioni di guerriglia ai danni delle autorità di Brownsville; il secondo filone riguarda l'indagine di Tex che insieme a Pedro scopre gli assassini e i mandanti dell'omicidio del suo amico e mentore Jim Callahan, grazie anche all'aiuto dei rangers Jesse, Buck, Dan, Hinds e anche il vecchio Fred; e il terzo filone riguarda Milton Faver, un uomo d'onore che ha avuto il gravoso compito di negoziatore dal governatore per il suo antico rapporto con Cortina e rischia pure di essere impiccato per tradimento. Nell'ultimo albo alla fine tutti i nodi vengono al pettine, l'organizzazione segreta subisce un enorme batosta anche se non tutti i membri sono stati puniti, la guerra finirà con una tregua che risparmierà molte vite umane, i due disertori potrebbero ritornare in futuro e Faver trova anche l'amore nella splendida Gala.

Link to comment
Share on other sites

Il 24/8/2022 at 22:51, ggaaco dice:

Ma cosa centrano con la regolare? Qui siamo in TexWiller, al limite li farà crepare come Jimmy Jones.

 

C'entrano eccome perchè queste sono avventure che narrano il passato dello stesso Tex che vediamo nelle altre serie. Presto, proprio sulla regolare, vedremo un anziano Juan Cortina, quindi perchè non anche Pedro e Miguel? il fatto che in tutti questi anni non si siano mai visti può essere spiegato in mille modi. in fondo tra il n. 7 ed il n. 136 ed anche dopo, quante volte Tex è stato in Messico senza per questo mai incontrare Montales?

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

Il problema del far vedere i personaggi di Tex Willer su Tex, è che "vincola" il loro futuro e limita le storie. Già sappiamo che Tex diventerà un ranger, poi sarà un ricercato per spionaggio, si unirà alla rivoluzione messicana, sposerà un indiana, etc.

 

Se sapessimo cosa succede anche agli altri personaggi, diventa difficile utilizzarli ancora su Tex Willer (per esempio già sapevamo che Faver di sicuro non sarebbe morto, quindi tutte le scene in cui appariva in pericolo erano un po' "sgonfiate"...)

 

Io preferisco scoprire cosa gli succede man mano, su Tex Willer, senza sapere tutto in anticipo.

  • Like (+1) 1
  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

Allora...Finita oggi questa lunga cavalcata messicana. Partendo dai disegni, a me piace molto Brindisi e soprattutto su Tex Willer. Perfetto per la sceneggiatura di Boselli.

Il Boss poi come suo solito è ambizioso. Quindi sviluppa una storia con più personaggi di spicco, con diversi comprimari, con uno sfondo storico ben presente e con il nostro giovane Tex che ci sguazza dentro.

Al netto dei "vincoli" che la storia ha (eventi realmente accaduti ad esempio) devo ammettere che il prodotto è sicuramente valido. Con Boselli su questo non ci sono dubbi. Forse rispetto ad altre sue storie ci vedo meno cuore e meno "epicità" quindi certe corde non sono state toccate.

Comunque sicuramente una storia che rileggerò con piacere e devo ammettere che la collana Tex Willer ne ha molte.

Link to comment
Share on other sites

Il 25/8/2022 at 21:33, ggaaco dice:

Illuminami d'immenso.

Te lo ha spiegato Carlo Monni anche se, con una persona di normale intelligenza, non sarebbe stato necessario.

Secondo me, non lo hai capito neanche stavolta.

Link to comment
Share on other sites

Un post breve, successivo quelli in itinere nei quali ho discusso i molteplici pregi di questa lunga saga di Tex Willer che mai annoia. Bravissimi @borden e Brindisi per questo gioiello, soltanto un pizzico indietro rispetto alla saga dei Seminoles che reputo (e l'ho già detto, altrove) totalmente fuori gara come capolavoro assoluto :cowboy: 

 

Mi chiedo perchè vi sia tanta distanza con le storie di Mefisto della regolare, almeno con i primi albi della seconda parte :(

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">22 ore fa</span>, Carlo Monni dice:

C'entrano eccome perchè queste sono avventure che narrano il passato dello stesso Tex che vediamo nelle altre serie. Presto, proprio sulla regolare, vedremo un anziano Juan Cortina, quindi perchè non anche Pedro e Miguel? il fatto che in tutti questi anni non si siano mai visti può essere spiegato in mille modi. in fondo tra il n. 7 ed il n. 136 ed anche dopo, quante volte Tex è stato in Messico senza per questo mai incontrare Montales?

