Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum
ymalpas

[Tex Willer N. 1 / 2 / 3 / 4] Vivo o morto!

Messaggi consigliati/raccomandati

<span style="color:red;">48 minuti fa</span>, Dix Leroy dice:

Mi pare di capire che tra qualche mese usciranno a colori le storie che stiamo comprando in bianco e nero.

Potranno essere balenotteri brossurati allegati a quotidiani dal prezzo popolare e dalla carta sottile

oppure volumi cartonati da libreria contenenti storie complete per cui occorre aprire un mutuo.

Ma non bisogna mollare la serie regolare in bianco e nero, altrimenti chiuderà!

Io mi sento leggermente preso in giro.

Se le pagine vengono colorate solo per l'uscita del fumetto fuori dai confini nazionali forse sarebbe anche peggio.

Fatemi cambiare idea voi.

 

Non voglio assolutamente farti cambiare idea.

Ti dico solo che è un pezzo che sto aspettando la continuazione del Tex a colori di Espresso/Repubblica.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Credo che sia abbastanza facile che i volumi cartonati di "Tex Willer" verranno ristampati in cartonati da libreria. Non vedo perché arrabbiarsi per l'uscita, però, Dix: da persona di gusto giustamente comprerai solo quelli in bianco e nero! :D

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, Dix Leroy dice:

Mi pare di capire che tra qualche mese usciranno a colori le storie che stiamo comprando in bianco e nero.

Potranno essere balenotteri brossurati allegati a quotidiani dal prezzo popolare e dalla carta sottile

oppure volumi cartonati da libreria contenenti storie complete per cui occorre aprire un mutuo.

Ma non bisogna mollare la serie regolare in bianco e nero, altrimenti chiuderà!

Io mi sento leggermente preso in giro.

Se le pagine vengono colorate solo per l'uscita del fumetto fuori dai confini nazionali forse sarebbe anche peggio.

Fatemi cambiare idea voi.

 

Scusa Dix, non capisco... dove sta il problema?

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

E' proprio quello che dice Monni, è un problema mio

(io sono spesso fuori dal coro, quindi è normale)

Faccio il proverbiale esempio:

Voglio vedere una serie tv di cui ho sentito parlare bene. La voglio vedere in 4K, volendo in lingua originale,

in perfetto dolby surrond, senza gli odiosi spot commerciali ma soprattutto in assoluta anteprima.

Pago e salato! Non nomino le numerose piattaforme di paytv, le conoscete meglio di me che ho solo l'antenna RF sul tetto.

Oppure voglio vedere subito il nuovo film della Marvel: prenoto online le poltronissime al multisala per il giorno di uscita,

(una volta avrei potuto dire di volare negli States per l'anteprima ma ormai escono quasi tutti prima qui in Italia!)

Lascio stare le partite o i concerti, perché potrebbero essere fuorvianti.

Il concetto è: per vedere prima, pago di più ma ottengo anche la miglior fruizione di questo prodotto!

Poi potrò prendermi il cofanetto bluray, ma per allora tutti lo avranno visto e non sarà la stessa cosa.

Con "Tex Willer" sono "costretto" a prendere l'edizione economica in bianco e nero, perché solo se vende

poi potranno fare la ristampa a colori, cosa che ardentemente speravo quando venne annunciata

(a me andava benissimo la coloritura e la carta del Tex Classic, di cui ho visto solo un paio dei primi albi)

Se poi ci saranno i volumi da edicola settimanali in allegato ai giornali oppure lussuosi volumi cartonati da libreria

ci darò una sfogliata e niente di più, forse scenderà una lacrimuccia, ma di nascosto.

Non ho posto per fumetti che ho già e che molto difficilmente rileggerò per pura mancanza di tempo.

E resto del parere che se questi fumetti uscissero già a colori venderebbero di più.

 

 

 

Modificato da Dix Leroy

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Nemmeno io ti capisco Dix. Chi avesse seguito gli incontri di Lucca saprebbe che Boselli lo ha detto fin dall'inizio: le storie di Tex Willer saranno raccolte in volumi a colori con copertine realizzate da Corrado Carnevale e contenuti extra come nei DVD, interviste, lavori preparatori erc. distruiti nelle librerie. Si tratta, è ovvio, di un prodotto destinato ad un circuito e ad un pubblico diverso da quello delle edicole. Non è altro che una strategia commerciale che in Francia applicano da sessant'anni,e negli Stati Uniti da trentacinque e non vedo cosa ci sia di male se lo si fa anche qui. Non c'è obbligo di comprare i volumi se uno preferisce la versione da edicola e viceversa.

