Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

[741 BIS] L’eredità del Bandito


Recommended Posts

Dispiace leggere che c'è chi, per questioni di bilancio, rinuncia all'acquisto. Io ritengo che il fumetto sia tra i passatempi più economici che esistano, ma comunque, piuttosto che a un fumetto (che mi piace) rinuncio a qualcos'altro...  Chessò, vado  a lavorare in bici per una settimana, con quel che costa la benzina... :smile:

Link to comment
Share on other sites

  • Collaboratori
<span style="color:red">15 ore fa</span>, Diablero dice:

Io invece mi sa che lo lascio in edicola, anche se non sono sicuro che non cambierò idea (magari attendo che ci siano le recensioni nel forum)

 

Fino ai primi anni ottanta l'appuntamento in edicola era con il Tex mensile e poi il tre stelle per i rarissimi numeri che mancavano. Zagor arrivava in pochissime copie e bisognava essere svelti. Poi c'erano Mister No e Mark, copie che arrivavano su ordinazione. Erano serie che nella mia cerchia di amici non seguivamo. Quelli che li collezionavano erano conosciuti, uno aveva la serie di Mark (cioè tenta o quaranta numeri) un'altro la collezione di Lando. Per Ken Parker bisognava spostarsi, interessava praticamente solo gli adulti. Qualche numero arrivava così tra le nostre mani.  Insomma, l'appuntamento mensile era UNO, e che attesa! Niente internet, niente anteprime. A volte arrivavano pile di trenta o quaranta arretrati rigorosamente di Tex e si contavano i soldi per sapere quanti numeri e quali prendere tra quelli mancanti. C'erano anche le buste a sorpresa, riuscivamo lo stesso a capire cosa contenevano, erano più economiche e si risparmiava. C'era Zagor Raccolta. Poi sono arrivati in ordine Bella e Bronco, Gil, Martin Mystere e quindi Dylan Dog, Ma eravano già un po' più grandi e con più soldi in tasca. E nel 1985 la Tutto Tex e poi anche la Tutto Zagor.  Mi metto nei panni di un ragazzino di oggi. Beh la maggior parte ha più soldidi quanto ne vedessimo noi, ma come fanno a seguire tutte queste serie con più uscite speciali? Non è che la crisi e il calo di vendite è motivato anche da questa proliferazione di uscite?

  • Like (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">12 minuti fa</span>, virgin dice:

@KitWiller, non diamo pessime idee ad Airoldi, che è già bravissimo a farsele venire da solo. :D

Non è una pessima idea. Uno poi sceglie se acquistarlo o no. I sono per i 2 bis annuali e anche per i 2 texoni. Eliminando  ovviamente i color di brevi e pure i color di lunghe, dato che non ne ricordo un di potabile. 

Link to comment
Share on other sites

16 ore fa, Diablero dice:

pensano che questa cosa non cambi niente, e poi rimangono ogni volta stupiti di come, storicamente, queste manovre facciano crollare le vendite in maniera più che proporzionale (cioè, si è visto che se aumenti le uscite man mano, una volta superata la soglia di tollerabilità di troppi lettori, un aumento del 5% ti fa perdere il 10% delle vendite. Cioè non ti comprano nemmeno albi che ti avrebbero comprato senza quell'aumento). Non capiscono che quando lasci in edicola il primo albo, cambia tutto l'atteggiamento mentale.

 

Mi riallaccio alle ineccepibili analisi di Diablero e posso confermare che funziona esattamente così, per esperienza diretta (una MAREA di amici e conoscenti hanno abbandonato, ed erano texiani "duri e puri"!).

Il modo migliore per convincere un lettore che sta "lì lì" per mollare a compiere il passo fatidico, è quello di fargli balenare la giustificazione mentale di non essere più in grado, per motivi di costi o di spazio (...attenzione anche a questo fattore: ma avete idea di cosa comporti, in termini di stoccaggio, un anno di Tex nel 2022, rispetto a trent'anni fa?), a proseguire la collezione. 

Venuto meno l'automatismo del "che vuoi che sia, è un albo al mese", è un attimo (per l'appunto, il primo Tex lasciato lì) a far crollare il castello di carte: via il dente, via il dolore.

