Jump to content
TWF - Tex Willer Forum
  • 0

Aiuto per iniziare la lettura di Tex Willer


slv396
 Share

Question

Buonasera,

 

vorrei iniziare la lettura di Tex Willer, non mi interessa invece il collezionismo (quindi anche mischiare diverse edizioni e ristampe non sarebbe un problema).

Da dove mi suggerite di partire?

La serie regolare poi? quella ristampata?

 

Grazie in anticipo a tutti coloro i quali mi daranno una mano!

Link to comment
Share on other sites

25 answers to this question

Recommended Posts

  • 0
  • Sceriffi

Ciao. 
 

Parti dalla prima (numeri 1/4) con l’antenato e il remake della prima storia di Tex. Le altre sono ambientate tra la prima e la seconda storia di Bonelli. 
 

Poi dipende da te, se ti piace il West puro consiglio la storia “I due disertori”(numeri 5/9) e il seguito (41/46) mentre se ti piace Mefisto recuperati lo speciale della scorsa estate e “Pinkerton lady” (10/13). 
 

Tutte le storie meritano di essere lette e recuperate, eviterei solo il secondo speciale ma se piacciono le storie senza Tex può anche essere recuperato. 
 

Esiste solo la serie regolare. Le ristampe ci sono ma sono cartonate e ristampano tutte le storie di Boselli. 
 

Oltre agli speciali esiste la serie “Extra” che ristampa storie che hanno qualche attinenza con il periodo storico e fino ad ora abbiamo visto la riedizione di “Nueces Valley”, “Il magnifico fuorilegge” e l’anno prossimo “Tra due bandiere”.

Link to comment
Share on other sites

  • 0

grazie intanto per la celere risposta!

 

<span style="color:red">7 minuti fa</span>, MacParland dice:

Parti dalla prima (numeri 1/4) con l’antenato e il remake della prima storia di Tex. Le altre sono ambientate tra la prima e la seconda storia di Bonelli. 
 

Poi dipende da te, se ti piace il West puro consiglio la storia “I due disertori”(numeri 5/9) e il seguito (41/46) mentre se ti piace Mefisto recuperati lo speciale della scorsa estate e “Pinkerton lady” (10/13).

 

a che serie / albo ti riferisci qua, scusa?

 

per quanto riguarda la serie in corso quindi mi inserisco e basta?

 

a presto!

Link to comment
Share on other sites

  • 0

Ti rimando a questo post con la cronologia e i consigli per persone nella tua situazione...

 

 

 

 

[ho crosspostato con Borden prima di leggere il suo post, questo è un nuovo post che probabilmente finirà concatenato se nessuno posta nel frattempo]

 

@slv396, confermi? Puoi spiegarti meglio?

Link to comment
Share on other sites

  • 0
<span style="color:red">1 ora fa</span>, Diablero dice:

Ti rimando a questo post con la cronologia e i consigli per persone nella tua situazione...

 

 

 

 

[ho crosspostato con Borden prima di leggere il suo post, questo è un nuovo post che probabilmente finirà concatenato se nessuno posta nel frattempo]

 

@slv396, confermi? Puoi spiegarti meglio?

 

confermo, parto da zero e mi servirebbe un vostro consiglio su come fare!

grazie @borden

Link to comment
Share on other sites

  • 0
<span style="color:red">11 ore fa</span>, borden dice:

Il nuovo forumista vuole avere consigli su TEX, non sulla serie  giovanile Tex Willer.

Penso che Borden abbia ragione. 

Domanda all'apparenza semplice e facile. 

Ma ognuno di noi darebbe probabilmente una risposta molto soggettiva. 

Io inizierei a comprare i numeri in edicola di Tex gigante e Tex Willer, poi con calma cercherei di recuperare i numeri arretrati. 

Se Tex continuerà a piacerti, buona lettura. 

Link to comment
Share on other sites

  • 0
<span style="color:red">41 minuti fa</span>, Loriano Lorenzutti dice:

Penso che Borden abbia ragione. 

Domanda all'apparenza semplice e facile. 

Ma ognuno di noi darebbe probabilmente una risposta molto soggettiva. 

Io inizierei a comprare i numeri in edicola di Tex gigante e Tex Willer, poi con calma cercherei di recuperare i numeri arretrati. 

Se Tex continuerà a piacerti, buona lettura. 

 

Mi sembra il consiglio migliore. E poi perché escludere la testata Tex Willer, oggi fiore all'occhiello della produzione su questo personaggio? Se trattasi di un lettore giovane, a maggior ragione inizierei dalla produzione recente di @borden & Co., e proprio dal Tex Willer, per poi passare al Tex regolare se l'utente dovesse gradire. Ovviamente punto di vista personale :)

Link to comment
Share on other sites

  • 0
13 hours ago, slv396 said:

Buonasera,

 

vorrei iniziare la lettura di Tex Willer, non mi interessa invece il collezionismo (quindi anche mischiare diverse edizioni e ristampe non sarebbe un problema).

