Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

[755] La cavalcata del destino


Recommended Posts

55 minuti fa, Grande Tex dice:

Ma dove sarebbe la mancanza di rispetto in un innocuo scherzo? Certo ragazzi che state diventando delle mammolette🙄

 

 

Questa è l'epoca della suscettibilità.

Le minoranze si offendono, i "generi" si offendono, gli studenti idem (figurarsi se Natalino Otto  potrebbe più cantare "la classe degli asini"), gli automobilisti no, quelli tirano fuori la pistola...

 

Ma che pensiate che si debbano offendere anche i "duri" dei fumetti!! Nei confronti dello scherzo di un amato "figlioccio", poi! La vostra forma mentis da Terzo aiutami a dire sfigato Millennio vi impedisce di vedere chiaramente l'assoluta falsità e insignificanza del grottesco, ridicolo problema...

Edited by borden
Link to comment
Share on other sites

Che poi la scena funziona anche da valvola di sfogo: me li ero immaginati tesi e pensierosi per la rivelazione appena ricevuta e gli sfottò erano un modo per rompere la tensione.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">6 ore fa</span>, Il sassaroli dice:

Sai chi mi è sempre sembrato in grado di scrivere qualsiasi cosa rimanendo fedele allo spirito del personaggio, che fosse un papero o uno spirito con la scure? Riccardo Secchi. 

 

 

 Bontà divina!

Link to comment
Share on other sites

:lol:

P.S.

Trovo geniale il suo tentativo di amalgamare l'universo Disney italiano con quello americano e il suo modo di risolvere la questione dei rapporti parentali tra Zio Paperone e Nonna Papera. 

E con questo mi candido al più folle off topic del mese :D

Numi!

Link to comment
Share on other sites

29 minutes ago, borden said:
7 hours ago, Il sassaroli said:

Sai chi mi è sempre sembrato in grado di scrivere qualsiasi cosa rimanendo fedele allo spirito del personaggio, che fosse un papero o uno spirito con la scure? Riccardo Secchi. 

 

 

 Bontà divina!

:lol:

Link to comment
Share on other sites

Si dà il caso che diverse reclute si siano tolte la vita durante la naja...

Adesso non se lo ricorda nessuno, la memoria difetta al popolo italiano, ma in alcunj anni quelle tragedie fecero scalpore.

Si vede che non erano rudi uomini...

  • +1 2
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">30 minuti fa</span>, Exit dice:

Si vede che non erano rudi uomini...

Succede e succedeva anche nel mondo del lavoro, della scuola, nel cortile sottocasa.

Il problema di questi casi limite (che esistono nessuno lo nega) è che il bullo riesce sempre a individuare la sua preda e nessuno si accorge e si prende la briga di dargli la lezione della vita. Certi "nonni" che giravano per le caserme andavano invece portati in un'isola deserta o meglio in un deserto (senza pistola e senza borraccia).

Le vittime invece andavano individuati molto prima (tipo alla visita militare) e impegnati anche loro in corsi di autostima e autodifesa.

Ma si sa, gli uomini devono fare esperienza sulla propria pelle.

  • Like (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">4 ore fa</span>, borden dice:

Questa è l'epoca della suscettibilità.

Le minoranze si offendono, i "generi" si offendono, gli studenti idem (figurarsi se Natalino Otto  potrebbe più cantare "la classe degli asini"), gli automobilisti no, quelli tirano fuori la pistola...

 

Ma che pensiate che si debbano offendere anche i "duri" dei fumetti!! Nei confronti dello scherzo di un amato "figlioccio", poi! La vostra forma mentis da Terzo aiutami a dire sfigato Millennio vi impedisce di vedere chiaramente l'assoluta falsità e insignificanza del grottesco, ridicolo problema...

Questa é un' idea che avevo anche io quando guardavo quello che succedeva in America. Ma se allarghi lo sguardo all Italia ti rendi conto che il problema é che qui tutti se ne fregano di offendere qualcuno( ed é per questo che la discussione é paradossale: in un paese dove sui giornali si disegnamo anche vignette offensive verso neri,gay,femministe ecc voive la prendete per una vignetta dove non ci sarebbe niente di offensivo neanche nella vita vera?)

<span style="color:red">3 ore fa</span>, Exit dice:

Si dà il caso che diverse reclute si siano tolte la vita durante la naja...

Adesso non se lo ricorda nessuno, la memoria difetta al popolo italiano, ma in alcunj anni quelle tragedie fecero scalpore.

