Jump to content
TWF - Tex Willer Forum
Sam Stone

[716/717/718/719] Netdahe!

Recommended Posts

Posted (edited)
5 minuti fa, borden dice:

Tipo: Randolph è un fesso

 

La spiegazione mi sta bene :D , come mi stava bene anche quella di Diablero. Infatti la mia non era una critica, diciamo che spero sempre che gli avversari di Tex siano sufficientemente scaltri da dare del filo da torcere ai nostri. Sul parallelismo con Mohawk River non mi hai risposto: è esagerato, o fatte le debite proporzioni, può starci? Ci avevi pensato? Grazie per la risposta.

Edited by Leo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Just now, Leo dice:

 

La spiegazione mi sta bene :D , come mi stava bene anche quella di Diablero. Infatti la mia non era una critica, diciamo che spero sempre che gli avversari di Tex siano sufficientemente scaltri da dare del filo da torcere ai nostri. Sul parallelismo con Mohawk River non mi hai risposto? E' esagerato, o fatte le debite proporzioni, può starci? Ci avevi pensato? 

 

 

Sono due episodi di diversa magnitudo, per così dire. La scena di Pedra Blanca è un episodio minore. E avevo già abbastanza personaggi in cantiere per non appesantire con Tonio.

 

Quella di Mohawk River, trattandosi del protagonista, è una trovata alla "Psyco". Ma è proprio sulla figura sua che si regge la storia, non dipende da chi la interpreta. 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">9 minuti fa</span>, borden dice:

 

 

Sono due episodi di diversa magnitudo, per così dire. La scena di Pedra Blanca è un episodio minore. E avevo già abbastanza personaggi in cantiere per non appesantire con Tonio.

 

Quella di Mohawk River, trattandosi del protagonista, è una trovata alla "Psyco". Ma è proprio sulla figura sua che si regge la storia, non dipende da chi la interpreta. 

 

 

 

Sì sì gli episodi sono incomparabili per "magnitudo". Ciò che mi ha colpito è che, per come avevi preparato (sia pure in poche vignette) i due personaggi, credevo che il sacrificato sarebbe stato Jose. La morte di Tonio è stata così per me una sorpresa, il che è ovviamente un fatto positivo dal punto di vista del lettore. Buona domenica. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">3 minuti fa</span>, borden dice:

Sono due episodi di diversa magnitudo, per così dire. La scena di Pedra Blanca è un episodio minore. E avevo già abbastanza personaggi in cantiere per non appesantire con Tonio.

Quella di Mohawk River, trattandosi del protagonista, è una trovata alla "Psyco". Ma è proprio sulla figura sua che si regge la storia, non dipende da chi la interpreta. 

 

ed è questo che rende Boselli il miglior sceneggiatore (dopo GLB, ma nessun umano può accostarsi al mito) di Tex e (probabilmente) del fumetto italiano.

 

PS. OT come sono trattati e raffigurati i Nativi in Mohawk River e Kentucky River è eccezionale, alla faccia della famigerata sospensione dell'incredulità (😀), per cui non vedo perchè ciò non possa allargarsi a Tex.

<span style="color:red;">5 minuti fa</span>, Leo dice:

La morte di Tonio è stata così per me una sorpresa, il che è ovviamente un fatto positivo dal punto di vista del lettore. Buona domenica. 

 

sono particolari come questi che rendono interessanti e, forse,  indimenticabili certe storie.

'forse' perchè naturalmente bisogna attendere la fine, ma sono fiducioso.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">35 minuti fa</span>, navajo warrior dice:

ed è questo che rende Boselli il miglior sceneggiatore (dopo GLB, ma nessun umano può accostarsi al mito) di Tex e (probabilmente) del fumetto italiano

 

Tempo fa scrissi un lungo post in cui arrivavo alle medesime conclusioni, partendo da Tex e Zagor, passando per Dampyr e finendo con storie del calibro di Mohawk River e Deadwood Dick. Solo che io non ponevo limitazioni ;) ma qui ci impelagheremmo in un discorso tanto lungo quanto inutile. Sappi solo che, in ambito fumettistico, per me Borden è un mito da tanti anni, gliel'ho detto dal vivo e ripetuto più volte qui, anzi a ripeterlo sempre divento stucchevole quindi devo impegnarmi a non farlo più :D ;)

<span style="color:red;">44 minuti fa</span>, navajo warrior dice:

sono particolari come questi che rendono interessanti e, forse,  indimenticabili certe storie.

 

Sono d'accordo. È stata una mini-storia nella storia che ho davvero apprezzato. Anch'io ho fiducia :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avvio della storia che non mi convince. Già il titolo ha poco a che fare con il contenuto dell'albo, perché dopo le prime 30 pagine (le migliori dell'albo) degli indiani si perdono le tracce, per imbattersi nel colonnello Atwood, vilain che non resterà certo nell'Olimpo dei cattivi di Tex, e in una situazione che presenta aspetti alquanto improbabili.  Buoni i disegni di Seijas, ad eccezione, a mio avviso, proprio di Atwood, reso in maniera troppo grottesca nella sua espressività e direi quasi "lombrosiano". Ma forse la cosa è voluta: in fondo si attaglia bene a come il personaggio è tratteggiato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Probabilmente il titolo è ad ampio respiro, visto che si tratterà di una lunga storia.