Da dove mi suggerite di partire?

La serie regolare poi? quella ristampata?

 

Grazie in anticipo a tutti coloro i quali mi daranno una mano!

Ciao e benvenuto.

 

Ti suggerisco di seguire Tex mensile serie regolare (ovvero il Tex che trovi in edicola e che viaggia oltre il numero 740). Al momento trovi ancora l'ultimo albo (Il Grande Incendio) atto conclusivo di una storia molto bella e lunga tre albi in tutto. Tra qualche giorno uscirà un numero dove inizierà una nuova storia.

 

Questa serie è quella più longeva, è il Tex per antonomasia e racconta le storie di Tex adulto (sui 40-45 anni). Soltanto nei primi numeri di questa serie (molto datati ma che sono stati anche ristampati più volte e in forma di ristampa si trovano disponibili anche sul sito Bonelli) Tex è più giovane, Kit Carson (suo fedele pard) ovviamente anche e il figlio di Tex deve ancora nascere o apparirà come adolescente per qualche numero fino al salto temporale che porterà tutti i pards (compagni di Tex, incluso il non citato Tiger Jack e Tex stesso) alla loro età ormai fissata per convenzione nella serie.

 

Io seguo ovviamente questa serie e da un annetto la ricompro (dopo aver smesso di leggere Tex per 20 anni). Nel frattempo ho recuperato vecchi numeri ai mercatini (si trovano facilmente e a prezzi ridicoli). Per cui se questo Tex maturo e "regolare" ti piace puoi valutare di recuperare vecchie storie senza grossi patemi sia come ristampe varie che come originali (che dal numero 100 in poi costano veramente poco). Ti segnalo che Tex per ovvi motivi è un po' cambiato nel tempo, lo scrive gente diversa e cambiano i tempi in generale. Ma le storie più vecchie e le storie di Gianluigi Bonelli, che ha creato il personaggio, sono davvero meritevoli di recupero per capire appieno la filosofia di Tex. Da valutare per eventuali recuperi anche le storie scritte dal curatore attuale, Boselli (che nel forum si cela sotto il nome di Borden e che spesso interviene discutendo con noi del personaggio e delle storie).

 

Tex, avendo riscosso enorme successo negli anni ha dato vita a serie speciali e collaterali.

Tra queste si deve citare il Texone, albo annuale pubblicato ormai per oltre 30 numeri. Contiene singola storia esce intorno a giugno ed è disegnato da vari disegnatori che offrono prove di gran qualità, essendo poi particolarmente apprezzata dai fan ed in formato più grande. Te lo consiglio quando uscirà e magari di recuperare belle storie del passato sempre ai mercatini o se disponibili sul sito Bonelli. Degna di nota in questa collana "Tex l'inesorabile" capolavoro recente di Boselli e Villa, puro western, ma anche "La Vendetta delle Ombre" di Boselli e Carnevale, con contaminazioni horror. Sono i miei Texoni preferiti e forse disponibili ancora su internet al sito Bonelli.

 

Ci sono poi i Maxi Tex, i Color Tex e il Magazine annuale (fino a qualche anno fa pubblicato con il nome di Almanacco del West). Sono uscite caratterizzate da vari formati, diverse colorazioni, presenza di editoriali sul west, ma ovviamente c'è sempre almeno una storia dentro, se non due di Tex.

Fino ad ora, la maggior parte delle storie parlano del Tex maturo e adulto ma ci sono storie in flashback dove si narrano eventi della sua giovinezza.

Ci sono poi i cartonati a colori, storie relativamente brevi ma in un formato molto accattivante e bei disegni. Puoi valutare queste uscite di volta in volta se la storia e i disegni ti intrigano. Ma conoscerei Tex un minimo leggendo come detto la serie regolare e la serie Tex Willer di cui ti parlo qui sotto.

 

Sotto la cura di Boselli poi si sta cercando anche di mettere coerentemente insieme la biografia di Tex e recentemente ha visto la luce una specie di spin off chiamato Tex Willer. Qui si narrano le storie di Tex (ma in parte compare anche Kit Carson) da giovane. Siamo arrivati al numero 51 e capirai che recuperare questi albi è ancora semplice, ed esistono anche ristampe in forma di cartonato.

La prima storia come citava @MacParland rinarra, in modo fedele con l'aggiunta di qualche elemento, la prima storia di Tex che fu scritta da Gianluigi Bonelli (GLB per semplicità da ora), creatore di Tex, e contenuta nell'albo "La mano rossa" (numero 1 della serie regolare di cui ti parlavo sopra). 

