Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

Sondaggio su Tex (4)


ymalpas
 Share

Il nuovo sondaggione promosso dal forum per l'autunno 2023  

53 members have voted

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Please sign in or register to vote in this poll.

Recommended Posts

19 minutes ago, marco6691 said:

Facendola breve credo che ne vendano meno, però non so che accordi abbiamo con la distribuzione, da quel che ho capito mi risulta che non ci siano più i resi dal distributore all'editore,  e quindi alla Bonelli non interessa quanti albi vengano venduti effettivamente, ma quanti ne deve fornire mensilmente al distributore, in pratica se la tiratura è di 150000 copie  i venduti i realtà sono un po' meno, i resi vengono portati al macero, ma magari sono informato male e non è cosí per gli albi speciali.

Le rese ci sono ancora. Semplicemente... non vengono più rese!  :laugh:

 

L'edicolante ha ancora il materiale praticamente "in conto vendita", paga solo quello che vende. E l'editore deve lo stesso pagare il distributore SIA per la distribuzione dei venduti SIA per la restituzione degli albi resi (sì, le rese non sono solo un mancato guadagno, sono anche un costo, oltre ovviamente a quello di stampa)

 

Semplicemente, una volta gli editori pagavano per farsi restituire gli albi ridati indietro in resa perchè ci facevano altre cose (vendita arretrati, raccolte, buste, etc.) e rientravano un po' delle spese, oggi invece non pagano più per averli indietro e li mandano al macero, gli conviene piuttosto che sobbarcarsi tutto il lavoro. Quindi non si fanno più buste e raccolte e gli arretrati sono una (molto) piccola parte della tiratura che non viene nemmeno distribuita ma che l'editore tiene da parte.

 

(questo per le edicole, eh, per fumetterie la cosa cambia perchè le rese non ci sono e per le librerie ci sono ma lì credo - non sono sicuro - che ancora le mandino indietro all'editore)

 

 

 

P.S.: mi viene sempre in mente un collezionista maniacale che ho conosciuto molti anni fa che non comprava nemmeno gli albi in edicola, li ordinava come arretrati dall'editore perchè così era convinto che non avessero toccato altre mani fra l'editore e lui.  La faccia che fece quando gli spiegai che le copie che comprava erano state già distribuite in edicola, scartate dagli acquirenti, rimandate indietro - quindi si erano fatte il giro dal distributore due volte - e solo allora diventavano arretrati da vendere...  :lol::laughing:

 

(Oggi avrebbe ragione nel credere che si tratta di copie non distribuite, ma non glielo consiglierei lo stesso, molto meglio prenderli la copia in edicola scegliendola che affidarsi ad un magazziniere frettoloso che se ne frega e al postino...)

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">9 ore fa</span>, Letizia dice:

La fai facile.

Deve implementare un campo nel database (0=base, 1=bis, 2=ter... 255=#*#$*#) e modificare tutti i programmi e le query.

Un lavoro (aggratise).

Non è più semplice prendere il bis e stiparlo sullo scaffale come faccio io? :D

<span style="color:red">9 ore fa</span>, Diablero dice:

Paragone fuorviante.

Paragone per nulla fuorviante, perchè nell'ordine sequenziale delle linee sull'orario stampato ATM (e sulle paline delle fermate) il 52 barrato sta volutamente tra il 52 e il 53. Altrimenti l'ATM avrebbe potuto tranquillamente chiamarlo "A" o "F" o "linea rossa", cosa che evidentemente non ha fatto perchè l'avrebbe connotata come linea fuori "serie regolare", cosa che appunto non è.

Hai detto giustamente che se devi andare in via Marconi non ti interessa sapere perchè hanno dato quel numero a quell'autobus, ma ti basta sapere che c'è e qual è per prenderlo. Idem per il bis: cosa importa se si chiama "753 bis" o "754"?