Io capisco che sia un'ottima scelta editoriale per cercare di vendere qualche copia in più di TexWiller.

Comunque non mi risulta, ad oggi, nessun personaggio creato nella TexWiller e poi riutilizzato nella serie regolare.

Ricordiamoci che dai dati di vendita che qua e là si vedono risulta che gli acquirenti di TexWiller siano circa un terzo di quelli della regolare, dato abbastanza credibile.

Se fossi uno che acquista solo la serie regolare mi girerebbero le scatole vedere riferimenti alla TexWiller, poi, per carità, non entro nel merito delle decisioni aziendali.

<span style="color:red">3 ore fa</span>, Andrea67 dice:

Te lo ha spiegato Carlo Monni anche se, con una persona di normale intelligenza, non sarebbe stato necessario.

Secondo me, non lo hai capito neanche stavolta.

Ho risposto a Carlo Monni, infatti, tu ti limiti a sputare solo insulti. Da me non ne usciranno mai, ci deve pur essere una differenza tra noi due.

Link to comment
Share on other sites

La tua prima risposta a me era chiaramente offensiva, e la seconda denigratoria. Io avevo fatto solo un commento sulla storia. Ovviamente non mi faccio denigrare da te ne’ da chiunque altro. 

  • Confused (0) 1
Link to comment
Share on other sites

Il 24/8/2022 at 13:00, Angelo1961 dice:

Infatti il cartonato, per contro, mi attira molto perchè in qualche modo (forse solo per la neve), mi ricorda "Il generale Testa Gialla", ovvero il 4. capitolo di Blueberry e il Cavallo di ferro. ;)

 

No, non amo Toppi o Battaglia. 

 

Ci fosse stato ancora Toppi, avrei gradito qualsiasi albo avesse voluto disegnare (cartonato, Tex regolare, Tex Willer, ecc.). Dovrei ormai essere abituato alla tua franchezza @Angelo1961, i gusti sono gusti, ma posso assicurarti che possono cambiare.

 

Lungi da me volerti far cambiare idea, confesso che da bambino a me Toppi non piaceva proprio, in maniera assoluta. Avevo la mia Storia d'Italia a fumetti di Enzo Biagi (quella vera, non la seconda versione disegnata orrendamente, unico fumetto ammesso in casa oltre a rari Topolino e poco altro) e fra tutti i disegnatori l'unico a non piacermi era lui ... Toppi, il preferito Manara.

 

Nel tempo ho cambiato opinione e adesso sono un vero cultore di Toppi e di tanti stili diversi presrnti e passati, fra loro anche contrastanti. Mi piace Brindisi, i fratelli Cestaro, Freghieri, De Angelis, buona parte dei disegnatori di Dampyr.

 

Cosa non ti piace di Brindisi?

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

Il 27/8/2022 at 14:18, Diablero dice:

Il problema del far vedere i personaggi di Tex Willer su Tex, è che "vincola" il loro futuro e limita le storie. Già sappiamo che Tex diventerà un ranger, poi sarà un ricercato per spionaggio, si unirà alla rivoluzione messicana, sposerà un indiana, etc.

 

Se sapessimo cosa succede anche agli altri personaggi, diventa difficile utilizzarli ancora su Tex Willer (per esempio già sapevamo che Faver di sicuro non sarebbe morto, quindi tutte le scene in cui appariva in pericolo erano un po' "sgonfiate"...)

 

Io preferisco scoprire cosa gli succede man mano, su Tex Willer, senza sapere tutto in anticipo.

 

Quello che tu dici può essere vero  in generale, ma non vale per i personaggi realmente esistiti come Milton Faver o i vari Rangers che s sono visti in questa storia. A questo punto ti posso fare uno spoiler: il Senatore della Virginia James Murray Mason morirà nel 1871 nella sua casa quindi, non aspettarti che alla sua prossima apparizione, sulla quale scommetterei, sia ucciso. Questo ti sgonfierà la lettura?:laugh:

Link to comment
Share on other sites

13 minutes ago, Carlo Monni said:

 

Quello che tu dici può essere vero  in generale, ma non vale per i personaggi realmente esistiti come Milton Faver o i vari Rangers che s sono visti in questa storia. A questo punto ti posso fare uno spoiler: il Senatore della Virginia James Murray Mason morirà nel 1871 nella sua casa quindi, non aspettarti che alla sua prossima apparizione, sulla quale scommetterei, sia ucciso. Questo ti sgonfierà la lettura?:laugh:

 

Tex non è un libro di storia, come ampiamente dimostrato dal fatto che ancora circolano Cochise e Kit Carson (certo, c'è stata la ret-con secondo cui il "famoso Kit Carson" dei rangers non è il kit Carson storico. Ma se ci sono 2 Kit Carson ci possono essere 2 Milton Faver).