 

Ma in generale, in questa collana "giovanile" si narrano episodi inediti che si intrecciano con storie già note e scritte da GLB nella prima fase del Tex ancora giovane dei primi numeri, cercando di "tappare" tanti bucchi e salti temporali in cui GLB semplicemente non aveva inserito storie. Tex di fatto nel giro di pochi numeri (parlo della serie regolare storica) passava dall'essere scapolo, senza figli, ad avere moglie e un figlio, che sempre in pochi numeri viene fatto crescere di diversi anni). Capirai che in questa nuova serie spin off in tutti questi salti temporali si possono creare nuove storie che raccontino cosa faceva Tex in quegli anni.

 

Qui Tex è più guascone, impulsivo (come in fondo ce lo raccontava il primo GLB che vale la pena leggere sulla serie regolare nelle sue vecchie e tante storie) e devo dire che è davvero una bella serie. Esce mensilmente e conta 64 pagine a differenza della regolare che ne conta 114.

 

 

Giungo a un riassunto su ciò che consiglio.

 

Seguirei la serie regolare mensile di Tex adulto, soprattutto se alla sceneggiatura leggi il nome di Boselli (ma vale la pena vedere come ti trovi con tutti gli scrittori, Ruju ha di recente tirato fuori una storia bellissima, e mentre io però preferisco il Tex di Boselli, molti si riconoscono in quello di Ruju). Ma Tex lo scrivono anche altri, seppur con minor frequenza.

Sicuramente ti suggerisco di leggere qualche vecchia storia di GLB senza farti scoraggiare dal fatto che magari come formato il Tex del 1948 e dei primi numeri era un po' diverso. Le storie sono fantastiche e quel Tex è esplosivo, diretto e senza fronzoli. 

Nel mezzo ci sono centinaia di albi, magari col tempo puoi recuperarli se ti affezioni al personaggio e recuperarti così storie epiche e fondamentali che qui gli esperti sapranno consigliarti. Dando secondo me la priorità alle storie di GLB  e di Boselli ma anche alcune belle di Nizzi (altro storico sceneggiatore di Tex).

 

Il Texone (ufficialmente chiamato Tex Speciale), se ti piace Tex lo comprerei. Esce una volta all'anno.

 

Seguirei poi sicuramente la serie Tex Willer, che ha anch'essa degli speciali semestrali (prima erano annuali), per ora pochi.

Di questa serie, essendo recente si recupera tutto con facilità e se ti appassiona in un mese ti leggi praticamente tutti gli arretrati.

Insomma, serie regolare e serie Tex Willer con i loro speciali (annuali o semestrali) valgono la pena di essere presi.

 

Sugli altri speciali ed Extra (Maxi, cartonati, color, magazine), beh se ti appassioni a Tex puoi valutare l'acquisto se magari la storia ti stuzzica sulla base delle preview di sceneggiatura e disegni che trovi sul sito. Ma ti consiglio di partire con calma e acquistare le storie che ti interessano, nuove e vecchie delle due serie top di Tex, dove a mio avviso, oltre al Texone si esprime ancora oggi il meglio degli sceneggiatori e che credo siano anche le serie che vendono di più. 

 

ps: dimenticavo. Tex, nonostante il lavoro di Boselli/Borden di dare una continuità e fissare una biografia coerente del personaggio, incastrando gli eventi della vita di Tex, non ha una continuity serrata e rimane ancora oggi una serie dove le singole storie si possono apprezzare anche leggendola qua e là.

Ciò significa, che se leggi il numero XXX di Tex, comunque la storia la capisci, magari c'è qualche richiamo a storie vecchie, magari hai bisogno di una rilettura per fissare in mente i personaggi principali, ma vai tranquillo che non devi partire dal numero 1 per capire tutto. 

Per la serie Tex Willer invece, magari si segue meglio partendo dal numero 1, essendoci maggiore continuity te la godi di più, ma alla fine segui comunque tutto bene anche se prendi una storia a caso. Facci sapere come va!

  • Like (+1) 1
  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

  • 0
<span style="color:red">12 minuti fa</span>, LedZepp dice:

Ciao e benvenuto.

 

Ti suggerisco di seguire Tex mensile serie regolare (ovvero il Tex che trovi in edicola e che viaggia oltre il numero 740). Al momento trovi ancora l'ultimo albo (Il Grande Incendio) atto conclusivo di una storia molto bella e lunga tre albi in tutto. Tra qualche giorno uscirà un numero dove inizierà una nuova storia.

 

Questa serie è quella più longeva, è il Tex per antonomasia e racconta le storie di Tex adulto (sui 40-45 anni). Soltanto nei primi numeri di questa serie (molto datati ma che sono stati anche ristampati più volte e in forma di ristampa si trovano disponibili anche sul sito Bonelli) Tex è più giovane, Kit Carson (suo fedele pard) ovviamente anche e il figlio di Tex deve ancora nascere o apparirà come adolescente per qualche numero fino al salto temporale che porterà tutti i pards (compagni di Tex, incluso il non citato Tiger Jack e Tex stesso) alla loro età ormai fissata per convenzione nella serie.