Il motivo del "bis" è semplicemente perchè è una doppia uscita nello stesso mese, che può ricadere frapposta all'interno di una sequenza di albi che compongono un'unica storia, spezzandola. Ma se quel bis avesse potuto uscire in coda a quella sequenza senza spezzarla avrebbe avuto il normale numero progressivo senza "bis" e tu non te ne saresti accorto e l'avresti comprato.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">16 minuti fa</span>, PapeSatan dice:

Non è più semplice prendere il bis e stiparlo sullo scaffale come faccio io? :D

:lol2:

Io avrei preferito che la numerazione fosse consecutiva e basta, in un mese stabilito escono due numeri, un po' come la tredicesima, per noi collezionisti tutto più semplice.

Link to comment
Share on other sites

55 minutes ago, PapeSatan said:

Ma se quel bis avesse potuto uscire in coda a quella sequenza senza spezzarla avrebbe avuto il normale numero progressivo senza "bis" e tu non te ne saresti accorto e l'avresti comprato.

Scusa, ma... davvero non te ne accorgi se un albo è realizzato da Ruju e Del Vecchio (il 753) o da Zamberletti e Scascitelli (753Bis)? :rolleyes:

 

Se non vedi la differenza... parla per te! Io la vedo e come!  :laugh:

 

Il paragone con l'autobus non ha senso, ma non hai capito nemmeno il senso del perchè dico che non ha senso: il "barrato" in un autobus indica UNA CORSA SIMILE, FATTA SPESSO DALLO STESSO AUTOBUS. Se è "barrato" magari si ferma prima o ha una variazione a fine percorso, ma per il resto è la stessa corsa.

 

L'equivalente fumettistico è avere lo stesso identico albo, uguale uguale, ma con un finale diverso. Questo sarebbe il "753 barrato" che dici. Una versione alternativa dello stesso albo. Ed esistono: le variant cover cosa sono?

 

Portare nell'ambito "autobus" i bis significa invece prendere un autobus vecchio e scassato, che arranca faticosamente traballando verso un paesino di campagna, con il numero "86" e dire che è la stessa cosa del modernissimo numero 8 che ti porta in centro, perchè se attacchi un "6" o un "bis" alla fine per te non cambia niente, e per andare in centro sono uguali, anche se uno non ci va...  :P

 

I paragoni vanno fatti con un senso, non a vanvera. Altrimenti possiamo paragonarli con i bis ai concerti (durano 2-3 canzoni, molto meno del concerto precedente, chi pagherebbe il biglietto intero solo per un bis?).

 

Onestamente... che argomentazione è "sono convinto che Scascitelli sia stato pubblicato sulla serie regolare perchè una volta ho preso il 37 barrato?" :laughing::laughing::laughing:

 

 

35 minutes ago, marco6691 said:

:lol2:

Io avrei preferito che la numerazione fosse consecutiva e basta, in un mese stabilito escono due numeri, un po' come la tredicesima, per noi collezionisti tutto più semplice.

 

Io no, e sarebbe una vera follia.

 

Invece di avere un fill-in autoconclusivo che puoi lasciare in edicola, hai un albo che se lo salti hai un buco nella numerazione? E dove sarebbe il vantaggio? Vuoi anche una martellata nell'alluce, già che ci sei, per aumentare il gusto?

 

Davvero, questo tafazzismo rampante fra i lettori di Tex che ho scoperto leggendo il forum mi meraviglia sempre di più...

 

 

 

Edited by Diablero
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 ora fa</span>, PapeSatan dice:

Non è più semplice prendere il bis e stiparlo sullo scaffale come faccio io? :D

Hai uno scaffale condiviso col web?

Dove l'hai trovato, all'Ikea?

 

<span style="color:red">44 minuti fa</span>, Diablero dice:

Io no, e sarebbe una vera follia.

Dipende dai punti di vista, sei troppo categorico.

Ti faccio un esempio.

I numeri centenari a colori.

Sono numeri a sé stanti, scritti e disegnati magari da autori diversi dai numeri precedente e successivo: somigliano un po' al bis.

Se poi a qualcuno fosse venuto in mente "sono numeri particolari, facciamone uscire due in quel mese" sarebbero stati identici al "bis".

Beh, proprio identici no: i centenari sono a colori e "hanno licenza di uccidere".

 

Ti faccio un altro esempio.

In ditta Bonelli qualcuno si sveglia con i marroni zoomati e decide di cambiare numerazione agli albi di Tex e dare rilevanza alla storia: così i futuri albi della Tigre diventano 756 bis, 756 ter e 756 quater.