Si vede che non erano rudi uomini...

Una tragedia sicuramente da non sottovalutare.E proprio per questo credo sia ridicolo paragonarlo a uno scherzo fra persone che si conoscono da una vita

 

<span style="color:red">2 ore fa</span>, Dix Leroy dice:

nessuno si accorge

o più spesso si accorge e non gliene importa

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">3 ore fa</span>, Exit dice:

Si dà il caso che diverse reclute si siano tolte la vita durante la naja...

Adesso non se lo ricorda nessuno, la memoria difetta al popolo italiano, ma in alcunj anni quelle tragedie fecero scalpore.

Si vede che non erano rudi uomini...

 

 

 

Eccheppalle, hai da dire anche su questo. 

 

Ci sono anche un paio di liceali che si sono  buttati giù dalle finestre delle scuole. E allora? Chiudiamole, 'ste scuole!

 

 

Link to comment
Share on other sites

Si è passati a parlare del servizio militare e dell'educazione dei giovani, mi pare un po' off-topic, torniamo a parlare della storia e del Canone. E vediamolo il Sacro Canone (e non sono ironico, vorrei davvero che tutti gli autori di Tex a seguire lo considerassero Sacro, e invece non l'ha fatto proprio nessuno...), cioè, cosa troviamo nelle storie di GL Bonelli.

 

Nel caso di Kit Willer e Kit Carson c'è un problema a seguire il Sacro Canone: Kit Willer è stato fatto "invecchiare" di qualche anno da quei tempi, quindi sarebbe anche normale che avesse cambiato il comportamento con Carson (e viceversa), ma visto che a difesa della scena è stato citato proprio GL Bonelli...

 

...io ho proprio, per una fortunata coincidenza, sottolineato una scena in cui Kit "manca di rispetto" a Carson in una vecchia storia di GL Bonelli, "L'oro del Colorado" (Tex 201-202) in questo post:

 

La parte importante di quel post, ai fini di questa discussione, è il commento al diverso comportamento di Carson a pagina 67 del 201 e nelle pagine 71-74:

On 4/19/2020 at 5:41 AM, Diablero said:

Guardate anche solo le espressioni a pagina 67. È ovvio che sta facendo finta, e Tex lo sa benissimo.

 

"vuoi un fazzoletto per piangerci dentro?"

"tienilo pure, Caino, Ti servirà per nascondervi vergogna e rimorsi, quando mi avrai visto sparire per sempre fra le rapide del Colorado!"

"Il che non potrà accadere, Fratello."

"E perché mai?"

"Hai dimenticato di avermi raccontato che una vecchia zingara ti ha predetto che saresti morto di vecchiaia?"

"Ma quella bruja non immaginava che amici infidi mi avrebbero trascinato in un guaio del genere!"

 

Questo non è un dialogo fra una persona davvero spaventata e qualcuno che cerchi di rassicurarlo. Se Carson fosse davvero spaventato non ci farebbe battute sopra. Fa la commedia, fa il pessimista per prendere in giro Tex e Tex a sua volta prende in giro lui, ma nota che nessuno dei due ha il minimo dubbio che Carson si possa davvero tirare indietro.

 

Notare che Carson è DAVVERO preoccupato, qualche pagina dopo, quando si trovano con più calma davanti ad un caffè, e discute più seriamente con Tex sull'opportunità di seguire quella strada, ma all'insinuazione di Kit si arrabbia subito.  Cosa noto?

1) Che Carson si becca le battute di Tex tutto il giorno senza fare una piega, anzi ribatte colpo su colpo. Sono due vecchi amici di tante battaglie che ne hanno viste tante insieme, sempre sfottendosi a vicenda. Ma quando lo fa Kit... Carson reagisce diversamente. Kit è ancora un ragazzino, che cerca di imitare suo padre, anche negli sfottò a Carson. Ma lui non è Tex, e Carson non accetta da lui le battute che accetta da Tex.

Sono piccoli dettagli, che sfuggono magari ad una prima lettura, che fanno capire quanto fossero "veri" questi personaggi per GLBonelli, e come li conoscesse come il palmo delle sue mani

 

Questo è solo un esempio. Non sono sicuro che sia così in tutte le storie. E Boselli potrebbe benissimo dire che, dopo 700 numeri, ormai Carson ha con Kit Willer la stessa familiarità che ha con Tex e ne accetta gli scherzi. (ma in quel caso Kit come Tex dovrebbe essersi abituato a Carson che russa...)