 

Io seguo ovviamente questa serie e da un annetto la ricompro (dopo aver smesso di leggere Tex per 20 anni). Nel frattempo ho recuperato vecchi numeri ai mercatini (si trovano facilmente e a prezzi ridicoli). Per cui se questo Tex maturo e "regolare" ti piace puoi valutare di recuperare vecchie storie senza grossi patemi sia come ristampe varie che come originali (che dal numero 100 in poi costano veramente poco). Ti segnalo che Tex per ovvi motivi è un po' cambiato nel tempo, lo scrive gente diversa e cambiano i tempi in generale. Ma le storie più vecchie e le storie di Gianluigi Bonelli, che ha creato il personaggio, sono davvero meritevoli di recupero per capire appieno la filosofia di Tex. Da valutare per eventuali recuperi anche le storie scritte dal curatore attuale, Boselli (che nel forum si cela sotto il nome di Borden e che spesso interviene discutendo con noi del personaggio e delle storie).

 

Tex, avendo riscosso enorme successo negli anni ha dato vita a serie speciali e collaterali.

Tra queste si deve citare il Texone, albo annuale pubblicato ormai per oltre 30 numeri. Contiene singola storia esce intorno a giugno ed è disegnato da vari disegnatori che offrono prove di gran qualità, essendo poi particolarmente apprezzata dai fan ed in formato più grande. Te lo consiglio quando uscirà e magari di recuperare belle storie del passato sempre ai mercatini o se disponibili sul sito Bonelli. Degna di nota in questa collana "Tex l'inesorabile" capolavoro recente di Boselli e Villa, puro western, ma anche "La Vendetta delle Ombre" di Boselli e Carnevale, con contaminazioni horror. Sono i miei Texoni preferiti e forse disponibili ancora su internet al sito Bonelli.

 

Ci sono poi i Maxi Tex, i Color Tex e il Magazine annuale (fino a qualche anno fa pubblicato con il nome di Almanacco del West). Sono uscite caratterizzate da vari formati, diverse colorazioni, presenza di editoriali sul west, ma ovviamente c'è sempre almeno una storia dentro, se non due di Tex.

Fino ad ora, la maggior parte delle storie parlano del Tex maturo e adulto ma ci sono storie in flashback dove si narrano eventi della sua giovinezza.

Ci sono poi i cartonati a colori, storie relativamente brevi ma in un formato molto accattivante e bei disegni. Puoi valutare queste uscite di volta in volta se la storia e i disegni ti intrigano. Ma conoscerei Tex un minimo leggendo come detto la serie regolare e la serie Tex Willer di cui ti parlo qui sotto.

 

Sotto la cura di Boselli poi si sta cercando anche di mettere coerentemente insieme la biografia di Tex e recentemente ha visto la luce una specie di spin off chiamato Tex Willer. Qui si narrano le storie di Tex (ma in parte compare anche Kit Carson) da giovane. Siamo arrivati al numero 51 e capirai che recuperare questi albi è ancora semplice, ed esistono anche ristampe in forma di cartonato.

La prima storia come citava @MacParland rinarra, in modo fedele con l'aggiunta di qualche elemento, la prima storia di Tex che fu scritta da Gianluigi Bonelli (GLB per semplicità da ora), creatore di Tex, e contenuta nell'albo "La mano rossa" (numero 1 della serie regolare di cui ti parlavo sopra). 

 

Ma in generale, in questa collana "giovanile" si narrano episodi inediti che si intrecciano con storie già note e scritte da GLB nella prima fase del Tex ancora giovane dei primi numeri, cercando di "tappare" tanti bucchi e salti temporali in cui GLB semplicemente non aveva inserito storie. Tex di fatto nel giro di pochi numeri (parlo della serie regolare storica) passava dall'essere scapolo, senza figli, ad avere moglie e un figlio, che sempre in pochi numeri viene fatto crescere di diversi anni). Capirai che in questa nuova serie spin off in tutti questi salti temporali si possono creare nuove storie che raccontino cosa faceva Tex in quegli anni.

 

Qui Tex è più guascone, impulsivo (come in fondo ce lo raccontava il primo GLB che vale la pena leggere sulla serie regolare nelle sue vecchie e tante storie) e devo dire che è davvero una bella serie. Esce mensilmente e conta 64 pagine a differenza della regolare che ne conta 114.

 

 

Giungo a un riassunto su ciò che consiglio.

