Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

[728/729] Una colt per Manuela Montoya


Recommended Posts

Sui disegni personalmente ho notato una differenza molto marcata tra le tavole: alcune molto belle e particolareggiate, altre proprio un po' buttate giù, non so se per fretta o altro.

 

Trovo invece molto intelligente il finale perché, anche senza riproporre più la ragazza, IMHO potrebbe consentire un migliore e maggiore uso di kit Willer. Il problema di questo personaggio è di essere, sempre IMHO, un po' insipido: come spalla di Tex funziona molto meglio kit Carson e il giovane Willer da poco alle storie, non per niente è stato ben poco usato nella saga.

Con la storia con la Montoya invece, anche se questa non si vedrà mai più nelle pagine di Tex, potrebbero nascere una montagna di battute e rendere il piccolo Willer più utilizzabile da parte degli autori.

Almeno ipotizzo :D

 

  • Like (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">11 ore fa</span>, dario63 dice:

mio avviso, il comportamento di Tex nei confronti di Frazer non è affatto una "questione personale", dal momento che quel personaggio si è reso responsabile del massacro di Goldeena e quindi Tex lo insegue e lo punisce per questioni che vanno ben oltre il rapporto fra due individui.

Tex si sentiva in colpa perchè aveva commesso un errore di valutazione per lasciarlo andare.Inoltre,lì c'era un intero villaggio sterminato,bambini compresi.

<span style="color:red">3 ore fa</span>, Linus Van Pelt dice:

Sempre per rimanere retorico, fossi stato te avrei chiesto un parere/riscontro a Claudio Nizzi riguardo le presunte "nozze", essendo lui l'autore della storia di Fiore di Luna

Letto il secondo albo. Alcune considerazioni:

  • rispetto al primo albo, nella parte delle sparatorie in paese si riprende un po' quota;
  • i disegni si mantengono su degli standard davvero bassi;
  • concordo con chi ha parlato di schizofrenia di Manuela :D, qui non si tratta di involuzione/evoluzione del personaggio, si tratta che avete preso il suo nome e cognome e fatto proprio come v'è parso e piaciuto. Questa cambia idea e proposito in continuazione, scatta come un'isterica consumata e poi fa la pecorella, poi di nuovo avanti e indietro, è praticamente una psicopatica... Vabbè la proverbiale "mutevolezza femminile", ma qui siamo ai limiti del tso;
  • Tex è utile in questa storia come una forchetta per girare lo zucchero nel caffè: se lo togli, non cambia nulla;
  • nuovo giro, nuovo rapimento finto... evviva la fantasia!
  • in ogni albo, da anni, TUTTI ribadiscono quanto sono famosi Willer e soci. Siamo in Arizona, la loro terra. E questi che fanno? Si imbucano con i nomi fasulli fra dei malviventi consumati che ne magnificano le gesta, ma nessuno li riconosce! Prendendo a prestito una frase del film "Smetto quando voglio": qual è la temperatura della nostra credibilità?
  • il linciaggio del paese a Keel col placet di Kit non si può vedere. MAI uno dei pard avrebbe permesso una cosa del genere. Il paragone con Frazer non c'entra nulla, considerate le nefandezze fatte da Frazer in confronto a quelle di Keel e la straordinarietà della storia del massacro di Goldena, che nasceva come un romanzo. Questa qua è una scena che va bene in un film di Peckinpah o di Tarantino;
  • l'applauso del paese ai piccioncini trionfanti che paccano felici è tanta roba... e sono ironico;
  • a pagina 88 - se non erro, non ho sotto mano l'albo - penultima vignetta a Kit Carson scompare il pizzetto;
  • SPOILER bellissima l'ultima pagina, con Kit che prima scarica Manuela e poi le dice "tranquilla, la riserva Navajo è vicina, quando hai voglia due colpi te li do sempre volentieri" manco fosse Checco Zalone, L'ho trovata la parte più divertente della storia.

concordo in  toto , a parte l'inutilirà di Tex,che invece per me fa bene il suo dovere

Link to comment
Share on other sites

3 hours ago, Linus Van Pelt said:

in ogni albo, da anni, TUTTI ribadiscono quanto sono famosi Willer e soci. Siamo in Arizona, la loro terra. E questi che fanno? Si imbucano con i nomi fasulli fra dei malviventi consumati che ne magnificano le gesta, ma nessuno li riconosce! Prendendo a prestito una frase del film "Smetto quando voglio": qual è la temperatura della nostra credibilità?