 

Oppure potrebbe dire che ancora adesso, Carson NON accetta gli scherzi da Kit come li accetta da Tex, e per quello se l'è presa a male ed è andato a dormire in poltrona.

 

Quello che non può dire, visto questo esempio, è che nelle storie di GL Bonelli "normalmente" Carson subisca i rudi scherzi di Kit come commilitoni in una caserma: Tex e Carson sono sì persone che ne hanno viste mille insieme per anni, e che si prendono tranquillamente in giro l'un l'altro. Ma all'epoca Kit era ancora un ragazzino, e Carson lo considerava un ragazzo (o un "ragazzaccio"...)

 

Inoltre, la sua replica al mio post in cui dice che

14 hours ago, borden said:

Farli vedere tormentati e piagnucolosi, con Kit che chiede a Tex della mamma

È un classico "uomo di paglia", una maniera di rispondere buttandola in caciara: nessuno ha chiesto che Tex e kit piagnucolassero: semplicemente che non si divertissero a fare battute buffe cinque pagine dopo che Tex scopre che Higgins è vivo.

 

D'altronde, anche lì abbiamo un esempio: nel "giuramento", nelle cinque pagine successive alla scoperta che Brennan è vivo, quante battute fa Tex?

 

Ma ha perfettamente ragione sul fatto che, almeno per me, questa storia ha tali e tali problemi che lo stivale lanciato non entra nemmeno fra i primi, e infatti non l'avevo manco citato. Visto che TUTTO l'impianto è tanto "Nizziano" da farmi pensare davvero ad un caso di possessione demoniaca, ci stava benissimo lo stivale nel contesto: è perfettamente Nizziano (e infatti era già successo in una storia di Nizzi...)

Edited by Diablero
Link to comment
Share on other sites

Però, ragazzi, è da DECENNI che Carson si becca le bonarie insolenze di Kit. Sono innumerevoli le volte in cui il figlioccio rivolge commenti "irriguardosi" nei confronti dello zio, che si lamenta, sempre scherzosamente, dell'insolenza dei giovani e del sentimento del rispetto che difetta alle nuove generazioni.

 

Ma quale rispetto volete che possa provare Kit nei confronti di Carson, dopo millemila avventure passate insieme? Sono due amici, e come tali si comportano. L'inedito qui sta nel fatto che, per una volta, dormono insieme Kit e Carson, quando di solito Carson nelle stanze d'albergo dorme con Tex (nelle notti nella prateria magari i suoni si disperdono nel vento); ed ecco che Kit fa ciò che altre volte ha fatto Tex, in un siparietto che, santoddio, non contraddice alcun canone ma è messo lì quale intermezzo simpatico che vuole destare nel lettore il sorriso, e secondo me, se smettiamo i panni di una seriosità veramente eccessiva, ci riesce pure. 

 

Siparietto nizziano? Ma ben vengano, Nizzi era un maestro in queste cose; come al solito, per Diablero "Nizziano" vuol dire automaticamente "antitexiano", "sciatto", "irriguardoso del canone", ecc. ecc. Dimentica però che Nizzi ha scritto per trent'anni, ed è chiaro che se una scena è apparsa ne La Tigre Nera (ma anche ne La Congiura c'è una scena simile, anche se non si arriva al lancio dello stivale), molti di noi la considerano perfettamente nel solco della tradizione. Molti tranne coloro, come Diablero, che vorrebbero cancellare decenni di storia texiana, a suo dire turpi e non salvabili.

 

A suo dire, appunto. Ma non è così per tutti. C'è chi non si scandalizza al lancio di uno stivale del figlioccio verso lo zio, ma si fa una franca risata. Ma come? Hanno appena appreso che Higgins è vivo, ma insomma, che scandalo! Higgins è vivo: embé? I nostri avranno anche i loro mille pensieri che turbinano nella loro testa, ma una risata liberatoria quante volte la si è vista anche in cupi funerali? E non poteva starci un siparietto del genere in un contesto simile? Dai.

  • Thanks (+1) 2
  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">17 minuti fa</span>, Leo dice:

Però, ragazzi, è da DECENNI che Carson si becca le bonarie insolenze di Kit. Sono innumerevoli le volte in cui il figlioccio rivolge commenti "irriguardosi" nei confronti dello zio, che si lamenta, sempre scherzosamente, dell'insolenza dei giovani e del sentimento del rispetto che difetta alle nuove generazioni.