Tu che fai, non li compri e aspetti il 757 con l'inizio di una nuova serie?

Se qualcuno fa una stupidaggine, la fai anche tu?

 

La numerazione degli albi di Tex è solo una convenzione, è fumo e non arrosto.

Anomalie nella numerazione sono appetibili solo per i collezionisti sfegatati, che magari comprano gli albi e non li leggono.

Ma hanno la collezione completa con le variant, i box, le statuine, le figurine e le copertine calamitate attaccate al frigo.

 

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, Letizia dice:

Hai uno scaffale condiviso col web?

Dove l'hai trovato, all'Ikea?

 

E' evidente che le catalogazioni devono seguire le edizioni e non si può pretendere che le edizioni delle casa madre si conformino alle catalogazioni fatte da terzi.

 

5 ore fa, Diablero dice:

Scusa, ma... davvero non te ne accorgi se un albo è realizzato da Ruju e Del Vecchio (il 753) o da Zamberletti e Scascitelli (753Bis)? :rolleyes:

 

Se non vedi la differenza... parla per te! Io la vedo e come!  :laugh:

La battuta ci sta ed è simpatica, in quanto considerata nella sua vena ironica.

Diciamo allora che ogni albo che sbugiarda il vero Tex di GLB dovrebbe essere numerato "bis"... anzi, barrato, nel senso di bandirlo dalla serie ufficiale... :lol:

Edited by PapeSatan
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">10 minuti fa</span>, PapeSatan dice:

E' evidente che le catalogazioni devono seguire le edizioni e non si può pretendere che le edizioni delle casa madre si conformino alle catalogazioni fatte da terzi.

 Non catalogazione dettate da terzi, ma solo dettate dalla logica.

A Genova nelle vie ci sono i numeri rossi.

Attendiamo con ansia il Tex 756 rosso.

Link to comment
Share on other sites

Il 21/10/2023 at 18:15, Condor senza meta dice:

Ovviamente è palese l'emorragia di lettori che da decenni interessa il settore fumetto in generale, ma ribadirlo e stilare numeri catastrofici a che pro? 

Come direbbe Luca Sommi nel raccontarci la Divina Commedia e in particolare il terzo (credo) canto dell'inferno, non  ragioniam di lor, ma guarda e passa. Quelli che smettono , non sanno quello che perdono.  ;)

<span style="color:red">22 ore fa</span>, Letizia dice:

 

 

La numerazione degli albi di Tex è solo una convenzione, è fumo e non arrosto.

Anomalie nella numerazione sono appetibili solo per i collezionisti sfegatati, che magari comprano gli albi e non li leggono.

Ma hanno la collezione completa con le variant, i box, le statuine, le figurine e le copertine calamitate attaccate al frigo.

 

Ti dedico mezz'ora di applausi. Noi, che leggiamo Tex (e i fumetti) per relax e divertimento, a volte per evadere da una vita che magari non ci piace, noi lettori semplici, ce ne freghiamo della numerazione (ma anche delle variant, un po' meno delle statuine :D) .

E' come dici tu, fumo, fumo, fumo.

 

Ps. Io avevo le statuine di gesso di Tex, quelle qui postate, per capirci. Tutte, non solo i 4 pard. 

Una decina di anni fa, in un impeto di ira iconoclasta, durante un litigio, la mia compagna ne ha danneggiate la metà!

Ma Tex è salvo!

 

spacer.png

  • Sad (0) 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">10 ore fa</span>, Angelo1961 dice:

Una decina di anni fa, in un impeto di ira iconoclasta, durante un litigio, la mia compagna ne ha danneggiate la metà!

Ma Tex è salvo!

Non c'è niente da fare, è imbattibile pure quando è di gesso :cowboy:

Link to comment
Share on other sites

Il 21/10/2023 at 18:15, Condor senza meta dice:

Ma il mio ruolo di lettore, sebbene iscritto a un forum di appassionati, si limita qui.

Possiamo liberamente dire la nostra in merito alle storie, criticare costruttivamente quelle iniziative che non ci convincono, anche proporre amichevolmente e umilmente qualche consiglio a Borden (che da sempre ci dimostra il suo rispetto, presenziando il nostro forum, anche quando si esagera un po' con i toni e gli facciamo girare i cabbasisi :D) ma di certo non mi inerpico in materie che non conosco (il marketing) e non mi va assolutamente di "gufare" sui risultati delle strategie editoriali.