Quanto ai nuovi lettori.....ma chi potrà mai, in futuro, decidersi a collezionare un personaggio che si avvia - surrettiziamente, ma sostanzialmente - a divenire un settimanale? 

Per come la vedo io, esauritosi lo "zoccolo duro" (per ragioni non solo anagrafiche, ma anche legate al voler "tirar troppo la corda"), nessuno potrà più anche solo pensare di ricostruire una raccolta completa di Tex, oramai dispersa tra mille rivoli di molteplici edizioni che (cosa da non sottovalutare) si intrecciano l'una con l'altra per esigenze di continuity, inibendo ancor di più i velleitari "completisti".

Il tutto, tralasciando il fatto che il livello medio qualitativo delle storie non può che calare, all'aumentare della quantità. La cosa è matematica.

Edited by Tahzay
  • +1 4
Link to comment
Share on other sites

19 minuti fa, ymalpas dice:

? Non è che la crisi e il calo di vendite è motivato anche da questa proliferazione di uscite?

Semmai il contrario, no?  Calano le vendite, si aumenta l'offerta.

 

Ma non chiedere a me se ha senso. Non ho studiato economia.

Edited by borden
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">23 minuti fa</span>, Angelo1961 dice:

Dispiace leggere che c'è chi, per questioni di bilancio, rinuncia all'acquisto. Io ritengo che il fumetto sia tra i passatempi più economici che esistano, ma comunque, piuttosto che a un fumetto (che mi piace) rinuncio a qualcos'altro...  Chessò, vado  a lavorare in bici per una settimana, con quel che costa la benzina... :smile:

 

Beh, oddio....se pensi che una nota Tv in streaming ti offre un mese di visione (e centinaia di titoli), al prezzo di meno di due Tex inediti.....

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">34 minuti fa</span>, KitWiller dice:

Penso che l'uscita bis si caratterizzerà negli anni a venire per essere una storia:

1 One shot

2 classica e forse un po' nostalgica

3 estiva (a meno di temibili bis invernali:lol2:

 

Non diciamo troppo forte "storia estiva" perché ai vertici può venire in mente, davvero come dice @virgin, di far uscire qualcosa che a me ancora crea panico, ovvero il  ricordo di quando acquistavo il Maxi di Dylan Dog disegnato da Montanari & Grassani. Lunga vita a Freghieri :)

<span style="color:red">6 ore fa</span>, Testa di Vitello dice:

Adesso non è che tutto deve incidere sulla continuity...bello che ci sia, ma non deve diventare una palla al piede.

 

Beh ... non guasta.

<span style="color:red">24 minuti fa</span>, Angelo1961 dice:

Non è una pessima idea. Uno poi sceglie se acquistarlo o no. I sono per i 2 bis annuali e anche per i 2 texoni. Eliminando  ovviamente i color di brevi e pure i color di lunghe, dato che non ne ricordo un di potabile. 

 

A colori sono certamente validi i cartonati alla francese, a me sono piaciuti tutti anche se un pò meno gli ultimi due.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 ora fa</span>, borden dice:

 

Non ci sarà preponderanza di storie fantastiche solo perché abbiamo dedicato una lunga saga a Mefisto!!!  Perdonami, ma che ragionamenti mi fai?  E la Tigre nera non è certo fantastica. A meno che tu non decida che siano fantastcihe le puntate nizziane che l'hanno preceduta o storie come La Figlia di Satania.  Tex non è mai stato solo western, ma non diventerà fantascienza!

Ammetto di avere pochi ricordi riguardo la Tigre Nera, il mio era un discorso personale dovendo razionalizzare le mie finanze sono obbligato a fare delle scelte e queste mie scelte ricadono in base al soggetto e all'autore della sceneggiatura (ho un debole per un certo Boselli...). Non mi metto certo a discutere la storia di Tex, so benissimo che non è solo western ed è giusto che rimanga cosí. 

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">2 minuti fa</span>, borden dice:

Semmai il contrario, no?