 

Ma quale rispetto volete che possa provare Kit nei confronti di Carson, dopo millemila avventure passate insieme? Sono due amici, e come tali si comportano. L'inedito qui sta nel fatto che, per una volta, dormono insieme Kit e Carson, quando di solito Carson nelle stanze d'albergo dorme con Tex (nelle notti nella prateria magari i suoni si disperdono nel vento); ed ecco che Kit fa ciò che altre volte ha fatto Tex, in un siparietto che, santoddio, non contraddice alcun canone ma è messo lì quale intermezzo simpatico che vuole destare nel lettore il sorriso, e secondo me, se smettiamo i panni di una seriosità veramente eccessiva, ci riesce pure. 

 

Siparietto nizziano? Ma ben vengano, Nizzi era un maestro in queste cose; come al solito, per Diablero "Nizziano" vuol dire automaticamente "antitexiano", "sciatto", "irriguardoso del canone", ecc. ecc. Dimentica però che Nizzi ha scritto per trent'anni, ed è chiaro che se una scena è apparsa ne La Tigre Nera (ma anche ne La Congiura c'è una scena simile, anche se non si arriva al lancio dello stivale), molti di noi la considerano perfettamente nel solco della tradizione. Molti tranne coloro, come Diablero, che vorrebbero cancellare decenni di storia texiana, a suo dire turpi e non salvabili.

 

A suo dire, appunto. Ma non è così per tutti. C'è chi non si scandalizza al lancio di uno stivale del figlioccio verso lo zio, ma si fa una franca risata. Ma come? Hanno appena appreso che Higgins è vivo, ma insomma, che scandalo! Higgins è vivo: embé? I nostri avranno anche i loro mille pensieri che turbinano nella loro testa, ma una risata liberatoria quante volte la si è vista anche in cupi funerali? E non poteva starci un siparietto del genere in un contesto simile? Dai.

👏👏👏👏👏

Link to comment
Share on other sites

23 minutes ago, Leo said:

A suo dire, appunto. Ma non è così per tutti. C'è chi non si scandalizza al lancio di uno stivale del figlioccio verso lo zio, ma si fa una franca risata. Ma come? Hanno appena appreso che Higgins è vivo, ma insomma, che scandalo! Higgins è vivo: embé?

Eddai, cosa sarà mai, la vendetta fallita, il giuramento tradito... facciamoci due spaghi nella terra dei cachi piatti di patatine, và, che passa tutto!

 

E in effetti, è questa l'essenza del Tex "nizziano": nulla è preso sul serio, nulla è più importante del far ridere (di solito, alle spalle di Tex).

Edited by Diablero
  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">2 minuti fa</span>, Diablero dice:

Eddai, cosa sarà mai, la vendetta fallita, il giuramento tradito... facciamoci due spaghi nella terra dei cachi piatti di patatine, và, che passa tutto!

 

E in effetti, è questa l'essenza del Tex "nizziano": nulla è preso sul serio, nulla è più importante del far ridere (di solito, alle spalle di Tex).

 

Ma è solo un intermezzo di due paginette, non il leitmotiv della storia. 

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

Il 20/10/2023 at 09:45, borden dice:

Ho detto sopra come la penso. Questo fa il paio con la pacca nel sedere di Carson a Mamie. Nel West erano normali e accettabilissime certe cose e lo erano anche da noi solo un paio di generazioni fa. La mentalità woke da millennial è ANATEMA per il western o per Mickey Spillane... :rolleyes:

 

 

 

Siamo in un mondo dove un dittatore bombarda un'altra nazione, una setta integralista sgozza bambini... e trovano chi li difende! E costoro sono le stesse persone anime belle (che evidentemente non sono mai passate vicino a una caserma)  che sono suscettibili a un bacetto rubato, una pacca sul sedere, la parola negro (che in spagnolo non si può eliminare!!) e altre pinzillacchere del genere. Volete anche Kit e Carson senza le palle? Tranquilli, li avrete... la mia pensione è vicina.:P

Il "politicamente corretto" ci sta rovinando: non è più un segno di rispetto nei confronti di alcuni; è diventato soltanto un modo per mettersi a posto la coscienza senza impegnarsi realmente... c'è gente che è convinta che la maggior parte dei migranti siano dei delinquenti, però si sente a posto perchè non li chiama "negri" ma "persone di colore"; e lo stesso per tante altre situazioni

<span style="color:red">22 ore fa</span>, Otami dice:

La grandezza di Boselli non si discute, per una volta lo dico in senso assoluto.