La SBE si è accorta (finalmente, direi io) che esiste una fascia di acquirenti che snobba le edicole ed i loro prodotti  ma preferisce il volume a colori e per me fa benissimo a cercare di accalappiare anche quello. 

Non mi sento assolutamente preso in giro.

Modificato da Carlo Monni

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, Carlo Monni dice:

Nemmeno io ti capisco Dix. Chi avesse seguito gli incontri di Lucca saprebbe che Boselli lo ha detto fin dall'inizio: le storie di Tex Willer saranno raccolte in volumi a colori con copertine realizzate da Corrado Carnevale e contenuti extra come nei DVD, interviste, lavori preparatori erc. distruiti nelle librerie. Si tratta, è ovvio, di un prodotto destinato ad un circuito e ad un pubblico diverso da quello delle edicole. Non è altro che una strategia commerciale che in Francia applicano da sessant'anni,e negli Stati Uniti da trentacinque e non vedo cosa ci sia di male se lo si fa anche qui. Non c'è obbligo di comprare i volumi se uno preferisce la versione da edicola e viceversa.

La SBE si è accorta (finalmente, direi io) che esiste una fascia di acquirenti che snobba le edicole ed i loro prodotti  ma preferisce il volume a colori e per me fa benissimo a cercare di accalappiare anche quello. 

Non mi sento assolutamente preso in giro.

Sono contento per te e per gli altri.

Invece a me continuano a girare perché anche io preferivo

la versione a colori, da edicola e inedita.

 

Come ce l'hai "Watchmen", Carlo?

O "Crisis on Infinite Earth"?

O meglio "Kingdom Come"?

(i quattro volumetti originali sono

una meraviglia, anche senza tanti "Making Of")

Modificato da Dix Leroy

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Il punto di vista di Dix non è sbagliato.

Preferisce le edizioni a colori (come me) ed è un estimatore di Tex.

Quindi compra e legge la prima edizione in BN di Tex Willer.

Poi esce una elegante edizione a colori.

Pensa come sarebbe bello per lui godersi a colori una bella storia che non ha ancora letto.

Invece no: la compra lo stesso ma, quando la va a leggere, non se la gode appieno perché l'ha già letta.

E gli girano i cosiddetti.

Ovvio che la SBE non può seguire una politica che accontenti una minoranza cui appartiene il nostro Dix, ma questo non significa che lui non abbia le sue ragioni.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">18 minuti fa</span>, Letizia dice:

Il punto di vista di Dix non è sbagliato.

Preferisce le edizioni a colori (come me) ed è un estimatore di Tex.

Quindi compra e legge la prima edizione in BN di Tex Willer.

Poi esce una elegante edizione a colori.

Pensa come sarebbe bello per lui godersi a colori una bella storia che non ha ancora letto.

Invece no: la compra lo stesso ma, quando la va a leggere, non se la gode appieno perché l'ha già letta.

E gli girano i cosiddetti.

Ovvio che la SBE non può seguire una politica che accontenti una minoranza cui appartiene il nostro Dix, ma questo non significa che lui non abbia le sue ragioni.

Tutto bene o quasi:

salutai l'alba della Collezione storica a colori perché era il sogno di una vita

e se non lo avessi fatto allora mi sarei fiondato sul Classic, nato troppo tempo dopo.

Tolti gli anni d'oro una storia già letta è vecchia, colorata, ricopertinata o stampata su carta sopraffina

che sia. Preferisco comprarmi una anastatica Audace o se ho fortuna originale: se non ce l'avevo è una storia nuova!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">2 ore fa</span>, Barbanera dice:

Io personalmente lo comprerò solo in bianco e nero...il colore su Tex non mi è mai mai piaciuto.

 

 

 

E siamo in due.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ho voluto io la serie in bianco e nero e se fosse per me ci sarebbe stata solo quella.

Il bianco e nero è MEGLIO!

Dunque, Dix, sei fuori strada. Se l'albo da edicola come mi auguro venderà cinquantamila, il libro a colori ne venderà solo mille. E' completamente un altro mercato.

 

Mi sarei RIFIUTATO di farla subito a colori.

Modificato da borden

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Giusto. Quoto borden.

Neanch'io ti  capisco Dix. Dove sta il problema?  Avevano già detto che  sarebbero uscite le raccolte a colori, ti piacciono più queste, aspetti che escano e tutti contenti. Al massimo hai speso 3€ per il primo albo in b/n,

che, se non ho capito male, ti è pure piaciuto e tanto.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">4 minuti fa</span>, Dix Leroy dice:

Beh, bisogna fidarsi degli amici.