 

C'eravamo arrivati tutti tranquillamente a questa conclusione, ma - con questi "numeri-bis" - si é oltrepassato un punto di non ritorno, perché per la prima volta l'operazione è divenuta smaccatamente, inequivocabilmente e senza alcun tipo di possibilità di replica commerciale, non essendo "teoricamente" giustificata da motivazioni artistiche, formato dell'albo, struttura delle storie, tipologia dei disegnatori coinvolti e così via.

Prevengo la scontata replica per la quale è ovvio che l'obiettivo di una casa editrice sia quello di vendere. Lo so (lo sappiamo) benissimo. Non è questo il punto. Il punto é quello di entrare a gamba tesa anche sull'ultimo baluardo della tradizione, vale a dire i 12 Tex mensili costa bianca, in edicola dal 1958 a partire dal giorno 7 del mese.

Link to comment
Share on other sites

"Prenderò solo il Tex di Boselli". 

Ho letto questa frase poco fa. Penso di essere anch'io orientato a prendere questa decisione. 

E penso proprio che questa decisione non mi farà nessun effetto. In fin dei conti ho smesso di fumare dopo 40.anni, posso smettere di prendere Tex dopo 60.:old:

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 ora fa</span>, SaWi dice:

Ammetto di avere pochi ricordi riguardo la Tigre Nera, il mio era un discorso personale dovendo razionalizzare le mie finanze sono obbligato a fare delle scelte e queste mie scelte ricadono in base al soggetto e all'autore della sceneggiatura (ho un debole per un certo Boselli...). Non mi metto certo a discutere la storia di Tex, so benissimo che non è solo western ed è giusto che rimanga cosí. 

 

 

Beh, le storie fantastiche le scriverò io... :P la più fantastica è quella del Monte Rainier, la Tigre non lo sarà. 

<span style="color:red">2 minuti fa</span>, Loriano Lorenzutti dice:

"Prenderò solo il Tex di Boselli". 

Ho letto questa frase poco fa. Penso di essere anch'io orientato a prendere questa decisione. 

E penso proprio che questa decisione non mi farà nessun effetto. In fin dei conti ho smesso di fumare dopo 40.anni, posso smettere di prendere Tex dopo 60.:old:

 

 

Allora spero che tu legga Tex Willer...

Link to comment
Share on other sites

7 minuti fa, borden dice:

 

 

Beh, le storie fantastiche le scriverò io... :P la più fantastica è quella del Monte Rainier, la Tigre non lo sarà. 

 

 

Allora spero che tu legga Tex Willer...

Certo che si, alle belle storie non rinuncio, prenderò probabilmente solo quelle scritte da te, tutto qua. 

Edited by Loriano Lorenzutti
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 ora fa</span>, Tahzay dice:

 

Beh, oddio....se pensi che una nota Tv in streaming ti offre un mese di visione (e centinaia di titoli), al prezzo di meno di due Tex inediti.....

Beh, ma non hai il tempo di vederli mica tutti. E tanta parte magari neppure ti interessa.   E i fumetti puoi rileggerli quando vuoi... :)

Link to comment
Share on other sites

Dico la mia. I Bis esistono da un po' di anni, per assurdo la collana che per prima ha ospitato questi numeri "fuori serie-nella serie" non prende parte a questa seconda ondata, probabilmente per vendite. Vedendo i nomi di chi scrive e chi disegna questi albi posso dire, almeno per Tex e Zagor, che lo staff è rimasto quello, anzi, in più noi abbiamo Freghieri, che di certo non dispiace! 