Questo non vuol dire che io sia sempre d'accordo con lui. Un conto è dare una pacca nel sedere a Mamie, un altro vedere un ragazzotto che non ha ancora dimostrato niente o quasi fare lo strafottente con una leggenda come Carson, a me irrita proprio (per quanto mi possa irritare leggendo un fumetto). 

A me sembrano dei semplici rapporti camerateschi fra pard che hanno spessissimo rischiato la vita e che si sono sempre aiutati e spalleggiati, che hanno combattuto banditi, indiani ed anche esseri soprannaturali; il contesto è quello di un'epoca violenta, dove si sparava per un nonnulla e dove, è già stato ricordato, Kit (Willer) bambino colpiva con una freccia il cappello di Carson rischiando, in realtà, di ferirlo seriamente... uno stivale tirato addosso (fra l'altro, non sappiamo nemmeno con quanta forza) non è niente di che... e poi, non è detto che Carson sia stato "cacciato via" a dormire sulla poltrona, magari è andato via lui, scocciato di essere sempre preso in giro per il suo russare...

<span style="color:red">21 ore fa</span>, Carson dice:

Tex ha spesso minacciato di tirare uno stivale a Carson che russava, ma non ricordo che lo abbia mai fatto. Forse ricordo male? dimmi tu quando sarebbe successo. Poi Tex è Tex ed il figlio mi pare una cosa diversa.  In quanto a Kit che faceva il "monello" mi pare diverso tirare al cappello e far esplodere una cassetta di munizioni (per dire al padre che le aveva già consumate tutte, come lui voleva :) )...lì dov'è la mancanza di rispetto? quello sono piccole bravate di un ragazzetto...da adulto Tirare uno stivale a Kit Carson e costringerlo a dormire su una poltrona (nemmeno Tex aveva fatto una cosa simile) questo sì è mancanza di rispetto da parte di un ragazzo che dovrebbe avere una specie di venerazione per Carson (il Kit Willer "originale" intendo). Rimango decisamente della mia opinione: una gag di Boselli che proprio non ci stava. Io la vedo come uno stravolgimento del personaggio. Cos'è diventato Kit Willer? Boh!? E Tex che ride e dice "io oramai ci sono abituato" e Kit "ma io no" e tira uno stivale a Carson che si sveglia di soprassalto....e alla pagina dopo Carson si sveglia dopo aver passato la notte su una poltrona...va bene una roba del genere? Sarei io poi a dover dire che Tex leggo? Io ho letto il Tex di GLB prima e poi tutto l resto...un "resto" che non mi è sempre piaciuto e quando non mi piace lo dico.

A volte ho l'impressione che molti non conoscano cosa sia il "cameratismo"; Tex e i suoi pard hanno rischiato la vita insieme, supportandosi e difendendosi a vicenda in un'epoca in cui la violenza era all'ordine del giorno, hanno vissuto di tutto insieme, ci sta che il loro rapporto non sia così "dolce e gentile", non è che questo incida sulla "venerazione" che Kit dovrebbe avere per Carson; e comunque, come fai a dire che Carson è stato "costretto" (da Kit) a dormire su una poltrona? per come la leggo io Carson, stufo di essere svegliato e "rimproverato" per il suo russare, ha preferito andare a dormire altrove...

Aggiungo che tirare al cappello è una ragazzata ma tirare al cappello CON UNA FRECCIA, non lo è (e non mi pare che la cosa abbia avuto chissà quali conseguenze, ed anche far esplodere una cassetta di munizioni non mi sembra una ragazzata e Tex, alla fine, ha apprezzato la "trovata" di suo figlio e lo ha portato con se...

I rapporti, nel west erano così, non puoi leggerli con la coscienza odierna...

Cos'è diventato Kit Willer, chiedi? semplicemente un uomo del vecchio west.

<span style="color:red">18 ore fa</span>, Piombo Caldo dice:

Purtroppo in quella scena non cè niente da ridere, .