Hai ragione.

Però ci passo sopra volentieri perché per me é stata questa l'unica parte divertente della storia: Tex e Carson che passano per banditi, ma di quelli duri e pericolosi

Link to comment
Share on other sites

Io sono preso da forti dubbi se il comportamento di Kit che lascia linciare il bandito vada bene per una storia di Tex, o non sia molto  texiano.

Vero che si è visto anche Tiger ammazzare faccia tagliata a sangue freddo. 

Voi cosa ne pensate?🙋🏻‍♂️

Link to comment
Share on other sites

Posted (edited)
5 ore fa, Linus Van Pelt dice:

 

 

  • in ogni albo, da anni, TUTTI ribadiscono quanto sono famosi Willer e soci. Siamo in Arizona, la loro terra. E questi che fanno? Si imbucano con i nomi fasulli fra dei malviventi consumati che ne magnificano le gesta, ma nessuno li riconosce! Prendendo a prestito una frase del film "Smetto quando voglio": qual è la temperatura della nostra credibilità

Prendo in esame questa critica perché è proprio il punto che con forza voglio ribadire. Non considero mio l'errore, considero errore quello degli altri. :laugh:

Da quando sono curatore ho chiesto a Ruju e agli altri sceneggiatori (non sempre se ne ricordano e allora a volte se possibile   rimedio io) di smetterla con questa insopportabile situazione in cui TUTTI ma proprio TUTTI in un mondo senza social nè televisione sanno chi sono Tex e Carson!  E' questa la stronzata,  tra l'altro stucchevolissima, che rende impossibile scrivere le storie. Questa e non l'altra.  :P

15 minuti fa, Piombo Caldo dice:

Io sono preso da forti dubbi se il comportamento di Kit che lascia linciare il bandito vada bene per una storia di Tex, o non sia molto  texiano.

Vero che si è visto anche Tiger ammazzare faccia tagliata a sangue freddo. 

Voi cosa ne pensate?🙋🏻‍♂️

 

 

Penso proprio che glbonellianamente vada bene così e che il buonismo :rolleyes:di Tex e soci sia  nell'occhio di chi legge, esattamente come il carattere di Fiore di Luna. E che quel bastardo di Keel se lo meritasse. Per fortuna Marco Pannella in quel momento guardava da un'altra parte...

Edited by borden
Link to comment
Share on other sites

  • Sceriffi
<span style="color:red">13 minuti fa</span>, Piombo Caldo dice:

Vero che si è visto anche Tiger ammazzare faccia tagliata a sangue freddo.

 

Quella non era una storia di Tex: era una storia di Nolitta.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 minuto fa</span>, virgin dice:

 

Quella non era una storia di Tex: era una storia di Nolitta.

 

 

Ma c'è anche Furia Rossa. Vogliamo  buonista anche Tiger? Per favore! Persino Cocco Bill è più cattivo dell'immagine che qualcuno si fa dei pards.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">14 minuti fa</span>, Piombo Caldo dice:

Io sono preso da forti dubbi se il comportamento di Kit che lascia linciare il bandito vada bene per una storia di Tex, o non sia molto  texiano.

Vero che si è visto anche Tiger ammazzare faccia tagliata a sangue freddo. 

Voi cosa ne pensate?🙋🏻‍♂️

 

In effetti, anche a me quella scena ha fatto un po' storcere il naso. Di norma, non dovrebbe essere da Kit - come, del resto, non lo dovrebbe essere da Tex - permettere il linciaggio di un prigioniero in condizione di non poter nuocere, per carogna che sia. Avrebbe potuto e dovuto opporsi con le buone, ovvero facendo capire agli abitanti del paesello messicano che si sarebbero macchiati di un crimine ignominioso, per cui avrebbero piuttosto dovuto tenerlo in consegna per poi consegnarlo ai murales. Io, almeno,avrei preferito di gran lunga una soluzione del genere.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">4 ore fa</span>, Linus Van Pelt dice:

SPOILER bellissima l'ultima pagina, con Kit che prima scarica Manuela e poi le dice "tranquilla, la riserva Navajo è vicina, quando hai voglia due colpi te li do sempre volentieri" manco fosse Checco Zalone, L'ho trovata la parte più divertente della storia.