Anche io di getto avevo avuto la stessa impressione, ma sono un tipo istintivo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non riesco a postarla, ma qualcuno potrà farlo per me, cercandola e trovandola su Facebook, la strepitosa copertina del numero di Agosto dal titolo "La signora di Rancho Verde" (con la signora stessa in primo piano).
Tranquilli, non è roba da ennesima, inutile infatuazione di Kit Willer, se poi sia una Dark Lady lo scopriremo solo leggendo. Un tipo tosto, comunque.
Curioso anche il titolo del "Color": «Gli amanti del Rio Grande». Anche in questo caso, copertina su FB.

 

Edited by San Antonio Spurs

Share this post


Link to post
Share on other sites

1593177566740.png--la_signora_di_rancho_verde___tex_718_cover.png?1593177567000

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">1 minuto fa</span>, navajo warrior dice:

ma questo albo è ancora nella storia di Boselli?

Si certo,

 

Dal sito Sbe una riga di presentazione di questo albo:

 

"Una ricca hacienda ai confini con la Sierra dei Netdahe…"

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">4 minuti fa</span>, Sam Stone dice:

Si certo,

 

Dal sito Sbe una riga di presentazione di questo albo:

 

"Una ricca hacienda ai confini con la Sierra dei Netdahe…"

 

 

 

 

NO SPOILER !!!! :D

comunque, tanta roba. gli apaches, il galeotto, la maliarda... un Borden all'assalto

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">14 ore fa</span>, navajo warrior dice:

comunque, tanta roba. gli apaches, il galeotto, la maliarda...

 

Sono gli ingredienti della pozione magica, che dona alla storia una bellezza sovrumana :laugh:

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, Mondego dice:

 

Sono gli ingredienti della pozione magica, che dona alla storia una bellezza sovrumana :laugh:

La maliarda della storia Mondego, il killer rmane una delle migliori

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">2 ore fa</span>, laredo dice:

La maliarda della storia Mondego, il killer rmane una delle migliori

Bethanie Marsh, completamente d'accordo con te.

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 1/7/2020 at 12:27, laredo dice:

La maliarda della storia Mondego, il killer rmane una delle migliori

 

Si notevole quella. Ma secondo me ad agosto potrebbe essere tranquillamente superata da questa ancora sconosciuta signora che, lo ricordo, sarà (anzi è già stata) realizzata da Seijas, che in quanto a maliarde e fanciulle credo non abbia rivali :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, Mondego dice:

 

Si notevole quella. Ma secondo me ad agosto potrebbe essere tranquillamente superata da questa ancora sconosciuta signora che, lo ricordo, sarà (anzi è già stata) realizzata da Seijas, che in quanto a maliarde e fanciulle credo non abbia rivali :D

Per ora bacchettoni e puristi vari tacciono.:censored2:

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">29 minuti fa</span>, Loriano Lorenzutti dice:

Per ora bacchettoni e puristi vari tacciono.:censored2:

 

Ed è meglio per loro se continuano così .:lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">33 minuti fa</span>, Carlo Monni dice:

Ed è meglio per loro se continuano così .:lol:

 

Chissa come mai questo messaggio ha un non so che di "interessato"... :laugh:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Adesso la storia è in regola... come si faceva a scrivere una storia per Sejas senza donne? :laugh:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uno dei personaggi migliori che io ricordi, Bethanie, affatto imprigionata nello stereotipo della Dark Lady e non mi dispiacerebbe se in realtà  si fosse salvata dall'incidente ferroviario, anche se comprendo che sarebbe difficilissimo rivederla.
Con quale motivazione? Vendetta verso Tex? No di certo. Redenta? Men che meno. E' apparsa, ha brillato di luce propria, è scomparsa.
Vediamo in agosto di che pasta sarà  fatta la prossima comparsa femminile.

Aggiunta. Sto scrivendo lontano dalla collezione - in senso fisico, gli albi - dunque provoco la caccia al tesoro: su quante copertine della serie sono apparse delle donne? Al volo mi viene in mente solo "Luna Insanguinata", "Il ritorno di Lupe" e naturalmente un paio con Lylith.
Ah, non datemi del fissato anche se nei commenti recenti ho dato la stura alle considerazioni sulla procace compagna di Gros Jean e addirittura citato Jacula.

Edited by San Antonio Spurs

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, San Antonio Spurs dice:

Uno dei personaggi migliori che io ricordi, Bethanie, affatto imprigionata nello stereotipo della Dark Lady e non mi dispiacerebbe se in realtà  si fosse salvata dall'incidente ferroviario, anche se comprendo che sarebbe difficilissimo rivederla.
Con quale motivazione? Vendetta verso Tex? No di certo. Redenta? Men che meno. E' apparsa, ha brillato di luce propria, è scomparsa.
Vediamo in agosto di che pasta sarà  fatta la prossima comparsa femminile.