 

Boselli è molto più fedele alla "storia ufficiale" dei suoi predecessori, ma anche lui ha dovuto far vedere Cortina come un famigerato fuorilegge ANNI prima che lo diventasse.

 

Quindi, il fatto che Faver sia morto in un certo anno non implica che il suo corrispondente nella saga di Tex debba fare lo stesso. Anzi, lo stesso Boselli ribadisce spesso che Tex non è un libro di storia e che le date sono molto "elastiche"

 

(e comunque, quanti lettori sapevano chi era? Lo 0.01% ?)

 

Farlo vedere vivo IN UNA STORIA DI TEX è una cosa completamente diversa.  Hai fissato la cosa nella continuity texiana per il 100% dei lettori, contro la mera speranza che la storia conosciuta dallo 0.01% dei lettori fosse eventualmente rispettata...)

 

E visto che si stava parlando nello specifico dei due disertori messicani...  sai cosa dice la storia ufficiale al loro riguardo?

 

In ogni caso, trovo davvero "una cosa da nerd" questa ossessione per cui se un personaggio appare su Tex Willer, debba poi subito apparire su Tex per svelare tutto il suo futuro, cosa ha fatto, con chi se è sposato, etc: serve a chi vorrebbe avere materiale per la sua enciclopedia di personaggi Texiani in 57 volumi, non ad avere storie migliori.

 

(e oltretutto, sarebbe una cosa che farebbe incazzare chi legge solo la serie regolare o chi comunque non segue Tex Willer, e non mi sembra che abbiano bisogno di ulteriori motivi per arrabbiarsi...)

Link to comment
Share on other sites

Delle licenze con Milton Faver Boselli se le è già prese visto che dubito molto che abbia conosciuto la sua moglie messicana nel modo descritto nell'ultima storia.:D

Anche con la Banda degli Innocenti è accaduta la stessa cosa: i fatti sostanziali sono quelli storici ma ovviamente nella realtà non c''era di mezzo nessun Kit Carson e lo sceriffo era Luke Plummer e non Ray Clemmons.

Gli è certo più facile farlo con personaggi della cui biografia sappiamo poco o nulla ma in genere la sua regola è: ci teniamo le incongruenze introdotte da GL Bonelli ma non ne introduciamo di nuove.

Ovviamente come ogni regola ha le sue eccezioni.

Tornando al tema principale, io non ho alcun problema a veder citati su Tex personaggi ed avvenimenti di Tex Willer a breve accadrà proprio con Juan Cortina, o meglio ne ho uno: la conferma che un personaggio non realmente esistito apparso su TW è ancora vivo 25 anni dopo. Alla fine, posso sopravvivere.:laugh:

Link to comment
Share on other sites

Una storia di amplissimo respiro, in cui Boselli ha mescolato con l'usuale sapienza fatti storici e vicende di fantasia, senza trascurare il fatto che abbia fatto la sua comparsa un ancor giovane e del tutto efficiente Jesse Hawks. Tra tutte le storie della serie, senza dubbio questa si candida ad essere una delle migliori sinora pubblicate, grazie ai ritmi sempre incalzanti ed ai continui colpi di scena.

 

Grandissimo risalto, come ovvio, è riservato lungo l'intero albo della vicenda alla figura di Juan Cortina, ritratto come un uomo d'onore che antepone sempre il bene della sua gente al proprio, comandante ideale per i propri uomini nonché avversario leale nei confronti dei propri nemici texani (alcuni dei quali, invero, non si può dire lo siano stati in egual misura). Molto suggestivo anche il suo rapporto con Milton Faver, contraddistinto da stima reciproca pur essendo i due schierati su fronti opposti.

Link to comment
Share on other sites

Il 28/8/2022 at 12:04, Jeff_Weber dice:

Cosa non ti piace di Brindisi?