 

Seguirei la serie regolare mensile di Tex adulto, soprattutto se alla sceneggiatura leggi il nome di Boselli (ma vale la pena vedere come ti trovi con tutti gli scrittori, Ruju ha di recente tirato fuori una storia bellissima, e mentre io però preferisco il Tex di Boselli, molti si riconoscono in quello di Ruju). Ma Tex lo scrivono anche altri, seppur con minor frequenza.

Sicuramente ti suggerisco di leggere qualche vecchia storia di GLB senza farti scoraggiare dal fatto che magari come formato il Tex del 1948 e dei primi numeri era un po' diverso. Le storie sono fantastiche e quel Tex è esplosivo, diretto e senza fronzoli. 

Nel mezzo ci sono centinaia di albi, magari col tempo puoi recuperarli se ti affezioni al personaggio e recuperarti così storie epiche e fondamentali che qui gli esperti sapranno consigliarti. Dando secondo me la priorità alle storie di GLB  e di Boselli ma anche alcune belle di Nizzi (altro storico sceneggiatore di Tex).

 

Il Texone (ufficialmente chiamato Tex Speciale), se ti piace Tex lo comprerei. Esce una volta all'anno.

 

Seguirei poi sicuramente la serie Tex Willer, che ha anch'essa degli speciali semestrali (prima erano annuali), per ora pochi.

Di questa serie, essendo recente si recupera tutto con facilità e se ti appassiona in un mese ti leggi praticamente tutti gli arretrati.

Insomma, serie regolare e serie Tex Willer con i loro speciali (annuali o semestrali) valgono la pena di essere presi.

 

Sugli altri speciali ed Extra (Maxi, cartonati, color, magazine), beh se ti appassioni a Tex puoi valutare l'acquisto se magari la storia ti stuzzica sulla base delle preview di sceneggiatura e disegni che trovi sul sito. Ma ti consiglio di partire con calma e acquistare le storie che ti interessano, nuove e vecchie delle due serie top di Tex, dove a mio avviso, oltre al Texone si esprime ancora oggi il meglio degli sceneggiatori e che credo siano anche le serie che vendono di più. 

 

 

Bella presentazione, davvero :lol:

 

La guida "Tex primi passi" da 7 anni in su. Consiglierei a @borden di consigliarla ai piani alti per acquistare lettori delle primissime generazioni. Tutto chiaro, imboccato con il cucchiaino ... anche per i più grandicelli che ormai non leggono altro che i messaggi WhatsApp :rolleyes:

 

Chissà che grazie @LedZepp si facciano nuovi proseliti. Piccoli texiani crescono :D

  • Like (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

  • 0

Dimenticavo poi di dire...

Da poco Bonelli offre la possibilità con abbonamento mensile o annuale di leggere per Tex (ma non solo) tutte le storie uscite, serie regolari e speciali dagli inizi.

Sono esclusi solo gli albi usciti negli ultimi 3/6 mesi che poi vengono caricati dopo un po'. Può essere un'opzione se con una cifra contenuta vuoi per un mese farti un abbuffata di vecchie storie.

Però per quel che mi riguarda, leggere Tex su carta ha comunque un qualcosa in più e se non hai molto tempo a disposizione, resta valido il consiglio di prendere qualche storia in formato cartaceo e farti un'idea e valutare poi cosa rientra più nelle tue preferenze. 

Ti cito questa possibilità del digitale perché hai scritto che il collezionismo non ti interessa particolarmente

  • Like (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

  • 0
<span style="color:red">22 ore fa</span>, slv396 dice:

Buonasera,

 

vorrei iniziare la lettura di Tex Willer, non mi interessa invece il collezionismo (quindi anche mischiare diverse edizioni e ristampe non sarebbe un problema).

Da dove mi suggerite di partire?

La serie regolare poi? quella ristampata?

 

Grazie in anticipo a tutti coloro i quali mi daranno una mano!

Dico la mia: per leggere un buon Tex originale (scritto da Gianluigi Bonelli) bastano quelli dal 100 al 200 nell'edizione "Nuova Ristampa"

per avere solo il Tex scoppiettante ma un po' datato degli esordi ovviamente dal 1 al 96 (o la collana "Tex Classic" che è anche a colori)

per avere la produzione scritta e disegnata secondo gli standard odierni diciamo dal 601 in poi (o il nuovo mensile "Tex Willer")

per avere soltanto un condensato con volumi a colori autoconclusivi bastano i "centenari" (100/200/300/400/500/575/600/695/700)

Link to comment
Share on other sites

  • 0

Se il digitale non è un problema consiglio un abbonamento mensile al Bonelli digital Classic, per 10 euro ci sono tutte le storie pubblicate e iniziare a farsi un idea sulla serie leggendo dal numero 1 o se, non piace la striscia, dal numero 100 come scritto da Dix.

Se ti piace inizia a comprare il mensile inedito e recupera nei mercatini gli arretrati.