Se il bianco e nero è meglio allora comprerò la prima edizione

dimenticandomi di aver sentito che poi uscirà a colori.

;)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
25 minuti fa, borden dice:

bianco e nero è MEGLIO!

Mi piace che la pensi come me amigo...se i disegni sono fatti bene,e quelli di De Angelis sono splendidi,il colore è un orpello inutile...:ok:

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
58 minuti fa, borden dice:

Il bianco e nero è MEGLIO!

 

32 minuti fa, Barbanera dice:

Mi piace che la pensi come me amigo...se i disegni sono fatti bene,e quelli di De Angelis sono splendidi,il colore è un orpello inutile...:ok:

 

8 minuti fa, Condor senza meta dice:

Sarò forse troppo tradizionalista o "antico", ma per me il bianco e nero ha un fascino arcano, che la colorazione non potrà mai eguagliare. 

 

Calma.

C'è colore e colore, come c'è BN e BN.

Guardatevi questa tavola a colori.

Il BN è meglio?

Il colore è un orpello inutile?

La colorazione non potrà mai eguagliare il fascino arcano del BN?

PdA2.png

 

Modificato da Letizia

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Questioni di gusti @Letizia; la tavola da te postata è molto bella ed è pur vero che non tutte le colorazioni sono uguali, ma personalmente preferisco i chiaroscuri, i bilanciamenti tra bianco e nero sulle tavole, i puntinati, i retini manuali. Ovviamente vale  il discorso della qualità grafica: non tutti gli artisti rendono in monocromatico come Magnus su Lurid Scorpions (tanto per fare il primo esempio che mi viene in mente).   

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">4 ore fa</span>, Barbanera dice:

Io personalmente lo comprerò solo in bianco e nero...il colore su Tex non mi è mai mai piaciuto.

Condivido. 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Lo stesso vale anche per me: bianconero forever. Mi sono lasciato abbagliare solo dalla csac. I libri a colori non mi hanno mai entusiasmato, tanto

che non ho mai acquistato i cartonati Mondadori. Bisogna però dire che, piaccia o non piaccia, alla SBE ci stanno dando dentro con il colore!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Per quel  che mi riguarda  dipende dal disegnatore.  Alcuni risultano meglio a colori( se la colorazione è  adatta), altri in bianco e nero.  Per me De  Angelis  è  uno  di questi ultimi.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Molto bene, non nascondiamoci dietro un dito.

Ma prima una premessa: se qualcuno preferisce il BN, nessuno ha niente da eccepire.

Il BN è praticamente sparito: film, TV, fotografia.

Ci sarà un motivo.

Nei fumetti resiste ancora: perché?

C'è un unico motivo: il costo.

Il colore costa.

In fase di produzione necessita di un artista in più e vi garantisco che la colorazione è lunga e laboriosa.

In fase di stampa i costi lievitano anche di più.

Se per assurdo il BN costasse più del colore (per la stampa dei rullini fortografici è successo), si stamperebbero solo fumetti a colori.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">11 minuti fa</span>, Letizia dice:

C'è un unico motivo: il costo.

Il colore costa.

 

 

Ma anche no.

Il b/n e il colore sono due modalità espressive diverse, con pari dignità. Il bianco e nero non è il fratello più povero dell'altro.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">46 minuti fa</span>, pecos dice:

C'è un unico motivo: il costo.

Il colore costa.

Non è  solo  per  questo: in bianco e nero i disegni risaltano meglio, idem lo stile dell' artista.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Tutto può essere.

E' vero che BN e colore hanno pari dignità ed è vero che molte foto artistiche in BN perderebbero molto del loro fascino (e arte) se fossero state riprese a colori.

Ma c'è qualcuno che ricorda che molti fumetti di alcuni decenni fa avevano metà delle pagine in BN e metà a colori?

Perché?

E soprattutto come mai in qualcuno le pagine a colori nel tempo sono diminuite?

Il costo non è l'unico motivo?

Forse.

Ma è sicuramente il motivo principale.

Credetemi, se il costo del BN fosse più alto del colore, la SBE stamperebbe solo a colori.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Contenuto simile

    • Da ymalpas
      Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Alessandro Piccinelli
      Periodicità mensile: Agosto / Settembre 2017
      Inizia nel numero 682 e finisce nel numero 683
       
      La storia del ritorno di Lupe e della figlia.
       