 

Al 99,99% dei partecipanti ad un forum piacciono le parole, rimane forse uno 0,01 (tra cui io) a cui piacciono i numeri.

Non si tratta di gufare, ma credo che tu non possa capire.

Link to comment
Share on other sites

Però in fondo ha ragione. Se abbiamo saputo conservare la purezza del lettore (quella che 30-40 o 50 anni fa ci ha fatto innamorare del fumetto) , chissenefrega di sapere quali sono i numeri di vendita. L'importante è che (anche a nostra insaputa) siano sufficienti. Perchè, laddove non può dipendere da me, laddove cioè la mia azione è inutile, preferisco un vecchio e sano "occhio non vede"...

  • Like (+1) 1
  • Thanks (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">16 minuti fa</span>, ggaaco dice:

Pard preferito: Kit Carson. Personaggio favorito: Jim Brandon. Non generalizziamo. :)

Puoi fare anche il mio reale nome, non mi offendo. :D

Se mi sento dire che "non posso capire" magari un po' sì,  ma me ne faccio una ragione visto che rientro nel 99,99% di utenti che non se ne intende di numeri. :D

Link to comment
Share on other sites

Guarda il pard preferito ed il personaggio preferito del tuo sodale.

 

Comunque, il mio riferimento precedente al "non posso capire" non era diretto alla tua intelligenza. Ma l'hai spiegato benissimo tu con l'ultima frase ;)

<span style="color:red">37 minuti fa</span>, Condor senza meta dice:

Se mi sento dire che "non posso capire" magari un po' sì,  ma me ne faccio una ragione visto che rientro nel 99,99% di utenti che non se ne intende di numeri.

 

Guarda il pard preferito ed il personaggio preferito del tuo sodale.

 

Comunque, il mio riferimento precedente al "non posso capire" non era diretto alla tua intelligenza. Ma l'hai spiegato benissimo tu con l'ultima frase

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">24 minuti fa</span>, ggaaco dice:

Guarda il pard preferito ed il personaggio preferito del tuo sodale.

 

Comunque, il mio riferimento precedente al "non posso capire" non era diretto alla tua intelligenza. Ma l'hai spiegato benissimo tu con l'ultima frase ;)

Hai fatto benissimo a precisarlo, in effetti non avevo notato che anche Angelo ha le stesse preferenze di personaggi. :D

Comunque il mio era un commento alquanto ironico e scherzoso, non una risposta piccata nei tuoi confronti, ci mancherebbe. :D

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">10 ore fa</span>, ggaaco dice:

Guarda il pard preferito ed il personaggio preferito del tuo sodale.

 

Sono milanista come Boselli e mi sento suo sodale.

Sono milanista come Salvini e NON mi sento suo sodale.

Sono milanista come Ghali, ma NON mi sento suo sodale.

Sono milanista come Bertinotti, ma NON mi sento suo sodale.

 

Sono solo coincidenze.

 

 

 

:D

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
  • Collaboratori

SONDAGGIO CHIUSO, TIRIAMO LE SOMME...

 

Iniziamo dai personaggi e dai quattro pards. Nessun cambiamento deve intervenire, nemmeno fisico, al limite i lettori accetterebbero un Kit Willer con i capelli più lunghi. Per Tiger Jack, metà dei lettori lo vedrebbe coinvolto in una relazione sentimentale con una giovane navajo, magari una medecine woman. Poco votate le altre opzioni (ovviamente la metà dei lettori che non ne vuole nemmeno sentire parlare). Anche i ruoli che ricoprono non dovrebbero subire dei cambiamenti per la maggioranza dei lettori, anche se qualcuno si è espresso a favore di uno dei pards per esempio nuovo Marshall dei rangers (Kit Carson) o agente federale (Kit Willer).