Link to comment
Share on other sites

  • 0
33 minutes ago, Claude said:

Se il digitale non è un problema consiglio un abbonamento mensile al Bonelli digital Classic, per 10 euro ci sono tutte le storie pubblicate e iniziare a farsi un idea sulla serie leggendo dal numero 1 o se, non piace la striscia, dal numero 100 come scritto da Dix.

Se ti piace inizia a comprare il mensile inedito e recupera nei mercatini gli arretrati.

Concordo. In piu' Bonelli digital classic adesso ha anche raggruppato gruppi di storie a tema...uno puo' anche saltare di gruppo in gruppo.

Link to comment
Share on other sites

  • 0

Riguardo a Bonelli Digital Classic: qualcuno che ce l'ha può confermare che ci sono i Tex? Sapevo che non copriva tutta la produzione Bonelli..

 

Detto questo, @slv396 per rispondere alla tua domanda sarebbe meglio sapere "a che punto sei", cioè se conosci già il personaggio chi è e cosa fa, almeno per sommi capi, e la differenza fra le varie collane o se parti proprio da zero.  Inoltre: cerchi consigli su quali Tex leggere sparsi, o vuoi sapere la maniera più rapida ed economica per farti la collezione completa?

 

Di Tex sono usciti pi di 800 albi ormai, ma di buono c'è che non sono in stretta continuità, ogni storia è un po' a sé stante.

 

Le serie principali sono la serie regolare "Tex" che dura dagli anni 50 ma che è stata ristampata più volte nel corso degli anni, e la "Tex Willer" più recente che racconte le sue avventure giovanili (per questo quando ha parlato di "Tex Willer" avevamo capito che ti interessava solo quest'ultima), poi ci sono diverse collane "parallele" ma ti consiglio prima queste due.

Link to comment
Share on other sites

  • 0
1 ora fa, Diablero dice:

Riguardo a Bonelli Digital Classic: qualcuno che ce l'ha può confermare che ci sono i Tex? Sapevo che non copriva tutta la produzione Bonelli..

Posso confermare che in Bonelli Digital Classic Tex c'è, anche se ovviamente i numeri "freschi" sono indietro di qualche mese.

 

Ad oggi sono disponibili:

 

Tex (fino al 744 Il Trionfo di Mefisto)

Tex Willer (fino al 49)

Texoni (38, tutti quelli usciti fino ad ora)

Speciale Tex Willer (Fino al 4, manca Rancheras)

Maxi Tex (Fino al 31, I quattro vendicatori)

Tex Romanzi a Fumetti (15, Fino a Yellow Bird)

Color Tex (21, fino alla Gazza Ladra)

Tex Classic (fino al 148)

Tex Magazine 8 (fino al 2022, quello con Montales)

Almanacco del West (22, serie conclusa)

Super Tex (fino al 12)

Tex Willer Extra (fino al 7)

 

:cowboy:

 

 

 

Edited by Augustus McCrae
  • Like (+1) 1
  • +1 2
Link to comment
Share on other sites

  • 0
Il 3/2/2023 at 01:17, Augustus McCrae dice:

Tex (fino al 744 Il Trionfo di Mefisto)

Tex Willer (fino al 49)

Texoni (38, tutti quelli usciti fino ad ora)

Speciale Tex Willer (Fino al 4, manca Rancheras)

Maxi Tex (Fino al 31, I quattro vendicatori)

Tex Romanzi a Fumetti (15, Fino a Yellow Bird)

Color Tex (21, fino alla Gazza Ladra)

Tex Classic (fino al 148)

Tex Magazine 8 (fino al 2022, quello con Montales)

Almanacco del West (22, serie conclusa)

Super Tex (fino al 12)

Tex Willer Extra (fino al 7)

@slv396Secondo me tutto sto ben di Dio, unito agli altri personaggi editi, vale i 10 Euro mensili di abbonamento e penso che questa iniziativa sia proprio eccezionale per un utente come te che non cerca la storicità dell'album originale ma vuole solo godersi le storie, spendendo il meno possibile.  

Se fossi nei tuoi panni e partissi da 0, personalmente non spenderei 0,50 di minimo ad albo per recuperarmi 75 anni di storia Texiana mentre mi ingolosirebbe molto la possibilità di leggere qualsiasi Tex mi aggradi e talvolta anche personaggi diversi in base al mio mood.

Link to comment
Share on other sites

  • 0
23 minutes ago, JohnnyColt said:

@slv396Secondo me tutto sto ben di Dio, unito agli altri personaggi editi, vale i 10 Euro mensili di abbonamento e penso che questa iniziativa sia proprio eccezionale per un utente come te che non cerca la storicità dell'album originale ma vuole solo godersi le storie, spendendo il meno possibile.  