 

La storia dell'anno è stata gradevole, grazie soprattutto ai disegni di Dotti, ma abbiamo avuto la fortuna di avere ancora un buco narrativo: "Come è diventato agente indiano Tex?". Siccome i vuoti sono finiti e non bisogna esagerare con la continuity, ci dovremo accontentare di storie da almanacco. Già, quando annunciarono il secondo bis io lo etichettai come "almanacco senza redazionali", perchè in realtà quello è. Diciamo che le ultime storie dell'almanacco non avevano convinto proprio tutti, forse giusto l'ultima davvero gradevole

 

Ovviamente non ho lo letto la storia e non voglio essere catastrofico, ma se l'albo dovesse deludere io non me la prenderei nemmeno con Ruju! Se per le altre testate l'albo in più può o poteva essere gradevole nel caso del buon vecchio zio Martin, per Tex e Zagor una storia di 110 pagine (o 94, nel caso di Zagor) è deleteria. Quando gli autori hanno qualcosa da dire, come nei primi e vecchi almanacchi, che guarda caso avevano una forte componente storica, le storie sono molto belle e in certi casi spunta il gioiellino, ma dopo 100 mila e passa pagine, cosa potranno scrivere di interessante in 110 pagine senza poter attingere dalla storia con la s minuscola e maiuscola?!  
Spero di sbagliarmi. 

 

Un'ultima cosa: in una delle prime pagine del topic dedicato allo speciale mefistofelico postai un'immagine di Topolino, questo mese sono usciti ben quattro inediti texiana, lo stesso numero di albi del Topolino libretto. Solo che in quel caso gli autori che si occupano del settimanale sono molti di più, per non parlare dei disegnatori, redattori... 

A questo punto spero che si fermino con questa proliferazione di testate. L'ultimo speciale ne è l'esempio. 

Link to comment
Share on other sites

Parlo da ex-Texiano (ormai) perché anche a me tutta questa offerta continua non ha più senso per me.

L'uscita di un nuovo albo bis era logica e se fosse solo un albo mensile in più all'anno non sarebbe neanche male.

Ma ora il concetto di "speciale" ha perso di significato e vuol dire soltanto altri albi da accatastare a volte senza averli letti.

C'è stato un tempo in cui seguivo almeno una decina di testate al mese, ma non erano collezioni e alla fine mi resi conto

che era solo un modo per passare il tempo libero. Poi questo con gli anni è venuto meno, oppure ho trovato o meglio ho

dovuto trovare anche altri modi per trascorrerlo.

Una osservazione che comunque temo di aver già fatto: la collezione di Tex nel futuro sarà come nel passato:

gli albi mensili della collana gigante, senza nessun altro collaterale. (al massimo esisteranno collezioni di Texoni o di Maxi...)

Di questo potete star tranquilli.

Link to comment
Share on other sites

Rispondendo alla montagna di messaggi:

1 No all'abolizione completa dei color, al massimo abolire quello storie brevi

2 Lo streaming è completamente diverso: il contenuto non è tuo, bensì in abbonamento e non è neppure fisico (tex mantiene un suo valore anche una volta comprato e letto)

3 Penso che sia ancora possibile (anche grazie a Internet e mercatini) per un giovane, come me,  partire da zero e sperare di "costruire" una collezione completa in tutto speciali compresi.

P.S. Ritengo che la strategia giusta sia questa: non "perdere" nessun albo inedito che esce in edicola e contemporaneamente recuperare pian piano gli albi passati. 

Link to comment
Share on other sites

14 minuti fa, KitWiller dice:

Rispondendo alla montagna di messaggi:

1 No all'abolizione completa dei color, al massimo abolire quello storie brevi

2 Lo streaming è completamente diverso: il contenuto non è tuo, bensì in abbonamento e non è neppure fisico (tex mantiene un suo valore anche una volta comprato e letto)

3 Penso che sia ancora possibile (anche grazie a Internet e mercatini) per un giovane, come me,  partire da zero e sperare di "costruire" una collezione completa in tutto speciali compresi.

P.S. Ritengo che la strategia giusta sia questa: non "perdere" nessun albo inedito che esce in edicola e contemporaneamente recuperare pian piano gli albi passati. 

Assicurati di avere una stanza intera dedicata alla tua collezione: comprare tutto quello che esce e recuperare quello già uscito significa che quando avrai tutto sarà parecchia roba.

Edited by Dix Leroy
Link to comment
Share on other sites

Forse sarebbe il caso di creare uno spin-off di questa discussione sulle strategie editoriali, se ritenuta interessante, per non inquinare lo spazio relativo alla storia in oggetto....