 

Gli utenti del forum gradirebbero un nemico importante nelle storie dei prossimi dieci anni. Come dovrebbe essere? Una donna bellissima che guida un gruppo di affiliati disposti a tutto in città, come lo furono a loro volta tanti anni fa Janet Brent, Lola Fuente, Ah-Toy e più recentemente lo è stata la figlia di Satania. Un suggerimento per Boselli di ripescare al più presto qualche vecchia dark lady, se non proprio la figlia di Satania? Se Tex dovesse invece incontrare un personaggio storico che ancora non è apparso la maggioranza dei votanti si è espressa a favore di Massimiliano d'Asburgo. Un'idea per la serie Tex Willer che per buona parte degli utenti sta ottenendo un bel successo.

 

Per le storie della serie regolare sarebbero da evitare in futuro soprattutto le storie fantascientifiche per ben il 65% dei forumisti. Che vedrebbero volentieri Tex accompagnare El Morisco oltre Atlantico fino al Cairo in Egitto. Tra le altre ambientazioni si punta invece decisamente sul classico con le Montagne Rocciose innevate in cui i pards fronteggiano una bella tormenta! Un'altra idea per Boselli? 

 

Sul fronte degli speciali, partendo da un futuro texone, tra i disegnatori della Bonelli impegnati su Tex i primi a cui si dovrebbe affidare una storia sono Piccinelli seguito a ruota da Benevento. I lettori condannano decisamente le tantissime uscite delle serie speciali: sarebbero un pochino da ridurre!

 

In caso si pensasse di cambiare il copertinista della serie mensile i più votati sono invece Carnevale e Dotti. Le copertine dovrebbero vedere sempre Tex in primo piano, non con sfondi neutri e poveri, tutto il contrario! I lettori le vogliono riccamente illustrate con profusione di dettagli.

 

Veniamo alle domande che ci interrogano sul nostro rapporto con il Ranger! Innanzitutto non siamo tutti dei collezionisti fanatici: la maggior parte legge infatti gli albi senza rovinarli ma anche senza prestare troppa cura nel maneggiarli. L'aspetto che più piace alla gente di Tex è il fatto che sia un raddrizza torti sempre pronto a intervenire dalla parte giusta. Non lo vediamo nemmeno infallibile, ma lui resta comunque un personaggio decisamente sopra la media, il migliore e il più abile, ma come dicevo pur sempre un uomo che può fare scelte sbagliate e avere bisogno dell'aiuto pards. Quindi sono bene accette storie che in passato hanno fatto spesso discutere, come per esempio "Giovani assassini". Il Ranger è importante per noi, ci ha accompagnato per tutta la vita o buona parte di essa, e a lui restano in parte legati anche dei ricordi belli o brutti che abbiamo vissuto. Fa parte della nostra vita.

 

Tra le cose che si potrebbero migliorare per il futuro per quanto riguarda gli albi mensili inediti, i votanti sono infastiditi dalle pagine in cui imperversa lo spiegazionismo. E tra le cose da evitare ci sono l'apertura a certe tematiche (woke et similia).

 

Per questo sondaggio è tutto!

Link to comment
Share on other sites

Per correttezza, bisognerebbe sostituire 'lettori' con 'forumisti' (o meglio ancora, 'votanti').

Chi partecipa a questo forum, inclusi coloro che votano i sondaggi, non rappresenta (fosse anche solo per i numeri) "i lettori" di Tex.

 

Link to comment
Share on other sites

È bello avere il polso degli utenti del forum (di quelli che partecipano ai sondaggi), ma ovviamente spero che chi scrive Tex, in quanto autore dotato di idee, non ne tenga minimamente conto.

Link to comment
Share on other sites

Purtroppo da un po' si è persa la funzione dei voti.

Non è per una voglia di "giudizio" ma secondo me è utile per avere e dare una bussola (parziale) ai lettori.

Per recuperare le vecchie storie io guardavo il sondaggio sul forum. Poi la leggevo, votavo, scrivevo la mia e consultavo i pareri degli altri.

Questo secondo me aiuterebbe i vecchi lettori che non hanno letto tutte le storie e darebbe un'indicazione sugli albi in edicola.

Ad esempio ad oggi sul Maxi di Ruju/Diso dove siamo, leggendo i commenti, ad un 70/30 tra i pro e i contro.

Però con il vecchio metodo sarebbe più immediata la consultazione.

Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.