Mah... non so cosa ti aspettassi, un matrimonio? Un funerale? Una rottura definitiva? E' un finale più originale di altri in situazioni simili, nei fumetti. Kit non scarica Manuela, è una relazione a distanza, diremmo oggi, basata sulla libertà di entrambi. Cosa c'è di male? E cosa c'entra Checco Zalone lo sai solo tu...:lol:

 

<span style="color:red">4 ore fa</span>, Linus Van Pelt dice:

avrei chiesto un parere/riscontro a Claudio Nizzi riguardo le presunte "nozze", essendo lui l'autore della storia di Fiore di Luna

Be', visto che Boselli è il curatore della serie e l'autore principale da non so quanti anni, non credo debba chiedere il permesso a Nizzi per fare una modifica. Quante volte Nizzi ha cambiato situazioni e personaggi del passato? Forse che "Il ritorno della mano rossa" c'entra qualcosa con la Mano Rossa di GL Bonelli? Per dire la prima storia che mi viene in mente.

 

Il rapporto fra Fiore di Luna e Kit, per gli indiani, così come per quasi tutti i popoli del passato, era l'equivalente di un matrimonio.

<span style="color:red">4 ore fa</span>, Linus Van Pelt dice:

Tex è utile in questa storia come una forchetta per girare lo zucchero nel caffè: se lo togli, non cambia nulla;

Prova a tagliare via con le forbici le vignette in cui compare Tex, e poi vedrai che la storia cambia molto! :rolleyes:

 

<span style="color:red">5 ore fa</span>, Linus Van Pelt dice:

nuovo giro, nuovo rapimento finto... evviva la fantasia!

Il finto rapimento era solo un'ipotesi che non si è verificata.

 

<span style="color:red">5 ore fa</span>, Linus Van Pelt dice:

Si imbucano con i nomi fasulli fra dei malviventi consumati che ne magnificano le gesta, ma nessuno li riconosce! Prendendo a prestito una frase del film "Smetto quando voglio": qual è la temperatura della nostra credibilità?

Che li conoscano di fama non vuol dire che li abbiano mai visti di persona... Oppure tutti gli abitanti dell'Arizona hanno visto di persona Tex e Carson?

E, comunque, sì, la nostra credibilità è importante, altrimenti quante centinaia di ferite e di pallottole avrebbe ricevuto Tex in tutti questi anni? Tante da renderlo ormai un catorcio umano...

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">19 minuti fa</span>, virgin dice:

 

Quella non era una storia di Tex: era una storia di Nolitta.

neanche a me faceva impazzire il tex di nolitta, ma col tuo ragionamento uno potrebbe risponderti: quella non è una storia di tex, è di boselli/nizzi/ruju etc.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">18 minuti fa</span>, borden dice:

 

 

Ma c'è anche Furia Rossa. Vogliamo  buonista anche Tiger? Per favore! Persino Cocco Bill è più cattivo dell'immagine che qualcuno si fa dei pards.

ma Tiger è un conto,per gli altri è diverso.Io continuo a ritenerlo esagerato

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">19 minuti fa</span>, juanraza85 dice:

 

In effetti, anche a me quella scena ha fatto un po' storcere il naso. Di norma, non dovrebbe essere da Kit - come, del resto, non lo dovrebbe essere da Tex - permettere il linciaggio di un prigioniero in condizione di non poter nuocere, per carogna che sia. Avrebbe potuto e dovuto opporsi con le buone, ovvero facendo capire agli abitanti del paesello messicano che si sarebbero macchiati di un crimine ignominioso, per cui avrebbero piuttosto dovuto tenerlo in consegna per poi consegnarlo ai murales. Io, almeno,avrei preferito di gran lunga una soluzione del genere.