Se fossi nei tuoi panni e partissi da 0, personalmente non spenderei 0,50 di minimo ad albo per recuperarmi 75 anni di storia Texiana mentre mi ingolosirebbe molto la possibilità di leggere qualsiasi Tex mi aggradi e talvolta anche personaggi diversi in base al mio mood.

concordo, se il digitale non ti dispiace rispetto alla carta e non hai interesse a collezionare/ avere in casa albi (spesso anche vecchi), la soluzione di questa app è sensatissima. 

Hai tutto a portata di mano e puoi leggere anche altri personaggi.

Come modalità di fruizione sicuramente può funzionare per te, poi come vedi la quantità di storie è enorme. Magari fai abbonamento mensile per provare e ti leggi storie sparse, sia più "moderne" sia i grandi classici e dalle diverse testate. Poi valuti se l'inedito vale la pena di prenderlo cartaceo per apprezzare anche le emozioni che da la carta e magari leggerti il resto in digitale, così da non riempirti casa di fumetti in tempi brevi, ma poter leggere sempre la storia corrente in edicola senza attese e su carta e il resto con un abbonamento che ti comprende centinaia di albi (mi pare abbastanza conveniente),

 

Io pur avendo tanti fumetti cartacei ho stoppato l'acquisto nei mercatini. La mia strategia per ora è stare in stand by, dato il poco tempo che ho, comprare solo inedito cartaceo e poi appena ho più tempo e ritrovate energie, valutare anche la digital classic per leggere lì le tante storie o pezzi di storie (molte storie escono su più albi, e alcuni mi mancano per cui ho storie spesso incomplete in libreria) senza dover riempire casa di stock di fumetti dai mercatini. Ci sto pensando anche io, mi frena il fatto che però amo leggere su carta e ho un po' la tendenza all'acquisto e al possesso di "cose" (in questo caso fumetti) pur senza sfociare nel collezionismo vero e proprio.

 

Hai già letto qualcosa di Tex? come ti stai trovando anche con i consigli ricevuti?

  • Thanks (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

  • 0

@slv396   Concordo con i pards che mi hanno preceduto sul consiglio di sfruttare l'abbonamento digitale (magari inizialmente mensile, poi vedi tu) per disporre immediatamente degli albi, che a quel punto ti consiglierei di leggere in ordine rigorosamente cronologico di edizione: quindi partendo dal nr. 1 gigante. Una volta giunto intorno al numero 10, puoi eventualmente affiancare la lettura parallela della recente collana "Tex Willer" partendo anche lì dal nr. 1. 

Perchè consiglio di partire dal numero 1 di Tex e proseguire in ordine di uscita? Perchè è quello che avrei tanto voluto fare quando ho iniziato a leggere Tex, a inizio anni '80: a quel tempo l'unico modo per recuperare gli arretrati erano i mercatini e perciò le storie si leggevano saltando qua e là, in base a ciò che di volta in volta recuperavi nelle bancarelle. Quando finalmente completai la raccolta, cominciai a rileggere tutte le storie a partire dal nr. 1 e posso assicurarti che seguire l'evoluzione del personaggio così come la sviluppò il suo creatore aumenta il coinvolgimento e l'emozione nella lettura. Questo almeno fino ad arrivare intorno al nr. 250, con cui si chiude a mio gusto l'era "classica" di Tex. Di lì in avanti le storie si possono leggere anche in ordine sparso, salvo ovviamente gli albi basati sui ritorni dei nemici (es. Mefisto), anch'essi da leggere preferibilmente nell'ordine di uscita.

Link to comment
Share on other sites

  • 0
<span style="color:red">17 ore fa</span>, PapeSatan dice:

Perchè è quello che avrei tanto voluto fare quando ho iniziato a leggere Tex, a inizio anni '80: a quel tempo l'unico modo per recuperare gli arretrati erano i mercatini e perciò le storie si leggevano saltando qua e là, in base a ciò che di volta in volta recuperavi nelle bancarelle. Quando finalmente completai la raccolta, cominciai a rileggere tutte le storie a partire dal nr. 1 e posso assicurarti che seguire l'evoluzione del personaggio così come la sviluppò il suo creatore aumenta il coinvolgimento e l'emozione nella lettura. Questo almeno fino ad arrivare intorno al nr. 250, con cui si chiude a mio gusto l'era "classica" di Tex. Di lì in avanti le storie si possono leggere anche in ordine sparso, salvo ovviamente gli albi basati sui ritorni dei nemici (es. Mefisto), anch'essi da leggere preferibilmente nell'ordine di uscita.

Io ho iniziato a leggere nel 2011 proprio saltando qui e lì con gli albi dei mercatini o dell'usato nelle librerie. Più volte mi sono trovato a leggere una storia a metà però il bello, anche se strano, era quello: la ricerca, la scoperta... Io andrei in ordine di pubblicazione per i primi 200 numeri e poi salterei alle storie maggiormente degne di nota, magari a pacchetti tematici (Montales, Mefisto/Yama ecc.) e in ordine di narrazione.