Per me si, è un piccolo siparietto (fra l'altro, perfettamente in linea con la tradizione) che contribuisce ad alleggerire un pò la narrazione, niente di che, a mio giudizio

Link to comment
Share on other sites

Comunque essendo una storia celebrativa (nelle intenzioni), disegnata magnificamente da Villa e tra le più ricche di polemiche a mia memoria (forse solo Fuga da Anderville la batte) ho deciso di comprare anche l'edizione cartonata.. 😄😄😄

Link to comment
Share on other sites

Tutti hanno detto la loro sulla insolenza o goliardia (dipende dai punti di vista) di Kit Willer verso Carson e anch'io non voglio esimermi dal commentare la circostanza.

Lo stivale tirato a Carson è per me profondamente sbagliato non per il gesto in sè, che in un altro contesto ci poteva stare, ma perchè assurge a emblema di uno stato d'animo collettivo dei pard leggero, scherzoso, rilassato, che non si può assolutamente accettare nell'immediatezza della ferale notizia: l'assassino materiale della moglie di Tex e della madre di Kit è ancora vivo e ha già nuovamente ucciso centinaia di cherokee con la stessa ignobile tecnica!

Cosa fanno i nostri dopo aver appreso la notizia? Cenano tranquillamente discutendo di ferrovie, poi vanno a letto pretendendo di dormire quando chiunque di noi (e i pard stessi) può dire, in vita sua, di non essere riuscito a prendere sonno per molto meno.

Non un impeto di sorpresa o rabbia all'apprendere la notizia, ma si sghignazza allegramente (Tex) sulle battute di Tiger e Kit Willer su Carson che fa più rumore delle rapide di un fiume su cui è in funzione una segheria, si tirano stivali (Kit) al vecchio reprobo e lo si manda a dormire sul trespolo (mi ha ricordato la scena comica di un film di Franco e Ciccio dove Franco viene sfrattato dal letto e costretto a dormire sopra la mensola sovrastante un punchingball, che lo sveglia allorquando l'aitante "sfrattatore" al risveglio sferra un pugno al punchingball; appunto, Franco e Ciccio, non Tex e Carson).

Ecco, non è lo stivale in sè ma tutta la costruzione senza pathos che mi ha disturbato. Un errore di sceneggiatura non invalidante come l'aver lasciato in vita Higgins, ma comunque decisamente inappropriato.

 

Edited by PapeSatan
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">11 ore fa</span>, Diablero dice:

Si è passati a parlare del servizio militare e dell'educazione dei giovani, mi pare un po' off-topic, torniamo a parlare della storia e del Canone. E vediamolo il Sacro Canone (e non sono ironico, vorrei davvero che tutti gli autori di Tex a seguire lo considerassero Sacro, e invece non l'ha fatto proprio nessuno...), cioè, cosa troviamo nelle storie di GL Bonelli.

 

Nel caso di Kit Willer e Kit Carson c'è un problema a seguire il Sacro Canone: Kit Willer è stato fatto "invecchiare" di qualche anno da quei tempi, quindi sarebbe anche normale che avesse cambiato il comportamento con Carson (e viceversa), ma visto che a difesa della scena è stato citato proprio GL Bonelli...

 

...io ho proprio, per una fortunata coincidenza, sottolineato una scena in cui Kit "manca di rispetto" a Carson in una vecchia storia di GL Bonelli, "L'oro del Colorado" (Tex 201-202) in questo post:

 

La parte importante di quel post, ai fini di questa discussione, è il commento al diverso comportamento di Carson a pagina 67 del 201 e nelle pagine 71-74:

 

Questo è solo un esempio. Non sono sicuro che sia così in tutte le storie. E Boselli potrebbe benissimo dire che, dopo 700 numeri, ormai Carson ha con Kit Willer la stessa familiarità che ha con Tex e ne accetta gli scherzi. (ma in quel caso Kit come Tex dovrebbe essersi abituato a Carson che russa...)

 

Oppure potrebbe dire che ancora adesso, Carson NON accetta gli scherzi da Kit come li accetta da Tex, e per quello se l'è presa a male ed è andato a dormire in poltrona.

 

Quello che non può dire, visto questo esempio, è che nelle storie di GL Bonelli "normalmente" Carson subisca i rudi scherzi di Kit come commilitoni in una caserma: Tex e Carson sono sì persone che ne hanno viste mille insieme per anni, e che si prendono tranquillamente in giro l'un l'altro. Ma all'epoca Kit era ancora un ragazzino, e Carson lo considerava un ragazzo (o un "ragazzaccio"...)