 

E una volta spalle ai MURALES sarebbe stato fucilato? ;):laugh:

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">13 minuti fa</span>, Poe dice:

Mah... non so cosa ti aspettassi, un matrimonio? Un funerale? Una rottura definitiva? E' un finale più originale di altri in situazioni simili, nei fumetti. Kit non scarica Manuela, è una relazione a distanza, diremmo oggi, basata sulla libertà di entrambi. Cosa c'è di male? E cosa c'entra Checco Zalone lo sai solo tu...:lol:

 

Be', visto che Boselli è il curatore della serie e l'autore principale da non so quanti anni, non credo debba chiedere il permesso a Nizzi per fare una modifica. Quante volte Nizzi ha cambiato situazioni e personaggi del passato? Forse che "Il ritorno della mano rossa" c'entra qualcosa con la Mano Rossa di GL Bonelli? Per dire la prima storia che mi viene in mente.

 

Il rapporto fra Fiore di Luna e Kit, per gli indiani, così come per quasi tutti i popoli del passato, era l'equivalente di un matrimonio.

Prova a tagliare via con le forbici le vignette in cui compare Tex, e poi vedrai che la storia cambia molto! :rolleyes:

 

Il finto rapimento era solo un'ipotesi che non si è verificata.

 

Che li conoscano di fama non vuol dire che li abbiano mai visti di persona... Oppure tutti gli abitanti dell'Arizona hanno visto di persona Tex e Carson?

E, comunque, sì, la nostra credibilità è importante, altrimenti quante centinaia di ferite e di pallottole avrebbe ricevuto Tex in tutti questi anni? Tante da renderlo ormai un catorcio umano...

Il riferimento a Zalone è perché spesso usa l'espressione "dare una botta/due colpi/similare"

Non ho parlato di chiedere il permesso a Nizzi, ho detto solo che un riscontro su un ipotetico matrimonio - visto che lei muore dicendo "sognavo di essere la tua sposa" - mi sembrava consigliabile... va bene le interpretazioni, ma almeno basiamole su qualcosa di oggettivo.

Se taglio le vignette di Tex la storia ovviamente non sta in piedi (e grazie al membro...), mi riferivo al fatto che il suo contributo è ben misero.

Sul conoscere Tex da parte degli altri personaggi per me va pure bene quello che scrivi tu e che aggiunge Boselli, però allora evitiamo ad ogni piè sospinto (come da quindici anni a questa parte) le litanie del tipo "i due peggiori rompipalle del mondo", "nun poi capi' quanto so' letali", "li conoscono pure i crotali", "tel chi che bestie sti qua", che alla fine servono solo per sottolineare al lettore che i nostri quattro eroi sono i migliori del mondo prima ancora di entrare in azione o "mutare aspetto, muovere collo, piegare costa" (e il Vate mi perdoni)

Link to comment
Share on other sites

Io avrei visto bene Kit che cercava di evitare  il linciaggio ma salta fuori il figlio del barman che lo uccide.

Link to comment
Share on other sites

Posted (edited)
21 minuti fa, Linus Van Pelt dice:

Sul conoscere Tex da parte degli altri personaggi per me va pure bene quello che scrivi tu e che aggiunge Boselli, però allora evitiamo ad ogni piè sospinto (come da quindici anni a questa parte) le litanie del tipo "i due peggiori rompipalle del mondo", "nun poi capi' quanto so' letali", "li conoscono pure i crotali", "tel chi che bestie sti qua", che alla fine servono solo per sottolineare al lettore che i nostri quattro eroi sono i migliori del mondo prima ancora di entrare in azione o "mutare aspetto, muovere collo, piegare costa" (e il Vate mi perdoni)

 

 

Queste "litanie" non sono in Tex da quindici anni bensì da 72 o giù di lì. Tex era appena arrivato che già l'apostrofavano come "il famoso compagno di Carson e Arkansas Joe (sic)"! (GL Bonelli 1950).

 

 Ma una cosa è la FAMA, un'altra  la CONOSCENZA DIRETTA. Ti è chiara la distinzione?

 

 

 

20 minuti fa, Piombo Caldo dice:

Io avrei visto bene Kit che cercava di evitare  il linciaggio ma salta fuori il figlio del barman che lo uccide.

 

 

Ma anche il cane del barman poteva saltargli alla gola. Non so come ho fatto a non pensarci.:rolleyes:;)

Edited by borden
Link to comment
Share on other sites

Non ho ancora letto questa storia, ma ho potuto vedere i disegni di entrambi gli albi. Mi spiace essere severo, ma devo confermare l'impressione avuta dalle anteprime online: disegni imbarazzanti sotto ogni aspetto (personaggi, dinamismo, realismo di cose e ambientazioni, cura generale del segno), forse i peggiori mai visti sulla serie regolare. 