Tratto sporco. Mi piace il disegno pulito, senza però arrivare agli eccessi di Civitelli. L'autore che ti ho citato, Blanc-Dumont, riesce a mostrare un west credibile senza bisogno di sporcarlo. Ma se dovessi esprimere un desiderio su chi  far disegnare un Tex o un Tex Willer, non  avrei dubbi per indicare Warren Tufts :)

Mi diverte la discussione tra Monni e Diab, ma io ribadisco che in Tex Willer c'è (almeno mi pare) una attinenza alla storia vera molto più rigorosa che in Tex.  E va benissimo così. 

Il fatto che ci sia un altro Carson o un altro Cochise è legato invece alla "storia" di GLB, che in Tex conta più della storia vera e, come penso direbbe Monni "Quando GLB incontrava la storia, tanto peggio per la storia".

Peraltro non è l'unico: Guido Martina non ha messo Davy Crokett a fianco di Pecos Bill???? :D

Link to comment
Share on other sites

Da vedere se Boselli nella serie Tex Willer intende creare dei personaggi immortali come i vari Gros Jean, Pat, Brandon, Montales, e Morisco, che ci sono nella serie regolare.

Sicuramente qui può  farli morire tranquillamente, visto che sono creati da lui e non da Glb.

Oppure può  fargli cadere nell'oblio. 🖐

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">8 minuti fa</span>, Piombo Caldo dice:

Da vedere se Boselli nella serie Tex Willer intende creare dei personaggi immortali come i vari Gros Jean, Pat, Brandon, Montales, e Morisco, che ci sono nella serie regolare.

Sicuramente qui può  farli morire tranquillamente, visto che sono creati da lui e non da Glb.

Oppure può  fargli cadere nell'oblio. 🖐

 

Io ho la sensazione che Pedro e Miguel, prima o poi, torneranno ad incontrare Tex, a prescindere da Juan Cortina.

 

Parimenti, ho la sensazione che presto o tardi la strada del giovane Tex tornerà ad incrociarsi con nuove losche trame perpetrate dai Cavalieri del Cerchio d'Oro, che secondo me non sono stati sconfitti in via definitiva.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 ora fa</span>, Angelo1961 dice:

Peraltro non è l'unico: Guido Martina non ha messo Davy Crokett a fianco di Pecos Bill???? :D

Verissimo.

E non solo Davy Crockett, ma anche Calamity Jane.

C'è da dire però che Martina fa capire che per Davy si tratta di un omonimo: il suo Davy ha infatti un fratello, Sam Crockett, proprietario della piantagione Bug Tussle 

Link to comment
Share on other sites

2 hours ago, Angelo1961 said:

Ma se dovessi esprimere un desiderio su chi  far disegnare un Tex o un Tex Willer, non  avrei dubbi per indicare Warren Tufts :)

Peccato sia morto 40 anni fa...  :P

Link to comment
Share on other sites

2 hours ago, Piombo Caldo said:

Da vedere se Boselli nella serie Tex Willer intende creare dei personaggi immortali come i vari Gros Jean, Pat, Brandon, Montales, e Morisco, che ci sono nella serie regolare.

Sicuramente qui può  farli morire tranquillamente, visto che sono creati da lui e non da Glb.

Oppure può  fargli cadere nell'oblio. 🖐

Secondo me Pedro è uno di quei personaggi che potrebbero tornare nella Tex Willer e che non possono morire, come avviene per i vari Brandon etc, nella regolare. Già comparso due volte se non sbaglio nell'arco di 40 numeri, meglio di Montales per esempio ai suoi inizi nella regolare

Link to comment
Share on other sites

Infatti è solo un desiderio. 

 

Però ci stiamo preoccupando per niente. Nella saga di Tex mensile non è infrequente che Tex si imbatta in un vecchio amico che prima non era mai stato citato. 

 

Se non sbaglio anche Tesah è citata perchè lo dice Lilith quando conosce Tex.   E Rod? Rod viene incontrato morente dopo la battaglia di Shiloh church da Tex e Dick, ma prima non era mai stato citato. E non ci siamo incazzati dicendo "ma da dove salta fuori 'sto poveretto?"

 

Per cui nulla vieta di incontrare nella serie storica un personaggio che non era mai comparso prima nella serie principale, ma solo in quella giovanile.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.