 

Inoltre, la sua replica al mio post in cui dice che

È un classico "uomo di paglia", una maniera di rispondere buttandola in caciara: nessuno ha chiesto che Tex e kit piagnucolassero: semplicemente che non si divertissero a fare battute buffe cinque pagine dopo che Tex scopre che Higgins è vivo.

 

D'altronde, anche lì abbiamo un esempio: nel "giuramento", nelle cinque pagine successive alla scoperta che Brennan è vivo, quante battute fa Tex?

 

Ma ha perfettamente ragione sul fatto che, almeno per me, questa storia ha tali e tali problemi che lo stivale lanciato non entra nemmeno fra i primi, e infatti non l'avevo manco citato. Visto che TUTTO l'impianto è tanto "Nizziano" da farmi pensare davvero ad un caso di possessione demoniaca, ci stava benissimo lo stivale nel contesto: è perfettamente Nizziano (e infatti era già successo in una storia di Nizzi...)

Sacro Canone? Ma stiamo parlando di letteratura o di religione?

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">2 ore fa</span>, Diablorojo82 dice:

Comunque essendo una storia celebrativa (nelle intenzioni), disegnata magnificamente da Villa e tra le più ricche di polemiche a mia memoria (forse solo Fuga da Anderville la batte) ho deciso di comprare anche l'edizione cartonata.. 😄😄😄

LA-STORIA-CHE-NON-SI-PUO'-NOMINARE!!
RISCHI DI LACERARE IL TESSUTO SPAZIOTEMPORALE PER IL RITORNO DEGLI ANTICHI!

L'ULTIMA VOLTA CTULHU HA LASCIATO TUTTO SOTTOSOPRA, CI SONO VOLUTI EONI PER RATTOPPARE IL DANNO!!

 

:wub:

  • Haha (0) 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">8 minuti fa</span>, gilas2 dice:

LA-STORIA-CHE-NON-SI-PUO'-NOMINARE!!
RISCHI DI LACERARE IL TESSUTO SPAZIOTEMPORALE PER IL RITORNO DEGLI ANTICHI!

L'ULTIMA VOLTA CTULHU HA LASCIATO TUTTO SOTTOSOPRA, CI SONO VOLUTI EONI PER RATTOPPARE IL DANNO!!

 

:wub:

Che coincidenza...Sto leggendo Lovecraft

Link to comment
Share on other sites

Il 20/10/2023 at 17:01, borden dice:

 

 

La pensiamo diversamente. Carson non è un vecchio trombone che se la prende. Ripeto, sembra che nessuno di voi abbia fatto la naja. Non capite il greve humour degli uomini veri ...:laugh::lol2:

Venendo dietro alle tue argomentazioni...a mio parere non si dimostra di avere le palle tirando uno stivale a Kit Carson...Ho fatto la naja ed uno scherzo è uno scherzo quando lo è...se poi costringi Carson a passare la notte su una poltrona...ti pare uno scherzo? Se fosse finita con lo stivale ed una risata di Carson FORSE sarebbe stato uno scherzo (comunque non da Kit Willer) ma non così. A volte si sbaglia e credo che tu in questo caso abbia sbagliato...ammetterlo qualche volta invece di arrampicarsi sugli specchi? Con immutata stima.;)

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 ora fa</span>, Carson dice:

se poi costringi Carson a passare la notte su una poltrona...ti pare uno scherzo? 

Ma vi pare che uno come Carson, abituato da una vita a dormire in mezzo alla prateria, si faccia problemi per dormire una notte su una poltrona? ma perchè dovete trattarlo come un vecchio rincog*ionito??

 

Link to comment
Share on other sites

39 minuti fa, gilas2 dice:

 

39 minuti fa, gilas2 dice:

Ma vi pare che uno come Carson, abituato da una vita a dormire in mezzo alla prateria, si faccia problemi per dormire una notte su una poltrona? ma perchè dovete trattarlo come un vecchio rincog*ionito??

 

Comunque anch'io purtroppo russo, e non me ne metto quando i miei figli o gli amici mi massacrano per il fastidio, se avessi non dico la poltrona, ma un divanetto ci andrei volentieri, per fortuna a casa russa anche la moglie:D

Mi sembra comunque un po' esagerata la reazione a questo episodio, potrebbe essere anche che la reazione di Kit sia dovuta all'animo in subbuglio per la notizia appresa e che Carson da saggio qual'è abbia sorvolato preferendo appatarsi. 

Edited by marco6691
Link to comment
Share on other sites

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.