Il Laurenti che ricordavo, quello degli anni Novanta su Zagor, era davvero un bellissimo disegnatore; quello visto in questi albi (e già il Color, come dissi a suo tempo, non lasciava presagire niente di buono) ne è un lontano parente, mi auguro di non dover più leggere sue storie texiane. 

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">26 minuti fa</span>, borden dice:

 

 

Queste "litanie" non sono in Tex da quindici anni bensì da 72 o giù di lì. Tex era appena arrivato che già l'apostrofavano come "il famoso compagno di Carson e Arkansas Joe (sic)"! (GL Bonelli 1950).

 

 Ma una cosa è la FAMA, un'altra  la CONOSCENZA DIRETTA. Ti è chiara la distinzione?

 

La distinzione mi è chiarissima, come avevo detto all'inizio.

Ti sto solo ripetendo che mi rompe da morire leggere sempre ste litanie.

Diciamo che tu IMHO inflazioni e peggiori una tendenza di GLB che già mi rimaneva tediosa. Ti è chiaro?

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, zagor70 dice:

Su questa storia, quello che è peggio per me, è il fatto di lasciare il malvivente di turno nelle mani della folla inferocita.

Invece ha trovato originale e ben orchestrata la morte del furfante.ha ferito Tex colpendolo alle spalle,si è fatto scudo di una donna,ha ucciso un oste a sangue freddo...un verme,che giustamente paga la sua codardia e prepotenza ucciso da una folla di peones inferociti...siamo in Messico negli anni 80 dell 1800, bellezze...mica in Svezia 😅.

57 minuti fa, juanraza85 dice:

 Avrebbe potuto e dovuto opporsi con le buone, ovvero facendo capire agli abitanti del paesello messicano che si sarebbero macchiati di un crimine ignominioso, per cui avrebbero piuttosto dovuto tenerlo in consegna per poi consegnarlo ai murales. 

I Messicani sono tipacci vendicativi.ancora oggi... soprattutto nellr contrade del Nord fanno paura.

E agli Hombres dal sombrero verde che vuoi che gli importasse di un gringo che aveva ucciso un oste...per giunta magari la faceva pure franca pagando gli sbirri messicani 🤣

<span style="color:red">1 ora fa</span>, borden dice:

smetterla con questa insopportabile situazione in cui TUTTI ma proprio TUTTI in un mondo senza social nè televisione sanno chi sono Tex e Carson! 

Giusto...

 

 

 

  • Like (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

Posted (edited)
43 minutes ago, borden said:

Ma anche il cane del barman poteva saltargli alla gola. Non so come ho fatto a non pensarci.:rolleyes:;)

Senza andare a cercare cose strane, forse bastava che Kit tentasse di opporsi al linciaggio, ma non ci poteva riuscire visto il numero delle persone che volevano mettere le mani addosso al cattivone.

E' il voltarsi dall'altra parte che per me stona.

 

Sul fatto che Tex e Carson non sono stati riconosciuti dai banditi mi é parso strano, ma non impossibile, e l'ho digerito meglio

1 hour ago, virgin said:

Quella non era una storia di Tex: era una storia di Nolitta.

El Muerto é il capolavoro di Nolitta su Tex.

Lì Tiger ci pensa da solo a fare giustizia, non è che lascia faccia tagliata disarmato in mano alla gente del villaggio per farlo impiccare

Edited by zagor70
Link to comment
Share on other sites

  • Sceriffi
1 ora fa, borden dice:

 

 

Ma c'è anche Furia Rossa. Vogliamo  buonista anche Tiger? Per favore! Persino Cocco Bill è più cattivo dell'immagine che qualcuno si fa dei pards.

 

Non dicevo quello. Dicevo solo che citare una storia di Nolitta per discutere la canonicità di qualcosa non è un argomento valido.

Lungi da me dare indicazioni su buonismo o cattivismo. :D

 

1 ora fa, Linus Van Pelt dice:

neanche a me faceva impazzire il tex di nolitta, ma col tuo ragionamento uno potrebbe risponderti: quella non è una storia di tex, è di boselli/nizzi/ruju etc.