Link to comment
Share on other sites

  • 0
<span style="color:red">9 minuti fa</span>, JohnnyColt dice:

Io ho iniziato a leggere nel 2011 proprio saltando qui e lì con gli albi dei mercatini o dell'usato nelle librerie. Più volte mi sono trovato a leggere una storia a metà però il bello, anche se strano, era quello: la ricerca, la scoperta... 

Verissimo, era il bello: l'attesa, l'aspettativa, l'immaginare come poteva essere l'inizio o la fine della storia, l'impazienza o la speranza di poterla completare andando nei mercatini. Ma anche una necessità, non essendoci altra possibilità, e questo ci permetteva di accettare come naturale, ovvio, scontato il dover leggere un fumetto in modo "random". Ricordo sempre che tornavo a casa raggiante quando in una bancarella riuscivo a trovare una sequenza di numeri consecutivi o i numeri che mi permettevano di completare una storia che possedevo a metà. Emozioni che i ragazzi d'oggi hanno perso e che ti riempiono l'anima: come citofonare ai campanelli per convocare chi ti serviva a fare numero per una partita di pallone.

  • Like (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

  • 0

@PapeSatanCondivido, infatti molte storie ricordo in quali albi iniziano e finiscono proprio per la ricerca dell'inizio o della fine...

<span style="color:red">36 minuti fa</span>, PapeSatan dice:

Emozioni che i ragazzi d'oggi hanno perso e che ti riempiono l'anima: come citofonare ai campanelli per convocare chi ti serviva a fare numero per una partita di pallone.

Senza offesa ma questa frase non mi piace perchè il mondo cambia però non per forza debbono cambiare certe emozioni. Io sono un 98 ma ti ho dimostrato che il mood che hai avuto negli anni '80 era similare al mio... Non credo che "i giovani d'oggi" abbiano l'impossibilità di provare certe sensazioni per la semplice ragione che i giovani sono i giovani e quelle sensazioni le provano comunque. Io la penso cosi...

Link to comment
Share on other sites

  • 0
2 ore fa, JohnnyColt dice:

@PapeSatanCondivido, infatti molte storie ricordo in quali albi iniziano e finiscono proprio per la ricerca dell'inizio o della fine...

Senza offesa ma questa frase non mi piace perchè il mondo cambia però non per forza debbono cambiare certe emozioni. Io sono un 98 ma ti ho dimostrato che il mood che hai avuto negli anni '80 era similare al mio... Non credo che "i giovani d'oggi" abbiano l'impossibilità di provare certe sensazioni per la semplice ragione che i giovani sono i giovani e quelle sensazioni le provano comunque. Io la penso cosi...

Sostituisci ad "emozioni" la parola "gesti" e avrai il significato che volevo esprimere. Ben lungi da me affermare che i giovani d'oggi non provano emozioni. Ma sono i modi con cui le provano che sono, diciamo così, meno "romantici", almeno in quei gesti quotidiani che oggi, con la tecnologia, sono spariti. Vuoi mettere, da adolescente, andare con gli amici a vedere i film porno in videocassetta a casa dell'amico possessore dell'unico videoregistratore della comitiva (e soprattutto della casa vuota) rispetto ai giovani d'oggi che li hanno già pronti su Pornhub et similia, a qualunque ora, in qualunque posto, con scelta vastissima e pure classificati per genere? 😋

Edited by PapeSatan
Link to comment
Share on other sites

  • 0

grazie A TUTTI per le varie dritte e guide alla lettura!

 

Il 2/2/2023 at 11:33, LedZepp dice:

Però per quel che mi riguarda, leggere Tex su carta ha comunque un qualcosa in più

 

concordo, sono già abbastanza davanti a schermi vari per lavoro e quotidianità che almeno nella lettura cerco di starne lontano.


Ho quindi acquistato una decina di Tex mensile degli ultimi due anni; leggo quelli e vedo poi come "mi sento" - e in caso vi faccio sapere ;)

 

Il 10/2/2023 at 11:14, JohnnyColt dice:

Io andrei in ordine di pubblicazione per i primi 200 numeri

 

si trovano sullo shop del sito (ristampe o edizioni varie che siano)?

Link to comment
Share on other sites

  • 0
4 hours ago, slv396 said:

si trovano sullo shop del sito (ristampe o edizioni varie che siano)?

Negozi di fumetti usati vendono le ristampe anche a solo un euro l'una. Male che vada fai come me (ma io sono obbligato perche' vivo oltreoceano)e li comperi sul sito della migliore fumetteria italiana Alessandro Editore/Manicomix . Sono bravissimi ed affidabili.

Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.