Edited by Tahzay
Link to comment
Share on other sites

"rimedio" con quel poco che conosco fin qui (l'albo non ce l'ho): copertina con qualcosa di già visto (fondo bianco, posa simile a copertine anche recenti), e una nuova occasione per Freghieri per farsi conoscere e benvolere da chi legge solo Tex, anche se qua e là penso di aver già letto qualche altra sua storia di Martin Mystére. Encomiabile il fatto di aver saputo sincronizzare le uscite in modo che questo bis non spezzasse la storia in corso.

Non è facile.

Edited by Dix Leroy
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">14 ore fa</span>, KitWiller dice:

P.S. Ritengo che la strategia giusta sia questa: non "perdere" nessun albo inedito che esce in edicola e contemporaneamente recuperare pian piano gli albi passati. 

Penso sia quello che abbiamo fatto tutti noi. Non solo con Tex...

E se siamo ancora qui, significa che quella che suggerisci è propri la strategia giusta.

Link to comment
Share on other sites

Indubbiamente il numero BIS dell'anno scorso presentava un soggetto più accattivante per il lettore abituale, mentre effettivamente questa storia sembra più ordinaria, numero che esplica la funzione di acchiappare qualche lettore da ombrellone...alla fine lo prenderò, anche se non sento la necessità di altre storie di routine...magari poi l'albo ci stupirà in positivo, chi lo sa.

Dal mio punto di vista stare dietro a tutte le pubblicazioni diventa abbastanza impegnativo se non altro proprio per l'accumulo di albi da leggere. Non tutti i giorni ho la testa giusta per dedicarmi alla lettura in maniera attenta e concentrata, e a leggere forzatamente poi non mi godo le storie...per cui tra regolare, recupero arretrati, tex willer, speciali vari, qualche altra lettura, ecc. mi si accumula regolarmente un pò di roba. Chiaro che è molto soggettiva come cosa, magari qualcuno si spara albi uno via l'altro, comunque in generale un pò di selezione sulle uscite extra l'ho sempre fatta.

Link to comment
Share on other sites

Il 28/6/2022 at 15:49, Jeff_Weber dice:

 

Ecco ... forse l'unica possibile critica, senza aver letto la storia e sapendo già che i disegni saranno superbi, è perché farla uscire come bis?

 

Forse perché era stato deciso da chi ne ha il potere che anche questo luglio ci doveva essere un Bis e Freghieri era l'unico a disposizione al momento che era in grado di realizzare 110 pagine in meno di 6 mesi? A questo no0n avevi pensato, vero?

sena contare che Freghieri è anche un nome di richiamo il che non guasta.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">2 ore fa</span>, Carlo Monni dice:

 

Forse perché era stato deciso da chi ne ha il potere che anche questo luglio ci doveva essere un Bis e Freghieri era l'unico a disposizione al momento che era in grado di realizzare 110 pagine in meno di 6 mesi? A questo no0n avevi pensato, vero?

sena contare che Freghieri è anche un nome di richiamo il che non guasta.

 

Punti di vista e ... soprattutto non lo devi dire a me ^_^.

 

Ho scritto immediatamente di voler acquistare anche questo numero bis perché apprezzo tanto Freghieri, Ruju particolarmente nelle storie a carattere investigativo come questa e questa copertina di Villa che mi sembra molto evocativa.

 

Se hai letto l'opinione più generale, escludendo i completisti, proprio il far uscire questo numero come bis quasi giustifica la scelta di risparmiare denaro. Poi vi sono coloro che non amano particolarmente Ruju e perfino coloro a cui non piace Freghieri.

 

Fosse stata di Boselli come il primo bis e se avesse coperto vicende un pò meno note della continuity di Tex credo a priori che avrebbe venduto di più.

 

Io comunque ribadisco di acquistarlo con piacere ;)

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">22 ore fa</span>, Jeff_Weber dice:

e questa copertina di Villa che mi sembra molto evocativa.

 

Mah, io vedo un disegno di TEX fatto da Villa e nient'altro, si va be qualche roccia. Piuttosto mi dà l'impressione che Villa non ci sta più dietro a fare tutte le copertine.

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.