       
       

       
       
       
      © Testi e immagini della Sergio Bonelli Editore.
    • Da ymalpas
      Soggetto e sceneggiatura:Mauro Boselli
      Disegni: Corrado Mastantuono
      Periodicità mensile: Gennaio, Febbraio e Marzo 2015
       
       
       
       
      In Texas, la Luna piena colore del sangue annuncia la scorreria notturna di un predone, Il comanche Charvez, tornato dalla morte per riprendere con se il figlio quindicenne Daniel, cresciuto con la madre Ada e il patrigno Rick, vecchi amici di Tex. Il ranger si mette sulle sue tracce!
       
       
       
       
       
      © Sergio Bonelli Editore
       
       
       
       
          
    • Da Sam Stone
      Torna la formula autunnale del Color Tex: quattro episodi completi, tutti a colori! Color Tex
        Stelle di latta e altre storie Uscita: 20/11/2014
      Copertina: Giulio De Vita
      Il sesto numero della serie di Color Tex ripresenta l'originale formula che ha riscosso immediato successo con il n. 4: quattro episodi completi, interamente a colori, ognuno relizzato da autori differenti, molti al loro esordio con le storie del Ranger!
       
      Stelle di latta
      Soggetto e sceneggiatura: Michele Medda
      Disegni: Michele Benevento
      Colori: Oscar Celestini
       
      C’è chi è onorato di servire la Legge e chi getta la propria stella nella polvere...
       
      Incontro a Tularosa
      Soggetto e sceneggiatura: Moreno Burattini
      Disegni: Giuseppe Camuncoli
      Colori: Beniamino Delvecchio
       
      Tre uomini si danno appuntamento con la morte in un pueblo del Nuovo Messico...
       
      Nel buio
      Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Luca Rossi
      Colori: Romina Denti
       
      È peggiore il buio della solitudine o quello sordo e cieco del pregiudizio?
       
      Randy il fortunato
      Soggetto e sceneggiatura: Roberto Recchioni
      Disegni: Andrea Accardi
      Colori: Oscar Celestini
       
      Aveva la fortuna delle canaglie.. sinché Tex non diventò la sua ombra!...
       
       
      Tavole in anteprima:
       


       
      Testi e immagini sono Copyright Sergio Bonelli Editore
    • Da Sam Stone
      Soggetto: Mauro Boselli
      Sceneggiatura:Mauro Boselli
      Disegni di:Lito Fernandez
      Copertina: Claudio Villa

      A Sitka, nei fiordi dell'Alaska, un'incomprensione tra la pittoresca ciurma di capitan Roscoe e i Tlingit del sakem Kowee ha scatenato un'autentica guerriglia, nella quale sono coinvolti anche Gros-Jean e la sua figlioccia eskimo Dawn. Giunti in aiuto degli amici, Tex e Carson scoprono che all'origine di tutto c'è il rapimento di alcune ragazze indiane. Nessuno crede davvero che i colpevoli siano i leggendari spiriti malingi della foresta, i Kuchtaqa... Ma poi anche Dawn e la figlia di Kowee scompaiono misteriosamente... E, oltre le montagne ghiacciate più a nord, un mostruoso dio cannibale sta per fare di loro le sue spose...

      Copyright SBE 2013

      In edicola da Ottobre 2013
    • Da bressimar
      Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Alfonso Font
      Periodicità annuale: Ottobre 2001


      Chi è il divoratore di anime dall'occhio d'oro? E perchè Jim Brandon, dopo aver letto l'enigmatico messaggio che ne fa menzione, abbandona i suoi uomini e si allontana, da solo e in borghese, nei territori del Nord' Tex e Carson, chiamati da Gros-Jean, si gettano subito sulle tracce dell'amico scomparso, su cui grava, oltretutto, l'infamante sospetto della diserzione, ma dovranno fare molta attenzione? Ai pericoli dell'inverno che arriva si aggiunge, infatti, una minaccia misteriosa e sinistra: quella dello Spirito del Vento, il terribile Wendigo!



      [ Nota: il messaggio iniziale di questa discussione è stato modificato per consentire l'inserimento dei dati della storia ]



      Altra storia ambientata in questi posti che solo a prendere in mano l'albo mi viene freddo... e tutti con le loro giacchette di pelo sopra alla camicia... mah..
      scherzi a parte io francamente non ho apprezzato troppo questa storia, forse un po' troppo fantasiosa per i miei gusti, anche se la trama mi è parsa ben sviluppata e con un buon ritmo.. il fatto è che preferisco storie più tradizionali e canoniche...
  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.