 

Le storie di Boselli, Nizzi e Ruju possono essere belle o brutte, magari con errori di caratterizzazione. Quelle di Nolitta, oltre a fare irredimibilmente cagare, non sono storie di Tex.

Link to comment
Share on other sites

Posted (edited)
36 minuti fa, Linus Van Pelt dice:

La distinzione mi è chiarissima, come avevo detto all'inizio.

Ti sto solo ripetendo che mi rompe da morire leggere sempre ste litanie.

Diciamo che tu IMHO inflazioni e peggiori una tendenza di GLB che già mi rimaneva tediosa. Ti è chiaro?

 

 

Per nulla perché non condivido affatto. E non solo solo mie  le storie degli ultimi "quindici anni". Tra l'altro delle "citazioni" da te fatte non ne riconosco manco una. Chiaro a te? ^_^  Se vuoi imputarmi pr superficialità un vezzo che esiste da quando è nato Tex, fa' pure. In GL Bonelli i cattivi che dicono frasi del genere erano la REGOLA. Io non lo faccio quasi mai, guarda un po', proprio per i motivi detti prima. E in questa storia, per scherzo, lo faccio dire a Carson -fuorilegge...

 

E pur non inflazionando, al contrario di quel che sostieni tu, ma anzi riducendo, non potrei mai cambiare questo stile perchè FA PARTE DI TEX e tu stesso riconosci che è nato da GL!

 

 

27 minuti fa, zagor70 dice:

Senza andare a cercare cose strane, forse bastava che Kit tentasse di opporsi al linciaggio, ma non ci poteva riuscire visto il numero delle persone che volevano mettere le mani addosso al cattivone.

E' il voltarsi dall'altra parte che per me stona.

 

 

Se avesse fallito a opporsi al linciaggio avrebbe FALLITO. Un Willer? Impossibile.

 

No, qui è proprio Kit che NON VUOLE opporsi. Keel ha anche minacciato Manuela. Insomma, Kit SCEGLIE di lasciarlo alla giusta vendetta popolare. 

Edited by borden
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">18 minuti fa</span>, borden dice:

Se avesse fallito a opporsi al linciaggio avrebbe FALLITO. Un Willer? Impossibile.

 

No, qui è proprio Kit che NON VUOLE opporsi. Keel ha anche minacciato Manuela. Insomma, Kit SCEGLIE di lasciarlo alla giusta vendetta popolare. 

Modificato 8 minuti fa da borden

infatti bastava che si opponesse...riuscendoci;)

Link to comment
Share on other sites

Per me se non poteva impedire il linciaggio perché bloccato da un centinaio di persone inferocite, non si sarebbe potuto parlare di fallimento.

Però se per i Willer l'infallibilità riguarda anche il fatto che non possono essere messi in situazioni impossibili, per caratteristiche dei personaggi, allora sbaglio io che sono traviato dall'aver letto anche Zagor e Ken Parker

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">23 minuti fa</span>, zagor70 dice:

Per me se non poteva impedire il linciaggio perché bloccato da un centinaio di persone inferocite, non si sarebbe potuto parlare di fallimento.

Però se per i Willer l'infallibilità riguarda anche il fatto che non possono essere messi in situazioni impossibili, per caratteristiche dei personaggi, allora sbaglio io che sono traviato dall'aver letto anche Zagor e Ken Parker

 

 

Esatto.

 

 

Ma quel che insisto a dire è che per quanto possa capire il vostro punto di vista, io ho scelto un'altra strada e me ne assumo la totale responsabilità. Sta cosa di propormi finali alternativi è alquanto bizzarra. Sembra quasi che mi stiate dicendo: come mai non ti è venuta in mente un'altra soluzione?  

 

Ma io volevo proprio quella soluzione! Almeno che questo sia chiaro.^_^

 

 

 

 

<span style="color:red">38 minuti fa</span>, Grande Tex dice:

infatti bastava che si opponesse...riuscendoci;)

 

 

E avrebbe dovuto salvare quella carogna dalla giusta ira dei bravi paesani? Che boy-scout insopportabile sarebbe stato. E anche coglione, perché avrebbero magari linciato pure lui e stuprato Manuela, chi lo sa? e per difendersi avrebbe dovuto ucciderne tre o quattro. Ma Keel sarebbe stato salvo, che bello!

 

 

 Proprio non capisco che genere di storie western scriveresti tu...

Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.