Aggiunta. Sto scrivendo lontano dalla collezione - in senso fisico, gli albi - dunque provoco la caccia al tesoro: su quante copertine della serie sono apparse delle donne? Al volo mi viene in mente solo "Luna Insanguinata", "Il ritorno di Lupe" e naturalmente un paio con Lylith.
Ah, non datemi del fissato anche se nei commenti recenti ho dato la stura alle considerazioni sulla procace compagna di Gros Jean e addirittura citato Jacula.

 

Poche altre. Soprattutto nemiche. Spulciando un po' tra i più recenti e andando a memoria troviamo la figlia di Satania (le regina dei vampiri non credo che conti), Le schiave del Messico, Trappola a San Antonio, Gli schiavisti, Sangue in paradiso

Share this post


Link to post
Share on other sites

136 La regina della notte

146 Terra promessa

257 La pista nel cielo

266 La strega

276 La grande minaccia

314 Labirinto mortale

347 Zhenda

364 Il medaglione spagnolo

 

439 Il segreto dell'imperatore

538 Colorado Belle (manifesto)

568 Sangue in paradiso

575 Sul sentiero dei ricordi

618 Gli schiavisti

636 Trappola a San Antonio

651 Luna insanguinata

682 Il ritorno di Lupe

683 La prigioniera del deserto

701 La regina dei vampiri

707 La figlia di Satania

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Primo albo per me ottimo, scorrevolissimo e galvanizzante. Si sviluppa intorno a due binari narrativi paralleli, anche se penso che la sottotrama imperniata su Marton e il colonnello Atwood si esaurirà all'inizio del prossimo albo, per lasciare pieno spazio alla lotta contro i Netdahe...

Apprezzo moltissimo la continuity intrigante (ma non invadente) che la serie continua a portare avanti, per opera di tutti gli sceneggiatori (ognuno poi magari porta avanti la “sua” continuity, ma va bene così).

Per il resto, l'albo è costruito interamente intorno a tre grandi sequenze : l'attacco notturno dei Netdahe al villaggio ; la trappola dei banditi a Redemption (che gli si ritorce contro) ; e l'agguato di Atwood nel deserto…la prima, la migliore, è poderosa, con quel senso dell’attesa e l’atmosfera elettrica di tensione che Boselli è un maestro a creare (praticamente il texone di Villa è incentrato su un susseguirsi di momenti così)…grandi Tex e tutti i pards, menzione speciale per Kit Willer abbastanza in palla, soprattutto nel finale dove si esibisce nelle sue celebri sparate acrobatiche a cavallo contro gli inseguitori…

Ho PARTICOLARMENTE apprezzato :

 

-che nella scena iniziale dell’assalto a Pedra Blanca, in tutta la fase di attesa, “la regia” è focalizzata sul personaggio di Tonio, facendoci identificare con esso e facendoci pensare che sarà lui a salvarsi, quando poi con uno scarto diabolico, Boselli disattende le attese, lasciando come superstite un “anonimo” avvinazzato…un piccolo metaforico calcio negli stinchi, di gran classe…

_il momento poker…che non sarà particolareggiato e ricco di pathos come quelli de “L’agente federale”, ma fa la sua porca figura…in particolare mi piace pensare che Carson abbia davvero battuto Tex, ma in generale poi tutto lo stratagemma per mettere nel sacco i banditi è molto divertente, se invece che puntare le pistole, i pards fossero partiti subito coi cazzotti, poteva sembrare un film di Bud Spencer e Terence Hill

-che all’arrivo dei banditi verso il saloon, Tex e co. Non si fanno problemi a cercare di disarmare o sparare a spalle e gambe, ma sparano subito e direttamente per uccidere (anche se poi uno lo colpiscono a una gamba, ma sicuramente per caso)…così li voglio, spietati e senza fronzoli !!

_Il momento bistecca !! Per quanto al momento solo dialogato…ma voglio sperare che ci verrà anche mostrato Carson avventarsi su una delle famose bistecche si Safford Town…grande Boselli !!

-la scalata del colle sotto il tiro della cavalleria…per quanto esagerato e inverosimile (ma quanti ne abbiamo visti di momenti così), un concentrato action purissimo di vera goduria

 

Invece ho trovato un po’ troppo tirato per i capelli il colonnello che va in panico e decide di attaccare frontalmente Tex e co tirandosi dietro l’intera compagnia che non si fa troppe domande (o quando se le fa, poi lascia perdere subito)…va beh che eseguono gli ordini…

Molto buoni i disegni di Seijas, col loro tratto insieme morbido, dinamico e “sporco”.

La copertina di villa, nella sua essenzialità estrema, la trovo adorabile.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.